annuncio

Comprimi

Regolamento

I PRINCIPI

Il forum di Sanihelp.it è un punto di incontro e confronto, un forum libero, privo di ogni censura preventiva. Questo forum è una comunità di aiuto e supporto reciproco in cui ognuno contribuisce cercando di essere d'aiuto e portando il proprio punto di vista riguardo i diversi temi trattati.

Nel forum ciascuno è libero di esprimere la sua opinione, mantenendo però un atteggiamento di educato rispetto nei confronti delle idee diverse. Il forum è uno spazio civile e gradevole: gli utenti non devono essere intolleranti e aggressivi, ma propositivi e disponibili, moderando il proprio linguaggio e consentendo così di ridurre al minimo l'attività di moderazione.

Lo staff di Sanihelp.it si riserva il diritto di eliminare l'iscrizione al forum, di cancellare discussioni e messaggi senza alcun preavviso.


GLI UTENTI
Gli utenti sono suddivisi in quattro categorie.

- Amministratore:
gestisce il forum in tutte le sue parti, appartiene allo staff di sanihelp.it
- Moderatore:
è un utente che ha il compito di agevolare la vita all'interno del forum, è un punto di riferimento e un valido aiuto per tutti gli utenti.
- Sani All:
gli utenti del forum.
- Utenti Bannati:
un utente bannato può accedere al forum ma non parteciparvi. Si è bannati se non si rispetta il regolamento, il ban può essere imposto per un periodo di tempo limitato o per sempre. Nei casi più gravi può essere bannato anche l'indirizzo IP.

Utenti e reputazione
Ogni 365 giorni di permanenza sul forum si guadagnano 10 punti.
Ogni 10.000 messaggi e 1.000 punti reputazione si guadagna un punto di potenza nell'assegnazione della reputazione ad altri utenti.
Un utente per poter assegnare reputazione deve avere almeno 15 punti e aver scritto 30 messaggi.
In 24 ore si possono assegnare solo 20 punti.
Prima di poter assegnare la reputazione allo stesso utente è necessario assegnarla a 15 utenti differenti.
Reputazione e i commenti non sono anonimi

NICKNAME e FIRMA
Dato l'alto numero di utenti iscritti al forum, tutti i nomi più comuni sono già presenti.
Consigliamo di scegliere un nome particolare che contenga dei numeri e che non contenga trattini, simboli o caratteri speciali.
Per tutelare la privacy personale suggeriamo inoltre di non utilizzare nome e cognome completi all'interno del nickname.

Il nickname e la firma non devono contenere testi offensivi o provocatori, non è inoltre possibile utilizzare come nickname un nome attribuibile a una professione medica se non si è un professionista collaboratore della redazione di Sanihelp.it (es: psicologo, dottore, urologo).
Se si desidera cambiare il nickname è possibile farlo inviando un messaggio privato all'amministrazione (Evoh).

La frase è modificabile autonomamente dal pannello di controllo personale.
Nel caso in cui venga inserito un contenuto non idoneo i moderatori provvederanno ad avvisare l'utente con un messaggio personale.
Se dopo la richiesta di modifica la frase resta invariata, i moderatori sono autorizzati a cancellarla.
Se si dovessero inserire nuovamente contenuti offensivi nella frase, verrà assegnato un ban di almeno 3 giorni.


LEGGI DELLO STATO E INTERNET

Per non incorrere in spiacevoli conseguenze, ricordiamo agli utenti che su questo forum vigono tutte le leggi dello Stato italiano.
Ogni utente è responsabile dei contenuti che pubblica e tutti, utenti, moderatori e amministratori, possono rivolgersi alla Polizia per far rispettare la legge o per tutelarsi.
Tafferugli verbali, consigli e provocazioni non sono considerati reati, i reati sono cose ben più gravi che la coscienza di ciascuno riesce facilmente a identificare.
Vi ricordiamo inoltre che, come cita la locuzione latina: Verba volant, scripta manent.


