annuncio

Comprimi

Regolamento

I PRINCIPI

Il forum di Sanihelp.it è un punto di incontro e confronto, un forum libero, privo di ogni censura preventiva. Questo forum è una comunità di aiuto e supporto reciproco in cui ognuno contribuisce cercando di essere d'aiuto e portando il proprio punto di vista riguardo i diversi temi trattati.

Nel forum ciascuno è libero di esprimere la sua opinione, mantenendo però un atteggiamento di educato rispetto nei confronti delle idee diverse. Il forum è uno spazio civile e gradevole: gli utenti non devono essere intolleranti e aggressivi, ma propositivi e disponibili, moderando il proprio linguaggio e consentendo così di ridurre al minimo l'attività di moderazione.

Lo staff di Sanihelp.it si riserva il diritto di eliminare l'iscrizione al forum, di cancellare discussioni e messaggi senza alcun preavviso.


GLI UTENTI
Gli utenti sono suddivisi in quattro categorie.

- Amministratore:
gestisce il forum in tutte le sue parti, appartiene allo staff di sanihelp.it
- Moderatore:
è un utente che ha il compito di agevolare la vita all'interno del forum, è un punto di riferimento e un valido aiuto per tutti gli utenti.
- Sani All:
gli utenti del forum.
- Utenti Bannati:
un utente bannato può accedere al forum ma non parteciparvi. Si è bannati se non si rispetta il regolamento, il ban può essere imposto per un periodo di tempo limitato o per sempre. Nei casi più gravi può essere bannato anche l'indirizzo IP.

Utenti e reputazione
Ogni 365 giorni di permanenza sul forum si guadagnano 10 punti.
Ogni 10.000 messaggi e 1.000 punti reputazione si guadagna un punto di potenza nell'assegnazione della reputazione ad altri utenti.
Un utente per poter assegnare reputazione deve avere almeno 15 punti e aver scritto 30 messaggi.
In 24 ore si possono assegnare solo 20 punti.
Prima di poter assegnare la reputazione allo stesso utente è necessario assegnarla a 15 utenti differenti.
Reputazione e i commenti non sono anonimi

NICKNAME e FIRMA
Dato l'alto numero di utenti iscritti al forum, tutti i nomi più comuni sono già presenti.
Consigliamo di scegliere un nome particolare che contenga dei numeri e che non contenga trattini, simboli o caratteri speciali.
Per tutelare la privacy personale suggeriamo inoltre di non utilizzare nome e cognome completi all'interno del nickname.

Il nickname e la firma non devono contenere testi offensivi o provocatori, non è inoltre possibile utilizzare come nickname un nome attribuibile a una professione medica se non si è un professionista collaboratore della redazione di Sanihelp.it (es: psicologo, dottore, urologo).
Se si desidera cambiare il nickname è possibile farlo inviando un messaggio privato all'amministrazione (Evoh).

La frase è modificabile autonomamente dal pannello di controllo personale.
Nel caso in cui venga inserito un contenuto non idoneo i moderatori provvederanno ad avvisare l'utente con un messaggio personale.
Se dopo la richiesta di modifica la frase resta invariata, i moderatori sono autorizzati a cancellarla.
Se si dovessero inserire nuovamente contenuti offensivi nella frase, verrà assegnato un ban di almeno 3 giorni.


LEGGI DELLO STATO E INTERNET

Per non incorrere in spiacevoli conseguenze, ricordiamo agli utenti che su questo forum vigono tutte le leggi dello Stato italiano.
Ogni utente è responsabile dei contenuti che pubblica e tutti, utenti, moderatori e amministratori, possono rivolgersi alla Polizia per far rispettare la legge o per tutelarsi.
Tafferugli verbali, consigli e provocazioni non sono considerati reati, i reati sono cose ben più gravi che la coscienza di ciascuno riesce facilmente a identificare.
Vi ricordiamo inoltre che, come cita la locuzione latina: Verba volant, scripta manent.


