annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

ma se si fuma pochissimo?

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • ma se si fuma pochissimo?

    Coe tutti sappiao, alcol e fumo nuocciono entrambi alla salute.
    Per quanto riguarda l'alcol, però, si sostiene all'unanimità o quasi che un uso moderato (diciamo un paio di bicchieri di vino al giorno) sicuramente non nuoce.
    Si può dire lo stesso per un uso moderato delle sigarette? Diciamo sotto le cinque al giorno?
    Vale la pena che un fumatore come me, sessantaquattrenne, che fuma da circa 45 anni ma mai più di cinque sigarette al giorno, e per lunghi periodi solo una, e ora tre, affronti il trauma e la fatica delle disintossicazione?
    Attenzione: io *ho* il cosiddetto vizio del fumo; se mi manca la mia sigaretta serale soffro quanto un forte fumatore, e per questo parlo di disintossicazione. Si vede semplicemente che la mia dose è bassa...

    Non pretendo che si assolvano i fumatori di piccolo cabotaggio e si garantisca loro l'esenzione da bronchiti croniche, enfisemi, tumori: ma almeno il rischio è proporzionale alla quantità di fumo? Il senso comune mi dice di sì, ma la scienza? Qualcuno me lo sa dire basandfosi su dati sperimentali?

    Larry

    P.S.
    Una curiosità quasi scherzosa, ma non del tutto: per smettere di fumare sono in circolazione cerotti alla nicotina. Visto che lo si trova ancora in commercio, sarebbe possibile sostituire tali cerotti con del tabacco da fiuto? La nicotina non sarebbe assorbita attraverso le mucose nasali? O ci sono con****ndicazioni?Ne ssuno ne sa niente



  • #2
    Ciao,


    Sei avessi fumato come te in realtà forse il problema me lo sarei posto anche io alla tua età, ma fumandone 40 al giorno me lo sono posto a trenta anni circa.

    Comunque già il fatto che tu ti ponga il problema vuol dire che qualcosa non va. Il mio parere personale è per smettere.

    In bocca al lupo
    Ultima modifica di pippofranco; 13/06/2013, 14:23.

    Commenta


    • #3
      Mado' Lerry sei l'invidia di ogni fumatore !! A me sarebbe proprio piaciuto riuscire a fumare pochissimo e potermi concedere il piacere di una sigaretta ogni tanto senza dovermi subire il rantolo da enfisema quando mi addormento e la tosse da tubercolotica al risveglio. Sinceramente non so se la morigeratezza nei vizi possa garantire "l'immunita' " dall'effetto collaterale e' un poco come .... avvelenarsi un poco al giorno ... bene non fara' di sicuro temo ;( .. Pero' chissa' forse Moby ha sollevato un simpatico appunto ... se ti sei posto il problema un motivo ben ci deve essere no ?!? e allora dai ... butta il pacchetto (da dieci) e soffri insieme a noi

      Commenta


      • #4
        Le sigarette ammalano la nostra volontà: non si può decidere quante ne fumi, sono loro a stabilire la dose che dovrai infliggerti per non sentire i morsi della crisi d'astinenza.

        Vale sempre la pena di liberaci di qualcosa che ci condiziona, fosse anche poco. Ma questa è una scelta che va fatta da soli.
        I'm on a mission to never agree!

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da larryoaks
          Una curiosità quasi scherzosa, ma non del tutto: per smettere di fumare sono in circolazione cerotti alla nicotina. Visto che lo si trova ancora in commercio, sarebbe possibile sostituire tali cerotti con del tabacco da fiuto? La nicotina non sarebbe assorbita attraverso le mucose nasali? O ci sono con****ndicazioni?Ne ssuno ne sa niente


          Credo che tu fumi troppo poco per i cerotti. Forse le gomme sarebbero più indicate. Ma consultati con un dottore per queste cose, meglio se uno che è formato per le dipendenze da tabacco. Ti indicherà lui se è il caso di prendere sostitutivi, in che dosi e in che tempi.
          I'm on a mission to never agree!

          Commenta


          • #6
            Hey nonno Larry,

            Benvenuto sul forum.

            Mi piacerebbe sapere come mai alla tua età "navighi" in internet. Non è da tutti i giorni.

            Metterei una firmona su qualsiasi contratto se riuscissi a fumare solo 5 sigarette al giorno.

            Complimenti

            Arcibaldo

            Commenta


            • #7
              e se si fuma pochissimo?

