annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Afte

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Afte

    Da cosa derivano le afte??
    lalla

  • #2
    Mentre se ne conosce solo il meccanismo patogenetico che consiste in una distruzione della mucosa orale mediata dai linfociti citotossici CD8+, le cause sono sostanzialmente sconosciute:

    è stata ipotizzata un'eziologia da virus, herpes, citomegalo, varicella-zoster, e se ne è constatata una variabile associazione a malattie intestinali quali la colite ulcerosa, la enteropatia da glutine, situazioni di stress, immunodepressione, carenza di vitamine del gruppo B, neutropenia.
    dr vincenzo valesi
    Ultima modifica di anna1401; 23/07/2008, 17:09.
    dr. vincenzo valesi sanihelp

    Commenta


    • #3
      come si possono curare le afte

      ora che ti ho detto da cosa derivano, Lalla,ti dico come si possono curare le afte
      con i metodi naturali:

      gli omeopatici BORAX 5CH e KALI BICHROMICUM 5 CH: in fase acuta 3 granuli dell'uno e dell'altro anche fino a 3 volte al giorno.

      I "litoterapici" (cioè terapia con le pietre o minerali) ULEXITE D8 e PYROLUSITE D8: in fase acuta una fiala la mattina dell'uno e la sera dell'altro x 3 giorni, lontano dai pasti, versando il contenuto della fiala direttamente in bocca.
      dr vincenzo valesi
      Ultima modifica di anna1401; 23/07/2008, 17:11.
      dr. vincenzo valesi sanihelp

      Commenta


      • #4
        afte recidivanti

        Buongiorno, vorrei chiedere un consiglio per il problema delle afte, di cui ho sempre sofferto, ma che, da due mesi a questa parte, mi si ripresentano una di seguito all'altra (attualmente è la quarta, anzi, per l'esattezza, sono due contemporaneamente). Non è tanto per il dolore (anche se sono molto fastidiose), ma soprattutto perchè inizio a preoccuparmi e temere che possano essere la spia di qualcosa di più serio. Grazie.

        Commenta


        • #5
          afte

          Si tratta di ulcerazioni della mucosa orale estremamente sensibili che si risolvono anche spontaneamente.

          le terapie farmacologiche consistono per lo più in pennellature locali con associazioni di corticosteroidi e fluoro, associate a polivitaminici del complesso B per via generale.

          La medicina biologica può proporre associazioni fitoterapiche oligoelementiche aumentanti le difese immunitarie (OLIGOTON, ENGYSTOL), gli omeopatici BORAX, KALI BICHROMICUM, NATRUM MURIATICUM.

          Localmente utili applicazioni a base di gel di ALOE VERA o ARBORESCENS.

          Fra gli esami ematochimici quelli di routine, e la tipizzazione linfocitaria che permette di valutare le condizioni funzionali del sistema immunitario.
          Ultima modifica di anna1401; 23/07/2008, 17:13.
          dr. vincenzo valesi sanihelp

          Commenta


          • #6
            Aiuto! Sono molto preoccupata.!

            Ho 7 afte, di cui una scoperta stasera in fondo alla gola, che è tutta infiammata.
            Iniziò circa una settimana fa con un Herpes labiale.
            Poco dopo, un’afta accanto, ora guarita con piccola cicatrice marrone, poi altre 2 vicinissime: una sulla lingua, una sul palato, una sulla mucosa e stasera quella in gola!!

            Purtroppo tra 4 giorni parto per l’estero (25 giugno) con la famiglia (Islanda) e temo di portarmi dietro il flagello.
            Sto trattando con Locorten da 2 giorni, dopo altri prodotti che non hanno fatto nulla, più complesso vitaminico B, Supradyn, e fermenti lattici.
            Potete aiutarmi? Devo corre da un dermatologo? Fare delle analisi ultraveloci?
            Ultima modifica di anna1401; 23/07/2008, 17:14.

            Commenta


            • #7
              conferma diagnostica

              Devi senz'altro farti vedere dal tuo medico per avere una conferma della della diagnosi.
              dr. vincenzo valesi sanihelp

              Commenta


              • #8
                Afte

                Salve a tutti,
                io soffro di afte sin da piccolissima... non ho mai risolto...
                Da qualche giorno il mio farmacista di fiducia mi ha consigliato un nuovo prodotto per lenire il dolore delle afte... pare sia miracoloso....
                Appena lo provo vi faccio sapere...

                Ciao a tutti!

                Commenta


                • #9
                  Vorrei aggiungere all'elenco un'altra causa delle afte che confermo per esperienza personale. Ne ho proprio adesso una belle grossa e dolente su un labbro che ho "traumatizzato" mentre mi lavavo i denti e lo spazzolino mi è sfuggito di mano.

                  Commenta


                  • #10
                    Ciao Normanna,
                    da quello che so bisogna stare attenti a non confondere herpes e afte... sei sicura che la tua sul labbro è un afta??
                    Cmq il prodotto di cui scrivevo si chiama Oralmedic, me lo hanno consigliato in tanti ma io lo devo ancora provare...

