annuncio

Comprimi

Regolamento

I PRINCIPI

Il forum di Sanihelp.it è un punto di incontro e confronto, un forum libero, privo di ogni censura preventiva. Questo forum è una comunità di aiuto e supporto reciproco in cui ognuno contribuisce cercando di essere d'aiuto e portando il proprio punto di vista riguardo i diversi temi trattati.

Nel forum ciascuno è libero di esprimere la sua opinione, mantenendo però un atteggiamento di educato rispetto nei confronti delle idee diverse. Il forum è uno spazio civile e gradevole: gli utenti non devono essere intolleranti e aggressivi, ma propositivi e disponibili, moderando il proprio linguaggio e consentendo così di ridurre al minimo l'attività di moderazione.

Lo staff di Sanihelp.it si riserva il diritto di eliminare l'iscrizione al forum, di cancellare discussioni e messaggi senza alcun preavviso.


GLI UTENTI
Gli utenti sono suddivisi in quattro categorie.

- Amministratore:
gestisce il forum in tutte le sue parti, appartiene allo staff di sanihelp.it
- Moderatore:
è un utente che ha il compito di agevolare la vita all'interno del forum, è un punto di riferimento e un valido aiuto per tutti gli utenti.
- Sani All:
gli utenti del forum.
- Utenti Bannati:
un utente bannato può accedere al forum ma non parteciparvi. Si è bannati se non si rispetta il regolamento, il ban può essere imposto per un periodo di tempo limitato o per sempre. Nei casi più gravi può essere bannato anche l'indirizzo IP.

Utenti e reputazione
Ogni 365 giorni di permanenza sul forum si guadagnano 10 punti.
Ogni 10.000 messaggi e 1.000 punti reputazione si guadagna un punto di potenza nell'assegnazione della reputazione ad altri utenti.
Un utente per poter assegnare reputazione deve avere almeno 15 punti e aver scritto 30 messaggi.
In 24 ore si possono assegnare solo 20 punti.
Prima di poter assegnare la reputazione allo stesso utente è necessario assegnarla a 15 utenti differenti.
Reputazione e i commenti non sono anonimi

NICKNAME e FIRMA
Dato l'alto numero di utenti iscritti al forum, tutti i nomi più comuni sono già presenti.
Consigliamo di scegliere un nome particolare che contenga dei numeri e che non contenga trattini, simboli o caratteri speciali.
Per tutelare la privacy personale suggeriamo inoltre di non utilizzare nome e cognome completi all'interno del nickname.

Il nickname e la firma non devono contenere testi offensivi o provocatori, non è inoltre possibile utilizzare come nickname un nome attribuibile a una professione medica se non si è un professionista collaboratore della redazione di Sanihelp.it (es: psicologo, dottore, urologo).
Se si desidera cambiare il nickname è possibile farlo inviando un messaggio privato all'amministrazione (Evoh).

La frase è modificabile autonomamente dal pannello di controllo personale.
Nel caso in cui venga inserito un contenuto non idoneo i moderatori provvederanno ad avvisare l'utente con un messaggio personale.
Se dopo la richiesta di modifica la frase resta invariata, i moderatori sono autorizzati a cancellarla.
Se si dovessero inserire nuovamente contenuti offensivi nella frase, verrà assegnato un ban di almeno 3 giorni.


LEGGI DELLO STATO E INTERNET

Per non incorrere in spiacevoli conseguenze, ricordiamo agli utenti che su questo forum vigono tutte le leggi dello Stato italiano.
Ogni utente è responsabile dei contenuti che pubblica e tutti, utenti, moderatori e amministratori, possono rivolgersi alla Polizia per far rispettare la legge o per tutelarsi.
Tafferugli verbali, consigli e provocazioni non sono considerati reati, i reati sono cose ben più gravi che la coscienza di ciascuno riesce facilmente a identificare.
Vi ricordiamo inoltre che, come cita la locuzione latina: Verba volant, scripta manent.


REGOLE GENERALI

1. Non è permesso pubblicare:
- indirizzi email
- numeri telefonici
- il contenuto di email private e messaggi privati (MP) anche se si è in possesso dell'autorizzazione del mittente
- pubblicare messaggi pubblicitari o link

2. I moderatori hanno il compito di animare e moderare le discussioni e di controllare che nessuno violi il regolamento del forum.
I moderatori potranno ammonire, avvertire, bannare gli utenti che non rispetteranno il regolamento ed editare, spostare, chiudere e cancellare una discussione o un post.

