annuncio

Comprimi

Regolamento

I PRINCIPI

Il forum di Sanihelp.it è un punto di incontro e confronto, un forum libero, privo di ogni censura preventiva. Questo forum è una comunità di aiuto e supporto reciproco in cui ognuno contribuisce cercando di essere d'aiuto e portando il proprio punto di vista riguardo i diversi temi trattati.

Nel forum ciascuno è libero di esprimere la sua opinione, mantenendo però un atteggiamento di educato rispetto nei confronti delle idee diverse. Il forum è uno spazio civile e gradevole: gli utenti non devono essere intolleranti e aggressivi, ma propositivi e disponibili, moderando il proprio linguaggio e consentendo così di ridurre al minimo l'attività di moderazione.

Lo staff di Sanihelp.it si riserva il diritto di eliminare l'iscrizione al forum, di cancellare discussioni e messaggi senza alcun preavviso.


GLI UTENTI
Gli utenti sono suddivisi in quattro categorie.

- Amministratore:
gestisce il forum in tutte le sue parti, appartiene allo staff di sanihelp.it
- Moderatore:
è un utente che ha il compito di agevolare la vita all'interno del forum, è un punto di riferimento e un valido aiuto per tutti gli utenti.
- Sani All:
gli utenti del forum.
- Utenti Bannati:
un utente bannato può accedere al forum ma non parteciparvi. Si è bannati se non si rispetta il regolamento, il ban può essere imposto per un periodo di tempo limitato o per sempre. Nei casi più gravi può essere bannato anche l'indirizzo IP.

Utenti e reputazione
Ogni 365 giorni di permanenza sul forum si guadagnano 10 punti.
Ogni 10.000 messaggi e 1.000 punti reputazione si guadagna un punto di potenza nell'assegnazione della reputazione ad altri utenti.
Un utente per poter assegnare reputazione deve avere almeno 15 punti e aver scritto 30 messaggi.
In 24 ore si possono assegnare solo 20 punti.
Prima di poter assegnare la reputazione allo stesso utente è necessario assegnarla a 15 utenti differenti.
Reputazione e i commenti non sono anonimi

NICKNAME e FIRMA
Dato l'alto numero di utenti iscritti al forum, tutti i nomi più comuni sono già presenti.
Consigliamo di scegliere un nome particolare che contenga dei numeri e che non contenga trattini, simboli o caratteri speciali.
Per tutelare la privacy personale suggeriamo inoltre di non utilizzare nome e cognome completi all'interno del nickname.

Il nickname e la firma non devono contenere testi offensivi o provocatori, non è inoltre possibile utilizzare come nickname un nome attribuibile a una professione medica se non si è un professionista collaboratore della redazione di Sanihelp.it (es: psicologo, dottore, urologo).
Se si desidera cambiare il nickname è possibile farlo inviando un messaggio privato all'amministrazione (Evoh).

La frase è modificabile autonomamente dal pannello di controllo personale.
Nel caso in cui venga inserito un contenuto non idoneo i moderatori provvederanno ad avvisare l'utente con un messaggio personale.
Se dopo la richiesta di modifica la frase resta invariata, i moderatori sono autorizzati a cancellarla.
Se si dovessero inserire nuovamente contenuti offensivi nella frase, verrà assegnato un ban di almeno 3 giorni.


LEGGI DELLO STATO E INTERNET

Per non incorrere in spiacevoli conseguenze, ricordiamo agli utenti che su questo forum vigono tutte le leggi dello Stato italiano.
Ogni utente è responsabile dei contenuti che pubblica e tutti, utenti, moderatori e amministratori, possono rivolgersi alla Polizia per far rispettare la legge o per tutelarsi.
Tafferugli verbali, consigli e provocazioni non sono considerati reati, i reati sono cose ben più gravi che la coscienza di ciascuno riesce facilmente a identificare.
Vi ricordiamo inoltre che, come cita la locuzione latina: Verba volant, scripta manent.


