annuncio

Comprimi

Regolamento

I PRINCIPI

Il forum di Sanihelp.it è un punto di incontro e confronto, un forum libero, privo di ogni censura preventiva. Questo forum è una comunità di aiuto e supporto reciproco in cui ognuno contribuisce cercando di essere d'aiuto e portando il proprio punto di vista riguardo i diversi temi trattati.

Nel forum ciascuno è libero di esprimere la sua opinione, mantenendo però un atteggiamento di educato rispetto nei confronti delle idee diverse. Il forum è uno spazio civile e gradevole: gli utenti non devono essere intolleranti e aggressivi, ma propositivi e disponibili, moderando il proprio linguaggio e consentendo così di ridurre al minimo l'attività di moderazione.

Lo staff di Sanihelp.it si riserva il diritto di eliminare l'iscrizione al forum, di cancellare discussioni e messaggi senza alcun preavviso.


GLI UTENTI
Gli utenti sono suddivisi in quattro categorie.

- Amministratore:
gestisce il forum in tutte le sue parti, appartiene allo staff di sanihelp.it
- Moderatore:
è un utente che ha il compito di agevolare la vita all'interno del forum, è un punto di riferimento e un valido aiuto per tutti gli utenti.
- Sani All:
gli utenti del forum.
- Utenti Bannati:
un utente bannato può accedere al forum ma non parteciparvi. Si è bannati se non si rispetta il regolamento, il ban può essere imposto per un periodo di tempo limitato o per sempre. Nei casi più gravi può essere bannato anche l'indirizzo IP.

Utenti e reputazione
Ogni 365 giorni di permanenza sul forum si guadagnano 10 punti.
Ogni 10.000 messaggi e 1.000 punti reputazione si guadagna un punto di potenza nell'assegnazione della reputazione ad altri utenti.
Un utente per poter assegnare reputazione deve avere almeno 15 punti e aver scritto 30 messaggi.
In 24 ore si possono assegnare solo 20 punti.
Prima di poter assegnare la reputazione allo stesso utente è necessario assegnarla a 15 utenti differenti.
Reputazione e i commenti non sono anonimi

NICKNAME e FIRMA
Dato l'alto numero di utenti iscritti al forum, tutti i nomi più comuni sono già presenti.
Consigliamo di scegliere un nome particolare che contenga dei numeri e che non contenga trattini, simboli o caratteri speciali.
Per tutelare la privacy personale suggeriamo inoltre di non utilizzare nome e cognome completi all'interno del nickname.

Il nickname e la firma non devono contenere testi offensivi o provocatori, non è inoltre possibile utilizzare come nickname un nome attribuibile a una professione medica se non si è un professionista collaboratore della redazione di Sanihelp.it (es: psicologo, dottore, urologo).
Se si desidera cambiare il nickname è possibile farlo inviando un messaggio privato all'amministrazione (Evoh).

La frase è modificabile autonomamente dal pannello di controllo personale.
Nel caso in cui venga inserito un contenuto non idoneo i moderatori provvederanno ad avvisare l'utente con un messaggio personale.
Se dopo la richiesta di modifica la frase resta invariata, i moderatori sono autorizzati a cancellarla.
Se si dovessero inserire nuovamente contenuti offensivi nella frase, verrà assegnato un ban di almeno 3 giorni.


LEGGI DELLO STATO E INTERNET

Per non incorrere in spiacevoli conseguenze, ricordiamo agli utenti che su questo forum vigono tutte le leggi dello Stato italiano.
Ogni utente è responsabile dei contenuti che pubblica e tutti, utenti, moderatori e amministratori, possono rivolgersi alla Polizia per far rispettare la legge o per tutelarsi.
Tafferugli verbali, consigli e provocazioni non sono considerati reati, i reati sono cose ben più gravi che la coscienza di ciascuno riesce facilmente a identificare.
Vi ricordiamo inoltre che, come cita la locuzione latina: Verba volant, scripta manent.


REGOLE GENERALI

1. Non è permesso pubblicare:
- indirizzi email
- numeri telefonici
- il contenuto di email private e messaggi privati (MP) anche se si è in possesso dell'autorizzazione del mittente
- pubblicare messaggi pubblicitari o link

2. I moderatori hanno il compito di animare e moderare le discussioni e di controllare che nessuno violi il regolamento del forum.
I moderatori potranno ammonire, avvertire, bannare gli utenti che non rispetteranno il regolamento ed editare, spostare, chiudere e cancellare una discussione o un post.