3. Chiunque abbia un comportamento in contrasto con il regolamento del forum potrà veder cancellati i propri interventi ed essere bannato da esso, fino all'esclusione permanente nei casi più gravi. L'esclusione permanente è da intendersi estesa anche a eventuali alias.

4. Gli argomenti dei post inseriti in una discussione devono essere inerenti al tema deciso dall'autore delle discussione. I moderatori possono cancellare o spostare in un altro forum gli interventi che saranno giudicati fuori tema (OT).

5. Un utente che si ritenga ingiustamente sanzionato ha facoltà di chiedere chiarimenti via messaggio privato o email. Nel caso questo non avvenga e vengano creati post e discussioni polemiche, saranno cancellate.

6. Il moderatore NON cancella o corregge discussioni o post su richiesta.

7. Saranno bannati gli utenti promotori di pedofilia e violenza e chiunque faccia apologia di reato. Varrà bannato inoltre chi diffonde dati e informazioni strettamente personali di un'altro utente senza il suo consenso.

8. Sono da escludere gli avatar che rientrino nelle limitazioni del regolamento e con esplicite immagini pornografiche o di anatomia intima.

9. L'autore del post è pienamente responsabile per i contenuti riportati: diffamazioni o violazioni di copyright.

10. Non è possibile per gli utenti effettuare pubblicità all’interno del forum. I post contenenti messaggi pubblicitari verranno cancellati e segnalati come Spam.

11. L'autore di ogni post ha la possibilità di editarlo entro 10 minuti dall'invio. Verificate attentamente i vostri messaggi; passato il termine non sono più modificabili, questo al fine di garantire una coerenza con lo sviluppo degli argomenti.

12. Prima di aprire una discussione in un forum è bene assicurarsi che l'argomento non sia trattato in altre discussioni attualmente attive. Nel caso siano aperte discussioni doppie i moderatori possono decidere di chiuderle e indirizzare gli utenti a quelle già esistenti.

13. Il forum non è una chat, quindi gli utenti non devono intraprendere lunghi botta e risposta con un altro utente, soprattutto se si tratta di questioni personali. Per le conversazioni private devono essere usati i mp o, nel caso di chiacchiere di gruppo, l’apposita sezione “4 chiacchiere”.


COME SCRIVERE SUL FORUM

Il titolo
Il titolo della discussione contiene il tema del messaggio. Deve essere sintetico ma non generico e soprattutto deve essere scritto in italiano corretto, senza abbreviazioni, lettere ripetute o maiuscole dove non necessarie.
Sono da evitare titoli come “Richiesta d’aiuto” o “Problema”.

esempio Titolo:
Cerco ortopedico - piede rotto (giusto)
AAAAAAAAAAAAIIIIIIII IIIUUUUUUUUUUUTTo! (sbagliato)

L'autore del primo post della discussione da l'indirizzo tematico della discussione.
Più il titolo sarà pertinente più la discussione sarà letta da tutti gli utenti del forum.
I moderatori potranno a loro discrezione modificare i titoli ritenuti non idonei.

Il contenuto delle discussioni
Aprire una nuova discussione significa voler condividere con gli altri utenti un problema di salute, chiedere un consiglio o confrontarsi su di un'idea o un'argomento.
Se un utente apre un thread solo per propagandare un'idea, sarà invitato al confronto. Se dopo un primo invito il post non sarà aperto anche alle opinioni degli altri utenti, i moderatori chiuderanno la discussione.

Il contenuto dei post

Gli utenti sono invitati a non scrivere in maiuscolo dove non necessario, poiché il maiuscolo indica che si sta urlando.
All'interno dei messaggi possono essere inserite le Emoticons. Il loro impiego nei topic è affidato al buon senso degli utenti, è consigliabile tuttavia non eccedere nel loro utilizzo.
Il linguaggio all'interno dei post deve essere cortese e rispettoso delle diverse opinioni degli altri utenti.
Nel caso in cui un post contenga linguaggio non adatto alla sezione in cui è contenuto o abbia un contenuto volutamente provocatorio, (atto a far degenerare la discussione o far arrabbiare un utente) i moderatori provvederanno a modificarlo e avvertire l'utente.
Nel caso in cui l'utente persista nel mantenere un linguaggio offensivo o aggressivo dopo il primo avvertimento, riceverà un ban di almeno 3 giorni. Se questo comportamento continuasse anche allo scadere del ban, i moderatori decideranno se bannare nuovamente l'utente in maniera definitiva.
Chi schernisce pubblicamente gli utenti che chiedono aiuto o mette in dubbio la realtà dell'utente e/o della situazione descritta riceverà un'infrazione e in caso avvenga nuovamente un ban fino a 2 giorni.

