annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Piedi allo scoperto

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Piedi allo scoperto

    In estate il nostro piede riprende a respirare, basta ai tacchi alti che lo costringono a sfidare la legge di gravità, via le scarpe chiuse con punte aguzze o squadrate che lo sacrificano in posizioni innaturali, ma i vostri piedi sono a prova di sandali e ciabattine?
    Per rimetterli in forma basta poco, riscoprite il piacere di camminare a piedi nudi, in casa, sull’erba, sulla sabbia, ovunque purché siano in libertà, li aiuterete così a riattivare la circolazione e i muscoli che sono rimasti inattivi durante le costrizioni invernali.
    Poi dedicategli piccole attenzioni: un pediluvio rilassante, un massaggio, un po’ di stretching, un attento pedicure…

    Preparate un pediluvio rilassante diluendo due cucchiai di sale marino con cinque gocce di essenza di lavanda e cinque gocce di essenza di pino e versatelo in una bacinella di acqua tiepida dove immergerete i piedi per almeno 10 minuti. Terminate con una docciatura o un immersione in acqua fredda per un minuto.

  • #2
    Per togliere i residui di pelle secca praticate un gommage sul piede asciutto, sciacquate in acqua tiepida e massaggiate con una crema idratante o con un po’ di olio di mandorle o di aloe.
    Fate fare ad ogni singolo dito un po’ di stretching e concludete con il cosiddetto esercizio del pianista, movendo ogni dito come se suonaste il piano.

    Il pedicure è un altro momento importante per la sua salute e per la sua bellezza. Tagliate le unghie a margini lineari, senza inserire le forbicine negli angoli, per prevenire l’insorgenza delle unghie incarnite, limatele e con un bastoncino d’arancio spingete le pellicine.

    Al mare in spiaggia non dimenticatevi di proteggerli dai raggi solari applicando un filo di crema solare eviterete cosi fastidiose scottature.

    E poi via libera alla fantasia con gli smalti dai caldi colori estivi… riscoprirete così il lato sexy del vostro piede!

    Commenta


    • #3
      colore piedi

      ciao a tutti, ho la pianta dei piedi di colore tendente all'arancione, nonostante li lavi quotidianamente ed indosso sempre il calzini. Da cosa dipende? mi piacerebbe avere un colore più rosa... un pò come le altre parti del corpo.
      cosa posso fare?
      grazie e ciao

      Commenta


      • #4
        Ricordo il caso di una signora che aveva lo stesso problema al palmo delle mani la quale si mangiava una cassetta di albicocche tutti i giorni (o un imprecisato consistente numero di carote) e che così aveva impregnato il suo derma di beta carotene. Probabilmente non è il tuo caso. Se non l'hai ancora fatto è meglio che ti fai vedere dal tuo medico di famiglia o eventualmente da un dermatologo.
        dr. vincenzo valesi sanihelp

        Commenta


        • #5
          caviglie gonfie

          Buon giorno Dr. Valesi, buongiorno a tutti. Scrivo per esporre un mio problema. Giovedi scorso verso le 13 sono uscita dal lavoro ed ho percorso circa un chilometro forse più a passo molto sostenuto. Faceva molto caldo e indossavo scarpe con zeppa non altissima con cinturino alla caviglia.Arrivata a casa mi sono tolta le scarpe notando le caviglie leggermente gonfie. Ho indossato un paio di infradito di gomma, ho mangiato qualcosa e poi mi sono messa a pulire casa lavando anche il pavimento. Poi sono uscita di nuovo per varie commissioni. Il mattino successivo scendendimo dal letto non potevo poggiare i piedi a terra sentivo un dolore e bruciore ai talloni. Ma camminando il dolore diminuiva. Sono andata al lavoro ma più tardi ho notato le vaviglie gonfie in particolare la destra specialmente sotto malleolo interno. Ancora a distanza di una settimana le caviglie si gonfiano. La dottoressa mi ha detto che le scarpe e la camminata in particolare il cinturino mi hanno provocato fascite e il gonfiore alle caviglie è un edema prescrivendomi ghiaccio e cerotti antinfiammatori. Il dolore sotto i talloni è notevolmente diminuito, ma dopo qualche ora le caviglie si gonfiano ancora. La mia pressione è bassa. È plausibile l'edema? Cosa mi consiglia? Qualcuno ha avuto un'esperienza simile? Sabato devo andare tre giorni a Napoli e dovrò camminare. Sono preoccupata. Grazie mille.