REGOLE GENERALI

1. Non è permesso pubblicare:
- indirizzi email
- numeri telefonici
- il contenuto di email private e messaggi privati (MP) anche se si è in possesso dell'autorizzazione del mittente
- pubblicare messaggi pubblicitari o link

2. I moderatori hanno il compito di animare e moderare le discussioni e di controllare che nessuno violi il regolamento del forum.
I moderatori potranno ammonire, avvertire, bannare gli utenti che non rispetteranno il regolamento ed editare, spostare, chiudere e cancellare una discussione o un post.

3. Chiunque abbia un comportamento in contrasto con il regolamento del forum potrà veder cancellati i propri interventi ed essere bannato da esso, fino all'esclusione permanente nei casi più gravi. L'esclusione permanente è da intendersi estesa anche a eventuali alias.

4. Gli argomenti dei post inseriti in una discussione devono essere inerenti al tema deciso dall'autore delle discussione. I moderatori possono cancellare o spostare in un altro forum gli interventi che saranno giudicati fuori tema (OT).

5. Un utente che si ritenga ingiustamente sanzionato ha facoltà di chiedere chiarimenti via messaggio privato o email. Nel caso questo non avvenga e vengano creati post e discussioni polemiche, saranno cancellate.

6. Il moderatore NON cancella o corregge discussioni o post su richiesta.

7. Saranno bannati gli utenti promotori di pedofilia e violenza e chiunque faccia apologia di reato. Varrà bannato inoltre chi diffonde dati e informazioni strettamente personali di un'altro utente senza il suo consenso.

8. Sono da escludere gli avatar che rientrino nelle limitazioni del regolamento e con esplicite immagini pornografiche o di anatomia intima.

9. L'autore del post è pienamente responsabile per i contenuti riportati: diffamazioni o violazioni di copyright.

10. Non è possibile per gli utenti effettuare pubblicità all’interno del forum. I post contenenti messaggi pubblicitari verranno cancellati e segnalati come Spam.

11. L'autore di ogni post ha la possibilità di editarlo entro 10 minuti dall'invio. Verificate attentamente i vostri messaggi; passato il termine non sono più modificabili, questo al fine di garantire una coerenza con lo sviluppo degli argomenti.

12. Prima di aprire una discussione in un forum è bene assicurarsi che l'argomento non sia trattato in altre discussioni attualmente attive. Nel caso siano aperte discussioni doppie i moderatori possono decidere di chiuderle e indirizzare gli utenti a quelle già esistenti.

13. Il forum non è una chat, quindi gli utenti non devono intraprendere lunghi botta e risposta con un altro utente, soprattutto se si tratta di questioni personali. Per le conversazioni private devono essere usati i mp o, nel caso di chiacchiere di gruppo, l’apposita sezione “4 chiacchiere”.


COME SCRIVERE SUL FORUM

Il titolo
Il titolo della discussione contiene il tema del messaggio. Deve essere sintetico ma non generico e soprattutto deve essere scritto in italiano corretto, senza abbreviazioni, lettere ripetute o maiuscole dove non necessarie.
Sono da evitare titoli come “Richiesta d’aiuto” o “Problema”.

esempio Titolo:
Cerco ortopedico - piede rotto (giusto)
AAAAAAAAAAAAIIIIIIII IIIUUUUUUUUUUUTTo! (sbagliato)

L'autore del primo post della discussione da l'indirizzo tematico della discussione.
Più il titolo sarà pertinente più la discussione sarà letta da tutti gli utenti del forum.
I moderatori potranno a loro discrezione modificare i titoli ritenuti non idonei.

Il contenuto delle discussioni
Aprire una nuova discussione significa voler condividere con gli altri utenti un problema di salute, chiedere un consiglio o confrontarsi su di un'idea o un'argomento.
Se un utente apre un thread solo per propagandare un'idea, sarà invitato al confronto. Se dopo un primo invito il post non sarà aperto anche alle opinioni degli altri utenti, i moderatori chiuderanno la discussione.