REGOLE GENERALI

1. Non è permesso pubblicare:
- indirizzi email
- numeri telefonici
- il contenuto di email private e messaggi privati (MP) anche se si è in possesso dell'autorizzazione del mittente
- pubblicare messaggi pubblicitari o link

2. I moderatori hanno il compito di animare e moderare le discussioni e di controllare che nessuno violi il regolamento del forum.
I moderatori potranno ammonire, avvertire, bannare gli utenti che non rispetteranno il regolamento ed editare, spostare, chiudere e cancellare una discussione o un post.

3. Chiunque abbia un comportamento in contrasto con il regolamento del forum potrà veder cancellati i propri interventi ed essere bannato da esso, fino all'esclusione permanente nei casi più gravi. L'esclusione permanente è da intendersi estesa anche a eventuali alias.

4. Gli argomenti dei post inseriti in una discussione devono essere inerenti al tema deciso dall'autore delle discussione. I moderatori possono cancellare o spostare in un altro forum gli interventi che saranno giudicati fuori tema (OT).

5. Un utente che si ritenga ingiustamente sanzionato ha facoltà di chiedere chiarimenti via messaggio privato o email. Nel caso questo non avvenga e vengano creati post e discussioni polemiche, saranno cancellate.

6. Il moderatore NON cancella o corregge discussioni o post su richiesta.

7. Saranno bannati gli utenti promotori di pedofilia e violenza e chiunque faccia apologia di reato. Varrà bannato inoltre chi diffonde dati e informazioni strettamente personali di un'altro utente senza il suo consenso.

8. Sono da escludere gli avatar che rientrino nelle limitazioni del regolamento e con esplicite immagini pornografiche o di anatomia intima.

9. L'autore del post è pienamente responsabile per i contenuti riportati: diffamazioni o violazioni di copyright.

10. Non è possibile per gli utenti effettuare pubblicità all’interno del forum. I post contenenti messaggi pubblicitari verranno cancellati e segnalati come Spam.

11. L'autore di ogni post ha la possibilità di editarlo entro 10 minuti dall'invio. Verificate attentamente i vostri messaggi; passato il termine non sono più modificabili, questo al fine di garantire una coerenza con lo sviluppo degli argomenti.

12. Prima di aprire una discussione in un forum è bene assicurarsi che l'argomento non sia trattato in altre discussioni attualmente attive. Nel caso siano aperte discussioni doppie i moderatori possono decidere di chiuderle e indirizzare gli utenti a quelle già esistenti.

13. Il forum non è una chat, quindi gli utenti non devono intraprendere lunghi botta e risposta con un altro utente, soprattutto se si tratta di questioni personali. Per le conversazioni private devono essere usati i mp o, nel caso di chiacchiere di gruppo, l’apposita sezione “4 chiacchiere”.


COME SCRIVERE SUL FORUM

Il titolo
Il titolo della discussione contiene il tema del messaggio. Deve essere sintetico ma non generico e soprattutto deve essere scritto in italiano corretto, senza abbreviazioni, lettere ripetute o maiuscole dove non necessarie.
Sono da evitare titoli come “Richiesta d’aiuto” o “Problema”.

esempio Titolo:
Cerco ortopedico - piede rotto (giusto)
AAAAAAAAAAAAIIIIIIII IIIUUUUUUUUUUUTTo! (sbagliato)

L'autore del primo post della discussione da l'indirizzo tematico della discussione.
Più il titolo sarà pertinente più la discussione sarà letta da tutti gli utenti del forum.
I moderatori potranno a loro discrezione modificare i titoli ritenuti non idonei.

Il contenuto delle discussioni
Aprire una nuova discussione significa voler condividere con gli altri utenti un problema di salute, chiedere un consiglio o confrontarsi su di un'idea o un'argomento.
Se un utente apre un thread solo per propagandare un'idea, sarà invitato al confronto. Se dopo un primo invito il post non sarà aperto anche alle opinioni degli altri utenti, i moderatori chiuderanno la discussione.

