annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Cicatrici e Cheloidi

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Cicatrici e Cheloidi

    Cicatrici al viso

    Ciao! Per le cicatrici profonde che segnano il viso, che si può fare al giorno d'oggi?
    Ultima modifica di anna1401; 13/02/2009, 17:08.

  • #2
    Cicatrici al viso

    forse la risposta migliore sta nel terreno della medicina estetica.
    senza l'intenzione di banalizzare la sua sofferenza, io personalmente mi occupo di aiutare a curare le cicatrici dell'anima (potrei aiutarla a "piacersi" così com'è).
    sentiamo però l'autorevole parere di dr. valesi.
    liliana gimenez
    Ultima modifica di anna1401; 02/06/2009, 15:19.

    Commenta


    • #3
      cicatrici

      ci sono vari tipi di cicatrici, e pur non potendosi generalizzare ritengo che la soluzione del problema sia nella medicina estetica.
      valesi
      dr. vincenzo valesi sanihelp

      Commenta


      • #4
        cheloidi - romedi?

        dr. valesi,
        cosa mi consigli per i cheloidi, invece? (la biopsia dermatologica mi ha lasciato uno piccolo come ricordo...).
        lg
        Ultima modifica di anna1401; 13/02/2009, 17:06.

        Commenta


        • #5
          secondo la visione omotossicologica i cheloidi sono la conseguenza di un intempestivo blocco della fase infiammatoria con conseguente riparazione connettivale anomala (questo può indurre a qualche riflessione)
          Nel campo della medicina estetica possono essere ridotti con "infiltrazioni" mesoterapiche a base di KENAKORT.
          Ultima modifica di anna1401; 18/07/2011, 22:58.
          dr. vincenzo valesi sanihelp

          Commenta


          • #6
            Cicatrici e cheloidi - vitamina E

            Le cicatrici possono essere prevenute o eliminate con la vitamina E.

            Per esempio, una quantità eccessiva di tessuto cicatriziale chiamata cheloide che causa dolore e prurito, è stata diminuita con l’assunzione giornaliera di 1200 UI di vitamina E.

            Sempre la vitamina E in dosi di 200-300 UI al giorno ha eliminato cicatrici dalle dita e dal palmo di persone affette dalla contrattura di Dupuytren.

            La stessa quantità ha curato persone affette dalla malattia di Peyronie, caratterizzata dalla presenza anormale di tessuto cicatriziale sul pene che causa dolore al momento dell’erezione e impotenza.

            La vitamina E è efficace per via orale o applicata localmente.

            Una quantità sufficiente di zinco nella dieta può prevenire i cheloidi.


            FONTE: "Almanacco della Nutrizione"
            di Gayla J. Kirschmann e John D. Kirshmann
            Alfa Omega Editrice
            sito sanihelp

            Commenta


            • #7
              Cicatrici in seguito ad asportazione chirurgica di nei

              Salve, circa un anno e mezzo fa ho fatto asportare 5/6 nei chirurgicamente e ovviamente mi sono restate delle brutte cicatrici, ancora con il rossore e talvolta anche il prurito ritorna...specialmen te quando sudo!
              In che modo possono essere eliminate queste cicatrici?
              Ultima modifica di francyfre; 31/01/2012, 15:29.

              Commenta


              • #8
                Riferimento: Cicatrici in seguito ad asportazione di nei

                Non conosco questo prodotto, non l'ho mai utilizzato, nè conosco persone che l'hanno utilizzato pertanto non ho elementi per esprimere giudizi.
                Data la delicatezza del caso però ritengo che prima di investire soldi e speranze sia meglio che per il tuo caso specifico ti consigli con un dermatologo, anche perchè spesso le soluzioni di un problema devono essere personalizzate.
                dr. vincenzo valesi
                Ultima modifica di anna1401; 02/06/2009, 15:17.
                dr. vincenzo valesi sanihelp

                Commenta


                • #9
                  Riferimento: Cicatrici in seguito ad asportazione di nei

                  Ok, però non mi preoccupa tanto il fatto di buttare 50 euro, perchè anche se dovesse essere una fregatura, ne sarebbe valsa la pena...come si suol dire: il rischio vale la candela
                  quello che invece mi preoccupa è se potrebbe avere degli effetti contrari, tipo aumentare il rossore, provocare allergie varie, ecc...
                  grazie x l'interessamento
                  Ultima modifica di anna1401; 02/06/2009, 15:17.

