annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Agopuntura.....

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Agopuntura.....

    cosa ne pensate. Può essere una terapia definitiva o altro????

    Tex

  • #2
    è uno dei vari metodi validi, consulta con il dr. valesi al forum di medicine naturali.
    ly

    Commenta


    • #3
      ieri ho effettuato una seduta con una terapia mediante agopuntura.....devo dire che fino a ieri avvertivo la voglia di fumarmi una sigaretta e durante l'arco della giornata avevo max 2 "crisi" di astinenza.....da ieri alle 20.00 a stamani non avverto più quella voglia.
      Sinceramente parlando con delle persone che erano li presso lo studio devo dire che i risultati ottenuti sono ottimi.
      Se volete informazioni sullo studio fatemi sapere.

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da Ospite
        ieri ho effettuato una seduta con una terapia mediante agopuntura.....devo dire che fino a ieri avvertivo la voglia di fumarmi una sigaretta e durante l'arco della giornata avevo max 2 "crisi" di astinenza.....da ieri alle 20.00 a stamani non avverto più quella voglia.
        Sinceramente parlando con delle persone che erano li presso lo studio devo dire che i risultati ottenuti sono ottimi.
        Se volete informazioni sullo studio fatemi sapere.
        il msg di sopra l'ho scritto io (come al solito dimentico sempre di loggarmi)

        Commenta


        • #5
          Io mi sono sottoposto ad agopuntura ed è una settimana che non fumo. Oltre ai vari aghi piazzati un po qua e la, mi hanno applicato anche 3 aghi a semipermanenza sul padilgione auriculare b. da stimolare tre volte al giorno.
          Per vincere le crisi d'astinenza devo bere un prodotto omeopatico a base di tabacum. Per la gestualità del fumatore, bacchettini di liquerizia a manetta.
          LA cosa sembra funzionare...ma non urliamolo troppo per scaramanzia!
          ciao

          Commenta


          • #6
            20 ore

            E' successo per caso. Una persona aveva preso un appuntamento per due per l'agopuntura.
            3 giorni fa mi chiede se vado io visto che l'altra persona per la quale aveva preso appuntamento ha cambiato idea.
            Cosi' ieri sera alle 21.00 ho spento l'ultima,e stamattina alle 13.00 mi sono sottoposto all'agopuntura (non so se ci siano vari metodi, ma in questo caso la seduta è unica; questo medico mi da fiducia, è stato tra i primi dalle nostre parti, circa 30 anni fa.).
            Mai avevo pensato a smettere, e fino a ieri erano 50 al giorno e almeno un pacchetto da circa 28 anni...
            Nella vostra esperienza, il sistema agopuntura può funzionare?
            Ed il fatto che non sia stata una decisione maturata ma improvvisa, secondo voi è meglio o peggio?
            Certo che è durissima...
            Ciao!

            Commenta


            • #7
              E' dura ma vale la pena tener duro. Non importa quante sigarette fumavi: smette chi ne fumava 50 come chi ne fumava 5 al giorno.

              E anche se hai deciso improvvisamente non fa ugualmente nulla: non c'è un modo predefinito per decidere di smettere, anche se è probabile che tu qualche pensiero ce l'abbia fatto anche prima che ti capitasse quest'occasione, altrimenti non l'avresti accettata,

              In bocca al lupo e se hai qualche problema o dubbio scrivi pure sul forum.

              Ciao
              I'm on a mission to never agree!

              Commenta


              • #8
                Grazie del benvenuto. In effetti a ben vedere non è che non ci avessi mai pensato, la cosa era vagamente nella testa da molto, ma mai ci ho minimamente provato, non era mai il momento. Mi passava per la testa "dovrei smettere non posso continuare così" e dopo due secondi mi accendevo la cicca....
                Anche sul numero di sigarette/giorno concordo in gran parte. Una cosa però, dimmi se sbaglio, dal punto di vista gestualità forse qualcosa cambia o forse no... io avevo praticamente la cicca in bocca ogni 10/15 minuti. Chi ne fuma meno, ci sto pensando per la prima volta, forse predilige l'aspetto del "rituale".
                Qualcuno sa qualcosa dell'agopuntura: una sola seduta metodo Nogier (leggo adesso sull'opuscoletto che mi ha lasciato il medico) può dare effettivaemnte un aiuto?
                Grazie!

                Commenta


                • #9
                  Anch'io fumavo 40 di media. Sicuramente la gestualità è importante ma non saprei quantificare questa importanza relativamente agli altri aspetti del fumare.

                  Però anche qui possiamo cercare di tener presente che la improvvisa mancanza di questa gestualità può essere sopportabile e sopportata, dal momento che siamo persone adulte, sane di mente (più o meno), e che solitamente, anche se ci facciamo poco caso, spesso ci capita di cambiare una gestualità che per un certo periodo ci è stata familiare. L'usare una macchina invece che un motorino, per es. Tali esperienze ci mettono al corrente sulla nostra abilità a cambiare o ad abbandonare sequenze di atti che ci sono stati familiari per un pò di tempo. (ci sono dei test cmq che indicano i pesi relativi tra getualità,stimolazio ne ecc nel tabagismo di ognuno)

                  Il gesto del fumare fa tutt'uno con l'assunzione di nicotina, ed è probabile che il gesto stesso sia "valorizzato" dal fatto che è associato al consumo di una sostanza che ci da senso di sollievo.