REGOLE GENERALI

1. Non è permesso pubblicare:
- indirizzi email
- numeri telefonici
- il contenuto di email private e messaggi privati (MP) anche se si è in possesso dell'autorizzazione del mittente
- pubblicare messaggi pubblicitari o link

2. I moderatori hanno il compito di animare e moderare le discussioni e di controllare che nessuno violi il regolamento del forum.
I moderatori potranno ammonire, avvertire, bannare gli utenti che non rispetteranno il regolamento ed editare, spostare, chiudere e cancellare una discussione o un post.

3. Chiunque abbia un comportamento in contrasto con il regolamento del forum potrà veder cancellati i propri interventi ed essere bannato da esso, fino all'esclusione permanente nei casi più gravi. L'esclusione permanente è da intendersi estesa anche a eventuali alias.

4. Gli argomenti dei post inseriti in una discussione devono essere inerenti al tema deciso dall'autore delle discussione. I moderatori possono cancellare o spostare in un altro forum gli interventi che saranno giudicati fuori tema (OT).

5. Un utente che si ritenga ingiustamente sanzionato ha facoltà di chiedere chiarimenti via messaggio privato o email. Nel caso questo non avvenga e vengano creati post e discussioni polemiche, saranno cancellate.

6. Il moderatore NON cancella o corregge discussioni o post su richiesta.

7. Saranno bannati gli utenti promotori di pedofilia e violenza e chiunque faccia apologia di reato. Varrà bannato inoltre chi diffonde dati e informazioni strettamente personali di un'altro utente senza il suo consenso.

8. Sono da escludere gli avatar che rientrino nelle limitazioni del regolamento e con esplicite immagini pornografiche o di anatomia intima.

9. L'autore del post è pienamente responsabile per i contenuti riportati: diffamazioni o violazioni di copyright.

10. Non è possibile per gli utenti effettuare pubblicità all’interno del forum. I post contenenti messaggi pubblicitari verranno cancellati e segnalati come Spam.

11. L'autore di ogni post ha la possibilità di editarlo entro 10 minuti dall'invio. Verificate attentamente i vostri messaggi; passato il termine non sono più modificabili, questo al fine di garantire una coerenza con lo sviluppo degli argomenti.

12. Prima di aprire una discussione in un forum è bene assicurarsi che l'argomento non sia trattato in altre discussioni attualmente attive. Nel caso siano aperte discussioni doppie i moderatori possono decidere di chiuderle e indirizzare gli utenti a quelle già esistenti.

13. Il forum non è una chat, quindi gli utenti non devono intraprendere lunghi botta e risposta con un altro utente, soprattutto se si tratta di questioni personali. Per le conversazioni private devono essere usati i mp o, nel caso di chiacchiere di gruppo, l’apposita sezione “4 chiacchiere”.


COME SCRIVERE SUL FORUM

Il titolo
Il titolo della discussione contiene il tema del messaggio. Deve essere sintetico ma non generico e soprattutto deve essere scritto in italiano corretto, senza abbreviazioni, lettere ripetute o maiuscole dove non necessarie.
Sono da evitare titoli come “Richiesta d’aiuto” o “Problema”.

esempio Titolo:
Cerco ortopedico - piede rotto (giusto)
AAAAAAAAAAAAIIIIIIII IIIUUUUUUUUUUUTTo! (sbagliato)

L'autore del primo post della discussione da l'indirizzo tematico della discussione.
Più il titolo sarà pertinente più la discussione sarà letta da tutti gli utenti del forum.
I moderatori potranno a loro discrezione modificare i titoli ritenuti non idonei.

Il contenuto delle discussioni
Aprire una nuova discussione significa voler condividere con gli altri utenti un problema di salute, chiedere un consiglio o confrontarsi su di un'idea o un'argomento.
Se un utente apre un thread solo per propagandare un'idea, sarà invitato al confronto. Se dopo un primo invito il post non sarà aperto anche alle opinioni degli altri utenti, i moderatori chiuderanno la discussione.