                  Commenta


                  • #10
                    Cicatrici e Cheloidi

                    Un buon prodotto per aiutare in questi disturbi e soprattutto per riequilibrare l'energia dei tessuti cicatrizzali, è Enervital.
                    Consigliato dalla mia doc naturopata a una mia amica

                    Riporto le informazioni tratte da: otiomeopatici.com


                    ENERVITAL (fiale – pomata – spray)

                    Reintegratore energetico dei tessuti cicatriziali e dei punti di Agopuntura in deficit energetico.

                    Composizione
                    China 20CH-25CH
                    Rock water 4DH
                    Procainum 4DH-7DH-9DH-12DH-18DH
                    Embryo suis 4DH
                    Placenta suis 6DH
                    Funiculus umbilicalis suis 6DH
                    Ac. Oxalaceticum 4CH-9CH-30CH
                    Benzochinone 4CH-9CH-30CH
                    Histaminum 4CH-9CH-30CH
                    Natrum pyruvicum 4CH-9CH-30CH
                    Blu di metilene 4CH-9CH-30CH
                    Magnesium 4CH
                    Manganum phosph. 4CH
                    Graphites 30CH
                    Calcarea carbonica 30CH
                    Arnica 30CH
                    Calendula 30CH
                    Baryta carbonica 12CH
                    ana 1 ml.

                    segue..
                    sito sanihelp

                    Commenta


                    • #11
                      Meccanismo di azione

                      Le cicatrici, sia da trauma che da interventi chirurgici, anche quando non provocano disturbi diretti ed evidenti, possono costituire un serio ostacolo al flusso energetico, soprattutto a livello dei MERIDIANI DI AGOPUNTURA, poiché rappresentano un campo di disturbo energetico (focus), innescando sintomatologie croniche anche in distretti corporei lontani dalla cicatrice stessa.

                      Il prodotto risulta molto utile anche nella riduzione dello spessore cicatriziale o fino a riduzione o scomparsa della eccessiva sensibilità del tessuto cheloide.
                      In tal caso può risultare necessario l’uso contemporaneo ad ENERVITAL, nelle sue varie forme farmaceutiche, di Symphytum T.M., per la sua componente naturale di Allantoina, applicando dapprima una piccola quantità di pomata o alcuni puff di Enervital, e, subito dopo, Symphytum T.M. pomata con massaggio almeno 2 volte al dì, per periodi prolungati.

                      segue..
                      sito sanihelp

                      Commenta


                      • #12
                        ENERVITAL possiede, inoltre, una elevata capacità rivitalizzante e rielasticizzante cutanea e trova indicazione, quindi, anche in campo estetico, in particolare negli inestetismi del viso (rughe), del seno (sia per evitare che per eliminare le strie dovute all’aumento di volume durante la gravidanza) e nelle zone cellulitiche dei fianchi e dell’addome.

                        Per chi pratica l’Agopuntura o anche il solo massaggio dei punti e dei meridiani, ENERVITAL può risultare di valido aiuto nei punti in deficit energetico sia con iniezioni sottocutanee localizzate sia attraverso il massaggio, con la pomata o lo spray, per trattare tali punti o, in tutto o in parte, il tragitto di un meridiano.

                        segue..
                        sito sanihelp

                        Commenta


                        • #13
                          Posologia

                          Fiale
                          1 infiltrazione s.c. nel tessuto cicatriziale da 1 a 3 volte la settimana.
                          Talora, nelle piccole cicatrici, è sufficiente 1 sola infiltrazione.

                          La pomata o lo spray
                          dovrebbero essere massaggiati quotidianamente sulla cicatrice per periodi prolungati (fino ad alcuni mesi) anche contemporaneamente alle infiltrazioni.