Il contenuto dei post

Gli utenti sono invitati a non scrivere in maiuscolo dove non necessario, poiché il maiuscolo indica che si sta urlando.
All'interno dei messaggi possono essere inserite le Emoticons. Il loro impiego nei topic è affidato al buon senso degli utenti, è consigliabile tuttavia non eccedere nel loro utilizzo.
Il linguaggio all'interno dei post deve essere cortese e rispettoso delle diverse opinioni degli altri utenti.
Nel caso in cui un post contenga linguaggio non adatto alla sezione in cui è contenuto o abbia un contenuto volutamente provocatorio, (atto a far degenerare la discussione o far arrabbiare un utente) i moderatori provvederanno a modificarlo e avvertire l'utente.
Nel caso in cui l'utente persista nel mantenere un linguaggio offensivo o aggressivo dopo il primo avvertimento, riceverà un ban di almeno 3 giorni. Se questo comportamento continuasse anche allo scadere del ban, i moderatori decideranno se bannare nuovamente l'utente in maniera definitiva.
Chi schernisce pubblicamente gli utenti che chiedono aiuto o mette in dubbio la realtà dell'utente e/o della situazione descritta riceverà un'infrazione e in caso avvenga nuovamente un ban fino a 2 giorni.

Citazioni e aforismi
Se si riportano stralci di libri o articoli, citazioni o aforismi all'interno delle discussioni è sempre bene riportare l'autore.
Non è possibile aprire discussioni contenenti esclusivamente citazioni e aforismi, salvo previa autorizzazione via messaggio privato della moderazione.

Sondaggi

Gli utenti dovrebbero evitare di realizzare discussioni di sondaggio: per realizzare un sondaggio chiedere al moderatore della sezione di aprire un thread apposito. Quando si crea un sondaggio è bene motivare chiaramente i quesiti, in modo che non possano essere scambiate per pure provocazioni o scherzi.

Funzione Quote
Quotare un messaggio significa citarlo riportandone una parte. Quotare implica ripetere cose che probabilmente gli altri utenti hanno già letto, va fatto solo quando strettamente necessario. Non è necessario quotare interamente il post precedente al proprio se si intende commentarne solo una frase: è bene mantenere la frase in questione e cancellare il resto.

Come aprire una nuova sezione (forum o sub forum)
Per aprire una nuova sezione o un nuovo forum si deve proporre l'argomento all'amministratore e impegnarsi per farlo crescere.
Per proporre una sezione o un forum è necessario che ci siano almeno due utenti interessati e disposti ad animare e moderare la sezione.
Vedi: Come diventare moderatore?


I MODERATORI e L'AUTO-MODERAZIONE

La base su cui si fonda questo forum è l'auto-moderazione, ogni utente è quindi tenuto a rispettare e fare rispettare il regolamento del forum.
I moderatori sono solo un aiuto in più in caso di bisogno.

Come ci comporta con le violazione ai principi di questo forum e del regolamento?
1. si abbandona la discussione evitando di intervenire.
2. si segnala l'abuso con l'apposito strumento (triangolo con punto esclamativo)
3. la segnalazione appare nella sezione dedicata (visibile pubblicamente)
4. i moderatori leggono la segnalazione, rispondono spiegando come intendono agire e si comportano di conseguenza
5. una volta che il moderatore ha risposto non è possibile ribattere se non tramite messaggio privato.

Nel caso vi sia un utente particolarmente molesto, è possibile non visualizzare i suoi post inserendolo tra i propri utenti indesiderati.

In caso si voglia chiarire una particolare situazione con un utente o un moderatore si comunica con l’interessato tramite messaggio privato, NON attraverso discussioni pubbliche.

In caso di infrazioni al regolamento da parte dei moderatori, è possibile sollevare il problema con il moderatore stesso via messaggio privato. In caso non si giunga a una conclusione civile e si ritenga necessario segnalare il problema, è possibile contattare l'amministratore. (Evoh)
NON è possibile discutere pubblicamente delle dinamiche di moderazione del forum. Le discussioni pubbliche verranno eliminate.

