annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Acrosindrome o Raynaud...

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Acrosindrome o Raynaud...

    Sono Aryn, ho 22 annii e volevo un consiglio..
    da quest'inverno mi è capitato che una o due dita delle mani impallidivano con il freddo per poi tornare al normale.
    Mi è sembrata una cosa strana, ma poi anche una mia cugina ha avuto lo stesso sintomo e mi sono tranquillizzata.
    Mia madre però mi ha portata del medico che ha diagnosticato un acrosindrome o Raynaud..anche se ha detto che i sintomi erano troppo modesti per un Raynaud. Non c'erano gli altri cambiamenti di colore cianosi e rossore ma solo pallore.
    Poi ha detto che potrebbe essere una simpaticotonia, visto che mi sudano le mani da piccolina e ho passato un periodo bruttissimo di stress e paure.
    Su internet ho letto di malattie autoimmuni e mi sono spaventata.
    Vorrei tanto un suo parere e una cura omeopatica
    Ultima modifica di anna1401; 26/03/2011, 23:03.

  • #2
    Re: Acrosindrome o Raynaud...

    Spesso si tratta di un fenomeno legato a una particolare accentuata sensibilità al freddo, con una risposta "simpatica" (si fa per dire) più marcata. L'ipersudorazione delle mani ci parla in tal senso.
    Ma si tratta di un problema "funzionale", non di una malattia, vale a dire una risposta esagerata allo stimolo termico nel contesto di un periodo particolare della vita.
    Osserviamo i sintomi con attenzione, ma filtriamo tante informazioni che ci vengono dal web o dai giornali alla luce della razionalità e del buon senso, nonchè delle conoscenze scientifiche, che vanno sempre pesate per evitare di creare preoccupazioni eccessive: è uno dei tanti compiti del medico.

    A questo proposito l'omeopatia propone un rimedio chiamato SECALE, che a dosi ponderali produce fenomeni di vasocostrizione, e omeopaticamente è proponibile alla 5 CH, o a diluizione decimale in associazione con Adrenalin, Aesculis, Cupum aceticum, Potentilla, Tabacum, Veratrum, in un preparato in gocce formulato dal dott. Reckeweg.

    L'oligoterapia di Menetrier in questi casi vede indicata l'associazione di MANGANESE-COBALTO riferita alla diatesi (o predisposizione) "distonica", con particolare espressione( come in questo caso) neurocircolatoria.
    dr v valesi
    Ultima modifica di anna1401; 26/03/2011, 23:08.
    dr. vincenzo valesi sanihelp

    Commenta


    • #3
      Re: Acrosindrome o Raynaud...

      Grazie mille per la sua risposta, mi ha praticamente salvato la vita...
      Ero tanto preoccupata. Ora mi sento serana grazie a lei.
      Se posso le chiederei ancora un consiglio a proposito della cura: si può fare anche adesso anche in assenza di sintomi? o è preferibile aspettare l'autunno in previsione del freddo?
      E in che dosi.. scusi ma non ho capito bene la posologia!
      Grazie ancora
      Ultima modifica di anna1401; 26/03/2011, 23:09.

      Commenta


      • #4
        Re: Acrosindrome o Raynaud...

        L'associazione oligoelementica è razionale farla comunque, perchè agisce su una predisposizione sempre presente, che si può esprimere anche con altre modalità, cioè: MANGANESE-COBALTO 1 fiala perlinguale la mattina a digiuno 2-3 volte la settimana.
        L'intervento più specifico con SECALE 5 CH anche 3 volte al giorno, come pure l'associazione (che si chiama R 63 gocce), 10 x 3 volte al giorno, 10 minuti prima dei pasti in un dito d'acqua minerale), lo riserverei al periodo in cui il disturbo di solito si manifesta.
        dr v valesi
        Ultima modifica di anna1401; 26/03/2011, 23:11.
        dr. vincenzo valesi sanihelp