                          ENERVITAL si rivela utilissimo in caso di ferite che cicatrizzano con difficoltà.
                          In tal modo la guarigione si realizza molto più velocemente sia utilizzando le fiale per iniezioni s.c. o per bocca, sia applicando localmente la pomata o lo spray.

                          Per il massaggio estetico si applichi la pomata o lo spray, con massaggio circolare fino a completo assorbimento, almeno 2 volte al dì.

                          segue..
                          sito sanihelp

                          Commenta


                          • #14
                            APPROFONDIMENTI

                            PROCAINUM: azione tonificante, rivitalizzante e antisenescente cellulare, in particolare del tessuto connettivo.
                            La presenza contemporanea di alcuni organoterapici omeopatizzati, embryo, placenta e funiculus umbelicalis, amplifica, per sinergia d’azione, il contrasto su tutte le patologie croniche e nella senescenza del tessuto connettivo.

                            AC. OXALACETICUM e NATRUM PIRUVICUM: partecipano, restaurando, il ciclo di Krebs, la cui funzionalità risulta quasi sempre compromessa quando si riscontra un blocco o un ristagno della vitalità cellulare.

                            MANGANUM MET. e MAGNESIUM PHOSPH.: favoriscono la funzione di tutti i componenti che partecipano al ciclo di Krebs.

                            UBICHINON e BLU DI METILENE: azione rigenerativa sugli enzimi respiratori cellulari.

                            HISTAMINUM: svolge un’ azione modulante della risposta istaminica.

                            BARYTA CARBONICA: azione di contrasto sulla ipertrofia e la sclerosi dei vari tessuti, nel caso quello connettivo.

                            GRAPHITES: ispessimenti cutanei, cheloidi, accumulo tossinico.

                            CALENDULA: migliora il trofismo cutaneo. Favorisce la guarigione delle ferite.

                            CALCAREA CARBONICA e CHINA: scarsa energia e vitalità del tessuto cutaneo.

                            ARNICA: azione antitraumatica e antidolorifica, specie a livello cutaneo, anche per interventi chirurgici, parto, ecc.

                            ROCK WATER: Fiore di Bach, utile per favorire lo sblocco di ogni forma di sclerosi, di rigidità, sia energetica che tissutale.
                            Ultima modifica di francyfre; 01/02/2012, 11:41.
                            sito sanihelp

                            Commenta


                            • #15
                              cheloide quasi sconfitto.

                              vorrei segnalare la mia esperienza con un cheloide che sembrava indistruttibile:
                              mia figlia aveva 5 anni quando ebbe una abbrasione sulla caviglia, che gli lasciò una grossa macchia nera (pelle bruciata dallo sfregamento) che il chirurgo gli asporto a piccoli pezzi assieme alla crosticina che si era formata dal sangue raggrumito.
                              purtroppo il continuo rimaneggiare della ferita in fase di cicatrizzazione gli provocò il formarsi di un grosso cheloide di circa 6 cm X 3 cm.
                              era luglio 2009 quando il chirurgo ci disse che era un cheloide e si poteva tentare di asportare con una operazione o ridurlo con delle siringhe sottocutanee, ma ci disse anche che ci sconsigliava sia l'uno che l'altro rimedio ed al limite si poteva ridurre il danno con dei massaggi, anche il dermatologo ci disse che massagiando quotidianamente più volte al giorno e tenendolo sempre coperto con un cerotto di silicone per 6 mesi era possibile ridurlo, dopo il sesto mese era inutile continuare.
                              dopo 6 mesi abbiamo eliminato il cerotto ma abbiamo continuato con i massaggi una volta al giorno per 3/4 minuti con un olio emolliente e facendo attenzione a compriro con una crema per i raggi solari a protezione totale quando era al mare e in situazioni molto assolate.
                              oggi sono passati un anno e 2 mesi da quando abbiamo iniziato con i massaggi ecc. ed il cheloide si è ridotto di più del 50% e negli ultimi 2/3 messi ha avuto un cedimento di tutto il tessuto duro mostrando di ridursi sempre di più.
                              Ultima modifica di pippofranco; 13/07/2015, 15:13.

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X