annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

L’Orto in terrazzo

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • L’Orto in terrazzo

    (Tratto da: curenaturali.it - di Maria Tonioni)


    L'orto sul balcone e sul terrazzo è il simbolo del nuovo movimento di ortocoltori urbani. Ecco come fare un orto sul balcone: dove si può coltivare, quali strumenti e attrezzi servono, consigli e idee per accompagnare l'autoproduzione di ortaggi in spazi ristretti.

    Orto sul balcone: dove possiamo coltivare

    Per fare un orto sul balcone o sul terrazzo avremo necessità di uno spazio esterno alle mura della casa dove poter far crescere le nostre piantine.

    La superficie disponibile può essere anche molto ristretta, solo di qualche metro quadrato, che riuscirà a diventare, con un buon uso dei vasi, molto più ampia ottenendo in questo modo più superficie da coltivare per il nostro orto domestico.
    Se non avessimo a disposizione un balcone, ricorreremo comunque agli spazi vicino alle finestre, negli antri delle scale illuminate, e persino un solo davanzale sarà sufficiente e potrà diventare uno spazio comunque da adibire alla coltivazione delle piante da orto.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 04/03/2015, 13:39.
    sito sanihelp

  • #2
    Re: L’Orto in terrazzo

    (Tratto da: curenaturali.it - di Maria Tonioni)


    La prima informazione che ci serve, oltre sapere lo spazio disponibile per l’orto, è conoscere la situazione della posizione dove andremo a coltivare:
    > orientamento: posizione rispetto all’asse terrestre (es: Nord-Sud o Est-Ovest);
    > esposizione: il numero di ore di sole che riceve la nostra zona;
    > illuminazione: le are illuminate di più e di meno dal sole;
    > zona climatica di appartenenza: determina il clima presente nella zona;
    > la presenza del vento e la sua influenza.
    Queste informazioni sono essenziali per una buona progettazione dell’orto sul balcone e per poter così sceglier le piante rispettando le esigenze di ciascuna di loro.

    Orto sul balcone, ecco cosa ci serve

    I materiali e gli utensili per l’orto sul balcone sono molto simili a quelli necessari per un orto tradizionale con qualche accorgimento.
    Ovviamente servono vasi in grande quantità e solitamente anche di grandi dimensioni per avere più spazio possibile dove coltivare. Andranno bene comunque di ogni forma e di diverse misure, anche i materiali possono essere vari, ricordando sempre che i vasi migliori sono di terracotta perché più traspiranti, dopodiché quelli di plastica e altri materiali.
    Sarà bello sperimentare e provare a realizzare svariate idee di riciclaggio e riuso creativo per i vasi e contenitori fai da te. Il loro posizionamento e la loro scelta, sia di forma che di materiale, è indirizzata secondo alcuni principi della coltivazione in spazi ristretti che serve proprio per ottimizzare lo spazio e per la miglior idoneità alle esigenze delle singole piante coltivate.

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 04/03/2015, 13:40.
    sito sanihelp

    Commenta


    • #3
      Re: L’Orto in terrazzo

      (Tratto da: curenaturali.it - di Maria Tonioni)


      Serviranno altri materiali e strumento per l’orto sul balcone, come:
      • terriccio di alta qualità e in varie formulazioni a seconda delle piante che sceglieremo di coltivare;
      • concime: ottimo il compost autoprodotto e fertilizzanti naturali ed ecologici;
      • piccoli strumenti da giardiniere: palette, zappette, rastrello, forbici da potatura e normali;
      • protezioni come piccoli tunnel, mini serre e semenzai per aiutare la crescita delle piantine;
      • strutture verticali come bastoni, piccole staccionate, reticelle, graticci per far crescere in altezza le piante rampicanti;
      • sementi, bulbi e piante a seconda di cosa vogliamo e possiamo coltivare in questo spazio (fiori, frutti, foglie, radici, bulbi, ecc...);
      • vari segnalini e un pennarello indelebile per scrivere ed imparare il nome di quali piante stiamo coltivando;
      • libri di consultazione per conoscere le piante e per la coltivazione in spazi ristretti o sul balcone;
      • un quaderno e un calendario per scrivere appunti e programmare le varie attività.