ATTENZIONE:
1 - Lo strumento segnalazioni serve a porre in evidenza gravi infrazioni al regolamento
2 - Un messaggio OT non è considerabile una grave infrazione
3 - Non è concesso utilizzare le segnalazioni per provocare altri utenti, innescare polemiche o flames e infastidire intenzionalmente la moderazione.
4 - Le risposte non sono sindacabili pubblicamente. Se non si è d'accordo è possibile comunicare via mp con il moderatore che ha risposto alla segnalazione. Segnalazioni di segnalazioni o di ammonimenti non riceveranno risposta e saranno cancellate.

Non è possibile segnalare i MP. In caso di gravi attacchi personali effettuati tramite messaggio privato gli utenti possono scrivere direttamente all'amministratore del forum.

Chiunque utilizzi impropriamente lo strumento di segnalazione (come da punto 3) riceverà un primo avvertimento e, nel caso in cui dovesse continuare, potrà ricevere un ban della durata massima di 3 giorni.

Come diventare moderatore?
Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

Il compito dei moderatori è:
- animare le discussioni
- facilitare lo scambio di opinioni tutelando la pluralità dei punti di vista
- accogliere i nuovi arrivati
- far rispettare il regolamento

I moderatori:
- rispettano il regolamento (che vale per i moderatori esattamente come per gli utenti)
- sono liberi di esprimersi nei forum seguendo le stesse linee guida degli utenti (post cordiali, non aggressivi, no flames, no attacchi personali, non mettono in dubbio identità o realtà di un utente, ecc)
- NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum (solo gli utenti possono segnalare)
- possono moderare solo le sezioni loro assegnate



PRINCIPI E LINEE GUIDA DEL MODERATORE

Il caposaldo del regolamento è l'auto-moderazione.
L'intervento dei moderatori deve essere quindi, in ordine di priorità:

- Animare: aprire discussioni, accogliere i nuovi, facilitare lo scambio di opinioni (consentendo a tutti di esprimersi) e aiutare gli utenti a districarsi fra le regole del forum e gli strumenti (fratello maggiore)
- Mantenere la rotta: il moderatore deve far si che le discussioni siano sempre on topic, è lecito chiuderle se si esce fuori tema.
- Moderare: (... e far moderare) i toni
- Mantenere la forma: è importante come si scrive, come si fa un titolo, come si imposta una domanda.

I moderatori di sezione lavorano in squadra e tutte le decisioni devono essere condivise, tutte le discussioni tecniche o inerenti la moderazioni devono avvenire via MP o nella sezione del forum privata e dedicata esclusivamente ai moderatori. Il moderatore non deve mai discuterne pubblicamente.

Il moderatore deve animare e pacificare, quindi non deve essere MAI causare volontariamente problemi e dissidi con gli altri moderatori.
Nel caso in cui un moderatore attacchi pubblicamente un altro moderatore per il suo operato, sarà sospeso per una settimana.
Nel caso in cui un moderatore violi il regolamento e/o agisca contro l'interesse del forum e della moderazione, gli altri moderatori possono segnalarlo nel forum moderatori.
Alla terza segnalazione l'amministrazione risponderà entro 5 giorni alla segnalazione e potrà agire con un richiamo formale, con un ban o con la rimozione dall'incarico.

I moderatori dato l'importante ruolo che ricoprono per la comunità del forum devono essere:
- tolleranti
- disponibili
- leali
- imparziali
- punto di riferimento per gli utenti
- da esempio

Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

I moderatori devono rispettare il regolamento e sono liberi di esprimersi nei forum, ma NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum e devono moderare solo le sezioni loro assegnate.
Solo gli utenti possono segnalare, se un moderatore riscontra violazioni nella sezione di sua competenza non segnala ma agisce.
In caso un moderatore noti situazioni particolari in una sezione di un altro moderatore, deve limitarsi a segnalarla tramite messaggio privato.

Se un moderatore dovesse mancare dal forum per più di un mese senza aver comunicato la sua assenza in precedenza, verrà rimosso dal suo incarico.

