annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Similitudini tra fiori Australiani (del Bush) e fiori di Bach

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Similitudini tra fiori Australiani (del Bush) e fiori di Bach

    Ciao a tutti.
    Mi hanno fatto dono di alcune essenze australiane del Bush.
    Ho letto di testo di Ian White a riguardo ma mi piacerebbe avere qualche indicazione ulteriore in particolare per quel che concerne le similitudini ed assonanze con i più tradizionali fiori di Bach (sempre se sia giusto ricercare assonanze)

    Per questo mi rivolgo a voi tutti per conoscere gli "equivalenti" nel sistema Bach dei seguenti fiori del repertorio australiano:

    1. Dog Rose
    2. Paw Paw
    3. Bush Fuchsia
    4. Isopogon (potrebbe essere Chestnut Bud?)
    5. Sundew (potrebbe essere Clematis?)
    6. Jacaranda (potrebbe essere Cerato?)

    Esiste un testo che permette di cogliere analogie e differenza? Potremmo creare una sorta di data base qui sul forum?

    Ringrazio tutti con anticipo!

    Cesare
    Ultima modifica di anna1401; 05/05/2014, 22:43.

  • #2
    Re: Similitudini tra fiori Australiani (del Bush) e fiori di Bach

    Ovviamente esprimo il mio punto di vista e magari si possono cogliere altre analogie. Per DOG ROSE può esserci una assonanza con MIMULUS, per PAW PAW con WALNUT, BUSH FUCSIA con CHESTNUT BUDD. Ma probabilmente si possono cogliere molte altre analogie di un rimedio con più altri, in base alle varie sfumature e sfaccettature. Comunque è interessante l'idea di sviluppare una discussione sulla base delle conoscenze e delle esperienze reciproche.
    Ultima modifica di anna1401; 07/05/2014, 17:28.
    dr. vincenzo valesi sanihelp

    Commenta


    • #3
      Re: Similitudini tra fiori Australiani (del Bush) e fiori di Bach

      Sì, è interessante notare delle similitudini fra i “raggi di azione" di alcuni fiori australiani studiati e proposti da Ian White e quelli studiati e proposti da Edward Bach, però io credo che ogni fiore abbia una sua propria, specifica e ben precisa caratteristica particolare che li contraddistingue fra gli altri.
      La differenza, non necessariamente sostanziale, potrebbe anche non essere subito colta a primo contatto, ma magari questa potrebbe essere percepita più nettamente a livello inconscio, senza l’interferenza diretta della mente, e agire a nostro beneficio sul nostro carattere, o sul nostro comportamento, o sui nostri ricordi o traumi..
      Un determinato fiore nasce, cresce, si sviluppa e si propaga bene in un determinato terreno, in uno specifico luogo, in particolari condizioni e quindi ha, e potenzia, certe sue caratteristiche e vibrazioni ben definite che generosamente può trasmettere anche a noi quando lo assumiamo e lo “assimiliamo”.

      Io non so se esista un testo che descriva le differenze fra questi tipi di fiori, magari qualche utente interessato ce lo potrebbe indicare..
      sito sanihelp

      Commenta


      • #4
        Re: Similitudini tra fiori Australiani (del Bush) e fiori di Bach

        Cara Anna,
        condivido in pieno quanto esprimi sopra, ma questo lavoro di ricerca delle assonanze nasce anche dall'esigenza di reperire i rimedi floreali facilmente e non sempre i fiori australiani del Bush sono facilmente reperibili, al contrario del repertorio di Bach..che ne pensi?

        Per continuare con le assonanze tra fiori di Bach ed australiani del Bush, Silver Princess del repertorio australiano si rivela simile a Wild Oat in Bach
        Ultima modifica di anna1401; 15/05/2014, 22:16.

        Commenta


        • #5
          Re: Similitudini tra fiori Australiani (del Bush) e fiori di Bach

          Sì, trovo anch’io che Silver Princess, fiore australiano (sensazione di non avere uno scopo nella vita, scoraggiamento, perdita della direzione ecc) possa in qualche modo corrispondere a Wild Oat, fiore di Bach (incapacità di fare qualsiasi cosa, enorme difficoltà nelle scelte, molta indecisione generalizzata..).