      Per l’irrigazione è consigliabile montare un impianto a goccia regolato con timer e collegato direttamente alla rete idrica. Nel caso non fosse possibile effettuare l’impianto irriguo autonomo rimarrà il compito di innaffiare direttamente a mano con l’innaffiatoio imparando la difficile arte della corretta quantità di acqua per ciascuna pianta.
      Una buon aiuto, semplice, comodo ed economico, consiste nel posizionare sui vasi degli appositi dosatori che fanno scendere lentamente l’acqua da una bottiglia capovolta.

      segue..
      sito sanihelp

      Commenta


      • #4
        Re: L’Orto in terrazzo

        (Tratto da: curenaturali.it - di Maria Tonioni)


        Idee per accompagnare l’orto sul balcone

        Compostiera per un compost fai da te, facile ed economico: dagli scarti della cucina e dai rifiuti organici delle piante stesse come foglie e rametti secchi, potrai autonomamente produrre un ottimo concime naturale che diventerà il perfetto fertilizzante ecologico per le tue piante coltivate sul balcone.
        Creatività per il riciclo e riuso: qualsiasi oggetto può cambiare il suo uso e diventare altro dalla propria funzione originaria. Questa attitudine a trasformare e vedere una seconda vita negli oggetti che abbiamo intorno tutti i giorni è una buona stimolazione della parte del nostro cervello che ha bisogno di inventare e creare, quindi libero sfogo alla creatività!
        Un paio di stivali bucati diventeranno vasi coloratissimi, una teiera di ceramica forata potrà essere appesa e ospitare una bella pianta ricadente, un contenitore delle uova potrà essere il semenzaio per la nascita delle nostre piantine. Divertimento e creazione.

        segue..
        Ultima modifica di anna1401; 04/03/2015, 13:40.
        sito sanihelp

        Commenta


        • #5
          Re: L’Orto in terrazzo

          (Tratto da: curenaturali.it - di Maria Tonioni)


          In Italia boom di orti

          Secondo i dati rilevati dalla Coldiretti sono ben un milione gli italiani che coltivano il proprio balcone o la propria terrazza o persino i propri davanzali con piante e ortaggi, una vera e propria esplosione di orticoltura domestica.
          Almeno 1 italiano su 4 sceglie di autoprodurre frutta, verdura e vari cibi vegetali partendo dalle proprie mani e dalla propria casa. Un movimento di indipendenza e anche una scelta sorretta da un risparmio economico e dalla soddisfazione di ottenere alimenti genuini, sani e gustosi. Senza dimenticare che secondo l'ortoterapia la vista del verde, le attività legate al giardinaggio e all’accudire le piante sono un vero toccasana per il nostro corpo e accrescono migliorando il nostro benessere.
          In conclusione se ancora non avete iniziato a coltivare il vostro balcone è arrivato il momento di provare, in questo modo potrete sperimentare direttamente su voi stessi i benefici dell’ortocoltura sul balcone.
          Ultima modifica di anna1401; 04/03/2015, 13:41.
          sito sanihelp

          Commenta


          • #6
            Re: L’Orto in terrazzo

            (Tratto da: curenaturali.it - di Valeria Gatti)

            Non avete né un cortile né un giardino? Non è questa una buona ragione per privarvi del piacere di coltivare il vostro piccolo orticello! Armatevi di secchiello, vasi, terra, rastrello e paletta e guardate fuori dalla porta finestra che si comincia!


            L’orto in terrazzo, da cosa partire

            Solitamente c’è spazio a sufficienza su un balcone o un terrazzo per fare un piccolo orto, per far crescere più che delle erbette aromatiche o dei fiori.
            La prima cosa da fare è controllare che il vostro balcone possa sopportare il peso di qualche capiente vaso di terra: in generale i balconi possono sopportare 350 kg massimo per mq.
            Inoltre dovreste assicurarvi, consultando l’amministratore condominiale, se esteticamente il vostro orto sul terrazzo non sia “nocivo” per la bellezza del palazzo.
            Ultimo dettaglio, alquanto rilevante: assicuratevi di poter annaffiare senza dar fastidio al vostro vicino!

            segue..
            sito sanihelp

            Commenta


            • #7
              Re: L’Orto in terrazzo

              (Tratto da: curenaturali.it - di Valeria Gatti)