3. Chiunque abbia un comportamento in contrasto con il regolamento del forum potrà veder cancellati i propri interventi ed essere bannato da esso, fino all'esclusione permanente nei casi più gravi. L'esclusione permanente è da intendersi estesa anche a eventuali alias.

4. Gli argomenti dei post inseriti in una discussione devono essere inerenti al tema deciso dall'autore delle discussione. I moderatori possono cancellare o spostare in un altro forum gli interventi che saranno giudicati fuori tema (OT).

5. Un utente che si ritenga ingiustamente sanzionato ha facoltà di chiedere chiarimenti via messaggio privato o email. Nel caso questo non avvenga e vengano creati post e discussioni polemiche, saranno cancellate.

6. Il moderatore NON cancella o corregge discussioni o post su richiesta.

7. Saranno bannati gli utenti promotori di pedofilia e violenza e chiunque faccia apologia di reato. Varrà bannato inoltre chi diffonde dati e informazioni strettamente personali di un'altro utente senza il suo consenso.

8. Sono da escludere gli avatar che rientrino nelle limitazioni del regolamento e con esplicite immagini pornografiche o di anatomia intima.

9. L'autore del post è pienamente responsabile per i contenuti riportati: diffamazioni o violazioni di copyright.

10. Non è possibile per gli utenti effettuare pubblicità all’interno del forum. I post contenenti messaggi pubblicitari verranno cancellati e segnalati come Spam.

11. L'autore di ogni post ha la possibilità di editarlo entro 10 minuti dall'invio. Verificate attentamente i vostri messaggi; passato il termine non sono più modificabili, questo al fine di garantire una coerenza con lo sviluppo degli argomenti.

12. Prima di aprire una discussione in un forum è bene assicurarsi che l'argomento non sia trattato in altre discussioni attualmente attive. Nel caso siano aperte discussioni doppie i moderatori possono decidere di chiuderle e indirizzare gli utenti a quelle già esistenti.

13. Il forum non è una chat, quindi gli utenti non devono intraprendere lunghi botta e risposta con un altro utente, soprattutto se si tratta di questioni personali. Per le conversazioni private devono essere usati i mp o, nel caso di chiacchiere di gruppo, l’apposita sezione “4 chiacchiere”.


COME SCRIVERE SUL FORUM

Il titolo
Il titolo della discussione contiene il tema del messaggio. Deve essere sintetico ma non generico e soprattutto deve essere scritto in italiano corretto, senza abbreviazioni, lettere ripetute o maiuscole dove non necessarie.
Sono da evitare titoli come “Richiesta d’aiuto” o “Problema”.

esempio Titolo:
Cerco ortopedico - piede rotto (giusto)
AAAAAAAAAAAAIIIIIIII IIIUUUUUUUUUUUTTo! (sbagliato)

L'autore del primo post della discussione da l'indirizzo tematico della discussione.
Più il titolo sarà pertinente più la discussione sarà letta da tutti gli utenti del forum.
I moderatori potranno a loro discrezione modificare i titoli ritenuti non idonei.

Il contenuto delle discussioni
Aprire una nuova discussione significa voler condividere con gli altri utenti un problema di salute, chiedere un consiglio o confrontarsi su di un'idea o un'argomento.
Se un utente apre un thread solo per propagandare un'idea, sarà invitato al confronto. Se dopo un primo invito il post non sarà aperto anche alle opinioni degli altri utenti, i moderatori chiuderanno la discussione.

Il contenuto dei post

Gli utenti sono invitati a non scrivere in maiuscolo dove non necessario, poiché il maiuscolo indica che si sta urlando.
All'interno dei messaggi possono essere inserite le Emoticons. Il loro impiego nei topic è affidato al buon senso degli utenti, è consigliabile tuttavia non eccedere nel loro utilizzo.
Il linguaggio all'interno dei post deve essere cortese e rispettoso delle diverse opinioni degli altri utenti.
Nel caso in cui un post contenga linguaggio non adatto alla sezione in cui è contenuto o abbia un contenuto volutamente provocatorio, (atto a far degenerare la discussione o far arrabbiare un utente) i moderatori provvederanno a modificarlo e avvertire l'utente.
Nel caso in cui l'utente persista nel mantenere un linguaggio offensivo o aggressivo dopo il primo avvertimento, riceverà un ban di almeno 3 giorni. Se questo comportamento continuasse anche allo scadere del ban, i moderatori decideranno se bannare nuovamente l'utente in maniera definitiva.
Chi schernisce pubblicamente gli utenti che chiedono aiuto o mette in dubbio la realtà dell'utente e/o della situazione descritta riceverà un'infrazione e in caso avvenga nuovamente un ban fino a 2 giorni.