          Per quanto riguarda la reperibilità dei fiori australiani, non dovrebbero esserci difficoltà. Si trovano facilmente in farmacia o erboristeria. Io li acquisto senza problemi in una farmacia che vende anche on line e pratica pure degli interessanti sconti, in base all’ammontare della spesa .
          sito sanihelp

          Commenta


          • #6
            Re: Similitudini tra fiori Australiani (del Bush) e fiori di Bach

            Originariamente inviato da cesareago Visualizza il messaggio
            Ciao a tutti.
            Mi hanno fatto dono di alcune essenze australiane del Bush.
            Ho letto di testo di Ian White a riguardo ma mi piacerebbe avere qualche indicazione ulteriore in particolare per quel che concerne le similitudini ed assonanze con i più tradizionali fiori di Bach (sempre se sia giusto ricercare assonanze)

            Per questo mi rivolgo a voi tutti per conoscere gli "equivalenti" nel sistema Bach dei seguenti fiori del repertorio australiano:

            1. Dog Rose
            2. Paw Paw
            3. Bush Fuchsia
            4. Isopogon (potrebbe essere Chestnut Bud?)
            5. Sundew (potrebbe essere Clematis?)
            6. Jacaranda (potrebbe essere Cerato?)

            Esiste un testo che permette di cogliere analogie e differenza? Potremmo creare una sorta di data base qui sul forum?

            Ringrazio tutti con anticipo!

            Cesare
            Mi auto-quoto, nel senso che ho trovato un testo (sarebbe meglio dire che è il testo che mi ha cercato)che mette a confronto i diversi rimedi di differenti repertori floreali. Molto completo, ben fatto ed illuminante.

            Manuale di Floriterapia, Repertori ed analisi differenziale dei principali sistemi floreali di Cristiana Zenoni

            In effetti da una prima appassionata lettura, come del resto Anna diceva, ci possono essere similitudini ed assonanze ma non una completa identità tra rimedi di repertori differenti. Insomma ogni fiore è unico, come unico è ogni essere umano, mai uguale agli altri ed alle volte anche a se stesso (il che è auspicabile)

            Grazie comunque a tutti!

            PS Anna, magari in privato, potresti fornirmi indicazioni su farmacia online e su prezzi e sconti praticati sui fiori australiani?

            Cesare

            Commenta


            • #7
              Re: Similitudini tra fiori Australiani (del Bush) e fiori di Bach

              Originariamente inviato da cesareago Visualizza il messaggio
              ho trovato un testo (sarebbe meglio dire che è il testo che mi ha cercato)
              Bellissimo, e molto appropriato..

              Originariamente inviato da cesareago Visualizza il messaggio
              Manuale di Floriterapia, Repertori ed analisi differenziale dei principali sistemi floreali di Cristiana Zenoni
              Grazie mille per la tua segnalazione, molto interessante!

              Originariamente inviato da cesareago Visualizza il messaggio
              PS Anna, magari in privato, potresti fornirmi indicazioni su farmacia online e su prezzi e sconti praticati sui fiori australiani?
              Certamente
              Ultima modifica di anna1401; 17/05/2018, 16:33.
              sito sanihelp

              Commenta


              • #8
                Re: Similitudini tra fiori Australiani (del Bush) e fiori di Bach

                Buongiorno dottor Valesi, anche io avrei bisogno di un suo consiglio per capire delle assonanze tra dei fiori Bach e Australiani, con i quali questi ultimi sembro trovarmi meglio. Agrimony,Heather,Hor nbeam,Mustard,Oak,Re d Chestnut e Vervain secondo lei con quali fiori Australiani hanno assonanza? magari anche più di uno.

                E poi volevo chiedere a lei che conosce tutto il mondo naturale, nello specifico i rimedi Pulsatilla,Lycopodiu m, Natrum muriaticum e Sepia che sono dei rimedi policresti omeopatici, e come ogni cosa in natura possiedono delle caratteristiche fisiopatologiche, è possibile associare anche questi a dei fiori di Bach o Australiani eventualmente,hanno delle assonanze? oppure più semplicemente a dei chakra? ci ha mai pensato?

