annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

I Fitoestrogeni

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • I Fitoestrogeni

    .
    Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


    (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


    I fitoestrogeni sono sostanze naturali contenute in diversi vegetali e così chiamate in quanto possiedono una struttura chimica e una funzione biologica simili a quelle degli ormoni femminili anche se di potenza inferiore.
    Sono in grado di legarsi agli stessi recettori di membrana cellulare degli estrogeni umani con azione simil-ormonale.
    Sono contenuti nei vegetali sotto forma di precursori (come glicosidi) e vengono metabolizzati e attivati nell’intestino ad opera della flora batterica.

    I fitoestrogeni si dividono in 4 classi:

    - isoflavoni, a maggior attività estrogenica, contenuti soprattutto nella soia e nel trifoglio rosso
    - lignani, contenuti prevalentemente nel luppolo
    - cumestani, contenuti nel trifoglio rosso e nei germogli di soia
    - lattoni dell’acido resorcilico presenti in minime tracce.

    I più importanti, più utilizzati in ambito farmacologico e studiati sono gli isoflavoni.

    segue..
    sito sanihelp

  • #2
    Re: I Fitoestrogeni


    Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


    (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


    Gli isoflavoni sono composti chimici idrosolubili di natura fenolica appartenenti alla classe dei flavonoidi e a struttura estrogenica.
    Gli isoflavoni possono essere suddivisi in 5 composti:

    - daidzeina
    - genisteina
    - formononetina
    - biocanina A
    - gliciteina


    Tra questi la genisteina e la daidzeina sono sicuramente i composti maggiormente studiati e presenti soprattutto in soia e trifoglio rosso.

    La soia contiene anche gliciteina, un isoflavone ad attività maggiormente estrogenica rispetto ai primi due, ma generalmente presente in basse concentrazioni.
    Il trifoglio rosso, inoltre, contiene anche formononetina, che viene convertita in daidzeina e biocanina A che viene convertita in genisteina.

    Gli isoflavoni si legano ai recettori degli estrogeni producendo un debole effetto estrogenico. Questo porta ad un’interessante doppia azione:

    - quando i livelli degli estrogeni nel corpo sono insufficienti (per esempio nelle donne in menopausa), gli isoflavoni possono stimolare i recettori estrogenici con effetti simil-ormonali;
    - quando, invece, i livelli di estrogeni sono ottimali, gli isoflavoni tendono a svolgere azione antiestrogenica legandosi ai recettori al posto del ligando naturale (estradiolo). Svolgendo un’azione più debole rispetto all’estrogeno di riferimento, questa viene letta dall’organismo come antiestrogenica.

    segue..
    sito sanihelp

    Commenta


    • #3
      Re: I Fitoestrogeni


      Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


      (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


      UTILIZZO CLINICO DEGLI ISOFLAVONI

      I dati sull’efficacia clinica e sulla sicurezza degli isoflavoni sono molto conflittuali, contraddittori e discordanti a tal punto che risulta molto difficile, parlando in generale, stabilirne un’effettiva utilità, efficacia e sicurezza di utilizzo.
      Ad oggi risultano più di 13.000 pubblicazioni listate su PubMed riguardanti gli isoflavoni, a giustificazione del fatto che sono composti chimici che suscitano notevole interesse da parte della comunità scientifica e che risultano, quindi, ampiamente testati e studiati. Purtroppo, però, l’analisi dei dati pubblicati lascia il lettore con dubbi molto seri.

      Le rivendicazioni salutistiche principali sugli isoflavoni sono:

      - miglioramento del profilo lipidico e del rischio cardiovascolare
      - riduzione dei sintomi della menopausa
      - prevenzione dell’osteoporosi
      - prevenzione del cancro al seno e all’utero
      - prevenzione del cancro alla prostata.


