annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

primi giorni: mi manca ma lotterò fintantoché morirà!

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • primi giorni: mi manca ma lotterò fintantoché morirà!

    Ciao ho disperatamente bisogno di sapere se quello che sto passando in questi giorni (sonno tutto il giorno e insonnia la mattina presto, mancanza di concentrazione nello studio, senso di vuoto, continua voglia di fare spuntini) è normale e passerà... leggendo le vostre storie a quanto pare è cosi.
    Ho 25 anni e da quando ne avevo 14 fumo la media di 20 sigarette al giorno , praticamente ho vissuto una delle parti più importanti e delicate della vita accanto ad una sigaretta.
    Questo è l'ottavo giorno di astinenza e benessere allo stesso tempo; lotterò con tutte le mie forze perché:
    1. Non voglio svegliarmi la mattina con quel terribile sapore in gola e poi -come se fosse niente - dopo mezzora e un caffè accendere la prima del giorno.
    2. Non voglio rinunciare a fare una partita a calcio con i miei amici perché tanto già so che dopo i primi 10 minuti non avrò più fiato per correre.
    3. Non voglio quel cattivo odore sempre addosso che mi impregna l'alito come se fossi una ciminiera.
    4. Non voglio più pensare prima di andare a letto che continuando a fumare così prima o poi morirò di tumore.

    Continua...

    [SIZE=1]- - - Updated - - -[/SIZE]

    Insomma non voglio più fumare!
    Ma dato che in questi giorni sto passando le pene dell'inferno vorrei dire a qualcuno che veramente mi possa capire, e chi meglio di voi, quello che penso riguardo ad una cosa in particolare: viviamo in un MONDO CORROTTO! perché le sigarette sono legali? qualcuno potrebbe replicare con l'osservazione che ognuno è libero di gestire la propria vita da sé, ma fino a che punto fumare significa essere liberi d'agire?

    Continua...

    [SIZE=1]- - - Updated - - -[/SIZE]

    Che poi la nicotina porta ad una dipendenza che è solo secondaria a mio avviso, smettere di fumare non significa liberarsi dalla nicotina perché altrimenti già dopo i primi giorni tutti usciremmo da questa prigione.

  • #2
    Re: primi giorni: mi manca ma lotterò fintantoché morirà!

    Penso che la dipendenza più forte, quella più bastarda non è causata dalla nicotina ma dalle abitudini: il fumatore vede nel fumo un "amico" tascabile da avere sempre con se dal primo bisognino della mattina all'ultimo pasto della giornata, quell'amico bastardo che finge di starti accanto quando sei stressato ma anche quando ti stai rilassando leggendo un giornale o gustando un aperitivo.
    Ma se è un amico così importante perché si sta molto meglio senza di esso?
    Voglio rompere questa cattiva amicizia, ho deciso di non vederlo mai più è stata una lunga relazione e ne porterò le cicatrici perché per un fumatore incallito come me smettere di fumare significa letteralmente uccidere una persona con cui sei cresciuto, ma se non la uccido io mi ucciderà lui.

    Commenta


    • #3
      Re: primi giorni: mi manca ma lotterò fintantoché morirà!

      il 27 festeggio 5 mesi senza sigarette e sto ESATTAMENTE come stai tu. non mollo perche' anche io mi addormentavo pensando che sarei morta di gumore e non mi dimentico quanto ero infelice della mia impotenza. non mollo ma soffro tanto...

      Commenta


      • #4
        Re: primi giorni: mi manca ma lotterò fintantoché morirà!

        Ah bene ma dopo 5 mesi penso che stai un po meglio giusto? cioè le sensazioni che ho scritto per me sono una costante h24 tranne quando vado in palestra li scarico e non ci penso, per questo motivo per il 27 ho già prenotato una prima visita al centro antifumo della mia città, spero che mi possano aiutare a sedare questi sintomi.
        Leggendo in giro ho visto che il periodo più difficile è il primo mese, quindi tu che già hai vissuto i momenti peggiori non ti arrendere mai!

        Commenta


        • #5
          Re: primi giorni: mi manca ma lotterò fintantoché morirà!

          se vai al centro e ti danno il champix vedrai che ti sembrera' in sogno! seguito da medici e psicologi con un farmaco che e' acqua di lurdes allo stato puro: ti elimina il novanta per cento dei problemi di astinenza, fai dei sogni un pi' vividi ma sei salvo!
          io ho difficolta' da quando l'ho smesso ma fumavo da 42 anni( credimi e' molto piu' dura) e poi ovvio che ci penso pochissimo ormai ma e' comunque difficile. daltronde cosa sono 5 mesi contro 42 anni?
          vai al centro e fatti dare il champix, vedrai: un'altra vita!
          aspetto notizie..

          Commenta


          • #6
            Re: primi giorni: mi manca ma lotterò fintantoché morirà!