Il contenuto dei post

Gli utenti sono invitati a non scrivere in maiuscolo dove non necessario, poiché il maiuscolo indica che si sta urlando.
All'interno dei messaggi possono essere inserite le Emoticons. Il loro impiego nei topic è affidato al buon senso degli utenti, è consigliabile tuttavia non eccedere nel loro utilizzo.
Il linguaggio all'interno dei post deve essere cortese e rispettoso delle diverse opinioni degli altri utenti.
Nel caso in cui un post contenga linguaggio non adatto alla sezione in cui è contenuto o abbia un contenuto volutamente provocatorio, (atto a far degenerare la discussione o far arrabbiare un utente) i moderatori provvederanno a modificarlo e avvertire l'utente.
Nel caso in cui l'utente persista nel mantenere un linguaggio offensivo o aggressivo dopo il primo avvertimento, riceverà un ban di almeno 3 giorni. Se questo comportamento continuasse anche allo scadere del ban, i moderatori decideranno se bannare nuovamente l'utente in maniera definitiva.
Chi schernisce pubblicamente gli utenti che chiedono aiuto o mette in dubbio la realtà dell'utente e/o della situazione descritta riceverà un'infrazione e in caso avvenga nuovamente un ban fino a 2 giorni.

Citazioni e aforismi
Se si riportano stralci di libri o articoli, citazioni o aforismi all'interno delle discussioni è sempre bene riportare l'autore.
Non è possibile aprire discussioni contenenti esclusivamente citazioni e aforismi, salvo previa autorizzazione via messaggio privato della moderazione.

Sondaggi

Gli utenti dovrebbero evitare di realizzare discussioni di sondaggio: per realizzare un sondaggio chiedere al moderatore della sezione di aprire un thread apposito. Quando si crea un sondaggio è bene motivare chiaramente i quesiti, in modo che non possano essere scambiate per pure provocazioni o scherzi.

Funzione Quote
Quotare un messaggio significa citarlo riportandone una parte. Quotare implica ripetere cose che probabilmente gli altri utenti hanno già letto, va fatto solo quando strettamente necessario. Non è necessario quotare interamente il post precedente al proprio se si intende commentarne solo una frase: è bene mantenere la frase in questione e cancellare il resto.

Come aprire una nuova sezione (forum o sub forum)
Per aprire una nuova sezione o un nuovo forum si deve proporre l'argomento all'amministratore e impegnarsi per farlo crescere.
Per proporre una sezione o un forum è necessario che ci siano almeno due utenti interessati e disposti ad animare e moderare la sezione.
Vedi: Come diventare moderatore?


I MODERATORI e L'AUTO-MODERAZIONE

La base su cui si fonda questo forum è l'auto-moderazione, ogni utente è quindi tenuto a rispettare e fare rispettare il regolamento del forum.
I moderatori sono solo un aiuto in più in caso di bisogno.

Come ci comporta con le violazione ai principi di questo forum e del regolamento?
1. si abbandona la discussione evitando di intervenire.
2. si segnala l'abuso con l'apposito strumento (triangolo con punto esclamativo)
3. la segnalazione appare nella sezione dedicata (visibile pubblicamente)
4. i moderatori leggono la segnalazione, rispondono spiegando come intendono agire e si comportano di conseguenza
5. una volta che il moderatore ha risposto non è possibile ribattere se non tramite messaggio privato.

Nel caso vi sia un utente particolarmente molesto, è possibile non visualizzare i suoi post inserendolo tra i propri utenti indesiderati.

In caso si voglia chiarire una particolare situazione con un utente o un moderatore si comunica con l’interessato tramite messaggio privato, NON attraverso discussioni pubbliche.

In caso di infrazioni al regolamento da parte dei moderatori, è possibile sollevare il problema con il moderatore stesso via messaggio privato. In caso non si giunga a una conclusione civile e si ritenga necessario segnalare il problema, è possibile contattare l'amministratore. (Evoh)
NON è possibile discutere pubblicamente delle dinamiche di moderazione del forum. Le discussioni pubbliche verranno eliminate.

ATTENZIONE:
1 - Lo strumento segnalazioni serve a porre in evidenza gravi infrazioni al regolamento
2 - Un messaggio OT non è considerabile una grave infrazione
3 - Non è concesso utilizzare le segnalazioni per provocare altri utenti, innescare polemiche o flames e infastidire intenzionalmente la moderazione.
4 - Le risposte non sono sindacabili pubblicamente. Se non si è d'accordo è possibile comunicare via mp con il moderatore che ha risposto alla segnalazione. Segnalazioni di segnalazioni o di ammonimenti non riceveranno risposta e saranno cancellate.