Citazioni e aforismi
Se si riportano stralci di libri o articoli, citazioni o aforismi all'interno delle discussioni è sempre bene riportare l'autore.
Non è possibile aprire discussioni contenenti esclusivamente citazioni e aforismi, salvo previa autorizzazione via messaggio privato della moderazione.

Sondaggi

Gli utenti dovrebbero evitare di realizzare discussioni di sondaggio: per realizzare un sondaggio chiedere al moderatore della sezione di aprire un thread apposito. Quando si crea un sondaggio è bene motivare chiaramente i quesiti, in modo che non possano essere scambiate per pure provocazioni o scherzi.

Funzione Quote
Quotare un messaggio significa citarlo riportandone una parte. Quotare implica ripetere cose che probabilmente gli altri utenti hanno già letto, va fatto solo quando strettamente necessario. Non è necessario quotare interamente il post precedente al proprio se si intende commentarne solo una frase: è bene mantenere la frase in questione e cancellare il resto.

Come aprire una nuova sezione (forum o sub forum)
Per aprire una nuova sezione o un nuovo forum si deve proporre l'argomento all'amministratore e impegnarsi per farlo crescere.
Per proporre una sezione o un forum è necessario che ci siano almeno due utenti interessati e disposti ad animare e moderare la sezione.
Vedi: Come diventare moderatore?


I MODERATORI e L'AUTO-MODERAZIONE

La base su cui si fonda questo forum è l'auto-moderazione, ogni utente è quindi tenuto a rispettare e fare rispettare il regolamento del forum.
I moderatori sono solo un aiuto in più in caso di bisogno.

Come ci comporta con le violazione ai principi di questo forum e del regolamento?
1. si abbandona la discussione evitando di intervenire.
2. si segnala l'abuso con l'apposito strumento (triangolo con punto esclamativo)
3. la segnalazione appare nella sezione dedicata (visibile pubblicamente)
4. i moderatori leggono la segnalazione, rispondono spiegando come intendono agire e si comportano di conseguenza
5. una volta che il moderatore ha risposto non è possibile ribattere se non tramite messaggio privato.

Nel caso vi sia un utente particolarmente molesto, è possibile non visualizzare i suoi post inserendolo tra i propri utenti indesiderati.

In caso si voglia chiarire una particolare situazione con un utente o un moderatore si comunica con l’interessato tramite messaggio privato, NON attraverso discussioni pubbliche.

In caso di infrazioni al regolamento da parte dei moderatori, è possibile sollevare il problema con il moderatore stesso via messaggio privato. In caso non si giunga a una conclusione civile e si ritenga necessario segnalare il problema, è possibile contattare l'amministratore. (Evoh)
NON è possibile discutere pubblicamente delle dinamiche di moderazione del forum. Le discussioni pubbliche verranno eliminate.

ATTENZIONE:
1 - Lo strumento segnalazioni serve a porre in evidenza gravi infrazioni al regolamento
2 - Un messaggio OT non è considerabile una grave infrazione
3 - Non è concesso utilizzare le segnalazioni per provocare altri utenti, innescare polemiche o flames e infastidire intenzionalmente la moderazione.
4 - Le risposte non sono sindacabili pubblicamente. Se non si è d'accordo è possibile comunicare via mp con il moderatore che ha risposto alla segnalazione. Segnalazioni di segnalazioni o di ammonimenti non riceveranno risposta e saranno cancellate.

Non è possibile segnalare i MP. In caso di gravi attacchi personali effettuati tramite messaggio privato gli utenti possono scrivere direttamente all'amministratore del forum.

Chiunque utilizzi impropriamente lo strumento di segnalazione (come da punto 3) riceverà un primo avvertimento e, nel caso in cui dovesse continuare, potrà ricevere un ban della durata massima di 3 giorni.