      Li vedremo ora nel dettaglio.

      segue..
      sito sanihelp

      Commenta


      • #4
        Re: I Fitoestrogeni


        Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


        (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


        MIGLIORAMENTO DEL PROFILO LIPIDICO E DEL RISCHIO CARDIOVASCOLARE

        Diversi studi mostrano come i prodotti a base di soia possano ridurre i livelli di colesterolo e migliorare il rapporto LDL/HDL (1,2). Sembra però che questo effetto non sia legato strettamente agli isoflavoni, ma ad altri composti presenti nella soia, come proteine, fibre e fosfolipidi (3-5).
        Alcuni studi, invece, suggeriscono, che gli isoflavoni siano efficaci nella riduzione del colesterolo solo quando vengono convertiti in equolo dalla flora batterica intestinale (6,7). Solo un terzo della popolazione, però, sembra possedere lo specifico enzima deputato a tale sintesi.

        segue..
        sito sanihelp

        Commenta


        • #5
          Re: I Fitoestrogeni


          Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


          (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


          SINTOMI DELLA MENOPAUSA

          In questo ambito troviamo risultati piuttosto contrastanti.
          Diversi studi svolti con soia, isoflavoni della soia, agliconi degli isoflavoni o genisteina da sola, mostrano un miglioramento delle vampate di calore così come degli altri sintomi della menopausa, come la secchezza vaginale (8-13)

          In altri studi, al contrario, i risultati mostrano effetti poco o per nulla consistenti (14)

          Due studi riportano che i soggetti “equolo-producenti” possono trarre effettivi benefici dall’utilizzo degli isoflavoni (15,16)

          Ulteriori studi svolti con soia, isoflavoni della soia e isoflavoni da trifoglio rosso concludono che i benefici nella riduzione dei sintomi della menopausa sono inconsistenti (17-28)

          La stessa Cochrane Collaboration, nella sua review sui fitoestrogeni, conclude che “There is no evidence of effectiveness in the alleviation of menopausal symptoms with the use of phytoestrogen treatments”, ovvero “non c’è evidenza di efficacia nell’alleviare i sintomi della menopausa con l’utilizzo di trattamenti a base di fitoestrogeni” (29)
          sito sanihelp

          Commenta


          • #6
            Re: I Fitoestrogeni


            Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


            (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


            OSTEOPOROSI

            Gli estrogeni possiedono un effetto protettivo sull’osteoporosi. Studi recenti suggeriscono che gli isoflavoni possano stimolare l’osteogenesi bloccando, al tempo stesso, la degradazione ossea (37,38). In questo caso i dati sui soggetti “produttori” di equolo non sono chiari (39)

            I risultati di altri studi sugli isoflavoni nell’osteoporosi hanno dato, però, risultati poco consistenti (30-35) nonostante la genisteina da sola abbia mostrato una maggior evidenza rispetto al placebo (36)

            segue..
            sito sanihelp

            Commenta


            • #7
              Re: I Fitoestrogeni


              Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


              (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


              PREVENZIONE TUMORALE E PROFILO DI SICUREZZA

              Idubbi maggiori sulla sicurezza degli isoflavoni riguardano l’attività estrogenica di questi composti che, potenzialmente, potrebbero portare a stimolazione dei recettori estrogenici a livello del seno e dell’endometrio causando, in soggetti predisposti o con precedenti patologie neoplastiche, ad aumento del rischio tumorale.

              Sebbene generalmente gli isoflavoni svolgano effetti antiestrogenici per debole attività estrogenica quando questa viene paragonata a quella dell’estradiolo (vedi sopra), in alcuni studi sugli animali, in determinate circostanze, gli isoflavoni possono stimolare le cellule del cancro al seno (40,41).
              Altri studi, invece, hanno dato risultati decisamente contraddittori (42-44)

              segue..
              sito sanihelp

              Commenta


              • #8
                Re: I Fitoestrogeni


                Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


                (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


                Non esistono dati evidenti sulla correlazione tra l’utilizzo di moderate quantità di fitoestrogeni (28-50 mg/die) e aumento del rischio di tumore al seno, però, visto il rischio teorico e l’assenza di trials randomizzati su larga scala sulla sicurezza di questi composti, sarebbe opportuno utilizzare questi prodotti con cautela nelle donne con storia di tumore al seno o ad alto rischio (45)
                Per quanto riguarda l’attività a livello uterino, molti studi hanno dimostrato che gli isoflavoni non stimolano le cellule dell’utero (46-48).
                Nonostante questo uno studio su 365 partecipanti della durata di 5 anni, ha evidenziato una stimolazione uterina nel 3,37% nelle donne che avevano utilizzato isoflavoni contro uno 0% del gruppo placebo (49)
                Altri studi riportano un chiaro effetto di stimolo estrogenico a livello endometriale.