                    Ciao!
                    Ultima modifica di anna1401; 01/08/2008, 15:02.

                    Commenta


                    • #11
                      grazie lumanaca per la tua segnalazione

                      Riporto qui sotto alcune spiegazioni che ho trovato sul prodotto.
                      Magari possono interessare a qualcuno
                      sito sanihelp

                      Commenta


                      • #12
                        Oralmedic

                        ORALMEDIC è un prodotto nuovo tra i metodi di trattamento delle afte.
                        Una singola applicazione per il trattamento dell'afta è generalmente sufficiente per alleviare rapidamente il dolore dell'afta!
                        ORALMEDIC permette un'applicazione igienica per trattare le afte.
                        ORALMEDIC allevia il dolore e il disagio causato dall'afta creando una barriera protettiva sull'afta favorendo così le condizioni ottimali per la cicatrizzazione.

                        Come agisce

                        ORALMEDIC contiene un ingrediente brevettato HYBENX™. In seguito all'utilizzo del prodotto, l'ingrediente HYBENX™ è selettivo nel trattare nella zona dell'afta i tessuti della mucosa orale danneggiati.
                        ORALMEDIC prima trova i tessuti lesi e morti, poi agisce creando una barriera protettiva sull'afta. In questo modo si favoriscono le condizioni ottimali per la cicatrizzazione.
                        ORALMEDIC fa si che l'acqua venga estratta dai tessuti lesi e crea una barriera che va a proteggere la zona riducendo i rischi di contaminazione e favorendo le condizioni ottimali per la cicatrizzazione.
                        Ultima modifica di francyfre; 27/12/2011, 11:42.
                        sito sanihelp

                        Commenta


                        • #13
                          Afte

                          Viene definita afta una dolorosa ulcera all'interno della cavità orale causata da una rottura della mucosa.
                          Viene altresì indicata come stomatite aftosa e ulcera aftosa, specialmente se la ferita è multipla o cronica.
                          La parola deriva dal greco áphtha (= pustola).

                          Sintomi

                          Le afte spesso iniziano con una sensazione di bruciore o pizzicore sul sito della futura afta. Entro qualche giorno, essa svilupperà un'area rossa o una bolla, che precedono una piccola ulcera aperta.

                          Essa appare come un'apertura di forma ovale e colore bianco-giallastro, circondata da un anello rosso e infiammato, che nella maggioranza dei casi ha un diametro di circa 3-4 mm, ma può superare 1 cm nei casi più gravi, o anche essere grande meno di 1 millimetro; inoltre causa un dolore molto forte.
                          Talvolta è possibile osservare un alone biancastro attorno alla lesione.
                          sito sanihelp

                          Commenta


                          • #14
                            La formazione chiara all'interno del cerchio di mucosa infiammata è dovuto alla formazione di strati di fibrina, una proteina coinvolta nella coagulazione del sangue.
                            L'ulcera, che di per sé è estremamente dolorosa se toccata o strofinata, può essere accompagnata dal rigonfiamento (e conseguentemente dall'infiammazione) dei linfonodi sotto la mandibola, il che porta a confondere l'afta per il mal di denti.

                            La gran parte delle ulcere possono decorrere da 1 a 4 settimane, e possono causare un dolore circoscritto e molto intenso per l'intera durata del processo di guarigione, oltre a un senso di spossatezza e malessere come se si avesse la febbre.

                            Frequentemente esse vengono localizzate nelle zone adiacenti alla chiusura della mandibola, che viene talvolta confuso per un semplice "mal di gola", ma sono non meno frequenti in corrispondenza della base gengivale e più raramente sulla lingua dove assumono aspetto differente e di difficile localizzazione visiva.
                            sito sanihelp

                            Commenta


                            • #15
                              Cause

                              L'esatta eziologia delle afte è sconosciuta, ma tra i fattori che aumentano la possibilità di formazione delle ulcere si annoverano lo stress, l'affaticamento fisico e mentale, alcune malattie, le ferite causate da una accidentale masticazione della mucosa, cambi ormonali, mestruazioni, allergie a determinati cibi e insufficienze di vitamina B12, ferro o acido folico.

                              Nel 1982 un batterio fino ad allora sconosciuto, il Helicobacter pylori, fu scoperto come la causa dell'ulcera gastrica.
                              Fu ipotizzato che le ulcere orali potessero essere in qualche modo correlate alla presenza di determinati batteri, ma non fu mai isolato alcun organismo specifico che fosse in qualche modo responsabile.

                              Consumare determinati alimenti, come il cioccolato, può innescare la nascita di afte in alcune persone.
                              Una causa comune di afte è anche l'intolleranza al glutine, nel qual caso è possibile riscontrare formazioni aftose dietro ingestione di prodotti a base di grano, segale od orzo.

                              Alcuni soggetti hanno sviluppato afte dietro consumo di zuccheri artificiali, come quelli presenti nelle gomme da masticare o nelle bevande dietetiche.
                              In alcuni soggetti si sviluppa in seguito al consumo di insaccati e pomodori crudi.
                              sito sanihelp

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X