Come diventare moderatore?
Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

Il compito dei moderatori è:
- animare le discussioni
- facilitare lo scambio di opinioni tutelando la pluralità dei punti di vista
- accogliere i nuovi arrivati
- far rispettare il regolamento

I moderatori:
- rispettano il regolamento (che vale per i moderatori esattamente come per gli utenti)
- sono liberi di esprimersi nei forum seguendo le stesse linee guida degli utenti (post cordiali, non aggressivi, no flames, no attacchi personali, non mettono in dubbio identità o realtà di un utente, ecc)
- NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum (solo gli utenti possono segnalare)
- possono moderare solo le sezioni loro assegnate



PRINCIPI E LINEE GUIDA DEL MODERATORE

Il caposaldo del regolamento è l'auto-moderazione.
L'intervento dei moderatori deve essere quindi, in ordine di priorità:

- Animare: aprire discussioni, accogliere i nuovi, facilitare lo scambio di opinioni (consentendo a tutti di esprimersi) e aiutare gli utenti a districarsi fra le regole del forum e gli strumenti (fratello maggiore)
- Mantenere la rotta: il moderatore deve far si che le discussioni siano sempre on topic, è lecito chiuderle se si esce fuori tema.
- Moderare: (... e far moderare) i toni
- Mantenere la forma: è importante come si scrive, come si fa un titolo, come si imposta una domanda.

I moderatori di sezione lavorano in squadra e tutte le decisioni devono essere condivise, tutte le discussioni tecniche o inerenti la moderazioni devono avvenire via MP o nella sezione del forum privata e dedicata esclusivamente ai moderatori. Il moderatore non deve mai discuterne pubblicamente.

Il moderatore deve animare e pacificare, quindi non deve essere MAI causare volontariamente problemi e dissidi con gli altri moderatori.
Nel caso in cui un moderatore attacchi pubblicamente un altro moderatore per il suo operato, sarà sospeso per una settimana.
Nel caso in cui un moderatore violi il regolamento e/o agisca contro l'interesse del forum e della moderazione, gli altri moderatori possono segnalarlo nel forum moderatori.
Alla terza segnalazione l'amministrazione risponderà entro 5 giorni alla segnalazione e potrà agire con un richiamo formale, con un ban o con la rimozione dall'incarico.

I moderatori dato l'importante ruolo che ricoprono per la comunità del forum devono essere:
- tolleranti
- disponibili
- leali
- imparziali
- punto di riferimento per gli utenti
- da esempio

Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

I moderatori devono rispettare il regolamento e sono liberi di esprimersi nei forum, ma NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum e devono moderare solo le sezioni loro assegnate.
Solo gli utenti possono segnalare, se un moderatore riscontra violazioni nella sezione di sua competenza non segnala ma agisce.
In caso un moderatore noti situazioni particolari in una sezione di un altro moderatore, deve limitarsi a segnalarla tramite messaggio privato.

Se un moderatore dovesse mancare dal forum per più di un mese senza aver comunicato la sua assenza in precedenza, verrà rimosso dal suo incarico.

Regolamento segnalazioni e ban
La sezione dove saranno postate le segnalazioni sarà leggibile a tutti.
Solo i moderatori potranno scrivere in risposta alla segnalazioni
Alla segnalazione di un utente risponde il moderatore della sezione interessato scrivendo come intende agire e motivando proprie decisioni. (può anche decidere di non fare nulla, ma va scritto!)
Nel caso si decidesse di bannare l'utente, verrà scritto direttamente in risposta alla segnalazione e sarà visibile a tutti.
Non saranno poi concesse repliche in risposta al moderatore. Se ci saranno domande/dubbi/problemi andranno gestiti tramite i mp.

Nel caso che la decisione di bannare l’utente derivi non da una segnalazione ma da un ragionamento fatto con altri moderatori, il moderatore deve notificare il ban con un post nel forum moderatori.
Quando si banna un utente è OBBLIGATORIO segnalare la motivazione.



CANCELLAZIONE
Se si desidera cancellare la propria utenza dal forum, è sufficiente inviare un messaggio privato all'amministratore del forum (attualmente Evoh) E una a mail a [email protected] utilizzando la mail d'iscrizione al forum e indicando il proprio nick e la volontà di essere cancellati.
Visualizza altro
Visualizza di meno

Vestibolite : un approccio più naturale per la cura ?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Re: Vestibolite : un approccio più naturale per la cura ?