                Per quanto riguarda eventuali interazioni con altri farmaci, sembra che gli isoflavoni possano interagire sia col tamoxifene che con gli inibitori delle aromatasi, inibendone l’attività (50,51).

                segue..
                sito sanihelp

                Commenta


                • #9
                  Re: I Fitoestrogeni


                  Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


                  (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


                  PREVENZIONE DEL TUMORE ALLA PROSTATA

                  Alcuni studi osservazionali suggeriscono che la soia potrebbe avere effetti benefici nel prevenire il cancro alla prostata. Gli isoflavoni, infatti, possono ridurre i livelli di testosterone e alterare il rapporto di alcune forme di estrogeno (54).

                  In uno studio in doppio-cieco, uomini con neodiagnosi di cancro alla prostata hanno assunto isoflavoni della soia (60 mg/die) riportando una lieve diminuzione dei livelli di PSA (55)cosa che non si è verificata, invece, somministrando isoflavoni (83 mg/die) a soggetti sani (56). I dati, comunque, restano ancora del tutto preliminari.


                  DOSAGGI

                  Gli isoflavoni da soia e trifoglio generalmente vengono utilizzati a dosaggi che vanno da 40 mg a 80 mg/die. Questi sono dosaggi molto più alti rispetto a quelli utilizzati dalle donne asiatiche che generalmente si attestano intorno a 28 mg/die, fino ad arrivare a 50 mg/die per quelle in post-menopausa (52,53).

                  In Italia il Ministero della Salute limita il dosaggio di isoflavoni a 80 mg per dosaggio giornaliero.

                  segue..
                  sito sanihelp

                  Commenta


                  • #10
                    Re: I Fitoestrogeni


                    Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


                    (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


                    CONCLUSIONI

                    Alla luce di quanto riportato è importante ribadire come sia assolutamente poco corretto generalizzare quando si parla di estratti vegetali.
                    La variabilità chimica delle materie prime, la standardizzazione dell’iter produttivo, le composizioni chimiche degli estratti, i titoli e le forme farmaceutiche possono influire in maniera drastica e sostanziale sugli effetti clinici di prodotti che alla fonte partono come integratori a base della stessa pianta.
                    L’efficacia terapeutica di un prodotto andrebbe sempre attribuita al marchio commerciale (con evidenti prove cliniche alla mano) e non ad un prodotto solo in virtù del fatto che è costituito da un estratto a base di una pianta che in letteratura ha dimostrato determinate attività: primo perché non è detto che chimicamente l’estratto sia sovrapponibile a quello studiato, secondo perché, come in questo caso, i dati non sono assolutamente conclusivi.



                    BIBLIOGRAFIA


                    1 AndersonJW, Johnstone BM, Cooke- Newell ME. Meta-analysis of the effects of soy protein intake on serurn lipids. N Eng J Med. 1995;:333:276-281.

                    2 Baum JA, Teng H, Erclman JW Jr, et al. Long-term intake of soy protein improves blood lipid profiles and increases mononuclear cell low-density-lipoprotein receptor messenger RNA in hypercholesterolemic , postmenopausal women.Ciimacteric. 1999;2:79-84

                    3 Messina M, Gardner C, Barnes S. Gaining insight into the health effects of soy but a long way still to go: commentary on the Fourth International Symposium on the Role of Soy in Preventing and Treating Chronic Disease. J Nutr. 2002;132:547S-551S.


                    segue..
                    sito sanihelp

                    Commenta


                    • #11
                      Re: I Fitoestrogeni


                      Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


                      (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


                      4 Hoie LH, Morgenstern EC, Gruenwald J, et al. A double-blind placebo-controlled clinical trial compares the cholesterol lowering effects of two different soy protein preparations in hypercholesterolemic subjects. Eur J Nutr. 2004 Apr 5

                      5 Gardner CD, Messina M, Kiazand A, et al. Effect of two types of soy milk and dairy milk on plasma lipids in hypercholesterolemic adults: a randomized trial. J Anz Colf Nutr. 2007;26:669- 677

                      6 Meyer E.I, Larkin TA, OwenAJ, et al. Limited lipid-lowering effects of regular consumption of whole soybean foods. Ann Nutr Metab. 2004;48:67-78

                      7 Wu J, Oka J, Ezaki J, et al. Possible role of equol status in the effects of isoflavone on bone and fat mass in postmenopausal Japanese women: a double-blind, randomized, controlled trial. Menopause. 2007 Apr 25