Citazioni e aforismi
Se si riportano stralci di libri o articoli, citazioni o aforismi all'interno delle discussioni è sempre bene riportare l'autore.
Non è possibile aprire discussioni contenenti esclusivamente citazioni e aforismi, salvo previa autorizzazione via messaggio privato della moderazione.

Sondaggi

Gli utenti dovrebbero evitare di realizzare discussioni di sondaggio: per realizzare un sondaggio chiedere al moderatore della sezione di aprire un thread apposito. Quando si crea un sondaggio è bene motivare chiaramente i quesiti, in modo che non possano essere scambiate per pure provocazioni o scherzi.

Funzione Quote
Quotare un messaggio significa citarlo riportandone una parte. Quotare implica ripetere cose che probabilmente gli altri utenti hanno già letto, va fatto solo quando strettamente necessario. Non è necessario quotare interamente il post precedente al proprio se si intende commentarne solo una frase: è bene mantenere la frase in questione e cancellare il resto.

Come aprire una nuova sezione (forum o sub forum)
Per aprire una nuova sezione o un nuovo forum si deve proporre l'argomento all'amministratore e impegnarsi per farlo crescere.
Per proporre una sezione o un forum è necessario che ci siano almeno due utenti interessati e disposti ad animare e moderare la sezione.
Vedi: Come diventare moderatore?


I MODERATORI e L'AUTO-MODERAZIONE

La base su cui si fonda questo forum è l'auto-moderazione, ogni utente è quindi tenuto a rispettare e fare rispettare il regolamento del forum.
I moderatori sono solo un aiuto in più in caso di bisogno.

Come ci comporta con le violazione ai principi di questo forum e del regolamento?
1. si abbandona la discussione evitando di intervenire.
2. si segnala l'abuso con l'apposito strumento (triangolo con punto esclamativo)
3. la segnalazione appare nella sezione dedicata (visibile pubblicamente)
4. i moderatori leggono la segnalazione, rispondono spiegando come intendono agire e si comportano di conseguenza
5. una volta che il moderatore ha risposto non è possibile ribattere se non tramite messaggio privato.

Nel caso vi sia un utente particolarmente molesto, è possibile non visualizzare i suoi post inserendolo tra i propri utenti indesiderati.

In caso si voglia chiarire una particolare situazione con un utente o un moderatore si comunica con l’interessato tramite messaggio privato, NON attraverso discussioni pubbliche.

In caso di infrazioni al regolamento da parte dei moderatori, è possibile sollevare il problema con il moderatore stesso via messaggio privato. In caso non si giunga a una conclusione civile e si ritenga necessario segnalare il problema, è possibile contattare l'amministratore. (Evoh)
NON è possibile discutere pubblicamente delle dinamiche di moderazione del forum. Le discussioni pubbliche verranno eliminate.

ATTENZIONE:
1 - Lo strumento segnalazioni serve a porre in evidenza gravi infrazioni al regolamento
2 - Un messaggio OT non è considerabile una grave infrazione
3 - Non è concesso utilizzare le segnalazioni per provocare altri utenti, innescare polemiche o flames e infastidire intenzionalmente la moderazione.
4 - Le risposte non sono sindacabili pubblicamente. Se non si è d'accordo è possibile comunicare via mp con il moderatore che ha risposto alla segnalazione. Segnalazioni di segnalazioni o di ammonimenti non riceveranno risposta e saranno cancellate.

Non è possibile segnalare i MP. In caso di gravi attacchi personali effettuati tramite messaggio privato gli utenti possono scrivere direttamente all'amministratore del forum.

Chiunque utilizzi impropriamente lo strumento di segnalazione (come da punto 3) riceverà un primo avvertimento e, nel caso in cui dovesse continuare, potrà ricevere un ban della durata massima di 3 giorni.