          Commenta


          • #6
            Re: caviglie gonfie

            Si, è un'ipotesi più che plausibile, considerando il caldo che favorisce la vasodilatazione venosa periferica, avente comunque come elemento determinante il cinturino che si è comportato come un laccio emostatico e quindi di conseguenza assolutamente da evitare.
            Può risultare comunque utile, per ridimensionare il fenomeno, l'assunzione regolare di sostanze ad azione flebotropa rinforzanti il tono della parete venosa, quali ad esempio la DIOSMINA, a dosaggi mediamente di 1 cp da 500 milligrammi x due volte al giorno.
            Ultima modifica di anna1401; 13/07/2013, 11:09.
            dr. vincenzo valesi sanihelp

            Commenta


            • #7
              La Diosmina

              (Tratto da : my-personaltrainer.i )

              La diosmina è un flavonoide, una sostanza naturale con distribuzione ubiquitaria nel mondo vegetale.
              Contengono concentrazioni significative di diosmina i frutti del genere Citrus (limoni, arance, pompelmi ecc.), le foglie del Bucco (Barosma betulina) e le sommità fiorite di Ruta (Ruta graveolens).

              La diosmina rientra in numerose specialità medicinali (Venosmine ®, Doven ®, Alven ®, Diosven ®), volte al trattamento delle manifestazioni tipiche dell'insufficienza venosa (crampi notturni, dolori, pesantezza e gonfiore alle gambe).

              La diosmina presenta anche attività antiedematosa, antinfiammatoria ed antivaricosa, che la rendono utile in presenza di emorroidi, cellulite, vene varicose, fragilità capillare e relative manifestazioni (ecchimosi, ematomi, porpore).

              Le preparazioni a base di diosmina possono essere destinate all'uso topico, quindi da applicarsi - sottoforma di creme o gel - direttamente sulla zona interessata, tramite un massaggio effettuato dal basso verso l'alto fino a completo assorbimento del farmaco.

              La diosmina trova spazio anche in integratori per os destinati a migliorare il trofismo del microcircolo; molto usata è la combinazione diosmina - esperidina, dato che quest'ultima sostanza condivide le medesime origini e proprietà vasopotrettici.

              Per potenziare gli effetti di esperidina e diosmina, tali sostanze possono essere affiancate da escina ed estratti di ippocastano, vite rossa, meliloto e mirtilli.


              FONTE : personaltrainer.it
              sito sanihelp

              Commenta


              • #8
                Re: La Diosmina

                Diosmina - meccanismo di azione

                (Tratto da : fitovene.net/diosmina.html )

                La diosmina viene usata da molti decenni per le sue proprietà capillarotrope e vasotoniche.
                Agisce come potente inibitore delle prostaglandine e del trombossano A2 ed interferendo con l'attivazione dei Leucociti , inibisce la attivazione della cascata infiammatoria provocando una forte diminuzione della permeabilità capillare.

                La protezione contro il danno vascolare è mediata anche dall'inibizione dell'attivazione dei neutrofili e dalla diminuzione dei livelli serici delle proteine d'adesione endoteliale.

                Il principio attivo aumenta il flusso linfatico e la pressione oncotica ed è efficace nel ridurre il linfedema connesso al trattamento standard del tumore al seno, così come accade nelle ustioni e negli edemi post traumatici degli arti.

                La diosmina migliora diversi parametri compromessi nella patologia diabetica, grazie alla potente azione antiossidante: è molto importante la diminuzione del livello di glicosilazione delle proteine e l'aumento d'attività della glutatione perossidasi.