              Il sole per l’orto in terrazza

              L’orto sul terrazzo vi riuscirà a meraviglia se il vostro balcone è ben esposto al sole. Tenete conto che la migliore esposizione per l'orto da terrazzo o da balcone è sud, sud-est oppure sud-ovest.
              Ci sono infatti piante che si accontentano di 4 ore di sole al giorno, come spinaci, lattuga, bietole, ma altre che amano particolarmente stare al calduccio con le loro radici in un bel vaso di terracotta ai piani alti per tante ore! 6/8 ore al giorno di sole ve lo chiedono i peperoni, peperoncini, i pomodori, i cocomeri, per esempio, tutte piante abituate ai paesi caldi.


              Cosa richiede un orto sul terrazzo


              I vasi dell’orto per il terrazzo devono essere ampi, privilegiate i vasi in terracotta che lasciano traspirare aria e acqua, possibilmente rettangolari, da sistemare in modo che una parte sia contro il muro o con una lato adiacente alla parete, se possibile. In questo modo le piantine saranno al riparo dal vento e durante l’inverno potrete organizzare una piccola serra.
              Oltre al terriccio apposito per le verdure (più ricco di principi nutrienti) si dovrà prevedere un letto di biglie o palline di argilla, oppure ghiaietto, da mettere prima della terra per drenare l’acqua nei sottovasi.
              L’orto sul terrazzo richiede anche delle annaffiature frequenti.
              In estate è bene annaffiare la mattina e la sera, mentre in autunno e in primavera sarà sufficiente una volta a metà giornata.

              segue..
              sito sanihelp

              Commenta


              • #8
                Re: L’Orto in terrazzo

                (Tratto da: curenaturali.it - di Valeria Gatti)

                Cosa piantare nell’orto sul terrazzo

                Nel vostro nuovo orto sul terrazzo potete sbizzarrirvi: ogni regione e ogni città ha il suo microclima, potrete imparare da voi quali sono le verdure che resistono meglio sul terrazzo.
                Generalmente si può stare su piante come pomodori, peperoni, zucchine, melanzane, cocomeri, peperoncino, rucola, insalata da taglio, verze.
                Un po’ più difficile risulta coltivare patate, cipolle, carote.
                Non vale la pena piantare fagioli, piselli, fagiolini.
                Considerate invece gli alberi da frutta nani, come fragole, lamponi, more, perfetti in piccoli vasi.
                Per la famiglia delle insalate e verdure da taglio optate per vasi di 20 centimetri di profondità, un po’ più profondi, 45 centimetri circa, per i pomodori, le melanzane, le zucchine e i cocomeri.
                Non dimenticate di piantare erbe aromatiche alla base delle vostre piante, terranno lontano I parassiti nocivi: via libera a menta, timo, dragoncello, erba cipollina, origano, tenendo conto delle associazioni favorevoli e le simpatie tra le piante
                sito sanihelp

                Commenta


                • #9
                  Re: L’Orto in terrazzo

                  (Tratto da: curenaturali.it - di Margherita Russo)


                  Coltivare le FRAGOLE sul balcone: dove e quando

                  Possibile coltivare fragole sul balcone? Certo che sì. Le piantine di fragole sono piccole e abbastanza semplici di mantenere: bastano un po’ di cure e un vaso da 30 centimetri.

                  Le fragole amano il clima temperato e in Italia si possono coltivare quasi ovunque: al livello del mare o anche fino a 800-900 metri di altezza. Esistono diverse varietà e ognuna di esse vive meglio in particolari condizioni climatiche e ambientali; comunque, in genere, nei vivai locali si trovano le specie più adatte a crescere bene in quella determinata regione.

                  Soprattutto per i principianti, non è consigliabile piantare i semi, perché si potrebbero avere difficoltà nell’ottenere le piantine. Conviene, quindi, comprare le piante da mettere a dimora.
                  Solitamente, nei vivai, le piantine di fragole si trovano a partire dal mese di marzo e il periodo dell’anno per il trapianto comincia a inizio primavera, anche se, in realtà, il momento perfetto per questa operazione dipende anche dalla zona in cui si vive.