Come diventare moderatore?
Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

Il compito dei moderatori è:
- animare le discussioni
- facilitare lo scambio di opinioni tutelando la pluralità dei punti di vista
- accogliere i nuovi arrivati
- far rispettare il regolamento

I moderatori:
- rispettano il regolamento (che vale per i moderatori esattamente come per gli utenti)
- sono liberi di esprimersi nei forum seguendo le stesse linee guida degli utenti (post cordiali, non aggressivi, no flames, no attacchi personali, non mettono in dubbio identità o realtà di un utente, ecc)
- NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum (solo gli utenti possono segnalare)
- possono moderare solo le sezioni loro assegnate



PRINCIPI E LINEE GUIDA DEL MODERATORE

Il caposaldo del regolamento è l'auto-moderazione.
L'intervento dei moderatori deve essere quindi, in ordine di priorità:

- Animare: aprire discussioni, accogliere i nuovi, facilitare lo scambio di opinioni (consentendo a tutti di esprimersi) e aiutare gli utenti a districarsi fra le regole del forum e gli strumenti (fratello maggiore)
- Mantenere la rotta: il moderatore deve far si che le discussioni siano sempre on topic, è lecito chiuderle se si esce fuori tema.
- Moderare: (... e far moderare) i toni
- Mantenere la forma: è importante come si scrive, come si fa un titolo, come si imposta una domanda.

I moderatori di sezione lavorano in squadra e tutte le decisioni devono essere condivise, tutte le discussioni tecniche o inerenti la moderazioni devono avvenire via MP o nella sezione del forum privata e dedicata esclusivamente ai moderatori. Il moderatore non deve mai discuterne pubblicamente.

Il moderatore deve animare e pacificare, quindi non deve essere MAI causare volontariamente problemi e dissidi con gli altri moderatori.
Nel caso in cui un moderatore attacchi pubblicamente un altro moderatore per il suo operato, sarà sospeso per una settimana.
Nel caso in cui un moderatore violi il regolamento e/o agisca contro l'interesse del forum e della moderazione, gli altri moderatori possono segnalarlo nel forum moderatori.
Alla terza segnalazione l'amministrazione risponderà entro 5 giorni alla segnalazione e potrà agire con un richiamo formale, con un ban o con la rimozione dall'incarico.

I moderatori dato l'importante ruolo che ricoprono per la comunità del forum devono essere:
- tolleranti
- disponibili
- leali
- imparziali
- punto di riferimento per gli utenti
- da esempio

Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

I moderatori devono rispettare il regolamento e sono liberi di esprimersi nei forum, ma NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum e devono moderare solo le sezioni loro assegnate.
Solo gli utenti possono segnalare, se un moderatore riscontra violazioni nella sezione di sua competenza non segnala ma agisce.
In caso un moderatore noti situazioni particolari in una sezione di un altro moderatore, deve limitarsi a segnalarla tramite messaggio privato.

Se un moderatore dovesse mancare dal forum per più di un mese senza aver comunicato la sua assenza in precedenza, verrà rimosso dal suo incarico.

Regolamento segnalazioni e ban
La sezione dove saranno postate le segnalazioni sarà leggibile a tutti.
Solo i moderatori potranno scrivere in risposta alla segnalazioni
Alla segnalazione di un utente risponde il moderatore della sezione interessato scrivendo come intende agire e motivando proprie decisioni. (può anche decidere di non fare nulla, ma va scritto!)
Nel caso si decidesse di bannare l'utente, verrà scritto direttamente in risposta alla segnalazione e sarà visibile a tutti.
Non saranno poi concesse repliche in risposta al moderatore. Se ci saranno domande/dubbi/problemi andranno gestiti tramite i mp.

Nel caso che la decisione di bannare l’utente derivi non da una segnalazione ma da un ragionamento fatto con altri moderatori, il moderatore deve notificare il ban con un post nel forum moderatori.
Quando si banna un utente è OBBLIGATORIO segnalare la motivazione.



