annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Equilibrio linfociti T helper 1 e T helper 2 per mantenere la salute

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Equilibrio linfociti T helper 1 e T helper 2 per mantenere la salute

    (tratto da: salearning.org - di giuseppe Severini - 19 aprile 2010)


    INTRODUZIONE

    I linfociti Th1 e Th2 rappresentano due fenotipi dei linfociti T. I meccanismi che controllano la fase iniziale della differenziazione funzionale dei linfociti T non sono ancora del tutto definiti.
    Certamente svolgono un ruolo essenziale le citochine presenti nel microambiente linfatico in cui avviene il primo incontro con l'antigene.
    L’equilibrio del rapporto di queste due forme è alla base di varie patologie ed è forte la necessità di comprendere come questo equilibrio possa essere influenzato.


    DISCUSSIONE

    I linfociti T helper (Th) si suddividono in due fenotipi Th1 e Th2.
    Nella fase iniziale della risposta immunitaria contro l’antigene viene deciso il destino funzionale (differenziamento) di una cellula T helper (CD4).

    Se un linfocita Th incontra l’antigene in presenza di IL-12 e/o IFN-γ (interleuchina -12, interferone γ) esso diventerà una cellula di tipo 1 (Th1), poiché generalmente IL-12 e IFN- γ sono prodotti da macrofagi e cellule NK attivati nelle prime fasi della risposta a patogeni intracellulari, è possibile comprendere perché tali risposte siano dominate da meccanismi messi in atto da cellule di tipo Th1.

    Al contrario se uno stimolo antigenico avviene in assenza di IL-12 o di IFn- γ la cellula Th utilizza IL-4 prodotta in maniera autocrina da Th stessa per differenziarsi in una cellula Th2, la quale produce IL- 4 e IL-10.
    Queste due citochine svolgono un’azione inibitoria sulla differenziazione Th1, in modo da consentire una polarizzazione della risposta in senso Th2.

    Alcune citochine vengono prodotte esclusivamente da Th1 ed altre solo da Th2.

    segue..
    sito sanihelp

  • #2
    Re: Equilibrio linfociti T helper 1 e T helper 2 per mantenere la salute

    (tratto da: salearning.org - di giuseppe Severini - 19 aprile 2010)


    Questa capacità di esprimere un differente profilo citochinico implica l’espressioni di funzioni diverse.
    Le cellule Th1 inducono i linfociti B a produrre preferenzialmente anticorpi opsonizzanti e fissanti il complemento, mentre
    le cellule Th2 favoriscono la sintesi di Ig di classe IgE.

    - Infatti, mentre i linfociti Th1 sono importanti per le reazioni di ipersensibilità ritardata e le risposte verso gli agenti infettivi batterici ed agenti patogeni intracellulari,

    - i linfociti di tipo Th2 controllano la produzione degli anticorpi implicati nella difesa verso i parassiti e nelle reazioni allergiche IgE-mediate.

    Tuttavia, i linfociti Th2 e Th1 sono in grado di influenzarsi reciprocamente in senso soppressivo a mezzo di interleuchine.

    segue..
    sito sanihelp

    Commenta


    • #3
      Re: Equilibrio linfociti T helper 1 e T helper 2 per mantenere la salute

      (tratto da: salearning.org - di giuseppe Severini - 19 aprile 2010)


      I prototipi Th1 e Th2 si distinguono anche per la diversa attività citotossica e per le modalità di espressione dell'attività helper per la risposta umorale.


      - Mentre le cellule Th2, generalmente prive di attività citotossica, esprimono una incondizionata attività helper, per la sintesi di tutte le classi Ig,

      - le cellule Th1, generalmente dotate di potenziale citotossico, svolgono un'attività helper per le maggiori classi Ig, ma non per le IgE a causa della loro produzione di IFN-γ (inibitore dello "switch" isotopico verso la produzione delle IgE) e della mancata produzione di IL-4 (essenziale per lo "switch" isotopico per la sintesi delle IgE).

      Inoltre la co-espressione da parte dei Th1 di attività helper e citotossica fa sì che in certe condizioni la seconda prevalga sulla prima, con riduzione della risposta umorale.
      Questo, che si configura come un meccanismo di autocontrollo della funzione helper per la risposta Ig, è dovuto al fatto che le cellule Th1 potenzialmente citotossiche, attivate dal riconoscimento dell'antigene presentato dai linfociti B, possono sia lisare i linfociti B mediante perforine e granzymes, sia esprimere in membrana il ligando di Fas che, interagendo con la molecola Fas espressa dai linfociti B attivati, trasferisce ad essi un segnale di morte programmata (apoptosi).

      segue..
      sito sanihelp

      Commenta


      • #4
        Re: Equilibrio linfociti T helper 1 e T helper 2 per mantenere la salute

        (tratto da: salearning.org - di giuseppe Severini - 19 aprile 2010)


        CONCLUSIONI

        L’equilibrio tra i fenotipi Th1 e Th2 gioca un ruolo fondamentale.


