annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il parto e l'omeopatia

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Il parto e l'omeopatia

    Buongiorno Dott.Valesi,
    le riscrivo dopo mesi, inizialmente mi ero rivolta a lei per consigli per raggiungere la gravidanza in quanto soffro do ovaio micropolicistico e ciclo irregolare..risolto perfettamente con dieta, inositolo e il suo utilissimo consiglio dell'Hormeel.
    Ora mi trovo quasi al termine della gravidanza, sono alla 32esima settimana e mi accingo al parto, mia grande preoccupazione ahimè...
    Dati i miei riscontri assolutamente positivi nell'omeopatia (con Hormeel ho ottenuto un ciclo perfetto di 28 giorni che mi ha donato anche una serenità inaspettata per migliorare il concepimento!), cosa mi consiglia per favorire un parto naturale, non si può chiedere indolore se non con l'anestesia che preferirei assolutamente evitare, ma per rendere il tutto meno traumatico?
    Ho sentito anche parlare dell'Apermus della Loaker, lei lo conosce, cosa ne pensa?
    La ringrazio infinitamente in anticipo per i suoi consigli.

    Nejetta

  • #2
    Re: Il parto e l'omeopatia

    Che può essere utile per la preparazione al parto e può aiutare la cinetica uterina. Però in questi casi ritengo giusto parlarne col ginecologo concordando con lui tempi e dosi, evitando l'automedicazione.
    Ultima modifica di anna1401; 19/11/2013, 21:11.
    dr. vincenzo valesi sanihelp

    Commenta

    Sto operando...
    X