Non è possibile segnalare i MP. In caso di gravi attacchi personali effettuati tramite messaggio privato gli utenti possono scrivere direttamente all'amministratore del forum.

Chiunque utilizzi impropriamente lo strumento di segnalazione (come da punto 3) riceverà un primo avvertimento e, nel caso in cui dovesse continuare, potrà ricevere un ban della durata massima di 3 giorni.

Come diventare moderatore?
Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

Il compito dei moderatori è:
- animare le discussioni
- facilitare lo scambio di opinioni tutelando la pluralità dei punti di vista
- accogliere i nuovi arrivati
- far rispettare il regolamento

I moderatori:
- rispettano il regolamento (che vale per i moderatori esattamente come per gli utenti)
- sono liberi di esprimersi nei forum seguendo le stesse linee guida degli utenti (post cordiali, non aggressivi, no flames, no attacchi personali, non mettono in dubbio identità o realtà di un utente, ecc)
- NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum (solo gli utenti possono segnalare)
- possono moderare solo le sezioni loro assegnate



PRINCIPI E LINEE GUIDA DEL MODERATORE

Il caposaldo del regolamento è l'auto-moderazione.
L'intervento dei moderatori deve essere quindi, in ordine di priorità:

- Animare: aprire discussioni, accogliere i nuovi, facilitare lo scambio di opinioni (consentendo a tutti di esprimersi) e aiutare gli utenti a districarsi fra le regole del forum e gli strumenti (fratello maggiore)
- Mantenere la rotta: il moderatore deve far si che le discussioni siano sempre on topic, è lecito chiuderle se si esce fuori tema.
- Moderare: (... e far moderare) i toni
- Mantenere la forma: è importante come si scrive, come si fa un titolo, come si imposta una domanda.

I moderatori di sezione lavorano in squadra e tutte le decisioni devono essere condivise, tutte le discussioni tecniche o inerenti la moderazioni devono avvenire via MP o nella sezione del forum privata e dedicata esclusivamente ai moderatori. Il moderatore non deve mai discuterne pubblicamente.

Il moderatore deve animare e pacificare, quindi non deve essere MAI causare volontariamente problemi e dissidi con gli altri moderatori.
Nel caso in cui un moderatore attacchi pubblicamente un altro moderatore per il suo operato, sarà sospeso per una settimana.
Nel caso in cui un moderatore violi il regolamento e/o agisca contro l'interesse del forum e della moderazione, gli altri moderatori possono segnalarlo nel forum moderatori.
Alla terza segnalazione l'amministrazione risponderà entro 5 giorni alla segnalazione e potrà agire con un richiamo formale, con un ban o con la rimozione dall'incarico.

I moderatori dato l'importante ruolo che ricoprono per la comunità del forum devono essere:
- tolleranti
- disponibili
- leali
- imparziali
- punto di riferimento per gli utenti
- da esempio

Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

I moderatori devono rispettare il regolamento e sono liberi di esprimersi nei forum, ma NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum e devono moderare solo le sezioni loro assegnate.
Solo gli utenti possono segnalare, se un moderatore riscontra violazioni nella sezione di sua competenza non segnala ma agisce.
In caso un moderatore noti situazioni particolari in una sezione di un altro moderatore, deve limitarsi a segnalarla tramite messaggio privato.

Se un moderatore dovesse mancare dal forum per più di un mese senza aver comunicato la sua assenza in precedenza, verrà rimosso dal suo incarico.

Regolamento segnalazioni e ban
La sezione dove saranno postate le segnalazioni sarà leggibile a tutti.
Solo i moderatori potranno scrivere in risposta alla segnalazioni
Alla segnalazione di un utente risponde il moderatore della sezione interessato scrivendo come intende agire e motivando proprie decisioni. (può anche decidere di non fare nulla, ma va scritto!)
Nel caso si decidesse di bannare l'utente, verrà scritto direttamente in risposta alla segnalazione e sarà visibile a tutti.
Non saranno poi concesse repliche in risposta al moderatore. Se ci saranno domande/dubbi/problemi andranno gestiti tramite i mp.