                  La fragola è un’erbacea perenne, quindi, una volta acquistata, se mantenuta in salute, può essere conservata e dare frutti per tre o quattro stagioni. Ogni tre o quattro anni va però estirpata e sostituita. Vediamo come coltivare le fragole sul balcone, con piccoli accorgimenti che potrebbero rivelarsi utili.

                  segue..
                  Ultima modifica di anna1401; 22/06/2015, 17:38.
                  sito sanihelp

                  Commenta


                  • #10
                    Re: L’Orto in terrazzo

                    (Tratto da: curenaturali.it - di Margherita Russo)


                    FRAGOLE sul balcone: trapianto e cure

                    Per coltivare una piantina di fragole sul balcone basta un vaso da 30 cm. È possibile coltivare due o tre piantine in uno stesso vaso grande, a patto però di distanziale circa 15 cm l’una dall’altra.
                    Il terreno deve essere leggero e ricco di sostanza organica, va bene quindi un terriccio universale. È meglio mettere uno strato di argilla espansa sul fondo del vaso.

                    Le piantine andrebbero tenute al sole o in mezz’ombra, in base al tipo di fragole, e vanno annaffiate costantemente, ma con moderazione. L’acqua andrebbe versata direttamente sul terreno e non sulle foglie; le annaffiature devono essere più frequenti subito dopo il trapianto e durante la produzione dei frutti.
                    I frutti possono essere raccolti in maniera continuativa, man mano che maturano, preferibilmente la sera o al mattino presto.

                    I nemici peggiori delle piantine di fragole sono il mal bianco e la muffa grigia, patologie fungine causate da un eccesso di umidità e da poca aria, il miglior rimedio contro questi mali è la prevenzione, che si ottiene rispettando le corrette tecniche colturali.
                    Altri nemici delle fragole sono le lumache o anche gli insetti e gli uccelli golosi.
                    Le lumache basta toglierle manualmente, anche perché in genere, quando si coltivano fragole sul balcone, non ci sono molte piantine e non ci vorrà molto tempo.
                    Se il problema sono uccelli e insetti, sarà meglio proteggere le piantine con una rete a maglie fitte.

                    segue..
                    Ultima modifica di anna1401; 22/06/2015, 17:38.
                    sito sanihelp

                    Commenta


                    • #11
                      Re: L’Orto in terrazzo

                      (Tratto da: curenaturali.it - di Margherita Russo)


                      FRAGOLE Sì: ma quanto tempo ci vuole?

                      Gli ostacoli principali di chi voglia coltivare in casa, sul proprio balcone o sul terrazzo, sono due: lo spazio e il tempo.
                      Sullo spazio abbiamo già detto che per le fragole non ce ne vuole molto, basta quel poco che serve per contenere un vaso di medie dimensioni.
                      Anche per quanto riguarda il tempo, coltivare fragole sul balcone non ne richiede tanto. Bisogna prendersi una mezza giornata per andare a comprare terriccio, vasi e piantine e per trapiantarle, e qualche minuto al giorno per annaffiare e raccogliere i frutti.

                      Periodicamente ci può essere bisogno di impiegare un po' di tempo in più per concimare o per preparare le piantine ad affrontare la stagione fredda, ma non è mai un grosso impegno.
                      Per chi ha figli, può essere divertente proporre la coltivazione delle fragole come gioco educativo: i bambini in genere amano questo tipo di attività e imparano moltissimo, per esempio imparano il prendersi cura di qualcosa, la responsabilità e il rispetto per la natura.

                      segue..
                      Ultima modifica di anna1401; 22/06/2015, 17:38.
                      sito sanihelp

                      Commenta


                      • #12
                        Le aromatiche sul balcone

                        (Tratto da: ideegreen.it - Anna De Simone)

                        COME COLTIVARE IL BASILICO IN VASO

                        Il basilico è una delle erbe aromatiche più utilizzate in cucina, il suo aroma unico e piacevole insaporisce e valorizza tantissime preparazioni. È un elemento che non deve mai mancare in cucina e per fare in modo che questo non accada sarebbe un’ottima idea coltivare il basilico in balcone. La coltivazione del basilico in vaso è una procedura molto semplice, ecco alcune indicazioni utili.