            Certo certo deve essere stata bruttissima l'astinenza, se la mia è da disperazione dopo "solo" 10 anni di tabacco non riesco a immaginare dopo 42!
            A dire la verità ho un po di dubbi a prendere lo champix, tutti ne parlano bene ma solo fino a quando lo assumono... in sostanza sembra che il miracolo sia momentaneo ma dopo la fine della terapia moltissimi riprendono a fumare nuovamente, tuttavia da come ne parli sembra che ne hai tratto notevole beneficio e mi stai portando a rivedere la mia posizione. In realtà stavo pensando alla sigaretta elettronica ma senza fiale di nicotina in modo da poter avere una valvola di sfogo di tipo solamente gestuale.
            Ovviamente dopodomani ti racconto come è andato l'incontro e grazie di avermi risposto fa bene parlarne con qualcuno

            Commenta


            • #7
              Re: primi giorni: mi manca ma lotterò fintantoché morirà!

              lo so che fa bene parlarne con qualcuno, se tu dai un'occhiata al sito champix vedrai che negli anni d'oro del forum numerose persone si sono salvate grazie al confronto e al supporto con gli altri, poi già quando ci sono entrata eravamo in pochi e adesso...è morto

              Commenta


              • #8
                Re: primi giorni: mi manca ma lotterò fintantoché morirà!

                Dallealle come mi hai consigliato ho visto sia il topic champix e in effetti sembra dai commenti che molti sono riusciti a smettere fra cui anche tu brava! però c'è una cosa che mi ha inquietato e non poco direi... mi hai accennato dei sogni un po forti ma andando su wikipedia in fondo ho trovato la seguente avvertenza: <<In soggetti predisposti che hanno assunto Vareniclina sono stati riscontrati gravi sintomi neuropsichiatrici (cambiamento del comportamento, agitazione, umore depresso, ideazione suicidaria, e tentativo di suicidio o suicidio completato).>> :scared1: :scared1:
                In effetti quello che si trova su wikipedia è l'esatta traduzione di una Comunicazione della Pfizer dal titolo: importanti informazioni sullo champix.
                Insomma ancora non so se domani alla prima visita mi verrà prescritto e nel caso così fosse lo assumerò, spero solo che la depressione non sia il prezzo da pagare per smettere di fumare. Anche perché come faccio a 25 anni a sapere se sono un soggetto predisposto? :scary:

                Commenta


                • #9
                  Re: primi giorni: mi manca ma lotterò fintantoché morirà!

                  ma figurati: io ero stra predisposta ai cali di umore( femmina dopo i 50 , menopausa..) e nessun problema! poi al centro hai medici e psicologi come falchi che al primo disturbo intervengono. io ci vado( ancora) una volta alla settimana e sono tranquilla per qualsiasi problema. vai e poi raccontami: vedrai tutto diverso dal "fai da te" ovviamente

                  Commenta


                  • #10
                    Re: primi giorni: mi manca ma lotterò fintantoché morirà!

                    Prima visita dallo psicologo del centro per le tossicodipendenze; per mezzora gli ho descritto la mia vita da fumatore e questi primi 12 giorni senza sigarette lui ha scritto molto e poi mi ha spiegato che essendo già trascorse quasi due settimane, aiutato anche dai circa 5 lt di acqua al giorno che bevo e la mia dieta in cui frutta e verdura sono presenti in grandi quantità, la nicotina l'ho già eliminata dal mio corpo. Ovviamente questo non significa che sono libero dall'astinenza perché il fattore psicologico è il vero nemico ma mi ha tranquillizzato spiegandomi che dopo circa un mese i sintomi quali craving, insonnia mattutina e fame compulsiva saranno quasi del tutto passati. Ma anche allora ci sarà da combattere, indubbiamente ci saranno momenti in cui vorrò ancora buttare catrame nei polmoni pensando che ciò sia bello ma appunto saranno solo momenti che potrò occupare sorseggiando lentamente dell'acqua, facendo dei respiri profondi, masticando una caramella e portando la mia mente a tenersi occupata in qualcos'altro. Più passeranno i mesi e più questi fastidi tenderanno a scemare. Pensate che mia mamma ha fumato per vent'anni, quando ero piccolo ogni volta che ne accendeva una la torturavo di rimproveri adesso e quindici anni che non fuma e quando ne accendo una la puzza le fa venire la nausea, quindi come scritto nel libro di Carr esiste questa fase ma di certo è l'ultima e per raggiungerla ci vorranno anni.

                    Commenta


                    • #11
                      Re: primi giorni: mi manca ma lotterò fintantoché morirà!

                      A proposito di momenti... il dottore con cui ho parlato mi ha fatto riflettere su una cosa: adesso vivrò di più! nel senso che la giornata di un non fumatore è più lunga (e aggiungerei con maggiori emozioni, profumi e sapori) di quella di un non fumatore, infatti 20 sigarette al giorno per 5-6 minuti a sigaretta sono all'incirca due ore al giorno che un fumatore occupa impregnandosi di veleno. Quindi avrò ben dueeeee ore in più di tempo libero per fare quello che mi piace o fare meglio quello che devo fare. Non importa se magari mentre che fumi stai al pc o fai qualcos'altro perché il tempo andrà via ugualmente e quelle cose non le farai bene o non le vivrai bene come senza smog da sigaretta che ti circonda.