    Buonasera a tutti,
    ieri dopo l'ennesima visita la ginecologa ha pronunciato la parolina magica.. vestibolite...
    La cura che mi ha dato consiste in massaggi quotidiani con olio per il perineo WELEDA, ROVIGON 2cp ai pasti per 3 mesi e lavaggi esterni con LIGINIA...

    ultimamente avevo bruciore al contatto con i detergenti e saponi, e stavo usando il DEOINTIM della Just e mi trovavo bene ma la gine non lo conosce e mi ha dato comunque quello..
    Qualcuna ha già provato questi prodotti? cosa ne pensate?
    Vorrei prendere dei fermenti lattici per l'intestino ma non so da che parte girarmi...non sono molto esperta..
    Ultima modifica di anna1401; 26/02/2013, 15:46.

    Commenta


    • #32
      Re: Vestibolite : un approccio più naturale per la cura ?

      Per quanto riguarda i fermenti lattici o PROBIOTICI, ti segnalo il PROBACTIOL PLUS , il COLONACTIVE, e il PROBIOTI, che contengono sia lattobacilli e bifidobatteri, utilizabili in dose di 1 al giorno per i primi 30 giorni, e 10 giorni al mese nei mesi successivi. Il buon equilibrio della flora batterica intestinale è condizione fondamentale per modulare l'efficienza del sistema immunitario.
      Ultima modifica di anna1401; 26/02/2013, 15:46.
      dr. vincenzo valesi sanihelp

      Commenta


      • #33
        Cistite da klebsiella e irritazione vulvare

        Gentile Dr. vallesi, riprendo la discussione di settimana scorsa.
        Purtroppo mi sono accorta di avere anche problemi di irritazione nella zona vulvare e credo si tratti di vestibolite.
        avrebbe un trattamento naturale da consigliarmi ?

        grazie per una risposta.

        Commenta


        • #34
          Re: Cistite da klebsiella e irritazione vulvare

          A parte l'opportunità naturalmente di un chiarimento diagnostico soprattutto se il disturbo persiste, può essere utile ECHINACEA COMPOSITUM FORTE 1 fiala al giorno ed HEPAR SULFUR 30 CH 3 granuli sublinguali al giorno.
          Ultima modifica di anna1401; 19/04/2011, 17:42.
          dr. vincenzo valesi sanihelp

          Commenta


          • #35
            Vestibolite vulvare e Vulvodinia - altre info

            (Tratto da : cistite.info - scritto da Rosanna )

            Per riuscire a capire bene questa patologia è necessario avere un'idea chiara dell'anatomia genitale femminile. Distinguiamo innanzitutto la vulva dalla vagina.
            La vagina è l'organo che collega l'apparato genitale esterno con l'utero e parte dall'imene per arrivare all'utero; è quindi un organo completamente interno al nostro corpo.

            La vulva è la parte genitale esterna, che comprende grandi e piccole labbra, clitoride, orifizio uretrale, imene.
            Il vestibolo è il rivestimento della zona vulvare compresa tra le piccole labbra, cioè tutto quel tessuto rossastro e più delicato racchiuso dalle grandi labbra e che resta al di fuori della vagina.

            Letteralmente il termine vestibolite vulvare indica l'infiammazione di questo tessuto rossastro esterno con conseguente dolore.
            Può essere localizzata e quindi coinvolgere solo il clitoride (clitoridodinia), l'ingresso vaginale, l'orifizio uretrale (uretrodinia), oppure generalizzata con dolore esteso a tutto il vestibolo vulvare.

            segue..
            sito sanihelp

            Commenta


            • #36
              Re: Vestibolite vulvare e Vulvodinia - altre info

              La vestibolite vulvare (VV) è caratterizzata da 3 sintomi principali:

              dispareunia (dolore ai rapporti sessuali) soprattutto all'inizio della penetrazione
              tender points: punti circoscritti di dolore nel punto in cui si effettua la pressione
              eritema vestibolare/vaginale (rossore con sensazione di “taglietti”)


              Gli altri sintomi variabili in base al grado di vestibolite sono:
              - vulvari (dolore al tatto, prurito, secchezza, bruciore, gonfiore, fastidio nell'indossare vestiti attillati o sintetici),
              - urinari (urgenza minzionale, dolore uretrale, che peggiorano col rapporto sessuale),
              - vaginali (secchezza vaginale, scarsa eccitazione, dolore alla visita ginecologica,fastidi o all'inserimento di assorbenti interni).