Nel caso che la decisione di bannare l’utente derivi non da una segnalazione ma da un ragionamento fatto con altri moderatori, il moderatore deve notificare il ban con un post nel forum moderatori.
Quando si banna un utente è OBBLIGATORIO segnalare la motivazione.



CANCELLAZIONE
Se si desidera cancellare la propria utenza dal forum, è sufficiente inviare un messaggio privato all'amministratore del forum (attualmente Evoh) E una a mail a [email protected] utilizzando la mail d'iscrizione al forum e indicando il proprio nick e la volontà di essere cancellati.
Visualizza altro
Visualizza di meno

Proteggersi dal cancro con l'alimentazione

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Proteggersi dal cancro con l'alimentazione

    Durante la recente “Settimana Nazionale per la Prevenzione” organizzata dalla LILT (Lega Italiana per Lotta contro i Tumori) il presidente della Lega Prof. Francesco Schitulli ha ribadito il concetto che l’errata alimentazione, ad esempio, è responsabile del 35% dello sviluppo dei tumori e ha riportato l’attenzione sulla dieta mediterranea, che rappresenta il regime alimentare appropriato, uno degli strumenti più efficaci per la lotta contro il cancro.

    Mangiare a tavola con moderazione e in modo sano è la prima difesa contro il cancro, basta portare sulla nostra tavola ogni giorno, almeno un paio dei seguenti supercibi della salute.
    Le verdure si possono mangiare sia crude che cotte, condite con olio d'oliva extravergine, completando la dieta con carboidrati e proteine cucinate con aromi e spezie e pochissimi grassi.

    Aglio: contiene potassio, zinco e selenio, e' utilissimo contro l'invecchiamento, previene il tumore intestinale, e' utile per la cura dell'ipertensione e abbassa il colesterolo.

    Broccoli e cavoli: contengono quantità importanti di magnesio, potassio, calcio, oltre a dei composti dello zolfo. Ricchi di clorofilla, mucillagini, fibre, vitamine C, A, K.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 26/06/2009, 16:55.

  • #2
    Carota: il suo contenuto di betacarotene viene trasformato dal nostro corpo il vitamine A, B1 e B2, C, contengono anche ferro, oli essenziali, fibre. Previene dal tumore polmonare, stimola e migliora la vista. Stimola anche il sistema immunitario.

    Cicoria - Tarassaco - Lattuga Radicchio: sono ricche di clorofilla, ferro, potassio vitamine C,D,B, acido Folico, betacarote. Hanno azione antiossidante e diuretica, utili per il cuore e la prevenzione dei tumori.

    Cipolla: contiene zinco, selenio, rame, flavonoidi, zuccheri lassativi, zolfo, iodio, silicio, potassio, magnesio, calcio, ferro. Utili per la prevenzione dell'artereosclerosi , le malattie cardiache, attenua i sintomi di asme e riniti allergiche. Importante: gli estratti di cipolla distruggono le cellule tumorali.

    Fagioli e legumi: contengono a parità di peso le stesse proteine della carne e hanno un minor valore nutritivo.

    Mela: contiene acidi, flavonoidi e oligoelementi, e' un importante antiossidante. Combatte le infezioni intestinali, previene il cancro del colon ed e' indicata in caso di diabete.

    Pomodori: contengono una gran quantità di licopeni, molecole capaci di bloccare i geni impazziti che innescano la mutazione cancerogena.

    Noce: contiene proteine, grassi insaturi, fondamentali per il buon regolamento delle cellule nervose.

    Olio extra vergine di oliva: contiene vitamina E, grassi insaturi, i fenoli che bloccano i radicali liberi.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 26/06/2009, 16:56.

    Commenta


    • #3
      Salmone, sgombro, tonno e tutto il pesce in generale: sono molto ricchi di Omega 3, grassi che aiutano a rinforzare le membrane cellulari ed inibire lo sviluppo delle cellule tumorali.

      Soja: altissima concentrazione di proteine, può quindi sostituire la carne. Circa l'85% dei suoi grassi sono insaturi. La soja e' un'importante antitumorale, allieva i sintomi premestruali e della menopausa, previene l'osteoporosi, abbassa il colesterolo.

      The verde: e' una bevanda completa, riduce lo sviluppo dei tumori, combatte la carie, riniti e ulcera.