CANCELLAZIONE
Se si desidera cancellare la propria utenza dal forum, è sufficiente inviare un messaggio privato all'amministratore del forum (attualmente Evoh) E una a mail a [email protected] utilizzando la mail d'iscrizione al forum e indicando il proprio nick e la volontà di essere cancellati.
Visualizza altro
Visualizza di meno

Candida Albicans (terza parte)

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Sono senz'altro d'accordo anch'io sul fatto che sia giusto informarsi per poter gestire meglio la nostra salute e la nostra vita, ma senza lasciarci terrorizzare da chi vuole imporci "soluzioni incondizionate". Dobbiamo far valere il nostro diritto di capire e di poter scegliere!
    sito sanihelp

    Commenta


    • #17
      Originariamente inviato da janas Visualizza il messaggio
      ciao anna
      oggi sono un pò depressa ho paura che non riuscirò più a liberarmi di questa candida che ogni mese seppure in forma leggera mi fa compagnia nelle mie giornate!
      Da una settimana ho iniziato la dieta ferrea niente pane zuccheri e caffe!insomma tutto quello che si può fare sto cercando di farlo! Speriamo bene!
      Gazie per questo forum mi fa sentire meno sola col mio problema!
      Ciao cara janas, ma non ci hai ancora raccontato niente della tua storia… non vorresti farlo? Magari qualche consiglio più personalizzato, tra tutti noi, potremmo anche dartelo, non si sa mai
      sito sanihelp

      Commenta


      • #18
        PANORAMICA RIASSUNTIVA e SCHEMATICA sui FUNGHI

        Riporto di nuovo questo brano che avevo già messo ultimamente nella terza parte...


        Micologia medica ( i miceti)

        I miceti sono fra i microorganismi piu' largamente diffusi sul nostro pianeta. La sopravvivenza delle specie patogene dipende da un numero di differenti meccanismi che li proteggono dalla difesa messa in atto dalla risposta immunitaria dell'uomo.

        (del dott. Giancarlo Albanese, dermatologo, Osp. S.Gerardo di Monza)

        La Micologia medica e' una disciplina che si occupa dello studio dei funghi che possono parassitare l'uomo o gli animali e delle malattie che ne sono la conseguenza.
        A lungo considerati come membri primitivi del regno vegetale, attualmente i funghi vengono inquadrati come un gruppo distinto.

        Un fungo e' un organismo privo di clorofilla, che necessita per la sua sopravvivenza di materiale organico e che percio' vive allo stato di saprofita o di parassita.
        Sono note piu' di 45.000 specie di funghi, talune acquatiche (dolce o salata) ma soprattutto terrestri: solo 100 sono responsabili di micosi.

        Sono soprattutto saprofiti e in natura restituiscono al terreno le sostanze nutritizie sottratte dai vegetali superiori.
        A seconda delle loro specializzazioni esistono varie associazioni con la specie umana, sia vantaggiose che disastrose per l'uomo.

        segue
        Ultima modifica di anna1401; 08/06/2020, 22:42.
        sito sanihelp

        Commenta


        • #19
          continua...

          Fra i vantaggi va ricordata la capacita' di trasformare gli zuccheri in alcool e anidride carbonica ( panificazione, produzione della birra ecc.), nonche' la capacita' di produrre antibiotici.
          Per quanto riguarda i danni, si stima che in agricoltura il 40% della produzione mondiale venga persa per colpa dei funghi.
          Le micotossine prodotte dai funghi possono danneggiare sia attraverso allergie che per aggressione diretta.

          Per ultimo le micosi, infezioni di sicuro meno rilevanti rispetto alle forme sostenute da batteri e virus; va ricordato pero' che e' in netto aumento la loro importanza come opportunisti, in relazione alle situazioni di immunosoppressione (HIV, tumori, trapianti e terapie immunosoppressive varie).

          In dermatologia le micosi superficiali hanno una notevole incidenza e le micosi profonde hanno di solito una espressivita' cutanea. Per quanto concerne le micosi superficiali, come detto piu' frequenti nella pratica quotidiana, possono essere causate da Lieviti e da Dermatofiti
          Ultima modifica di anna1401; 25/05/2008, 00:05.
          sito sanihelp

          Commenta


          • #20
            continua...

            LIEVITI

            I piu' importanti in patologia dermatologica sono la Candida e il Pityrosporum, agenti eziologici rispettivamente delle Candidasi e delle Pityrosporosi.

            a) CANDIDASI.
            E' un'infezione causata da un lievito, la Candida albicans o occasionalmente da altre specie di candida (brumptii, guillermondii, parapsilosis, pseudotropicalis, zeylanoides, stellatoidea).