              La donna affetta da VV sente dolore/bruciore/fastidio vulvare quando indossa pantaloni attillati, perizoma, indumenti sintetici, quando va in bicicletta, quando usa detergenti intimi, quando utilizza creme antimicotiche o antibiotiche, quando accavalla le gambe, quando sta seduta per molto tempo.
              L'urina acida o ricca di ossalati irrita l'uretra e la parte di vulva che questo liquido bagna.

              segue..
              sito sanihelp

              Commenta


              • #37
                Re: Vestibolite vulvare e Vulvodinia - altre info

                Le cause di VV possono essere:

                - infettive (candida, E. coli, Herpes virus, Clamidia, Ureaplasma, HPV, Gardnerella),

                meccaniche (da dispareunia, per esempio),

                - chirurgiche (laser, diatermocoagulazione , episiotomie, cicatrici da chirurgica vulvo-vaginale, radioterapia),

                - chimiche (detergenti irritanti, urine infette piene di tossine batteriche, creme e pomate locali, cibi contenenti sostanze irritanti, incontinenza ed enuresi che causano un continuo contatto del vestibolo con l'urina),

                - ormonali (calo di estrogeni premestruale o menopausale),

                - neurogeni (stress, alterazioni neurologiche),

                - muscolari (ipertono del muscolo pubo-coccigeo da cistiti, vaginiti o patologie dolorose anali),

                - traumatiche (cadute, urti violenti).

                - Ma fondamentalmente la causa primaria è una risposta esagerata agli stimoli infiammatori su base genetica.

                segue..
                sito sanihelp

                Commenta


                • #38
                  Re: Vestibolite vulvare e Vulvodinia - altre info

                  In che modo la cistite cronica porta a vestibolite vulvare?
                  In che modo la vestibolite vulvare porta a cistite?

                  I continui antibiotici provocano disbiosi intestinale e vaginale e di conseguenza continue infezioni genitali soprattutto da candida ed escherichia coli.

                  Il vestibolo vaginale infiammato attiva i mastociti, che come abbiamo più volte visto, liberano sostanze che aumentano il dolore e l'infiammazione stessa provocando gonfiore, dolore ed irritazione.

                  Infiammazione e dolore provocano automaticamente la contrazione della muscolatura pubo-coccigea, già contratta a causa delle cistiti.

                  Tale contrazione diventerà sempre più persistente fino a trasformarsi in contrattura (costante e difficile da sciogliere), che restringerà l'ingresso vaginale aumentando l'attrito durante il coito e rendendola più soggetta a piccole ulcere ed abrasioni.
                  Lo scarso desiderio e la scarsa lubrificazione per la paura anticipatoria del dolore aumentano ulteriormente l'attrito durante il rapporto.

                  segue..
                  sito sanihelp

                  Commenta


                  • #39
                    Re: Vestibolite vulvare e Vulvodinia - altre info

                    Nella VV è frequente la sovrapposizione di infezioni vulvari, vaginali ed uretrali.
                    Il vestibolo sempre più infiammato perde la capacità di difendersi ed anche una banale carica batterica o micotica è in grado di sviluppare infezione.

                    Pertanto la candidosi e altre infezioni vulvari, oltre che una causa, rappresentano una conseguenza della VV.
                    L'accanimento contro i microrganismi patogeni senza risolvere la VV non solo è inutile, ma porta ad un peggioramento stesso della patologia a causa dell'effetto irritante di antibiotici ed antimicotici locali ed all'effetto immunodepressivo e disbiotico di quelli sistemici.
                    Se non si cura l'infiammazione vestibolare, l'infezione da candida o da Escherichia coli torneranno sempre e queste a loro volta rappresenteranno la base per nuove infezioni vescicali.

                    La maggioranza delle donne affette da vulvodinia hanno una storia di cistiti e vaginiti ricorrenti precedente.
                    La VV è infatti spesso associata a patologie quali: cistite ricorrente, cistite interstiziale, fibromialgia, dolori lombari.

                    segue..
                    sito sanihelp

                    Commenta


                    • #40
                      Re: Vestibolite vulvare e Vulvodinia - altre info

                      L'infiammazione e la contrazione si possono estendere fino all'orifizio uretrale, che a sua volta sarà più debole verso gli attacchi batterici e responsabile di ristagno urinario.
                      A questo punto il rischio di sviluppare cistite aumenta ulteriormente. Ed ecco l'instaurarsi del classico circolo vizioso, che se non viene interrotto porta a cronicizzazione ed al peggioramento costante della sintomatologia di tutti gli organi coinvolti.