      Gli antiossidanti: hanno un ruolo importante nell’alimentazione perché combattono il processo di ossidazione causato dai radicali liberi, atomi di ossigeno privi di un elettrone che attaccano le molecole vicine provocando la distruzione.
      Ecco alcuni degli antiossidanti più importanti, dove si trovano e cosa fanno:

      Licopene: si trova nel pomodoro. Ha un effetto preventivo sul tumore alla prostata.

      Resveratrolo: lo troviamo nei pompelmi, vino rosso, uva passa, more, arachidi. Blocca la crescita dei tumori cutanei.

      segue..
      Ultima modifica di anna1401; 26/06/2009, 16:56.

      Commenta


      • #4
        Flavonoidi: è nella frutta, verdura e tè verde. Difendono le cellule dagli attacchi dei radicali liberi.

        Glucosidi e indoli: si trovano in cavoli, broccoli, cavolini di Bruxelles, rucola. Utili contro il cancro del colon e del retto, della tiroide e della mammella.

        Betacarotene: lo troviamo in ortaggi, carote, peperoni, pomodori, spinaci, broccoli, bietola e frutta (albicocche e melone). Protegge il DNA dalle alterazioni ossidative.

        Acido ascorbico
        : ne sono ricchi agrumi, kiwi, fragole, peperoni, pomodori, ortaggi a foglia verde, patate. Protegge dal cancro allo stomaco.

        segue..
        Ultima modifica di anna1401; 26/06/2009, 16:57.

        Commenta


        • #5
          la lampada di aladino

          certo, hai perfettamente ragione: noi popoli occidentali la maggior parte dei problemi ce li creiamo con un'alimentazione squilibrata sia in senso quantitativo(sopratt utto) che qualitativo, e abbiamo perso il piacere dei gusti semplici e dei cibi non manipolati. Tante cose le consideriamo salutari semplicemente perchè fanno parte di consolidate abitudini: basta guardarsi intorno per capire quanto queste abitudini siano pessime matrigne.
          Il gene antiinvecchiamento? Perchè cercare sempre il genio nella lampada?
          v valesi
          dr. vincenzo valesi sanihelp

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da gimenez
            Soja: altissima concentrazione di proteine, può quindi sostituire la carne. Circa l'85% dei suoi grassi sono insaturi. La soja e' un'importante antitumorale, allieva i sintomi premestruali e della menopausa, previene l'osteoporosi, abbassa il colesterolo.
            A proposito della soia vorrei mettere in evidenza che, per l'attività estrogeno-simile dei suoi isoflavoni, potrebbe essere sconsigliata in caso di tumore al seno e sembra inetrferire con l'azione del tamoxifene.

            Commenta


            • #7
              la regola della prudenza

              in assenza di dati sicuri deve sempre prevalere la regola della prudenza
              in caso di cancro al seno (non che la soia causi cancro al seno, su questo cerchiamo di essere ben chiari per evitare equivoche interpretazioni da parte chi assiste a questo dialogo). Risulta che esistano studi documentanti che il presunto effetto dei fitoestrogeni della soia sia in realtà un effetto antiestrogenico? Perchè questo ribalterebbe i termini del problema...
              v valesi
              dr. vincenzo valesi sanihelp

              Commenta


              • #8
                E' vero, in letteratura sono presenti dati contrastanti sulle attività biologiche degli isoflavoni. Concordo perciò pienamente che in caso di dubbio è bene adottare l'atteggiamento più prudente. Il problema della confusione probabilmente deriva anche dal fatto che si tende a generalizzare troppo l'attività di un'intera classe di composti quali gli isoflavoni. Ad essa apppartengono centinaia di strutture diverse e spesso è sufficiente una piccolissima variazione sulla molecola per passare da un'attività agonista ad una antagonista. Da quel che conosco io sembrerebbe però che la genisteina e la daidzeina, i due principali isoflavoni della soia, abbiano attività estrogeno-simile. Penso che la cosa sia evidenziata anche dal fatto che vadano a ridurre l'efficacia di un farmaco antiestrogenico quale il tamoxifene.