            Le infezioni cutaneo- mucose sono numericamente le piu' importanti anche se si possono avere forme piu' grave per compromissione di organi profondi (setticemie, endocarditi, meningiti ecc.).

            La Candida non si trova usualmente al di fuori degli esseri viventi ed e' presente come commensale in numerosi "serbatoi naturali".
            L'alterazione degli equilibri che regolano la sua presenza, ne permettono il suo passaggio allo stato di parassita.

            I fattori che possono influenzare il passaggio da saprofita a parassita sono:

            - fattori "ecologici" (alterazione della flora competitrice, specialmente (batterica),
            - dell'ospite (scarsa igiene, eta'),
            - locali (integrita' muco-cutanea),
            - endocrini (diabete, Cushing, Addison, ipotiroidismo, ipoparatiroidismo),
            - immunologici (alterazione della risposta umorale e cellulo-mediata).

            Il "serbatoio intestinale" e' sicuramente il piu' rilevante, sia nell'uomo che in altri mammiferi e negli uccelli.
            Ultima modifica di anna1401; 25/05/2008, 00:05.
            sito sanihelp

            Commenta


            • #21
              continua...

              Nell'uomo la presenza e' frequente ma non costante; si stima infatti che il 70% degli adulti subisca la colonizzazione della candida, gia' al momento del parto o nella prima infanzia.

              Il "serbatoio vaginale" ospita usualmente sia la Candida albicans che la torulopsis, in assenza di segni clinici nel 15% delle donne. La percentuale di donne colonizzate sale al 25% in gravidanza e in corso di terapia contraccettiva, sia orale che con dispositivi intrauterini.

              Il "serbatoio cutaneo" si localizza pressoche' esclusivamente in prossimita' degli orifizi naturali e delle dita.

              Nelle pieghe cutanee la candida puo' colonizzare solo in alcuni individui, in certi climi e a seconda dell'eta' (infanzia, senilita').

              I quadri clinici principali sono localizzati al cavo orale (Glossite e Stomatite), ai genitali (Balanoposite e Vulvovaginite), alle pieghe (Intertrigine) e alle strutture ungueali (Perionissi).
              Ultima modifica di anna1401; 25/05/2008, 00:06.
              sito sanihelp

              Commenta


              • #22
                continua...

                1. Glossite e Stomatite.

                L'interessamento del cavo orale puo' limitarsi alla sola lingua (FIG.1), ma piu' spesso si esprime globalmente a tutta la mucosa e coinvolge anche le commissure labiali .
                La lingua presenta allungamento delle papille e appare ricoperta da un induito biancastro facilmente rimovibile.

                Piccole chiazze bianche poco adese possono essere presenti "a spruzzo" in vari punti della mucosa orale, accompagnandosi alla sensazione di bocca urente e di ruvudita' della lingua.
                Questo quadro clinico, oltre alle generiche condizioni predisponenti generali gia' citate, e' spesso correlato ed e' indice importante nell'infezione da virus HIV
                Ultima modifica di anna1401; 25/05/2008, 00:06.
                sito sanihelp

                Commenta


                • #23
                  continua...

                  2. Balanopostite e Vulvovaginite.

                  Piu' frequente e' la localizzazione ai genitali femminili, con decorso caratterizzato da riaccensioni ricorrenti di eritema della mucosa vaginale con lesioni bianchiastre a "spruzzo" e interessamento anche dei genitali esterni, arrossati ed edematosi.

                  La presenza di abbondanti secrezioni bianchiastre e di prurito e' pero' l'espressione clinica piu' comune e fastidiosa.
                  Le terapie antibiotiche protratte o contraccettive orali, la gravidanza e lo stress sono le situazioni piu' frequentemente correlate con questi quadri clinici.

                  La Balanopostite e' sicuramente meno frequente e' puo' decorrere con segni infiammatori limitati e rapporti con partners sofferenti di candidiasi vaginale.
                  Espressioni cliniche piu' importanti e fugaci in corso di infezioni correlate apersistenti si correlano perlopiu' al Diabete mellito mal compensato.
                  Ultima modifica di anna1401; 25/05/2008, 00:06.
                  sito sanihelp

                  Commenta


                  • #24
                    continua...