                Sui tempi invece di assunzione dei f. Australiani io ho letto che l'ideale sarebbe quella che se ci fossero problematiche emotive, due settimane di assunzione dovrebbero dare dei buoni risultati, se invece si fosse già sul sintomo fisico si parla di un mese, se non due per la guarigione totale,qualcuno ha esperienza diretta? Grazie.
                Ultima modifica di anna1401; 17/05/2018, 16:36.

                Commenta


                • #9
                  Re: Similitudini tra fiori Australiani (del Bush) e fiori di Bach

                  Prima di entrare nella specificità di questa interessantissima domanda, voglio fare una premessa per inquadrare meglio quello di cui stiamo parlando.
                  Ci muoviamo in un campo dell'estremamente soggettivo, che espandono i limiti della coscienza e di chi guarda ,quindi misura , e nei campi della fisica quantistica, dove perfino l'osservatore può modificare lo spin degli elettroni, e dove due elettroni gemelli sono in grado di travalicare gli incerti limiti del tempo e dello spazio nell'unità di un eterno presente? Oppure come diceva il filosofo greco Eraclito "panta rei" cioè tutto è divenire?
                  Non esistono verità assolute perchè la stessa soggettività della percezione sensoriale limita la possibilità di quell'unica conoscenza che può derivare dall'essere parte del tutto.Pertanto le mie riflessioni si muovono nella presa di coscienza di questi limiti e di queste potenzialità.
                  Preferirei parlare di sistemi floreali, senza assolutamente voler stabilire delle graduatorie di merito. Il dr. Edward Bach ha avuto la genialissima intuizione e la sensibilità di percepire gli stati d'animo che 38 fiori hanno fatto risonare nella sua anima.Quei fiori erano figli della sua terra e risuonavano delle energie e delle frequenze di un'era della storia a cavallo di due immani tragedie. La prima guerra mondiale, dove milioni di ragazzi sono stati mandati a morire in una assurda guerra di trincea , e i venti della seconda, ancora più tragica,per le sofferenze indicibili inflitte ai civili, culminate con l'esplosione di due bombe atomiche. Le anime delle persone e dei fiori, fra loro in risonanza, erano incarnate in un contesto particolarmente perturbato..
                  dr. vincenzo valesi sanihelp

                  Commenta


                  • #10
                    Re: Similitudini tra fiori Australiani (del Bush) e fiori di Bach

                    Ian White, lo scopritore e il valorizzatore dei fiori australiani, si è addentrato in un percorso di risonanza animica simile a quello di Edward Bach, in un'altra era e in un altro luogo, riflettendo in sè inizialmente gli stati di coscienza correlati a 69 essenze floreali. Diverso è il contesto storico globale. Questi fiori sono figli di un continente e di una terra dove coesistono aspetti primordiali incarnati dalle popolazioni aborigene, e gli aspetti tecnologici e culturali della civiltà del terzo millennio: passato, presente e futuro, si esprimono nella terra australiana. Sotto questo aspetto, in un certo senso, potremmo pensare che le anime di quei fiori , meno interferite da frequenze di odio, retaggio di tempi passati e presenti, possano risonare in ragione e i, funzione di queste caratteristiche, con le anime degli altri esseri viventi.
                    dr. vincenzo valesi sanihelp

                    Commenta


                    • #11
                      I composti di ian white :adol

                      ADOLESCENZA
                      Stagione della vita caratterizzata da grandi cambiamenti sia sul piano fisico che psicoemozionale. Il composto specifico è ADOL, nel quale IANWHITE ha inserito il fiore principe dei cambiamenti che per l'appunto è BOTTLE BRUSH, fiore che aiuta ad "aprirsi" al nuovo: l'adolescenza e la pubertà sono tutti dei momenti in cui il cambiamento la fa dapadrone. Cambiamenti a volte così violenti sul ragazzino/a che ha grande difficoltà ad accettarsi , quindi ad essere accettato e ad essere abbracciato.
                      dr. vincenzo valesi sanihelp

                      Commenta

                      Sto operando...
                      X