Il contenuto dei post

Gli utenti sono invitati a non scrivere in maiuscolo dove non necessario, poiché il maiuscolo indica che si sta urlando.
All'interno dei messaggi possono essere inserite le Emoticons. Il loro impiego nei topic è affidato al buon senso degli utenti, è consigliabile tuttavia non eccedere nel loro utilizzo.
Il linguaggio all'interno dei post deve essere cortese e rispettoso delle diverse opinioni degli altri utenti.
Nel caso in cui un post contenga linguaggio non adatto alla sezione in cui è contenuto o abbia un contenuto volutamente provocatorio, (atto a far degenerare la discussione o far arrabbiare un utente) i moderatori provvederanno a modificarlo e avvertire l'utente.
Nel caso in cui l'utente persista nel mantenere un linguaggio offensivo o aggressivo dopo il primo avvertimento, riceverà un ban di almeno 3 giorni. Se questo comportamento continuasse anche allo scadere del ban, i moderatori decideranno se bannare nuovamente l'utente in maniera definitiva.
Chi schernisce pubblicamente gli utenti che chiedono aiuto o mette in dubbio la realtà dell'utente e/o della situazione descritta riceverà un'infrazione e in caso avvenga nuovamente un ban fino a 2 giorni.

Citazioni e aforismi
Se si riportano stralci di libri o articoli, citazioni o aforismi all'interno delle discussioni è sempre bene riportare l'autore.
Non è possibile aprire discussioni contenenti esclusivamente citazioni e aforismi, salvo previa autorizzazione via messaggio privato della moderazione.

Sondaggi

Gli utenti dovrebbero evitare di realizzare discussioni di sondaggio: per realizzare un sondaggio chiedere al moderatore della sezione di aprire un thread apposito. Quando si crea un sondaggio è bene motivare chiaramente i quesiti, in modo che non possano essere scambiate per pure provocazioni o scherzi.

Funzione Quote
Quotare un messaggio significa citarlo riportandone una parte. Quotare implica ripetere cose che probabilmente gli altri utenti hanno già letto, va fatto solo quando strettamente necessario. Non è necessario quotare interamente il post precedente al proprio se si intende commentarne solo una frase: è bene mantenere la frase in questione e cancellare il resto.

Come aprire una nuova sezione (forum o sub forum)
Per aprire una nuova sezione o un nuovo forum si deve proporre l'argomento all'amministratore e impegnarsi per farlo crescere.
Per proporre una sezione o un forum è necessario che ci siano almeno due utenti interessati e disposti ad animare e moderare la sezione.
Vedi: Come diventare moderatore?


I MODERATORI e L'AUTO-MODERAZIONE

La base su cui si fonda questo forum è l'auto-moderazione, ogni utente è quindi tenuto a rispettare e fare rispettare il regolamento del forum.
I moderatori sono solo un aiuto in più in caso di bisogno.

Come ci comporta con le violazione ai principi di questo forum e del regolamento?
1. si abbandona la discussione evitando di intervenire.
2. si segnala l'abuso con l'apposito strumento (triangolo con punto esclamativo)
3. la segnalazione appare nella sezione dedicata (visibile pubblicamente)
4. i moderatori leggono la segnalazione, rispondono spiegando come intendono agire e si comportano di conseguenza
5. una volta che il moderatore ha risposto non è possibile ribattere se non tramite messaggio privato.

Nel caso vi sia un utente particolarmente molesto, è possibile non visualizzare i suoi post inserendolo tra i propri utenti indesiderati.

In caso si voglia chiarire una particolare situazione con un utente o un moderatore si comunica con l’interessato tramite messaggio privato, NON attraverso discussioni pubbliche.

In caso di infrazioni al regolamento da parte dei moderatori, è possibile sollevare il problema con il moderatore stesso via messaggio privato. In caso non si giunga a una conclusione civile e si ritenga necessario segnalare il problema, è possibile contattare l'amministratore. (Evoh)
NON è possibile discutere pubblicamente delle dinamiche di moderazione del forum. Le discussioni pubbliche verranno eliminate.