        Commenta


        • #5
          A proposito di Raynaud

          Gentile dottore,
          la sua risp ad Aryn (Raynaud) mi ha tranquillizzata. Poi torna la paura. Mia figlia ha gli stessi sintomi.Non è assolutamente preoccupata del sintomo (accusato fino a marzo) e non ha intenzione di fare controlli ulteriori. Anche in lei sono assenti le fasi di cianosi e rossore.
          Mio marito ha spesso dita gelate che impallidicono o si arrossano ma in maniera meno evidente, gli si arrossa il viso se ride o è emozionato e questo da un pò di tempo accade anche a mia figlia.
          Sua sorella ha sofferto di lieve Raynaud (solo fase ischemica) da giovane.
          L'altra sorella ricorda che con il freddo le sue dita si gelavano e si arrossavano.Nonostan te la diagnosi clinica di malattia di Raynaud non riesco a tranquillizzarmi e non vorrei spaventare mia figlia costringendola a sottoporsi ad analisi cliniche in un momento in cui è già sotto stress per esami universitari.

          Il medico che l'ha vista ha detto che quando MR nasconde una connettivite i sintomi sono più severi, c'è mancata risoluzione al caldo, ci sono molti attacchi giornalieri e possono esserci lesioni e quindi mi suggerisce di stare tranquilla.A lei succedeva a volte due giorni di seguito, a volte dopo dieci giorni.
          Questo spauracchio comunque mi ossessiona e avendo assoluta fiducia nel suo giudizio le chiedo le parole giuste per cancellare quest'ombra dalla mia mente.
          Grazie infinite
          Ultima modifica di anna1401; 26/03/2011, 23:12.

          Commenta


          • #6
            Re: A proposito di Raynaud

            SFidati del parere del medico che l'ha visitata. Si eredita anche una particolare reattività-ipersensibilità del sistema neurovegetativo, il carattere, il temperamento.
            Cerca di non creare con le sue apprensioni turbamento alla serenità di sua figlia in un momento particolarmente delicato della sua evoluzione e del percorso scolastico.
            Mi ricordi molto un fiore di Bach che si chiama RED CHESTNUT: spero possa essere più tranquilla.
            dr v valesi
            Ultima modifica di anna1401; 26/03/2011, 23:15.
            dr. vincenzo valesi sanihelp

            Commenta


            • #7
              Re: A proposito di Raynaud

              Grazie mille per la risposta.
              Forse sarebbe il caso che io prendessi questo prodotto, se potesse consigliarmi in proposito le sarei grata, ma già lo sono comunque.
              Grazie
              Ultima modifica di anna1401; 26/03/2011, 23:13.

              Commenta


              • #8
                Re: A proposito di Raynaud

                Puoi prepararlo così: in una boccetta da 30 ml con contagocce versa 4 gocce dell'essenza originale di Red Chestnut, aggiungi 40 gocce di brandy e finisci di riempire con acqua minerale naturale.
                Di questa preparazione assumi 4 gocce per 4 volte al giorno direttamente in bocca per 2 mesi, e rilassati.
                ciao
                Ultima modifica di anna1401; 26/03/2011, 23:14.
                dr. vincenzo valesi sanihelp

                Commenta


                • #9
                  Re: A proposito di Raynaud

                  Grazie mille lo farò
                  Ultima modifica di anna1401; 26/03/2011, 23:15.

                  Commenta


                  • #10
                    Fenomeno di Raynaud

                    Salve,
                    Vorrei sapere se il fenomeno di Raynaud puo' essere curato o se c'e' qualche rimedio o consiglio per aiutare in questo disturbo.
                    Cordiali saluti.
                    Ultima modifica di anna1401; 26/03/2011, 23:17.