        - Negli individui sani, le cellule Th1 e Th2 sono in un equlibrio altamente regolato.

        - Quando penetra un virus, il sistema sviluppa una risposta Th1.
        - Le infezioni parassiarie, invece, sono eliminate da un aumento di Th2. Dopo l’eliminazione dell’antigene (virus o parassita) il sistema torna all’equilibrio.

        - Pazienti con cancro avanzato o con malattie infettive come AIDS, epatite B o C ad esempio, hanno uno squilibrio immune in favore delle cellule Th2.
        L’aumento delle cellule Th2 sopprime cronicamente la possibilità di montare una risposta immune efficace contro il tumore o virus.

        - Un aumento delle cellule Th2 si verifica in pazienti con malattie allergiche, come asma e in pazienti come il Lupus.


        - Pazienti con malattie autoimmuni (artrite reumatoide, sclerosi multipla ecc.) hanno uno squilibrio in favore delle cellule Th1.
        L’aumento delle cellule Th1 determina una condizione infiammatoria cronica che distrugge i tessuti del corpo.

        Terapie che mirano a ripristinare questo importantissimo equilibrio immunologic0 (immunomodulatori) rappresentano una frontiera della ricerca.


        RIFERIMENTI

        1 . e-prints università degli studi di Firenze – Prof. Gianfranco Del Prete – Dip. Medicina Interna Cap. 2.3

        2 . uniroma2.it/didattica/sistema_immune/deposito/linfociti_T.pdf
        sito sanihelp

        Commenta


        • #5
          Re: Equilibrio linfociti T helper 1 e T helper 2 per mantenere la salute

          ANALOGIE e DIFFERENZE tra Th1 e Th2 (Tratto da: salearning.org - Rita D'Alessio, 1 maggio 2010)


          Analogie tra Th1 e Th2

          Th1 e Th2
          Cosa sono sottofamiglia di linfociti T responsabili dell’immunità cellulare o cellulo-mediata
          Dove si trovano Prodotti nel midollo osseo, differenziati nel timo e inviati nei linfonodi secondari.
          Caratteri
          stiche
          Hanno sulla superficie un recettore per l’antigene (TCR) , un eterodimero di 90 kD, costituito da due catene glicoproteiche, α (circa 50kD) eβ(circa 42 kD). La regione ammino terminale è variabile con specificità idioti pica.
          Come agiscono



          segue..
          Il recettore TCR "riconosce" il complesso antigene-proteina MHC , si lega ad esso ed è cosi "selezionato" per la successiva propagazione clonale. I linfociti T Helper immaturi si legano solo a complessi antigene-proteina MHC in cui questa proteina sia di appartenente al gruppo noto come Classe II (MHC-II).
          sito sanihelp

          Commenta


          • #6
            Re: Equilibrio linfociti T helper 1 e T helper 2 per mantenere la salute

            ]ANALOGIE e DIFFERENZE tra Th1 e Th2 (Tratto da: salearning.org - Rita D'Alessio, 1 maggio 2010)


            Differenze tra Th1 e Th2


            Th1 Th2
            Come sono attivati è attivato nel momento in cui TCD4 incontra l’antigene in presenza di IL-12 o IFN-ϒ . è attivato nel momento in cui TCD4 incontra l’antigene in presenza di IL-4 o IL-10.
            Cosa producono IFN-ϒ; TNF-ϐ e α ; IL-2; IL-3 ; TGF- ϐ; GM-CSF; IFNg. TGF-ϐ ;GM-CSF; IL-3; IL-4 ;IL-5; IL-6; IL-10 ;IL-13.
            Attività Citotossica e svolgono un’attività helper per le maggiori classi di Ig. Non citotossica ed esprimono una incondizionata attività helper per la sintesi di tutte le maggiori classi di Ig
            Con chi interagiscono
            con macrofagi nella sede di flogosi con linfociti B nel tessuto linfatico
            Tipo di risposta risposta cellulo-mediata contro patogeni intracellulari Risposta umorale contro patogeni extracellulari
            Patologie associate Alte concentrazioni sono indotte da infezioni virali e malattie autoimmuni Alte concentrazioni sono indotte da infezioni parassitarie e batteriche, cancro, malattie infettive e allergiche
            sito sanihelp

            Commenta

            Sto operando...
            X