              Beh, innanzitutto sono vecchio ma mica rimbambito. Ho un bel Macintosh Powerbook G4 (è il quarto computer che possiedo, sempre Mac).
              E poi, rispondendo ai predicozzi, non cercavo chi mi facesse la morale, ma chi mi desse delle informazioni, spiegandomi se il rischio (come può sembrare ai non specialisti) è proporzionale alla quantità. Se fosse così, lo confesso, continuerei a fumare.
              Credo che ci siano campi più interessanti di tre sigarette al giorno per dimostrare di avere una volontà propria... Che ne so, smettere di essere saccenti...
              Comunque, grazie a tutti.

              Larry, il navigatore più decrepito della rete

              Commenta


              • #8
                ma prima chiedi un consiglio e poi ti lamenti perchè te ne danno?
                I'm on a mission to never agree!

                Commenta


                • #9
                  e se si fuma pochissimo?

                  caro Claudio,
                  forse sono stato un po' brusco, e mi scuso. Ma se leggi bene il mio messaggio io non chiedo consigli, chiedo dati...

                  Come ho aggiunto nel mio messaggio successivo, io non sto cercando di smettere (non ancora, almeno). Vorrei solo sapere quanto rischio, a questi livelli, a non smettere...
                  Se rischiassi molto ci potrei ripensare: sono vecchio, vizioso (a bassa gradazione), ma stupido no, spero.

                  Ciao!

                  Larry

                  Anche quella sul tabacco da fiuto, come d'altra parte avevo bene specificato, è più che altro una curiosità...

                  Commenta


                  • #10
                    Ho capito, ma come avrai certamente letto nel titolo del forum, questo è un forum per smettere di fumare.

                    Tanto perr dire che io di sigarette ne fumavo anche 50 in un giorno, finchè non ho ho avuto deficit respiratori e allora ho dovuto smettere. Ho 30 anni e la BCPO.

                    Tu che vuoi sapere, se fa male fumare meno di 5 sigarette al giorno? Sì, fa malissimo, perchè 5 al giorno sono 35 in una sett. e 140 in un mese e in un anno le lascio calcolare a te.

                    Inoltre tu stai raggiungendo un'età nella quale naturalmente si tende ad avere più problemi di salute, tra questi, classicamente di circolazione e respirazione. Semmai, ma speriamo di no, ti dovesse capitare di avere questi problemi, quelle 5 sigarette al giorno diverranno dei macigni con i quali fare i conti.

                    Inoltre tu hai una dipendenza. Sai cos'è una dipendenza? Se non lo sai informati, ma per ora sappi che è anch'essa una malattia (tabagismo).

                    Prendila pure come un predicozzo, prendila pure come un'intromissione nei tuoi affari.

                    Io, per quel che mi riguarda, penso che un giorno o l'altro, quando e se deciderai di smettere, el mie parole come quelle degli altri forumisti ti serviranno a qualcosa.
                    Qui si cerca di smettere di fumare, ed è questo l'unico dato che ritengo otterrai da ognuno di noi.
                    I'm on a mission to never agree!

                    Commenta


                    • #11
                      Quando Fumavo...

                      non è che fumassi stecche intere, ma un pacchetto durante la settimana mi durava 2 giorni, i giorni buoni , il week end uno al giorno... ma il punto è....1 sigaretta è già troppo!!! lo pensavo allora e lo penso sempre di più oggi,Quando sento poi calcoli di rischio mi sembra un pò uno scusarsi per voler essere tranquilli con se stessi pensando: "beh ma sono bravo/a con la mia persona, ho INTENZIONE di smettere visto che mi informo..." il problema è che volere dati per vedere se mi conviene di più smettere o continuare è già un assurdo!! LOGICO CHE CONVIENE SMETTERE senza ma, forse, perchè.... credo, a qualsiasi età!

                      Commenta


                      • #12
                        fumare pochissimo: come non detto.