                    Commenta


                    • #11
                      Re: Fenomeno di Raynaud

                      Si esistono diversi rimedi e può essere tranquillamente curato con un pò di pazienza e assunzione prolungata nel tempo degli stessi rimedi. Ti posto qualche possibile rimedio da assumere:

                      GAMMA BIO P.L. gocce - fiale (Oti)

                      Composizione:
                      FERRUM METALLICUM 12DH, AESCULUS 7DH/30DH, SECALE CORNUTUM 5CH/15CH/30CH/200CH, VISCUM ALBUM 4DH, TABACUM 5DH/12DH/30DH/200DH, SOLANUM NIGRUM 7DH/15DH/30DH, ARNICA 3CH/15CH/200CH, BAPTISIA 9DH, CUPRUM SULFURICUM 7DH, RUTA 9DH, BARYUM JODATUM 7DH/30DH/200DH, HAMAMELIS 4DH/15DH, APIS MELLIFICA 7DH, ACIDUM BENZOICUM 7DH, ARTERIA 15DH, VENA 15DH, NATRUM PYRUVICUM 15DH, ARGENTUM NITRICUM 7DH/ 15DH/200DH, ARSENICUM ALBUM 7DH/30DH, CURARE 7DH/15DH/30DH, PHOSPHORUS 7DH, PLACENTA 12DH, FUNICULUS UMBELICALIS 12DH, ACIDUM L.LACTICUM 15DH, STROPHANTUS 7DH, VIPERA BERUS 12DH, NUX VOMICA 12DH, STREPTOZOCINA 30DH, CERIUM OXALICUM 12DH, CHINIDRON 12DH, METHYLENUM COERULEUM 12DH.

                      Indicazioni:
                      Disturbi circolatori periferici acuti e cronici (per es. abuso di nicotina) su base spastica o arteriosclerotica, correlata a tossicosi o senescenza o errori del metabolismo (claudicatio, arterite, sindrome e morbo di Raynaud, morbo di Buerger, acrocianosi, sindromi distrettuali, ecc.).
                      Capillaroprotettore venotropo.

                      Posologia:
                      1 goccia per anno di età per 3-4 volte al giorno sino a 10 anni e poi dai 10 anni in su 10 gocce per 3-4 volte al giorno.

                      segue..
                      Ultima modifica di anna1401; 26/03/2011, 23:19.

                      Commenta


                      • #12
                        Re: Fenomeno di Raynaud

                        CRONORGAN 3

                        componenti organospecifiche: ognuna in diluizioni progressive 7-9-12 DH
                        TESSUTO VASCOLARE (organo principale)
                        SIST. ENDOCRINO (organo sinergico)
                        RENE (organo di area diatesica anatomo-funzionale)
                        STOMACO (organo opposto)

                        componenti accessorie:
                        DNA – RNA vegetale

                        INDICAZIONI:
                        - disturbi vascolari periferici arteriosi, venosi e capillari
                        - morbo di Buerger
                        - pericardite
                        - aterosclerosi
                        - acrocianosi, fenomeno di Raynaud
                        - arteriopatia obliterante, claudicatio intermittens
                        - insufficienza arteriosa
                        - tromboflebite, flebotrombosi
                        - insufficienza venosa
                        - ipertensione arteriosa
                        - disturbi funzionali e patologie organiche inquadrabili nell’ambito del sistema funzionale – meridiano energetico MAESTRO DEL CUORE
                        (circolazione, shou-jueyin)

                        segue..
                        Ultima modifica di anna1401; 26/03/2011, 23:23.

                        Commenta


                        • #13
                          Re: Fenomeno di raynaud

                          COBALTO Bio-Oticatal (Oti), fiale

                          Posologia e complementari
                          In quanto oligoelemento “complementare”, solitamente il Cobalto viene prescritto in alternanza o in associazione con il rimedio di base (Manganese-Cobalto), per periodi prolungati (3-6 mesi).
                          Le indicazioni del Cobalto sono più frequenti nelle associazioni sinergiche: Manganese-Cobalto, Nickel-Cobalto, Zinco-Nickel-Cobalto.