ATTENZIONE:
1 - Lo strumento segnalazioni serve a porre in evidenza gravi infrazioni al regolamento
2 - Un messaggio OT non è considerabile una grave infrazione
3 - Non è concesso utilizzare le segnalazioni per provocare altri utenti, innescare polemiche o flames e infastidire intenzionalmente la moderazione.
4 - Le risposte non sono sindacabili pubblicamente. Se non si è d'accordo è possibile comunicare via mp con il moderatore che ha risposto alla segnalazione. Segnalazioni di segnalazioni o di ammonimenti non riceveranno risposta e saranno cancellate.

Non è possibile segnalare i MP. In caso di gravi attacchi personali effettuati tramite messaggio privato gli utenti possono scrivere direttamente all'amministratore del forum.

Chiunque utilizzi impropriamente lo strumento di segnalazione (come da punto 3) riceverà un primo avvertimento e, nel caso in cui dovesse continuare, potrà ricevere un ban della durata massima di 3 giorni.

Come diventare moderatore?
Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

Il compito dei moderatori è:
- animare le discussioni
- facilitare lo scambio di opinioni tutelando la pluralità dei punti di vista
- accogliere i nuovi arrivati
- far rispettare il regolamento

I moderatori:
- rispettano il regolamento (che vale per i moderatori esattamente come per gli utenti)
- sono liberi di esprimersi nei forum seguendo le stesse linee guida degli utenti (post cordiali, non aggressivi, no flames, no attacchi personali, non mettono in dubbio identità o realtà di un utente, ecc)
- NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum (solo gli utenti possono segnalare)
- possono moderare solo le sezioni loro assegnate



PRINCIPI E LINEE GUIDA DEL MODERATORE

Il caposaldo del regolamento è l'auto-moderazione.
L'intervento dei moderatori deve essere quindi, in ordine di priorità:

- Animare: aprire discussioni, accogliere i nuovi, facilitare lo scambio di opinioni (consentendo a tutti di esprimersi) e aiutare gli utenti a districarsi fra le regole del forum e gli strumenti (fratello maggiore)
- Mantenere la rotta: il moderatore deve far si che le discussioni siano sempre on topic, è lecito chiuderle se si esce fuori tema.
- Moderare: (... e far moderare) i toni
- Mantenere la forma: è importante come si scrive, come si fa un titolo, come si imposta una domanda.

I moderatori di sezione lavorano in squadra e tutte le decisioni devono essere condivise, tutte le discussioni tecniche o inerenti la moderazioni devono avvenire via MP o nella sezione del forum privata e dedicata esclusivamente ai moderatori. Il moderatore non deve mai discuterne pubblicamente.

Il moderatore deve animare e pacificare, quindi non deve essere MAI causare volontariamente problemi e dissidi con gli altri moderatori.
Nel caso in cui un moderatore attacchi pubblicamente un altro moderatore per il suo operato, sarà sospeso per una settimana.
Nel caso in cui un moderatore violi il regolamento e/o agisca contro l'interesse del forum e della moderazione, gli altri moderatori possono segnalarlo nel forum moderatori.
Alla terza segnalazione l'amministrazione risponderà entro 5 giorni alla segnalazione e potrà agire con un richiamo formale, con un ban o con la rimozione dall'incarico.

I moderatori dato l'importante ruolo che ricoprono per la comunità del forum devono essere:
- tolleranti
- disponibili
- leali
- imparziali
- punto di riferimento per gli utenti
- da esempio

Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

I moderatori devono rispettare il regolamento e sono liberi di esprimersi nei forum, ma NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum e devono moderare solo le sezioni loro assegnate.
Solo gli utenti possono segnalare, se un moderatore riscontra violazioni nella sezione di sua competenza non segnala ma agisce.
In caso un moderatore noti situazioni particolari in una sezione di un altro moderatore, deve limitarsi a segnalarla tramite messaggio privato.

Se un moderatore dovesse mancare dal forum per più di un mese senza aver comunicato la sua assenza in precedenza, verrà rimosso dal suo incarico.