                    3. Intertrigine.

                    Coinvolge soprattutto le pieghe chiuse dagli indumenti, specialmente se sfavorenti la traspirazione , ma anche gli spazi interdigitali della mano in persone che di frequente hanno queste zone piu' umide o tendenti alla macerazione (guanti di gomma, iperidrosi).
                    Il quadro clinico si esprime con arrossamento, macerazione, fissurazione e prurito.


                    4. Perionissi.

                    La piega periungueale e' sede usuale della Candida che in caso diumidita' persistente (guanti di gomma, attivita' manuali "umide") si virulenta e determina arrossamento, tumefazione, dolore e successiva crescita disturbata dell'unghia, che risulta distrofica e alterata nella sua colorazione.
                    Ultima modifica di anna1401; 25/05/2008, 00:06.
                    sito sanihelp

                    Commenta


                    • #25
                      b) PITYROSPOROSI.

                      Sono dei quadri clinici causati da un livello lipofilo, il Pityrosporum, componente della normale flora cutanea, sia umana che animale.
                      La sua presenza puo' essere stimata nell'ordine del 90% della popolazione normale, con localizzazioni alle aree seborroiche e in particolare al capo, nuca, collo, spalle, tronco.

                      E' piu' frequente nella razza bianca, nei maschi specie fra i 20 e i 30 anni. La sua possibilita' di trasformarsi in patogeno e' legata all'influsso di fattori locali o generali, esogeni (clima caldo umido, cosmetici particolarmente grassi) o endogeni (ereditarieta' razza, seborrea, iperidrosi, gravidanza).

                      La principale malattia dermatologica di questo gruppo e' sicuramente la Pityriasis versicolor. Questa malattia ha decorso cronico, con periodica comparsa di recidive.

                      E' caratterizzata da chiazze discromiche (ipocromiche o ipercromiche) finemente desquamanti, asintomatiche, localizzate perlopiu' al tronco nelle aree piu' ricche di ghiandole sebacee e sudoripare.

                      Il tipo di lesione e la sede sono legate all'interferenza con la sintesi della melanina (dopatirosinasi) e all'azione filtrante gli ultravioletti da parte delle colonie fungine, nonche' al bisogno del Pityrosporum di acidi grassi per la sua crescita (specie saturi e insaturi con catene c12-c24).

                      Questa malattia, contrariamente a quanto ritenuto in passato, non viene contratta e non viene trasmessa ma e' legata a motivazioni "proprie" alla pelle del paziente e percio' ha i presupposti per ricorrere in maniera sistematica negli anni.
                      Ultima modifica di anna1401; 20/05/2018, 18:18.
                      sito sanihelp

                      Commenta


                      • #26
                        continua...

                        DERMATOFITI

                        I Dermatofiti sono finghi che avendo come substrato alimentare la cheratina, sono dotati di potenzialita' patogena per l'uomo e sono responsabili di quel quadro clinico definito Dermatofitosi o Tinea.

                        Tre sono le specie principali che causano tali malattie e cioe':
                        Microsporum, Trichophyton ed Epidermophyton.

                        In relazione al loro habitat usuale vengono distinti in
                        Antropofili (prevalentemente localizzati sulla cute umana),
                        Zoofili (prevalentemente negli animali) o
                        Geofili (isolati usualmente dal terreno).

                        I Dermatofiti invadono solo il materiale cheratizzato (strato corneo dell'epidermide, peli e unghie) inattivo, sono cheratinolitici (dovendo nutrirsi di cheratina sono dotati di attivita' enzimatiche mirate al suo sfaldamento), non colonizzano le strutture profonde e approfittano di situazioni locali che alterano l'integrita' delle barriere cutanee naturali.

                        I quadri clinici principali di ordine di frequenza sono la Tinea pedis, la Tinea corporis, la Tinea unguium, la Tinea cruris, la Tinea capitis.
                        Ultima modifica di anna1401; 25/05/2008, 00:11.
                        sito sanihelp

                        Commenta


                        • #27
                          continua...

                          1. Tinea pedis

                          e' correlata soprattutto a ceppi antropofili (specialmente Trichophyton rubrum) e percio' ad un contagio interumano. E' nota anche come "piede d'atleta" perche' viene contratta camminando a piedi scalzi ove la stessa cosa possono averla fatta altri e percio' di frequente, ma non esclusivamente, in piscine o spogliatoi specie di impianti sportivi.