                Alcuni hanno ipotizzato che la presunta attività anti-cancro della genisteina sia dovuta ad una possibile inibizione della proteino-chinasi linfocitaria, ma la cosa è ancora ben lontana dall'essere dimostrata

                Commenta


                • #9
                  ipòtesi

                  infatti potrebbe essere-sempre per rimanere nel campo delle ipòtesi- che alcuni tipi di fitoestrogeni si leghino ai recettori per gli estrogeni ma abbiano una attività biologica molto inferiore a quella degli estrogeni edogeni: di conseguenza ne risulterebbe di fatto un'azione biologica antiestrogenica quindi protettiva. Meno dubbi invece ho sul fatto che in caso di terapia con tamoxifene anche un'attività di quel tipo sarebbe comunque interferente e potrebbe ridurre l'attività di quella molecola.
                  Ma di fronte a un cancro mammario, in assenza di dati sicuri e inequivocabili, mi atterrei senz'altro alla suddetta regola della prudenza (e della non interferenza con le terapie convenzionali).
                  v valesi
                  dr. vincenzo valesi sanihelp

                  Commenta


                  • #10
                    Alimentazione: i cibi anti-cancro e quelli da evitare.

                    Il 30% dei tumori dipende dall’alimentazione. Parola dell’oncologo Umberto Veronesi. Ecco i consigli dei dietologi per evitare errori a tavola e migliorare la propria salute.

                    Altro che fumo e inquinamento. Gran parte dei tumori dipendono dall’alimentazione.
                    Parola del più famoso oncologo italiano, il professor Umberto Veronesi, che lo scorso marzo, durante un convegno a Roma, ha spiegato come il 30-35% delle neoplasie siano collegate ai cibi che mangiamo.
                    Sotto accusa i grassi ma anche alimenti insospettabili come il latte e la polenta, che possono contenere sostanze cancerogene doppie rispetto al consentito.

                    Una dichiarazione abbastanza spiazzante, anche perché nella stessa occasione Veronesi ha difeso i tanto criticato alimenti Ogm: “Il rischio si riduce nel mais geneticamente modificato – ha detto il professore milanese, già noto anche in passato per aver sostenuto il biotec -, concepito per resistere alla piramide, parassita che scava buchi nella pianta dove si insediano le tossine”.

                    Secondo Veronesi, poi, altri fattori di rischio per il cancro sono il fumo (30%) e le infezioni, come le epatiti B e C (18%).

                    segue..
                    Ultima modifica di anna1401; 26/06/2009, 17:00.

                    Commenta


                    • #11
                      Ma allora, cosa bisogna mangiare per ridurre il rischio tumorale?
                      Di recente la Lega italiana per la lotta ai tumori ha proposto una “piramide anti-cancro” che detta le regole da seguire per ridurre, anche del 30-40%, i rischi di tumore e che si basa fortemente sulla dieta mediterranea, confermandone quindi la validità.

                      Sì quindi alla pasta, anche se va assunta in quantità moderate (80 grammi), con l’aggiunta di condimenti di origine vegetale (no burro e panna, quindi) e non tutti i giorni, ma soprattutto frutta e verdura in abbondanza, per almeno cinque porzioni giornaliere.

                      Per le carni il consumo consigliato è di due volte la settimana, preferendo pollo e tacchino ad altri tipi.
                      Meglio il pesce, vero principe della tavola perché contiene grassi omega ad alta digeribilità, protegge dai tumori alla mammella e all’intestino e riduce il rischio di malattie cardiovascolari.

                      Da non dimenticare assolutamente il calcio, sotto forma di latte, yogurt e formaggi vari, come la mozzarella e la ricotta.

                      Il vino va limitato a due bicchieri al giorno per gli uomini e uno per le donne.
                      Ma assai importante è la regola base della “piramide”, ossia attività fisica quotidiana.
                      Ultima modifica di anna1401; 26/06/2009, 17:02.