Regolamento segnalazioni e ban
La sezione dove saranno postate le segnalazioni sarà leggibile a tutti.
Solo i moderatori potranno scrivere in risposta alla segnalazioni
Alla segnalazione di un utente risponde il moderatore della sezione interessato scrivendo come intende agire e motivando proprie decisioni. (può anche decidere di non fare nulla, ma va scritto!)
Nel caso si decidesse di bannare l'utente, verrà scritto direttamente in risposta alla segnalazione e sarà visibile a tutti.
Non saranno poi concesse repliche in risposta al moderatore. Se ci saranno domande/dubbi/problemi andranno gestiti tramite i mp.

Nel caso che la decisione di bannare l’utente derivi non da una segnalazione ma da un ragionamento fatto con altri moderatori, il moderatore deve notificare il ban con un post nel forum moderatori.
Quando si banna un utente è OBBLIGATORIO segnalare la motivazione.



CANCELLAZIONE
Se si desidera cancellare la propria utenza dal forum, è sufficiente inviare un messaggio privato all'amministratore del forum (attualmente Evoh) E una a mail a [email protected] utilizzando la mail d'iscrizione al forum e indicando il proprio nick e la volontà di essere cancellati.
Visualizza altro
Visualizza di meno

(indice e riepilogo) Candida - MALATTIE CORRELATE

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • (indice e riepilogo) Candida - MALATTIE CORRELATE

    Link in continuo aggiornamento ... :rules:

    Riepilogo di quanto è stato detto nella discussione "Candida Albicans"

    Abbiamo parlato di: Cistite, Vestibolite, Diabete, Prostatite, Balanopostite.
    Ureaplasma Urealiticum, Gardnerella vaginalis, Streptococco beta emolitico B, Escherichia coli, Chlamidia
    Ultima modifica di anna1401; 13/02/2014, 14:52.
    sito sanihelp

  • #2
    L'ambiente vaginale

    La vagina (descrizione)

    Canale elastico, lungo circa 10 cm, che va dalla vulva verso la pelvi, dirigendosi in alto e posteriormente. L'ingresso della vagina è solitamente chiuso dalla apposizione delle piccole labbra e potrebbe o meno essere parzialmente occluso dall'imene. Alla sua estremità superiore termina a fondo cieco come una volta nella quale protrude la parte vaginale della cervice; le aree intorno alla portio sono rappresentate dai fornici anteriore, posteriore e due laterali. La vagina ha una parete muscolare, avvolta da una guaina elastica ed è capace di una enorme dilatazione, rappresentando il tratto finale del canale del parto. Dopo il parto è presente una certa lassità dei suoi tessuti. Internamente è rivestita da un sottile epitelio stratificato che non ha funzioni secretive.

    Il fluido vaginale è formato dal secreto delle ghiandole cervicali e dalla trasudazione di fluido dall'epitelio vaginale; questo fluido è acido, in particolare quando sono attivi gli ormoni ovarici, e cioè dalla pubertà alla menopausa, fornendo così una certa protezione contro le infezioni ascendenti (Vaginiti, Vaginosi, Vaginismo).

    Il canale vaginale è rivestito da un epitelio che è sotto il controllo del ciclo ormonale femminile divenendo periodicamente idoneo al transito degli spermatozoi.
    sito sanihelp

    Commenta


    • #3
      La vagina è l'organo femminile dell'accoppiamento, un canale ”virtuale” che si distende durante i rapporti sessuali ed è situata tra la vulva e il collo dell'utero. Ha una lunghezza che nella donna adulta varia tra 7 e 12 cm, delimitata all'esterno dall'imene e in alto dalla cupola vaginale sulla quale si inserisce il collo dell'utero. All'interno è rivestita da una mucosa priva di ghiandole proprie ma che subisce ugualmente modificazioni durante le varie fasi del ciclo. Il liquido che si forma nel canale vaginale (chiamato fluor) è generato dalla trasudazione dei vasi che la circondano e in parte dalle ghiandole del canale cervicale.
      sito sanihelp

      Commenta


      • #4
        I genitali esterni femminili (descrizione)

        Sono composti dal monte di Venere (il tessuto che sovrasta il pube), le grandi e piccole labbra che racchiudono l'ingresso della vagina e il clitoride, tutti ben visibili dall'esterno. La fossetta navicolare è la parte racchiusa tra le labbra verso l'ano, invece anteriormente alla vagina sbuca l'uretra (il canale che porta l'urina all'esterno). Le ghiandole del Bartolini, che producono un liquido lubrificante molto utile durante i rapporti sessuali, sono nascoste sotto le grandi labbra e sbucano alla base delle piccole labbra. L'imene è una membrana mucosa che occlude parzialmente l'ingresso della vagina.