                      8 Upmalis DH, Lobo R, Bradley L, et al. Vasomotor symptom relief by soy ìsoflavone extract tablets in postmenopausal women: a multicenter, double- blind. randomized, placebo-controlled study. Menopause. 2000;7:236-242

                      9 Han KK, Soares JM, Haidar MA et al. Benefits of soy isoflavone therapeutic: regimen on menopausal symptoms. Obstet Gynecal. 2002;99:389-394

                      10 Murkies AL, Lombard C, Strauss B.l, et al. Dietary flour supplementation decreases post- menopausal hot flushes: effect of soy and wheat. Maturiias. 1995;21:189-195


                      11 Scambia G, Mango D, Signorile PG, et al. Clinical effects of a standardized soy extract in postmenopausal women: a pilot study. Menopause. 2000;7:105-111

                      segue
                      sito sanihelp

                      Commenta


                      • #12
                        Re: I Fitoestrogeni


                        Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


                        (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


                        12 Faure ED, Chantre P, Mares P. Effects of a standardized soy extract on hot flushes: a multicenter, double-blind, randomized, placebo-controlled study. Menopause. 2002;9:329-334

                        13 Crisafulli A, Marini H, Bitto A, et al. Effects of genistein on hot flushes in early postmenopausal women: a randomized, double-blind EPT- and placebo-controlled study. Menopause. 2004;11 :400-404
                        14 Khaodhiar L, Ricciotti HA, Li L, et al. Daidzein-rich isoflavone aglycones are potentially effective in reducing hot flashes in menopausal women. Menopause. 2008;15:125-32

                        15 Uesugi S, Watanabe S, Ishiwata N, et al. Effects of isoflavone supplements on bone metabolic markers and climacteric symptoms in Japanese women. Biofactors. 2005;22:221-228

                        16 Jou HJ, Wu SC, Chang FW, et al. Effect of intestinal production of equol on menopausal symptoms in women treated with soy isoflavones. Int J Gynaecol Obstet. 2008 Apr 4

                        17 Penotti M, Fabio E, Modena AB et al. Effect of soy-derived isoflavones on hot flushes, endometrial thickness, and the pulsatility index of the uterine and cerebral arteries. Fertil Steril. 2003;79:1112-1117

                        18 St. Germain A, Peterson CT, Robinson JG, et al. Isoflavone-rich or isoflavone-poor soy protein does not reduce menopausal symptoms during 24 weeks of treatment. Menopause. 2001;8:17- 26

                        19 Baber RJ, Templeman C, Morton T, et al. Randomized placebo-controlled trial of an isoflavone supplement and menopausal symptoms in women. Climacteric. 1999;2:85-92. Am J Clin Nutr. 1998;68:545-551

                        20 Knight DC, Howes JB, Eden JA. The effect of Promensil, an isoflavone extract, on menopausal symptoms. Climacteric. 1999;2:79-84

                        segue
                        sito sanihelp

                        Commenta


                        • #13
                          Re: I Fitoestrogeni


                          Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


                          (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )

                          21 Kotsopoulos D, Dalais FS, Liang YL, et al. The effects of soy protein containing phytoestrogens on menopausal symptoms in postmenopausal women. Climacteric. 2000;3:161-167

                          22 Messina M, Hughes C. Efficacy of soyfoods and soy bean isoflavone supplements for alleviating menopausal symptoms is positively related to initial hot flush frequency. J Med Food. 2003;6:1-11

                          23 Manonai J, Songchitsomboon S, Chanda K, et al. The effect of a soy-rich diet on urogenital atrophy: A randomizecl, cross-over trial. Maturitas. 2005 Nov 15

                          24 Van de Weijer P, Barentsen R. lsoflavones from red clover (Promensil) significantly reduce menopausal hot flush symptoms compared with placebo. Maturitas. 2002;42:187

                          25 Tice JA, Ettinger B, Ensrud K, et al. Phytoestrogen supplements for the treatment of hot flashes: The isotlavone Clover Extract (ICE) Study. JAMA. 2003;290:207-21

                          26 Baber RJ, Templeman C, Morton T, et al. Randomized placebo-controlled trial of an isoflavone supplement and menopausal symptoms in women. Climacteric. 1999;2:8S-92

