annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Prendere l'HIV da se stessi

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Prendere l'HIV da se stessi

    Mi rendo conto che la questione possa provocare una certa ilarità.
    Però ho necessità di sanare un dubbio che mi porto appresso da un po' di tempo.

    Circa un mese fa ho voluto provare a farmi un massaggio prostatico.
    Ne avevo letto molto in rete e volevo provarne l'efficacia.
    Credo più per senso di colpa che altro, dopo aver inserito un dito nel mio ano ho cominciato a farmi un sacco di preoccupazioni sulle eventuali malattie che mi sarei potuto inoculare in questo modo.

    Ora, per essere chiaro, la faccenda è andata così:
    - mi sono lavato le mani
    - mi sono spalmato della crema corpo per pelle secca sul dito e attorno all'ano
    - ho inserito il dito
    - ho "cercato" la prostata, ma non mi pare che la cosa abbia prodotto alcun effetto, né positivo né negativo
    - una volta estratto il dito ho controllato che non ci fosse del sangue sopra e non ce n'era
    - la "penetrazione" non ha provocato dolore. Solo una sensazione di calore attorno al dito
    - non ci sono stati problemi alla minzione, irritazioni o altro

    La domanda che mi sono posto è la seguente (è sciocca, lo so, ma preferisco coprirmi di ridicolo piuttosto che martoriarmi di dubbi):
    Nel caso il dito fosse stato sporco o ci fosse stata qualche piccola ferita (ogni tanto mi mangio le unghie), avrei potuto infettarmi in questo modo?

    Se avessi toccato qualche persona affetta da HIV e poi mi fossi fatto il massaggio prostatico, dopo essermi lavato le mani, avrei potuto infettarmi?

    Vi ringrazio per la disponibilità.

  • #2
    Re: Prendere l'HIV da se stessi

    Ma no non preoccuparti così tanto che non mi sembra il caso.
    In genere l’ HIV si contrae con rapporti sessuali diretti con persone infette.
    Nelle manovre che hai descritto tu per provare a farti un massaggio prostatico, a mio avviso non c’è nulla di cui preoccuparsi.
    L’ano non è sterile, e il dito che hai introdotto, anche se non fosse stato perfettamente pulito, non può aver provocato alcuna infezione.
    Inoltre, anche se tu avessi avuto qualche minuscola ferita sul dito, una volta estratto dall'ano ti sei lavato le mani e quindi puoi stare tranquillo, anche perché ormai è trascorso un mese e al dito non hai avuto alcun problema.
    Se vuoi continuare con questa tecnica di massaggio, potresti usare un guanto in lattice monouso che risulta più igienico e più pratico, e inoltre eviti eventuali microlesioni alle mucose interne che potrebbero essere causate appunto dal contatto con le unghie: microlesioni, non pericolose, ma eventualemnte fastidiose...
    sito sanihelp

    Commenta


    • #3
      Re: Prendere l'HIV da se stessi

      Non ho nulla da aggiungere a quanto Anna ha spiegato esaurientemente e in ogni caso vorrei tranquillizzarti anch'io al mille x mille. Ciao
      dr. vincenzo valesi sanihelp

      Commenta


      • #4
        Re: Prendere l'HIV da se stessi

        Vi rendo infinite grazie.

        Riconosco di essere scioccamente ipocondriaco.
        E quindi ancora una volta grazie mille per il tempo dedicatomi e l'esauriente e pronta risposta.

        Un'ultima domanda.
        Forse un po' fastidiosa.

        Vi chiedo sin d'ora perdono se in qualche modo le mie parole e la mia insistenza vi indispettiranno.

        Senza girarci troppo attorno: qual è la vostro qualifica? Siete medici specialisti?
        Nei vostri profili non lo trovo specificato e non riesco a trovare menzione, nella presentazione del forum, di chi siano i moderatori che rispondono alle domande.

        Vi sono grato per il servizio che offrite attraverso questo forum, ma vorrei essere ancora una volta rassicurato, rispetto alla validità (questo il termine che potrebbe disturbarvi) di quanto affermate.

        Grazie
        Ultima modifica di anna1401; 02/02/2014, 22:02.

        Commenta


        • #5
          Re: Prendere l'HIV da se stessi

          Capisco. In genere tormentarsi con pensieri negativi e ossessionanti si è visto che risulta essere molto più dannoso che la malattia stessa, quindi cercare di rassicurarsi in tutti i modi per ritrovare la serenità è più che lecito e doveroso.
          Se in qualche modo le nostre risposte non dovessero soddisfarti appieno, per tua maggior tranquillità, puoi sempre chiedere il parere anche di qualche specialista; nulla lo vieta.
          E’ comunque bene risolvere anche il problema dell’ipocondria, perché continuare a vivere con la paura/terrore di una qualsiasi possibile malattia incombente, non permette di godere nemmeno le cose belle della vita.
          Cerca di vivere tranquillo e sereno che così il tuo sistema immunitario si rinforza e può combattere meglio quando ce n’è bisogno
          Puoi trovare il curriculum del dr Valesi in questa pagina http://www.sanihelp.it/news/1536/dot...-valesi/1.html
          Ultima modifica di anna1401; 03/02/2015, 18:32.
          sito sanihelp

          Commenta

          Sto operando...
          X