annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Distonia neurovegetativa e cura

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Distonia neurovegetativa e cura

    Egregi Dottori,
    Scrivo per chiedere un consiglio sul percorso da intraprendere dopo visita cardiologica a cui mi sono recata per problemi cardiologici e soprattutto respiratori (dispnea). Il cuore é sano e la visita é andata bene, il cardiologo mi parlava di possibile distonia neurovegetativa e mi ha prescritto : attività fisica abbastanza intensa almeno 3-4 volte al giorno. Inoltre ho un leggero ipotiroidismo con tsh a 4.5 probabilmente già esistente e mai curato quando avevo 16 anni, cioè 13 anni fa.
    Mi trovo con difficoltà respiratorie e dolori toracici e cervicali che vanno e vengono, conseguenza di una cervicalgia acuta durata 2 anni con emicrania, vertigini, sbandamenti, crisi vagali e attacchi di panico, dolore perenne ai muscoli, acufeni e parestesie che era causata da una lussazione della vertebra atlante che mi é stata riallineata con successo 2 mesi fa, portando appunto alla scomparsa di tutti i sintomi, tranne i dolori muscolari (ora sopportabili) e questa saltuaria dispnea, come se non riuscissi a portare a termine un respiro con fitte muscolari quando concludo l'inspirazione. Ho fiducia nel cardiologo e credo abbia centrato il mio problema, la mia domanda a chi gentilmente vorrà rispondermi é: oltre allo sport, quali altri accorgimenti posso adempiere per riequilibrare il mio sistema nervoso? Esistono sostanze anche naturali o medicinali adeguati o magari una dieta specifica? Esiste un centro in Toscana per questi disturbi o avete un bravo neurologo da consigliarmi? Oggi ho effettuato visita neurogica cara quanto deludente perché non ho avuto nessuna risposta né spiegazione, solo una prescrizione di Lexotan 15 gocce da prendere la sera, che dubito guariranno i dolori muscolari e libereranno finalmente il mio respiro.
    Grazie in anticipo a chi vorrà gentilmente darmi indicazioni sui prossimi passi da fare.

  • #2
    Re: Distonia neurovegetativa e cura

    I possibili passi da fare possono essere lavorare su un piano generale sistemico che prenda in considerazione anche importanti fattori quali l'intestino d la matrice connettivale i quali possono sostenere una situazione di flogosi cronica sistemica che può spiegare molti dei sintomi riferiti.

    Per approfondire casi clinici individuali ho attivato un servizio di videochat via skype. Ulteriori informazioni sul servizio: [email protected].
    dr. vincenzo valesi sanihelp

    Commenta


    • #3
      Re: Distonia neurovegetativa e cura

      Originariamente inviato da vvalesi Visualizza il messaggio
      I possibili passi da fare possono essere lavorare su un piano generale sistemico che prenda in considerazione anche importanti fattori quali l'intestino d la matrice connettivale i quali possono sostenere una situazione di flogosi cronica sistemica che può spiegare molti dei sintomi riferiti.

      Per approfondire casi clinici individuali ho attivato un servizio di videochat via skype. Ulteriori informazioni sul servizio: [email protected].
      Grazie Dottor Valesi per la sua risposta,

      le faccio un'altra domanda se mi vorrà rispondere ne sarò felice: si può scoprire se si tratta di flogosi cronica tramite analisi del sangue o altra visita?

      Ne approfitto anche per approfondire i sintomi di cui parlavo..
      La sensazione non è quella di mancanza di respiro sotto sforzo, nè assolutamente un problema polmonare (fatta visita da bravo allergologo, polmoni ok, niente asma), nè appare per ansie, ma piuttosto un problema funzionale, come se qualcosa non funzionasse più in maniera tale da garantire una respirazione normale.

      Mi sono accorta che i dolori/fastidi e la mancanza di respiro vengono sempre insieme, e nell'atto di respirare ho una sensazione di fitta pungente, questo dolore ha origine da un punto preciso, come avessi uno spillone conficcato al lato destro dell'ottava vertebra. Lo associo molto più ad un dolore ad un nervo che a un dolore di tipo muscolare, o almeno questa è la mia sensazione. Se premo il dolore è localizzato in un ristretto punto ma è talmente intenso da togliere il fiato.

      Commenta


      • #4
        Re: Distonia neurovegetativa e cura

        Questo è possibile, E' possibile, ma è solo un'ipotesi che deve essere confermata da altri dati diagnostici per es strumentali quali un RX toracico che potrebbe evidenziare una problematica di tipo artrosico o altra problematica morfo strutturale a quel livello.
        dr. vincenzo valesi sanihelp

        Commenta

        Sto operando...
        X