                Di rilievo è anche la capacità di normalizzare la velocità di filtrazione capillare e diminuire le resistenze al flusso ematico migliorandone la reologia.

                segue..
                sito sanihelp

                Commenta


                • #9
                  Re: Diosmina

                  Interazioni farmacolgiche

                  Scondo alcuni studi la diosmina inibisce il citocromo P450 per cui può interferire con la metabolizzazione di alcuni farmaci.
                  Particolare cautela va posta nella somministrazione simultanea di aspirina e principi attivi anticoagulanti.
                  Pazienti in trattamento con 450 mg/die di diosmina hanno mostrato variazioni dei livelli plasmatici di metronidazolo.

                  Effetti collaterali

                  La diosmina è un prodotto sicuro, con una DL50 superiore a 3 g/Kg; non è mutagena ed è priva di tossicità sia acuta che cronica anche quando viene somministrata a dosi 35 volte superiori a quelle standard.

                  FONTE : fitovene.net/diosmina.html
                  sito sanihelp

                  Commenta


                  • #10
                    Re: Diosmina

                    Grazie mille per la risposta, sono appena tornata da napoli e purtroopo sentendomi meglio ho camminato per ore con un risultato disastroso, le cavifglie oltre ad essersi gonfiate nuovamente presentano un rossore al malleolo interno che ora si è schiarito dopo una giornata con piedi alzati. Dr Valesi la ringrazio moltissimo e prenderò il farmaco da lei prescritto. Ma sono un po' preoccupata,

                    Commenta


                    • #11
                      Re: caviglie gonfie

                      Grazie mille per la risposta, sono appena tornata da Napoli e purtrooppo sentendomi meglio ho camminato per ore con un risultato disastroso, le cavifglie oltre ad essersi gonfiate nuovamente presentano un rossore al malleolo interno che ora si è schiarito dopo una giornata con piedi alzati. Dr Valesi la ringrazio moltissimo e prenderò il farmaco da lei prescritto. Ma sono un po' preoccupata. Sarà davvero borsite? Non vorrei fosse flebite, ma non mi sebra di avere sintomi di flebite considerando il dolore sotto ai talloni:

                      Commenta


                      • #12
                        Re: caviglie gonfie

                        posso chiedere se c'è interazione tra diosmina e cox2. grazie mille.

                        Commenta


                        • #13
                          Re: caviglie gonfie

                          Originariamente inviato da seltre Visualizza il messaggio
                          Grazie mille per la risposta, sono appena tornata da Napoli e purtrooppo sentendomi meglio ho camminato per ore con un risultato disastroso, le cavifglie oltre ad essersi gonfiate nuovamente presentano un rossore al malleolo interno che ora si è schiarito dopo una giornata con piedi alzati. Dr Valesi la ringrazio moltissimo e prenderò il farmaco da lei prescritto. Ma sono un po' preoccupata. Sarà davvero borsite? Non vorrei fosse flebite, ma non mi sebra di avere sintomi di flebite considerando il dolore sotto ai talloni:
                          Colgo l'occasione di ricordare che in questi come in altri casi è sempre opportuno e necessario farsi visitare dal proprio medico, per passare dalle supposizioni e dalle preoccupazioni alle certezze.
                          dr. vincenzo valesi sanihelp

                          Commenta


                          • #14
                            Re: caviglie gonfie

                            Originariamente inviato da seltre Visualizza il messaggio
                            posso chiedere se c'è interazione tra diosmina e cox2. grazie mille.
                            In scheda tecnica non sono segnalate interazioni significative a riguardo. Ma in ogni caso e' sempre meglio essere prudenti, segnalando al proprio medico che si sta assumendo certi farmaci.
                            dr. vincenzo valesi sanihelp

                            Commenta


                            • #15
                              Re: caviglie gonfie

                              Grazie mille dottore, mi aveva visto la dottoressa di famiglia diagnosticando una borsite, chiaro che se ho scritto in questo forum è per una possibile conferma o comunque ulteriori ipotesi. Domani andrò dall'ortopedico e spero di avere ulteriori conferme.

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X