                          Nel trattamento del morbo di Raynaud si alterna Mn-Co, 1 dose tutti i giorni o a giorni alterni, con Cobalto, 1 dose tutti i giorni o a giorni alterni, per un periodo di 3-6 mesi. Eventualmente si associa Fosforo, 1 dose a dì alterni.
                          Henry Picard riferisce risultati favorevoli a seguito di iniezioni di Cobalto, intrarteriose e periarteriose, nel trattamento dell’arteriopatia obliterante degli arti inferiori.
                          Nel trattamento dell’ipertensione arteriosa sintomatica (acufeni, fosfeni, vertigini, parestesie) si prescrive il Cobalto, 1 dose, 3 volte alla settimana, per 3 mesi.
                          Nell’intestino irritabile con meteorismo importante, prescrivere il Cobalto, 1 dose al giorno, in associazione al Manganese-Cobalto.

                          Litoterapici a base di Cobalto
                          Erythrite.

                          segue..
                          Ultima modifica di anna1401; 26/03/2011, 23:24.

                          Commenta


                          • #14
                            Re: Fenomeno di raynaud

                            MANGANESE-COBALTO Bioticatal
                            Mn-Co

                            L’associazione Manganese-Cobalto è il complesso di base della diatesi 3° “distonica”, detta anche
                            “neuro-artritica”.

                            Essenziale
                            Complesso regolatore della diatesi 3° ”distonica” o “neuroartritica ”.
                            Viene usato nelle manifestazioni da distonia neurovegetativa.

                            Posologia
                            Una dose al dì o a giorni alterni, per una durata iniziale di almeno 3 mesi.

                            Complementari
                            Cobalto (disturbi circolatori), Magnesio (spasmofilia), Litio (sindromi depressive).

                            Complesso regolatore della diatesi 3° ”distonica” o “neuroartritica ”.
                            La diatesi 3° "distonica", detta anche "neuroartritica" , raggruppa un insieme di manifestazioni morbose conseguenti a distonia neurovegetativa (disturbi della circolazione arteriosa e venosa, gastroduodenite, ulcera gastroduodenale, intestino irritabile, artrosi nelle sue varie localizzazioni, fibromialgie, disturbi della menopausa, insonnia, ansia e turbe dell’umore, alterazioni del metabolismo).
                            E’ dominata dall’ansia e dalla diminuita capacità di concentrazione e di memoria.
                            Caratteristica è la stanchezza al mattino, ma soprattutto il progressivo affaticamento nel corso della giornata che si esprime con senso di peso agli arti inferiori. Viene definita diatesi "vecchia" e di "involuzione", in quanto si perviene ad essa partendo dalle prime due diatesi.

                            segue..
                            Ultima modifica di anna1401; 26/03/2011, 23:25.

                            Commenta


                            • #15
                              Re: Fenomeno di raynaud

                              Indicazioni
                              - Disturbi della circolazione arteriosa e venosa periferica (ipertensione arteriosa, “claudicatio intermittens”, morbo di Raynaud, acrocianosi, varici, parestesie, crampi, pesantezza agli arti inferiori).
                              - Turbe gastro.intestinali di origine distonica (gastroduodenite, ulcera gastroduodenale, discinesia biliare, intestino irritabile, meteorismo).
                              - Reumatismo degenerativo nelle sue varie localizzazioni.
                              - Fibromiositi.
                              - Alterazioni del metabolismo (iperuricemia, ipercolesterolemia, iperazotemia).
                              - Turbe della menopausa.
                              - Ansia, insonnia, alterazioni dell’umore.

                              Posologia
                              Una dose al dì o a giorni alterni, per una durata iniziale di almeno 3 mesi.
                              E’ opportuno prolungare abbastanza a lungo, almeno 6 mesi, il trattamento nell’intestino irritabile, nelle distonie neurovegetative della menopausa e nella spasmofilia.
                              Iniziare il trattamento dell’ipertensione con Manganese e Iodio, evitando il Mn-Co come prima scelta, per i primi 3 mesi di terapia.

                              segue..
                              Ultima modifica di anna1401; 26/03/2011, 23:26.

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X