                        Caro Claudio,
                        io so che una dipendenza è grave se porta ad assumere dosi eccessive di una sostanza dannosa. Se uno usa sempre benzodiazepine perché è ansioso è benzodiazepinodipend ente, se uno "deve" consumare alcol è alcoldipendente, se uno guarda troppo la TV e se non lo fa soffre è teledipendente ecc.
                        Il punto è: perché mai una *modesta* dipendenza deve preoccuparci, supposto (e non concesso, nel caso del fumo, come tu illustri benissimo) che non danneggi la salute? Se uno soffre di ansia e non ha fiducia nella psicoterapia (che quindi non funziona), perché non dovrebbe accettare una certa dipendenza dai tranquillanti? Per ragioni morali? Farebbe meglio a macerarsi nell'ansia, cosa che fa malissimo alla salute? Dipende dalla persona. C'è gente che va avanti da anni con 1/2 Tavor al giorno, controllata dal medico, e sta benissimo; altri più sprovveduti sono passati a dosi da cavallo.
                        Io tentavo un discorso sulla quantità, un po' come per l'alcol: chi beve un bicchiere di rosso ai pasti e se non lo beve ne risente, è malato di dipendenza alcolica? Forse sì, ma che male gli fa?
                        Tu mi dici che nel caso del fumo la cosa è diversa, e non ho motivo di non crederti. D'altra parte altri iscritti al forum mi scrivono che farebbero carte false per avere il *mio* grado di dipendenza...
                        E' vero anche che dall'alto della tua esperienza tu puoi permetterti di dare consigli a chiunque...
                        In ogni caso direi di chiuderla qui, e mi scuso per lo scompiglio.

                        Ciao e grazie

                        Larry

                        Commenta


                        • #13
                          non ci siamo capiti. Non so se le benzodiazepine diano dipendenza, a dir la verità. La TV certo non ne da.
                          La dipendenza che da la nicotina è quella con la D maiuscola, quella che da le crisi, quella che comunemente viene detta "fisica", senza la quale non sussiste quella psiocologica.

                          Non possiamo fare il discorso che siccome tutto da dipendenza, compresa la tv e la cioccolata, allora niente da dipendenza. No, la nicotina causa una dipendenza derivante dall'effetto di rimbalzo di essa (l'effetto che essa causa quando se ne va, e non quando entra nel cervello), cioè la sensazione di malessere, unita a senso di frustrazione, a nervosimo ecc. il quale effetto spinge verso la riassunzione della sostanza(funge, così ho appreso: da "rinforzo negativo" all'uso).

                          Non mi va che passi quest'idea. Non c'è una continuità tra l'assunzione di sostanze più o meno piacevoli quali l'alcool (che può dare dipendenza, ma non ne da automaticamente) e quella di sigarette. Il consumo di nicotina porta il discorso su un altro livello interpretativo. Non esiste, se non molto marginalmente, un consumo non patologico di sigarette.

                          Io poi non ho capito che vuoi sapere da noi: se devi o no curare il tabagismo?
                          Secondo me, (ma penso per tutti qua) sì, però l'ultima parola, come ti abbiamo detto, sta a te. Nessuno può costringerti in un senso o nell'altro.
                          I'm on a mission to never agree!

                          Commenta


                          • #14
                            Quantità: se fossimo capaci di gestire il numero di sigarette fumate al giorno non saremmo dipendenti da esse.
                            Perchè questo significa essere dipendenti da x: non controllare più il consumo di x

                            Il fatto che tu fumi poco non dipende dalla tua volontà o dalla tua "forza caratteriale", ma dal caso.

                            Non c'è nessuna questione morale: se ti vuoi curare ti curi, se non ti vuoi curare non ti curi. Ma conta che qui siamo in un forum di persone che stanno smettendo di fumare, perciò credo tu ti possa immaginare quello che ti verrà risposto.

                            Io mi permetto di dare dei consigli perchè penso che le persone che sono qui ne abbiano bisogno da una parte e dall'altra sappiano distinguere le cose buone da quelle non buone. Io parlo sempre della mia di esperienza, come tutti qui.

                            Ammetto di usare spesso l'imperativo, e uno stile sbrigativo, ma questo dipende dalla fatto che sono (cerco di essere):
                            - sintetico
                            - assertivo
                            - espositivamente freddo

                            Non mi importa di risultare antipatico, non mi importa di sembrare presuntuoso, non mi importa di nascondere i miei difetti.
                            I'm on a mission to never agree!

                            Commenta


                            • #15
                              Claudio.....!?! Svegliato con il piede sbagliato stamane?
                              Larryoaks, e' stato chiaro.....ha scritto il suo threat con l'intento di avere dati scientifici,e ha fatto benissimo a postarlo in questo forum: " smettere di fumare ", che ne sai se lui non cerchi proprio quei dati, che potrebbero dargli la forza di smettere definitivamente ? E se ci sta solo facendo un "pensierino" non puo' partecipare alle discussioni ? a te non importera' di risultare antipatico e presuntuoso, pero' le persone non si trattano cosi', mi spiace ..... ma questa e' maleducazione!

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X