Regolamento segnalazioni e ban
La sezione dove saranno postate le segnalazioni sarà leggibile a tutti.
Solo i moderatori potranno scrivere in risposta alla segnalazioni
Alla segnalazione di un utente risponde il moderatore della sezione interessato scrivendo come intende agire e motivando proprie decisioni. (può anche decidere di non fare nulla, ma va scritto!)
Nel caso si decidesse di bannare l'utente, verrà scritto direttamente in risposta alla segnalazione e sarà visibile a tutti.
Non saranno poi concesse repliche in risposta al moderatore. Se ci saranno domande/dubbi/problemi andranno gestiti tramite i mp.

Nel caso che la decisione di bannare l’utente derivi non da una segnalazione ma da un ragionamento fatto con altri moderatori, il moderatore deve notificare il ban con un post nel forum moderatori.
Quando si banna un utente è OBBLIGATORIO segnalare la motivazione.



CANCELLAZIONE
Se si desidera cancellare la propria utenza dal forum, è sufficiente inviare un messaggio privato all'amministratore del forum (attualmente Evoh) E una a mail a [email protected] utilizzando la mail d'iscrizione al forum e indicando il proprio nick e la volontà di essere cancellati.
Visualizza altro
Visualizza di meno

ANIMALI - noi curiamo loro e loro curano noi

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #46
    continua

    Un animale in situazioni come queste può essere un valido ausilio per il recupero psicofisico del paziente. Lo confermano lo stesso autore americano e la ricercatrice tedesca Marlene Rosenkoetter che identifica nell’animale un soggetto che dà sicurezza, che non minaccia e che può essere inserito nelle conversazioni come un tema neutro, idoneo a far socializzare due estranei, proprio come accade in tante commedie americane dove gli amori nascono durante le passeggiate con il cane a Central Park.
    sito sanihelp

    Commenta


    • #47
      continua

      I benefici di cui parla la Rosenkoetter sono particolarmente evidenti se misurati in donne sottoposte a stress personali o lavorativi. Vari studi hanno infatti concluso che nei soggetti femminili la vicinanza di un animale riduce significativamente le tensioni derivanti dal peso della responsabilità. Svolgere un compito complesso è cioè più facile vicino a un animale che vicino a una persona, perché il primo a differenza della seconda non è considerato un soggetto giudicante: di lui ci si può fidare anche se la giornata lavorativa è stata una collezione di fallimenti.
      sito sanihelp

      Commenta


      • #48
        Maestri di comunicazione

        Il linguaggio verbale ci obbliga sempre a “dire qualcosa”. I codici olfattivi e comportamentali dell’animale ci ridanno invece la gioia di una comunicazione meno densa di significati ma più efficace dal punto di vista relazionale.
        Le nostre radici poggiano indiscutibilmente su un rapporto antichissimo con gli altri esseri viventi. È la preistoria a dircelo: l’uomo è stato sia una delle specie più rapide nel costituire nuclei familiari e sociali, sia uno degli animali più propensi a condividere la propria vita con le altre specie. In entrambi i casi è stato spinto in tale direzione da necessità pratiche, come la difesa o l’allevamento; tuttavia al di là di questo primo carattere venale, la socialità dell’uomo è stata anche e soprattutto la risposta a un costante bisogno di interazione tanto con i propri simili quanto con l’alterità animale.
        sito sanihelp

        Commenta


        • #49
          continua

          Oggi molti ignorano queste antiche radici e accettano senza ribellarsi il modo in cui esse sono state stritolate dal suolo urbano, sede di incontri tra sconosciuti e terreno bandito alle altre specie. Ma, come testimonia il boom degli animali da compagnia, l’uomo sta di nuovo percependo il bisogno di un interlocutore attento, ma non polemico, ascoltatore paziente ma giudice malleabile: l’animale da accarezzare, il pet con una terminologia anglosassone, diventa in tale contesto il canale preferenziale per espletare i propri impulsi parentali. Uno sfogo gratificante che incide sul nostro benessere per ragioni ben precise.
          sito sanihelp