        Questa dettagliata descrizione è importante per una chiara comprensione dei fenomeni fisiologici che si svolgono a livello delle strutture menzionate e per capire meglio il significato dei termini impiegati per le singole patologie. Spesso, e non solo tra le donne, l'ambiente vaginale viene confuso con quello dei genitali esterni quando, ad esempio, si parla di flora saprofitica (rappresentata dai bacilli che normalmente risiedono in vagina) e di pH (grado di acidità) dei genitali.
        sito sanihelp

        Commenta


        • #5
          Il pH che cos’è?

          Per pH (Potenziale di Hidrogeno) si intende il valore acido o basico (alcalino) di una qualsiasi sostanza, ed è misurato da una scala che parte da 0 ed arriva a 14. Il 7 indica valore neutro.

          Partendo dal 7, man mano che ci si avvicinerà verso lo 0, la sostanza misurata diventerà sempre più acida. Partendo dal 7, man mano che ci si avvicinerà verso il 14, la sostanza misurata diventerà sempre più alcalina.

          Il pH vaginale in condizioni normali di una donna in età fertile, è compreso tra 3,5 - 4,5. (acido) Il ciclo mestruale tende ad abbassarlo facendolo diventare più acido. Quando si dice di alcalinizzare (o basicizzare) l’ambiente troppo acido, si intende di farlo diventare un po’ meno acido.
          Nell'infanzia e dopo la menopausa il pH vaginale è più elevato perché i lattobacilli sono presenti in minore quantità.

          Il sangue ha un valore intorno a 7,4 (leggermente alcalino o basico)
          Il liquido seminale ha un valore attorno a 7,8 – 8 (più alcalino o basico)
          pH nell’intestino : leggermente acido nel duodeno, neutro nel tenue a basico nel colon.
          Ultima modifica di anna1401; 20/09/2020, 22:24.
          sito sanihelp

          Commenta


          • #6
            Il pH può essere misurato in vari modi

            Il più semplice è quello con la cartina al tornasole che impiega una semplice scala graduata di colori per vedere il grado di acidità o basicità di una determinata secrezione. È già noto sin dal lontano 1837 che il pH della vagina è tendenzialmente acido (ed è compreso tra 3,5 e 4,5) ma la sua intensità varia durante le fasi del ciclo ormonale ed è diverso al momento della nascita rispetto alla pubertà, l'età fertile e la menopausa.

            Il valore di pH in ogni momento è determinato dalla mescolanza delle sostanze che compongono il fluor vaginale, che ha una funzione di lubrificazione e di difesa verso gli agenti infettivi. Si pensa che l'acidità sia dovuta con ogni probabilità alla trasformazione del glicogeno - uno zucchero contenuto nelle cellule della mucosa vaginale - in acido lattico da parte dei lattobacilli (anche chiamati bacilli di Döderlein o lattobacilli acidofili), che nell'insieme rappresentano i principali (ma non gli unici!) costituenti della flora fisiologica vaginale e sono i più importanti responsabili della difesa dell’ambiente vaginale.
            Ultima modifica di anna1401; 20/09/2020, 22:23.
            sito sanihelp

            Commenta


            • #7
              Quando i bacilli di Döderlein vengono sopraffatti ...