                  Ricordo infatti che la nicotina agisce dandoti una blanda stimolazione, un leggerissimo effetto antidepressivo e spegnendoti i sintomi di astinenza che essa stessa ha creato.
                  I'm on a mission to never agree!

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da bobby
                    Qualcuno sa qualcosa dell'agopuntura: una sola seduta metodo Nogier (leggo adesso sull'opuscoletto che mi ha lasciato il medico) può dare effettivaemnte un aiuto?
                    Grazie!
                    Salve sono nuovo del forum, sono un'anestesista e pratico l'agopuntura auricolare.
                    L'agopuntura auricolare funziona come presidio con efficacia oggettiva su alcuni sintomi fisici del craving (astinenza) e soprattutto mediante un'azione regolatrice sull'equilibrio emotivo.
                    L'agopuntura auricolare dà una grossa mano, ma non fa miracoli: senza la volontà da parte del fumatore di smettere non funziona, c0me del resto tutti gli altri presidi.
                    Esistono diverse metodiche e protocolli, più o meno lunghi ed impegnativi per il fumatore. Bisogna discutere a fondo con il fumatore del suo problema e cercare di capire le sue paure e le sue speranze....continua

                    Commenta


                    • #11
                      ....riprende...Gener almente, a qualcuno che ha fumato fino ad un secondo prima non si può CHIEDERE di smettere solo perchè gli hai messo due aghi per 20 minuti o una singola grappetta. Questi sono metodi che sfruttano, quando va bene, un piccolo effetto oggettivo che può essere la nausea e il disgusto se il fumatore scettico non dà retta all'operatore e si fuma una sigaretta. Questo effetto, quando c'è, dura pochissimo e se il fumatore continuasse ad accendersi sigarette manderebbe al diavolo l'agopuntore e il suo costoso e comodo metodo dopo pochi minuti.
                      A volte non c'è neanche questa limitata efficacia e quindi la validità del metodo è basata sulla volontà del paziente di trovare comunque un aiuto e della sua disponibilità a prenderlo comunque per buono. Molte volte gioca anche un ruolo il fatto che una singola seduta costa molti soldi il che può spingere il fumatore a perseverare per un po' di tempo nel tentativo....segue.. .

                      Commenta


                      • #12
                        ..riprende...Non per questo a volte il metodo non funziona, ma si tratta di pescare nei grandi numeri: molti fumatori sono ad un passo brevissimo dal mollare per conto loro la sigaretta, ma abbisognano di una spintarella. Ecco che subentrano i fattori psicologici detti sopra. Se si fa un'indagine su quanti NON smettono dopo una singola seduta e soprattuto su quanti riprendono a fumare entro breve tempo, si vede chiaramente che il metodo non ha quella validità che sembra. Inoltre, anche quelli che smettono dichiarano di aver sofferto come cani. Cioè, se non avessere fatto l'agopuntura sarebbe stato lo stesso, con un po' più di volontà avrebbero probabilmente smesso, appunto, soffrendo.....segue

                        Commenta


                        • #13
                          ...riprende...I metodi più efficaci sono quelli che si protraggono nel tempo per un periodo abbastanza lungo, in cui il fumatore non è OBBLIGATO a troncare con le sigarette dopo la prima seduta, ma prende coscienza gradualmente, grazie all'aiuto degli effetti oggettivi dell'agopuntura, che sta smettendo naturalmente e spontaneamente di fumare senza sforzo, giorno dopo giorno, e senza avvertire disagi fisici e soprattutto emotivi PESANTI come si sarebbe aspettato prima della terapia.
                          Il castello di fumo e ritualità, è proprio il caso di dire, in cui il fumatore si arrocca trovando rifugio e conforto psicologico comincia a crollare piano piano, anche se mai del tutto! Ma questo è il momento per approfittarne.
                          Man mano che il fumatore si rende conto che sta diminuendo senza sforzo il numero di sigarette e si sente anche abbastanza bene, prende coraggio e fiducia nel metodo e soprattutto in se stesso. Questo è molto importante per la fase cruciale di questo metodo protratto, perchè ad un certo punto, arrivati ad uno "zoccolo duro" di sigarette cosiddette "irrinunciabili" , al paziente verrà chiesto questa volta di intervenire con la propria volontà e troncare la sigaretta. Tutto questo, però, a tempo debito ed in condizioni molto più favorevoli di quanto il paziente stesso si sarebbe aspettato...segue... che ***** però 'sti messaggi così corti!

                          Commenta


                          • #14
                            ...riprende...Questa metodica offre delle buone speranze ed è maggiormente sganciata da fattori psicologici tipo placebo, per cui funziona spesso anche dove il mono-trattamento ha fallito.
                            La triste verità e che con il mono-trattamento si possono trattare pazienti che vengono anche da molto lontano, mentre per l'altro tipo non è pensabile.
                            Pazienti che vengono e se ne vanno, mai più visti in ogni caso. Su tot che vanno, uno smette per i motivi visti sopra e parlandone bene procura altri tot pazienti all'agopuntore smaliziato. Di questi tot solo uno smette, e così via. Siccome si può attingere da un bacino d'utenza molto vasto, tanto si va una volta sola e il sacrificio si può fare, alla fine il metodo è comunque redditizio.
                            Quindi, ormai l'avrai capito, non nutro molta fiducia nei trattamenti singoli

                            Commenta


                            • #15
                              .....Quanto prendi a seduta....?
                              ;-)))

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X