                      La sintomatologia tende ad aumentare nel periodo premestruale e a diminuire durante la notte.

                      La VV è molto frequente: il 12/15% delle donne ne soffre, ma nonostante la sua frequenza sono ancora pochi i medici che la conoscono.
                      Ciò porta la donna a sentirsi non capita ed a sottoporsi ad innumerevoli visite prima di arrivare ad una diagnosi.
                      Il protrarsi della sintomatologia non curata peggiora il quadro sintomatologico, diventando cronico e rendendo la guarigione più difficile e la terapia più lunga e complessa.

                      La cronicizzazione della sintomatologia trasforma la vestibolite vulvare in vulvodinia, ovvero in dolore vulvare senza necessaria presenza di infiammazione.

                      Anche la vulvodinia può essere localizzata (sindrome vulvo-vestibolare o vestibolodinia) o generalizzata (vulvodinia propriamente detta).
                      Nella vulvodinia (localizzata o diffusa) il dolore è presente nonostante l'assenza di infiammazione o di alterazioni evidenti.

                      segue..
                      sito sanihelp

                      Commenta


                      • #41
                        Re: Vestibolite vulvare e Vulvodinia - altre info

                        Ciò avviene perchè, come abbiamo visto nel capitolo relativo al dolore cronico, le infiammazioni continue portano allo sviluppo di nuove terminazioni nervose responsabili del dolore, a nuove connessioni nervose responsabili dell'aumento della percezione dolorifica, ad una contrattura del pavimento pelvico che rende i tessuti pelvici più sofferenti, ed il nervo pudendo sempre più infiammato (è il nervo che gestisce gli stimoli degli organi pelvici), alla depressione, che abbassa la soglia del dolore.

                        Per tutti questi motivi il dolore diventa indipendente dalle cause scatenanti (infettive, infiammatorie o meccaniche), si autoalimenta, è costante, ma ad un certo punto inspiegabilmente sparisce per poi riaffiorare improvvisamente.
                        Si trasforma in dolore cronico neuropatico, cioè in dolore che ha origine non nell'organo dolorante, ma nelle vie nervose che lo innervano.

                        In poche parole: la vulva sta bene e sembra perfetta, ma ciò che è malato è il sistema nervoso che trasporta le informazioni del dolore.

                        Per fare un esempio è ciò che succede negli arti fantasma: il paziente sente un gran dolore all'arto amputato, sebbene questo non esista più e spesso deve ricorrere agli antidolorifici.
                        Questo è ciò che avviene anche nella vulvodinia: il dolore è presente anche senza un rapporto sessuale scatenante, anche senza un'infezione da candida.

                        segue..
                        sito sanihelp

                        Commenta


                        • #42
                          Re: Vestibolite vulvare e Vulvodinia - altre info

                          Il sistema nervoso responsabile della trasmissione del dolore, insomma, è in tilt e non riesce più a gestire correttamente le informazioni che riceve, così trasforma tutti i segnali tattili, termici, acidi, ecc in sensazioni dolorifiche, sebbene normalmente non lo siano (allodinia).

                          A causa delle nuove connessioni nervose che si formano, il dolore viene irradiato a zone diverse da quelle che l'hanno originato (trigger points), per cui il dolore si estende all'utero, alla vescica, all'ano, alle gambe.
                          Si è visto che nelle donne affette da vulvodinia il nervo pudendo presenta fibre nervose aumentate sia di numero, che di dimensione.

                          Per queste ragioni spesso la vulvodinia dà gli stessi sintomi di una cistite ed è facile confondere le due patologie, tant'è che spesso al primo segnale di quella che crediamo sia cistite prendiamo subito l'antibiotico, ma i sintomi non scompaiono del tutto e poi scopriamo che l'urinocoltura che abbiamo fatto era negativa!

                          La vulvodinia può anche essere una delle cause della cistite da luna di miele (o cistite senza cistite), la cistite cioè non legata alla presenza di batteri, ma dovuta al trauma meccanico durante il rapporto sessuale, che va ad aggravare ulteriormente l'infiammazione del nervo pudendo irradiando il dolore agli altri organi che controlla: uretra, vescica, vagina, ano.