          Commenta


          • #50
            continua

            Gli psicoterapeuti hanno ormai constatato come molte delle nostre nevrosi siano dettate da un abuso di schemi rigidamente razionali. A favorirli sarebbe il linguaggio verbale, uno strumento che rende cristallina la reciproca comprensione, ma che nel contempo ancora i nostri pensieri a strutture semantiche impersonali, immodificabili e forzatamente esplicative. Tranne in rarissimi casi insomma, quando parliamo siamo obbligati a “dire qualcosa” anche se il nostro obiettivo sarebbe solo quello di creare un’empatia fluida con chi ci circonda. Alla lunga ciò può diventare frustrante ed è in queste situazioni che l’animale diventa più efficace di uno psichiatra. (sono pienamente d’accordo!)
            sito sanihelp

            Commenta


            • #51
              comntinua

              Un cane e un gatto si avvicinano a noi annusandoci, strofinandoci, scodinzolando e facendoci le fusa: ci svelano insomma codici olfattivi e gestuali a noi estranei e a cui inconsciamente ci adeguiamo recuperando la nostra ancestrale duttilità comunicativa. Se il cane ci guarda, noi lo invitiamo al gioco mimandolo: ci pieghiamo sulle ginocchia o simuliamo una fuga; altrettanto se un micio si acciambella sul nostro grembo ricambiamo le sue fusa con delicate carezze o leggeri buffetti sulla fronte. Non diciamo e ascoltiamo nulla, è vero, ma spesso in quella coda che dondola o in quell’ugola che produce strani gorgoglii, abbiamo la gioia di trovare le risposte che desideravamo avere senza fare alcuna domanda (è vero!).
              Ecco perché, come dice il veterinario Roberto Marchesini, l’animale domestico può essere considerato un maestro di comunicazione.
              sito sanihelp

              Commenta


              • #52
                L'obesità colpisce anche i nostri animali domestici.

                Rimpinzati con gli alimenti studiati apposta per loro, ma anche con i resti dei nostri pasti, gatti e cani ingrassano anche a causa di uno stile di vita ereditato dai loro padroni, di cui fa parte l'inattività fisica. Il risultato è una vera "epidemia" di obesità cui fanno seguito, così come nell'uomo, diabete, artrosi, difficoltà respiratorie e malattie cardiovascolari.
                È così che veterinari e aziende produttrici di alimenti per animali cominciano a prendere le difese dei loro clienti a quattro zampe, mettendo sotto accusa i padroni, troppo generosi nelle porzioni di cibo riservato alla ciotola.
                sito sanihelp

                Commenta


                • #53
                  Continua

                  Pochi proprietari sono coscienti del peso eccessivo del proprio animale, oltre che del proprio. Il 76% di loro pensa che il proprio cane o gatto abbia "un peso ideale", rivela uno studio condotto da Ipsos l'anno scorso in Francia, Gran Bretagna ed Italia. Il 40% delle persone interrogate ammette di dare da mangiare delle leccornie più di una volta al giorno al loro animale.
                  Il 50% dei cani e dei gatti soffre per il sovrappeso ed il 30% è affetto da obesità, ma soltanto il 19% di loro è trattato come un obeso.
                  sito sanihelp

                  Commenta


                  • #54
                    continua

                    I proprietari tendono a trattare dal punto di vista alimentare gli animali come se fossero degli esseri umani, mentre le loro esigenze sono diverse dalle nostre, sia per quanto riguarda le quantità, sia per la frequenza dei pasti e per il cibo.
                    Far mangiare una tartina imburrata ad un cane di 10 kg corrisponde ad un hamburger per un uomo adulto e un bicchiere di latte per un gatto di 4,5 kg equivale a 4,5 hamburger o 5 barrette di cioccolato per un essere umano.
                    Individuare l'obesità è semplice: se non si sentono le costole del cane sotto le proprie dita quando lo si tocca, allora è probabile che l'animale sia sovrappeso o obeso, allora occorrerà far mangiare meno l'animale, anche se ciò non vuol dire fargli soffrire la fame.
                    sito sanihelp