                      Commenta


                      • #12
                        curiosità

                        Lo riferisco solo a titolo di curiosità "giornalistica"( in quanto da informazioni riferite dai "media), senza nessun significato didatticoare che il Prof. Veronesi sia un estimatore della cioccolata e vegetariano. Benchè personalmente non condivida questa ultima impostazione (pur nel massimo rispetto delle convinzioni e delle scelte di tutti) , può in qualche modo far riflettere.
                        v valesi
                        Ultima modifica di vvalesi; 13/04/2005, 23:57.
                        dr. vincenzo valesi sanihelp

                        Commenta


                        • #13
                          alimento terapia

                          Di fronte a informazioni spesso conflittuali e contrastanti,di difficile gestione emotivo-culturale, talora condizionate da interessi commerciali, confesso che mi capita di avere molti dubbi, per cui preferisco(salvo casi particolari) non proporre modelli troppo stretti, nell'intima convinzione che ogni equilibrio si realizza spontaneamente, e che in ogni uomo c'è un'intelligenza "genetica" che lo guida a fare le scelte migliori.
                          Di una cosa però sono assolutamente sicuro: di quanto sia vera e attuale l'affermazione di Ippocrate, il padre della medicina:"il tuo alimento sia la tua terapia".
                          v valesi
                          dr. vincenzo valesi sanihelp

                          Commenta


                          • #14
                            Cancro e alimentazione

                            (Dr. Franco Berrino)
                            Tratto da ben-essere.net

                            Da quasi trent’anni l’oncologia mondiale studia il rapporto tra cibo e cancro e la valutazione che attribuisce a una “buona dieta” la possibilità di evitare complessivamente il 30-40% di tutti i tumori è quella che ottiene il maggior numero di consensi.

                            Secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità nel 1996 in tutto il mondo più di 10 milioni di persone si sono ammalate di cancro: ebbene, 3 o 4 milioni avrebbero potuto evitare la malattia se negli anni precedenti avessero mangiato in modo diverso da come hanno fatto.

                            Una delle prove più importanti a suo favore è fornita dagli studi statistici definiti “ecologici” o “di correlazione geografica”, quelli che confrontano l’incidenza delle malattie tumorali in diverse aree geografiche. Le differenze sono molto forti.

                            Il cancro dello stomaco, per esempio, in Giappone è 25 volte più frequente che in Uganda, quello del colon negli Stati Uniti è 10 volte più diffuso che in Nigeria e il cancro del fegato in Mozambico è 100 volte più frequente che in Inghilterra.

                            In questi e molti altri casi dello stesso tipo le responsabilità del cibo sono evidenti. Non solo, forti differenze nell’incidenza del cancro sono state riscontrate tra le popolazioni indigene, quelle che non hanno mai lasciato il loro paese di origine, e gli emigranti.

                            segue..
                            sito sanihelp

                            Commenta


                            • #15
                              I nigeriani che vivono in Africa, per esempio, hanno meno tumori del colon, del retto e del fegato di quelli emigrati negli Stati Uniti e anche tra i giapponesi emigrati nelle Hawai, dove lo stile di vita è di tipo occidentale, la frequenza dei tumori è diversa rispetto a quella che si registra nella madre-patria.

                              Questi studi escludono che il motivo delle differenze esistenti tra una regione e l’altra siano la razza o fattori non verificabili (nel linguaggio comune si direbbe “il caso”) e ribadiscono invece che la maggiore o minore diffusione del cancro dipende in larga misura da come si vive e da quello che si mangia nei diversi paesi.

                              Anche in Italia esistono prove della responsabilità del cibo sulla diffusione del cancro: un dato molto significativo è quello relativo al tumore dello stomaco. I registri-tumori mettono infatti in evidenza che quelle di Forlì-Ravenna e di Firenze sono due aree ad alto rischio per questa malattia: in queste zone il tumore gastrico ha una incidenza doppia rispetto alla media italiana ed è di quasi 4 volte superiore rispetto all’incidenza del centro-sud.

                              Uno dei fattori che possono spiegare l’incidenza di queste zone e di altre aree del centro e del nord-Italia è il forte consumo di salumi e di insaccati. Ma questo è soltanto un esempio.
                              In linea generale nelle regioni settentrionali della penisola, le più industrializzate, il cancro ha complessivamente una frequenza doppia rispetto al meridione e alle isole anche a causa delle diverse abitudini alimentari.

                              segue..
                              sito sanihelp

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X
                              gtag('config', 'UA-35946721-1');