                          L'uso di calzature di gomma e l'iperidrosi costituiscono poi un elemento favorente l'attecchimento e che spesso influenza le periodiche fasi di riaccensione e miglioramento.

                          L'aspetto piu' comune e' caratterizzato dalla presenza di spacchi con macerazione e desquamazione, specie all'ultimo spazio interdigitale (quello meno "ventilato"), con prurito intenso nelle fasi di maggiore umidita' del piede.

                          La lieve e temporanea presenza di segni clinici spesso porta il paziente a minimizzare questa patologia, rinviando la sua definizione finche' non compaiano localizzazioni ulteriori piu' vistose o fastidiose (unghie, inguine ecc.).

                          Primo gradino di questa estensione e' il coinvolgimento della pianta del piede, con la periodica comparsa di eruzioni vescicolose e bollose ad evoluzione desquamativa.
                          Ultima modifica di anna1401; 25/05/2008, 00:11.
                          sito sanihelp

                          Commenta


                          • #28
                            continua...

                            2. Tinea corporis.

                            Puo' essere dovuta a specie antropofile, ma nelle nostre casistiche e' correlata soprattutto all'infezione da Microsporum canis, agente eziologico delle dermatofitosi nei gatti e nei cani.

                            Questa patologia e' percio' in relazione ai contatti con gatti ammalati, specie se randagi, ma anche domestici.

                            Colpisce soprattutto i bambini, insorge con tendenza quasi epidemica specie nel periodo estivo ed e' caratterizzata da un'elevata contagiosita'. La lesione tipica e' un anello eritemato-desquamativo asintomatico, a partenza da una papula analoga ad una puntura d'insetto, a lenta estensione centrifuga e tendenza alla risoluzione centrale.
                            Ultima modifica di anna1401; 25/05/2008, 00:12.
                            sito sanihelp

                            Commenta


                            • #29
                              continua...

                              3. Tinea unguium.

                              Si associa pressoche' sistematicamente alla Tinea pedis, della quale rappresenta negli anni una frequente conseguenza. Condizione predisponente importante sono le alterazioni distrofiche preesistenti di tipo microtraumatico della lamina ungueale e forse percio' la localizzazione piu' comune e' l'alluce.

                              Questi quadri clinici, del tutto asintomatici, sono caratterizzati dal lento presentarsi a partire specialmente dal bordo libero di: alterazioni cromatiche giallo-brunastre o piu' raramente bianche, ispessimento o distacco della lamina ungueale e talvolta disgregazione completa dell'unghia da parte degli enzimi prodotti dai funghi, che attaccano la cheratina per nutrirsene .

                              4. Tinea cruris.

                              Anche la localizzazione alle pieghe inguinali e' pressoche' inevitabilmente correlata all'autoinoculazione a partire da una Tinea pedis misconosciuta o trascurata, sempre da ricercare al momento dell'esame clinico per evitare la possibilita' di recidive.

                              E' un quadro altamente pruriginoso, caratterizzato dalla comparsa di lesioni eritemato-desquamative, a lenta estensione centrifuga, a limiti netti e bordi serpiginosi, a partenza dalle pieghe inguinali e che si propaga perlopiu' verso la radice degli arti inferiori .
                              Ultima modifica di anna1401; 25/05/2008, 00:12.
                              sito sanihelp

                              Commenta


                              • #30
                                continua...

                                5. Tinea capitis.

                                In questo caso si torna a parlare di specie zoofile, in quanto l'agente eziologico piu' comune e' il Microsporum canis; sono valide percio' tutte le conseguenti considerazioni relative all'epidemiologia e alla sua modalita' di diffusione gia' segnalate in precedenza.

                                Il quadro clinico si caratterizza con la caduta dei capelli parassitati e con la comparsa percio' di chiazze alopeciche rotondeggianti , a lenta estensione centrifuga, ricoperte da desquamazione lamellare, talvolta infiammate.

                                La costante caduta di capelli parassitati rende i pazienti affetti dalla malattia altamente contagiosi; ne conseguono percio' spesso piccole epidemie nell'ambito delle comunita' frequentate dai pazienti.


                                Questa rapida rassegna ha voluto solo fornire una panoramica inevitabilmente sintetica e schematica di quanto i funghi possano provocare in ambito dermatologico.
                                sito sanihelp

                                Commenta

                                Sto operando...
                                X
                                gtag('config', 'UA-35946721-1');