                    Commenta


                    • #55
                      continua

                      Da alcuni anni, le aziende produttrici di prodotti alimentari per animali hanno intrapreso la via dei prodotti dietetici, anche se solo il 48% dei proprietari afferma di conoscerne l'esistenza.
                      Altro fattore che favorisce l'obesità è la mancanza di attività fisica, ma pare che sia soprattutto colpa dei padroni. Numerosi proprietari trascurano questo aspetto del benessere del loro animale, ed è da sottolineare il fatto che l'89% dei proprietari che non fa fare attività fisica al proprio cane, riconosce di non farne lui stesso.
                      sito sanihelp

                      Commenta


                      • #56
                        Le Zoonosi (malattie infettive di animali, trasmissibile all’uomo)

                        Oggi il pericolo più comune è rappresentato dai parassiti esterni ed interni che spesso infestano i cani, gatti e uccelli e li fanno ammalare.
                        Pulci, zecche, filaria e vermi intestinali sono i più diffusi nel cane e nel gatto.
                        sito sanihelp

                        Commenta


                        • #57
                          Le pulci

                          Le pulci hanno una vita breve (1 –2 settimane), ma la femmina arriva a deporre 50 uova al giorno.
                          Le uova cadono dal pelo dell’animale e si trasformano in larve che si annidano poi sotto ai mobili, nei tappeti, nelle fessure del parquet.
                          Oltre a provocare irritazioni cutanee, dermatiti allergiche e anemia, il morso della pulce, può trasmettere l’infestazione da tenia sia nell’animale che nell’uomo.
                          sito sanihelp

                          Commenta


                          • #58
                            Il morso delle zecche

                            può provocare un’infezione conosciuta come “malattia di Lyme”, dal nome della città americana in cui fu riconosciuta per la prima volta trent’anni fa. Mentre nel cane l’infezione provoca sintomi generici (debolezza, inappetenza, febbre e dolori articolari) nell’uomo può avere un decorso molto più grave.
                            In una prima fase (da 3 a 30 giorni) si manifesta solo un arrossamento della cute, con dolore e prurito, intorno al punto del morso. Successivamente compaiono debolezza, febbre e mal di testa. In molti casi la malattia guarisce da sola a questo stadio, ma in alcuni soggetti progredisce provocando nel giro di alcuni mesi danni alle articolazioni, al cuore, ai reni, al fegato e al sistema nervoso.
                            La diagnosi si basa su esami del sangue e deve essere tempestiva per poter iniziare subito la terapia antibiotica specifica.
                            sito sanihelp

                            Commenta


                            • #59
                              La filaria

                              E’ un parassita che viene trasmesso al cane dalla puntura di zanzara e provoca gravi danni al cuore e ai polmoni, portando spesso alla morte l’animale.
                              La trasmissione di questo parassita all’uomo è, per fortuna, un’esperienza molto rara. I vermi intestinali (ascaridi, anchilostomi) provocano nel cane e nel gatto una gastro.enterite con vomito, gonfiore intestinale e diarrea sanguinolenta. Nell’uomo si localizzano invece in altri organi e soprattutto negli occhi.
                              sito sanihelp

                              Commenta


                              • #60
                                Echinococco

                                La più grave infestazione da parassiti intestinali è quella da Echinococco.
                                Si tratta di una piccola tenia che si sviluppa allo stadio larvale negli erbivori e allo stadio adulto nel cane. La trasmissione all’uomo avviene per contatto con le feci del cane infestato. Il parassita si localizza poi negli organi interni (soprattutto fegato e polmoni) dove produce cisti ripiene di liquido (cisti idatidee).
                                La rottura delle cisti provoca una reazione anafilattica molto grave, non di rado mortale.
                                sito sanihelp

                                Commenta

                                Sto operando...
                                X
                                gtag('config', 'UA-35946721-1');