                        Come coltivare il basilico in vaso, l’occorrente:
                        • Bustina di semi di basilico
                        • Cassonetto in legno o in plastica della frutta
                        • Terriccio
                        • Qualche vaso di terra cotta forato sul fondo
                        • Una bustina di sassolini piatti
                        • Foglio di cellofan abbastanza grande da coprire il cassonetto
                        • Elastico abbastanza grande da poter passare intorno al cassonetto


                        Come coltivare il basilico in vaso, la procedura per la semina
                        La semina può essere fatta da marzo a maggio:
                        1. disporre i sassolini sul fondo di un cassonetto della frutta ( serve a non far appantanare l’acqua) e riempirlo di terriccio
                        2. disporre i semi in maniera uniforme sulla superficie e ricoprirli con uno strato di terra alto circa 2 centimetri
                        3. inumidire per bene la terra servendosi dello spruzzino
                        4. ricoprire il cassonetto col cellofan fermandolo con un elastico e riporlo in un luogo luminoso ma in ombra
                        5. scoprire ogni giorno per eliminare la condensa dal cellofan, poi inumidire la terra e ricoprirlo con il cellofan



                        segue..
                        sito sanihelp

                        Commenta


                        • #13
                          Re: Le aromatiche sul balcone

                          (Tratto da: ideegreen.it - Anna De Simone)

                          COME COLTIVARE IL BASILICO IN VASO

                          Come coltivare il basilico in vaso, la procedura per la rinvasatura
                          Dopo circa una ventina di giorni, il tempo che le piantine raggiungano la lunghezza di 7/10 cm procedere alla rinvasatura:
                          1. estrarre delicatamente le piantine facendo attenzione a lasciare intorno alle radici un piccolo pannicolo di terra per poi trapiantarle 4 o 5 per volta nei vasi di terracotta: i vasi devono essere riempiti di terriccio con la stessa procedura di cui sopra.
                          2. dopo averle tutte trapiantate, innaffiare delicatamente assicurandosi di aver impregnato per bene la terra
                          3. lasciare i vasi al sole avendo cura di tenere la terra costantemente umida
                          4. dopo un mese sarà possibile condire le pietanze con il basilico coltivato in casa nostra: le foglie vanno staccate insieme al picciolo, meglio se si compie l’operazione con una piccola cesoia.

                          Indicazioni utili: è bene recidere con regolarità gli apici vegetativi e i fiori (le cime) per far crescere le piantine più forti e rigogliose.
                          Il basilico deve essere consumato fresco, non deve essere messo durante la cottura in quanto con il calore perde rapidamente le sue proprietà aromatiche.
                          sito sanihelp

                          Commenta


                          • #14
                            Coltivare un orto in vaso

                            (Tratto da: ideegreen.it - Anna De Simone)

                            COLTIVARE UN ORTO IN VASO


                            Per agevolare la pratica di coltivazione di un orto, potete coltivare nello stesso vaso ortaggi diversi che però hanno le stesse esigenze d’acqua, di esposizione e di nutrienti.

                            Per esempio si possono associare tra loro la cicoria e la rucola o diversi tipi di insalata e lattuga.
                            Non è consigliabile coltivare nello stesso contenitore piante che hanno il bisogno di estendere il proprio apparato radicale o che, con la raccolta hanno esigenze colturali particolari come possono averne la carota, il finocchio o la patata.

                            segue..
                            sito sanihelp

                            Commenta


                            • #15
                              Re: Coltivare un orto in vaso

                              Tratto da: ideegreen.it - Anna De Simone)

                              COLTIVARE UN ORTO IN VASO


                              Tra gli ortaggi che più si prestano alla coltivazione in vaso abbiamo:

                              • Bietola da taglio.
                              • Carota, ma solo varietà di tipo “a trottola”, che cioè si sviluppano poco in profondità e più in larghezza.
                              • Cetriolo, da sostenere con tutori e in vasi di almeno 15-20 litri di terriccio.
                              • Cicorie e radicchi da tagli o, da cogliere e da cespo. Le varietà sono quelle del Chioggiotto, Trevigiano precoce e il Veronese.
                              • Cipolla, la più adatta per essere raccolta fresca è la varietà Bianca di Lisbona
                              • Melanzana, Peperone e peperoncino. Questi vanno messi a dimora in vasi di almeno 15-20 chilogrammi di terriccio e da sostenere con tutori.

                              segue..
                              sito sanihelp

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X