                          27 Knight DC, Howes JB, Eden JA. The effect of Promensil, an isoflavone extract, on menopausal symptoms

                          28 Low Dog T. Menopause: a review of botanical dietary supplements. Am J Med. 2005 Dec;118 Suppl 12B:98-108

                          29 Cochrane collaboration Phytoestrogens for vasomotor menopausal symptoms (Review) 2010 Issue 11

                          30 Nikander E, Kilkkinen A, Metsa- Heikkila M, et al. A randomized placebo-controlled crossover trial with phytoestrogens in treatment of menopause in breast cancer patients, Obstet Gynecol.2003;101:121 3-1220

                          segue
                          sito sanihelp

                          Commenta


                          • #14
                            Re: I Fitoestrogeni


                            Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


                            (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


                            31 Atkinson C, Compston JE, Day NE, et al. The effects of phytoestrogen isoflavones on bone density in women: a double-blind, randomized, placebo-controlled trial. Am J Clin Nuir, 2004;79:326-333

                            32 Harkness LS, Fiedler K, SehgalAR, et al. Decreased bone resorption with soy isoflavone supplementation in post menopausal women. J Womens Health. 2005;13:1000- 1007

                            33 Mori M, Aizawa T, Tokoro M, et al. Soy isoflavone tablets reduce osteoporosis risk factors and obesity in middle-aged Japanese women. Clin Exp Pharmacol Physiol. 2005;31(suppI2):S39- 41

                            34 Huang HY, Yang HP, Yang HT, et al. One-year soy isoflavone supplementation prevents early postmenopausal bone loss but without a dose-dependent effect. .lNutr Biochem. 2006 Feb 3

                            35 Marini H, Minutoli L, Polito F, et al. Effects of the phytoestrogen genistein on bone metabolism in osteopenic postmenopausal women. Ann Lniern Med. 2007;146:839-847

                            37 Morabito N, Crisafulli A, Vergara C, et al. Effects of genistein and hormone-replacement therapy on bone loss in early postmenopausal women: a randomized double- blind placebo- controlled study. J Bone Miner Res. 2002;17:1904-1912

                            38 Fanti O, Faugere MC, Gang Z, et al. Systematic administration of genistein partially prevents bone loss in ovariectomized rats in a nonestrogen-like mechanism [abstract]. Am J Clin Nutr. 1998;68(suppl):1517S-1518S

                            39 Brink E, Coxam V, Robins S, et al. Long-term consumption of isoflavone-enriched foods does not affect bone mineral density, bone metabolism, or hormonal status in early postmenopausal women: a randomized, double- blind, placebo controlled study. Am J Clin Nutr. 2008;87:761-770


                            segue
                            sito sanihelp

                            Commenta


                            • #15
                              Re: I Fitoestrogeni


                              Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


                              (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


                              40 Allred CD, Allred KF, Ju YH, et al. Soy diets containing varying amounts of genistein stimulate growth of estrogen-dependent (MCF-7) tumors in a dose-dependent manner. Cancer Res 2001;61:5045-5050

                              41 Allred CD, Ju YH, Allred KF, et al. Dietary genistein stimulates growth of estrogen-dependent breast cancer tumors similar to that observed with genistein. Carcinoqenesis. 2001;22:1667- 1673

                              42 Maskarinec G, Williams AE, Carlin L. Mammographic densities in a one-year isoflavone intervention.
                              Eur J Cancer Preu. 2003;12:165-169

                              43 Petrakis NL, Barnes S, King EB, et al. Stimulatory influence of soy protein isolate on breast secretion in pre- and post – menopausal women. Cancer Epidemiol Biomarkers Preu. 1996;5:785-794

                              44 Hargreaves DF, Potten CS, Harding C, et al. Two-week dietary soy supplementation has an estrogenic effect on normal premenopausal breast. J Clin Endocrinol Metab. 1999;84:4017- 4024

                              45 Deng G, Davatgarzadeh A, Yeung S, Cassileth B. Phytoestrogens: science, evidence, and advice for breast cancer patients. J Soc Integr Oncol. 2010 Winter;8(1):20-30

                              46 Crisafulli A, Marini H, Bitto A, et al. Effects of genistein on hot flushes in early postmenopausal women: a randomized, double-blind EPT – and placebo-controlled study. Menopause. 2004; 11:400-404

                              47 Penotti M, Fabio E, Modena AB, et al. Effect of soy-derived isoflavones on hot flushes, endometrial thickness, and the pulsatility index of the uterine and cerebral arterìes. Fertil Sterii. 2003;79:1112-1117


                              segue
                              sito sanihelp

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X