              cambia il pH vaginale, i germi patogeni prevalgono e si instaurano le infezioni. Oggi si parla più di ecosistema vaginale, concetto che esprime meglio l’interazione tra gli organismi e l’ambiente i cui essi vivono e si pensa che vi siano cambiamenti nel corso delle varie fasi della vita della donna, dalla nascita alla menopausa. A livello dei genitali esterni il pH è circa 4.3 e sono presenti gli stessi germi che si trovano a livello degli altri distretti cutanei del corpo, come lieviti (pityrosporum ovale e candida albicans) e batteri sia aerobi (stafilococchi, micrococchi che possono vivere in ambiente ricco di ossigeno o aerobio) che anaerobi (propionibacterium acnes che vive in anaerobiosi, cioè in assenza di ossigeno).
              sito sanihelp

              Commenta


              • #8
                "Resistenza alla colonizzazione"

                Come è ben noto, in condizioni di normalità, la mucosa vaginale è "abitata" da una flora di microrganismi ricca e variabile, molto spesso tessuto-specifica. Questa flora microbica può essere adeguatamente suddivisa in due categorie: la flora "residente" che è quasi invariabilmente presente e, se alterata, può essere ripristinata; e una flora "transitoria" che, al contrario, può colonizzare l'ospite per brevi periodi, anche se tende ad essere eliminata dalla competizione dei microrganismi residenti o dai meccanismi di difesa dell'ospite. La flora transitoria può essere composta anche da microrganismi potenzialmente patogeni, ma questa eventualità è comunque poco comune in soggetti in piena salute.

                Ad ogni modo, la flora normale vaginale rappresenta un'efficace barriera che diminuisce la probabilità di colonizzazione delle superfici dell'ospite da parte dei microrganismi patogeni (fenomeno detto "resistenza alla colonizzazione").
                sito sanihelp

                Commenta


                • #9
                  Trasmissioni sessulai

                  Batteri (Chlamydia, Gonococco), protozoi (Trichomonas), funghi (Candida) e virus (herpes, HIV): sono questi i principali responsabili delle infezioni urogenitali, che vengono trasmesse principalmente, anche se non esclusivamente, attraverso i rapporti sessuali.

                  Lo sviluppo di questi microrganismi sono favoriti da alterazioni dei comuni meccanismi di difesa e, in particolare, dalle variazioni del pH vaginale causato da variazioni ormonali, gravidanza e attività sessuale.
                  sito sanihelp

                  Commenta


                  • #10
                    L'ecosistema vaginale

                    è talmente complesso che il suo studio porta immancabilmente a rivedere i nostri concetti su cioè che significa "malattia infettiva" e "batterio patogeno".
                    Patogeno: un microrganismo che possiede geneticamente un fattore che, quando espresso, causa malattia.

                    In genere si pensa alle malattie infettive come dovute a una causa mono-microbica. Dato un microrganismo patogeno ("agente eziologico") è data una malattia infettiva. Esempi classici di questo concetto sono le malattie causate da N. gonorrhoeae, Treponema pallidum, Vibrio cholerae, Bacillus anthracis ecc.

                    Distinguiamo nell'ecosistema vaginale la presenza di una :
                    *flora esogena:Trichomonas vaginalis, Streptococcus pyogenes gruppo A, Listeria monocytogenes, Haemophilus influenzae.
                    *flora endogena: Gardnerella vaginalis, Streptococco gruppo B, Escherichia Coli, Enterococcus spp., Candida albicans
                    sito sanihelp

                    Commenta


                    • #11
                      Se guardiamo ai nomi che compongono la flora esogena che possiamo isolare da un secreto vaginale, possiamo pensare che la mera presenza di una specie potenzialmente patogena costituisca indice di malattia . Sebbene questi microrganismi hanno la potenzialità di determinare una malattia nell'area vagino-cervicale, non sempre è cosi'.
                      Invece spesso sono i batteri della flora endogena, cosidetta commensale , che possono determinare disturbi.

                      Theobald Smith: introduce l'idea che la malattia infettiva è il risultato di un legame fra virulenza microbica, carica batterica, e difese immunologiche dell'ospite

                      Robert Koch con il terzo e quarto dei suoi famosi postulati introduce la sperimentazione animale quale modello per dimostrare la causa monomicrobica di una malattia infettiva. Ma per riprodurre la malattia infettiva negli animali da esperimento, si dovette forzarne il microambiente .Questo dimostro' nel modello sperimentale animale che solo un cambiamento nel micro- ambiente ricettivo riproduce l'infezione umana nell'animale.
                      sito sanihelp

                      Commenta


                      • #12
                        Anche la flora endogena normale dell'ecosistema vaginale puo' causare i sintomi della malattia se l'ecosistema viene in qualche modo modificato.