                          segue..
                          sito sanihelp

                          Commenta


                          • #43
                            Re: Vestibolite vulvare e Vulvodinia - altre info

                            La vulvodinia è molto invalidante e rende difficile la vita quotidiana.

                            I medici che conoscono la vulvodinia sono pochi ed il fatto che sia una malattia caratterizzata dal dolore, che il dolore sia invisibile e che non abbia nulla di clinicamente osservabile e diagnosticabile, porta il medico poco aggiornato in questo campo, a ritenere il problema psicosomatico, nella testa della paziente, costringe la donna a continue estenuanti visite in cerca di una soluzione al suo dolore ed a ritardare la corretta diagnosi, complicando sempre più la guarigione.

                            Certo: l'aspetto depressivo peggiora il quadro clinico, ma è la patologia in sé che sviluppa tale quadro psicologico.
                            La donna con Vulvodinia in media impiega 4 anni e 8 mesi (!!) per arrivare alla diagnosi corretta.
                            4 anni di dolore, di visite invasive della propria intimità ed inconcludenti, 4 anni di mistero sulle cause del dolore, di terrore del rapporto sessuale con conseguente distacco dal partner, di incomprensione da parte dei medici e di senso di abbandono.

                            Come potrebbe questa donna non sviluppare un quadro clinico depressivo? Il dolore non è nella testa della donna. Il dolore raggiunge la testa della donna! Ma parte da un danno fisico reale e dimostrabile!

                            segue..
                            sito sanihelp

                            Commenta


                            • #44
                              Re: Vestibolite vulvare e Vulvodinia - altre info

                              La diagnosi di vestibolite o di vulvodinia viene effettuata principalmente escludendo che la sintomatologia possa dipendere da cause infettive,anatomiche , ecc .
                              Escluso ciò si effettua lo swab test: con una specie di cotton fiock viene toccata la vulva in vari punti per vedere se il semplice tocco leggero viene percepito come doloroso.
                              Se non ci sono cause apparenti, il dolore dura da più di 3 mesi e lo swab test è positivo, viene posta diagnosi di vulvodinia o vestibolite in base al tipo di dolore riferito.



                              TERAPIE

                              Varie e soggettive sono le terapie dellaVV e della VD.

                              Ciò che per una donna è efficace può essere addirittura peggiorativa per un'altra.
                              Quindi prima di arrivare a scoprire quali siano le terapie più efficaci, potrebbe passare anche molto tempo e molti tentativi.
                              La guarigione è più che possibile, ma è molto lenta (almeno 6 mesi di terapia e procede con momenti di miglioramento alternati a periodi di regressione.
                              La terapia appropriata dovrebbe essere impostata coinvolgendo più figure professionali: ginecologo, urologo, neurologo, fisioterapista, dietologo, sessuologo Queste le terapie possibili.

                              segue..
                              sito sanihelp

                              Commenta


                              • #45
                                Re: Vestibolite vulvare e Vulvodinia - altre info

                                Anestetici locali: tamponano il dolore vestibolare

                                Antiepilettici e antidepressivi: regolano i neurotrasmettitori responsabili della trasmissione dei messaggi da un nervo all'altro.

                                Aliamidi: palmitoiletanolamide (PEA), adelmidrol, bloccano l'attività dei mastociti ricucendo infiammazione e dolore (Normast, Pelvilen, Saginil)

                                Quercitina: riduce l'attività dei mastociti.

                                TENS (elettrostimolazione ): toglie dolore attraverso l'applicazione cutanea di correnti elettriche a basso voltaggio.

                                Riabilitazione pavimento pelvico: il rilassamento di questa muscolatura migliorerà le condizioni del tessuto vulvare, vaginale e diminuirà l'infiammazione del nervo pudendo. Può essere fatto con automassaggio, fisiochinesiterapia, biofeedback, manipolazioni, stretching, esercizi di Kegel, tossina botulinica.

                                Infiltrazioni vestibolari: vengono iniettati sotto il primo strato della mucosa vestibolare (ricco di terminazioni nervose) cortisone ed anestetici per ridurre infiammazione e dolore.

                                Neuromodulazione sacrale: diminuisce il dolore agendo a livello del nervo pudendo.

                                Terapie psicologiche: per riappropriarsi della propria sfera sessuale, sociale ed emotiva, che la patologia ha compromesso.

                                segue..
                                sito sanihelp

                                Commenta

                                Sto operando...
                                X