                      Commenta


                      • #12
                        Re: primi giorni

                        Veniamo ad alcuni consigli che lo psicologo mi ha dato per combattere i disturbi che sto accusando da quando ho smesso di fumare:

                        Eliminare la nicotina. Mangiare moltissima frutta (almeno 4 porzioni al giorno) e verdura (almeno 2 porzioni al giorno) e bere molta acqua (più di tre litri al dì) sorseggiandola poco alla volta. Così facendo in una settimana si elimina la nicotina dal corpo che non è poco.

                        Commenta


                        • #13
                          Re: craving

                          Craving. E' in assoluto il disturbo più odioso nonché il responsabile della correlata fame compulsiva, quello che dura di più! il craving è legato maggiormente all'abitudine e alla gestualità che non alla nicotina. La sua durata è molto soggettiva ma dipende anche da quando tempo e per quanto tempo si è ripetuto il gesto dell'aprire il pacchetto, prenderne una, accenderla, aspirare, espirare, abbassare il braccio, rialzarlo, aspirare e di nuovo da capo. Fumando 20/25 schifezze al dì per più di 10 anni il dottore mi ha detto che già dopo 1-2 mesi sarò libero dalla dipendenza gestuale, pertanto dal craving cioè quell'odioso desiderio che ti fa venire un vuoto allo stomaco e ti fa ribollire il sangue alla ricerca ATTENZIONE non della sigaretta ma del gesto che è cosa ben diversa!!
                          Questa sequenza di movimenti è la vera droga che prima o poi ci farà venire un tumore. Un po come gli operai nelle catene di montaggio all'epoca dell'industria fordista che dopo mesi e anni a ripetere sempre lo stesso movimento finivano col diventare pazzi.

                          Commenta


                          • #14
                            Re: craving

                            La soluzione c'è! bisogna ingannare il cervello ad esempio aprendo un pacchetto di Golia activ plus e masticarne una quindi alzare e abbassare il braccio con in mano una penna facendo contemporaneamente un respiro profondo: il gusto extraforte dello sciroppo balsamico ti darà il c.d. "colpo in gola", mentre il movimento col braccio simula quel gesto che in tutti questi anni abbiamo compiuto qualche milione di volte senza rendercene conto. Oppure si possono sgusciare e masticare dei semi di girasole. Oppure masticare una gomma. Oppure ciucciare una radice di liquirizia (proprio quello che sto facendo adesso e che devo dire è abbastanza appagante) che oltre a essere un diversivo fa anche molto bene a differenza dell'aspartame contenuto nelle golia e nelle coramelle-gomme in generale.

                            Commenta


                            • #15
                              Re: craving

                              Questo non significa che dovremmo masticare o ciucciare per tutta la vita ovviamente, ma solo fino a quando saremo liberi dalla dipendenza gestuale e per questo non esistono numeri certi ma in media in uno due mesi già tutto ciò affievolisce parecchio.

                              Insonnia. Di solito passa in circa due settimane. Per alleviare l'insonnia e ridurne la durata mezzora prima di coricarsi può essere utile bere una camomilla o una tisana comprata in erboristeria, infatti nelle camomille preparate industrialmente sono presenti molte parti inutili, andando in erboristeria ci si può fare consigliare su quali parti della pianta sono maggiormente rilassanti.

                              [SIZE=1]- - - Updated - - -[/SIZE]

                              Non combattere su più fronti. Ho sbagliato a interrompere il fumo e contemporaneamente il caffé adesso il mio corpo sta vivendo due battaglie in contemporanea, per rimediare dovrò assumere due caffè al giorno(prima ne prendevo 5/6) in orari diversi da quelli a cui ero solito. In realtà so benissimo che bere anche una goccia di caffè mi farebbe venire una voglia pazzesca di buttare nei polmoni quello schifoso catrame puzzolente quindi ho pensato di comprare se esistono delle capsule alla caffeina o qualcosa del genere.

                              5° Centro antifumo. Andateci vi sarà di grande appoggio.

                              Ho intrapreso questa battaglia e voglio portarla a termine! non accendete mai e dico mai una sigaretta anche quando ne avrete dannatamente voglia, è iniziato tutto con una sigaretta ricordate? " tanto non prenderò mai il vizio" e lo sappiamo tutti come è andata a finire.... state attenti ci ricascheremo altrimenti non è detto che poi potremo ritrovare la forza per provarci di nuovo in quel caso saremo destinati a beccarci, prima o poi, un tumore, ictus, enfisema. Non lo dico per essere drammatico, ma perchè tutte le persone della mi famiglia, cioè 5 zii e una nonna sono morti prematuramente per tumore e ictus e fumavano in media quanto fumo io adesso.

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X