                        Di contro i microrganismi della flora esogena possono essere presenti nel tratto genitale femminile, senza causare sintomi.

                        I microrganismi della flora endogena possono causare disturbi quando prendono il sopravvento nell'ecosistema vaginale. In teoria se un fattore di virulenza è costitutivo, il numero dei batteri presenti (la carica) determina la quantità di virulenza che serve a promuovere l'infezione.

                        Poichè nell'ecosistema vaginale vi sono specie batteriche antagoniste, cio' normalmente non avviene.



                        Qui ci sono informazioni interessanti sull' INFIAMMAZIONE e le varie INFEZIONI VAGINALI
                        Ultima modifica di anna1401; 26/05/2020, 22:56.
                        sito sanihelp

                        Commenta


                        • #13
                          Candida albicans

                          Come già detto, è un componente normale della flora vaginale senza percio' che causi sintomi. La candida è un lievito (grande almeno 3, 4 volte un batterio) che ha il suo habitat normale nell'intestino. In determinate condizioni quali la pubertà o la gravidanza c'è un aumento della colonizzazione della Candida.

                          Il livello di estrogeni è correlato alla colonizzazione di Candida. Anche il livello dei lattobacilli è correlato agli estrogeni nel senso che la carica di Lactobacillus species aumenta durante la gravidanza assieme alla carica di Candida.

                          L'aumento della carica del lievito , dovuta a fattori microbiologici e/o fisiologici, aumenta la probabilità che si instaurino i sintomi della infezione specie quando si manifesta la forma virulenta del lievito (le pseudoife), altrimernti la Candida è un semplice commensale.
                          sito sanihelp

                          Commenta


                          • #14
                            L'uso e l'abuso di Difluconazolo nella cura di una "supposta" vaginite da Candida ha selezionato quelle specie di Candide che sono naturalmente resistenti agli imidazoli quali Candida glabrata e Candida krusei (quest'ultima facilmente riconoscibile dalle cellulelievitiformi a forma di tronconcino).

                            Quando i lattobacilli vengono eliminati da una terapia antibiotica, la Candida prende il sopravvento. Approffitta di un vuoto nell'ecosistema vaginale. Cio' suggerisce che c'è un effetto antagonista di Lactobacillus species sul lievito.

                            Inoltre poichè una vaginite è sinomino di infezione - infiammazione noteremo la presenza dei leucociti.
                            sito sanihelp

                            Commenta


                            • #15
                              Gardnerella vaginalis

                              La Gardnerella vaginalis è un comune abitante della flora vaginale. Anche qui la differenza fra malattia e la semplice colonizzazione la fa la carica batterica.

                              Quando una donna ha la vaginosi batterica da G. vaginalis e si cura, la stessa puo' essere reintrodotta dal partner. Nel tampone uretrale maschile ricercheremo sempre anche G. vaginalis, ma come detto, se la carica reintrodotta è bassa la paziente tornerà asintomatica.

                              Che cosa determina la moltiplicazione di G. vaginalis in concentrazioni cosi' abnormi?

                              Inanzitutto quando diciamo "sviluppo di G. vaginalis", ossia quando osserviamo quei quadri impressionati di flora batterica Gram variabile abbondante concentrata intorno o sopra le cellule epiteliali ("clue cells"), senza l'apparente presenza e di Lattobacilli e di leucociti (da qui la distinzione fra vagin-ite e vagin-osi), non solo è presente G. vaginalis ma anche una abbondante flora anaerobia stretta.

                              La cura a base di Flagyl (metronidazolo) eradica l'infezione nel 75-80% dei casi ma solo il 15-22% dei ceppi di G. vaginalis sono sensibili al metronidazolo!
                              sito sanihelp

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X
                              gtag('config', 'UA-35946721-1');