annuncio

Comprimi

Regolamento

I PRINCIPI

Il forum di Sanihelp.it è un punto di incontro e confronto, un forum libero, privo di ogni censura preventiva. Questo forum è una comunità di aiuto e supporto reciproco in cui ognuno contribuisce cercando di essere d'aiuto e portando il proprio punto di vista riguardo i diversi temi trattati.

Nel forum ciascuno è libero di esprimere la sua opinione, mantenendo però un atteggiamento di educato rispetto nei confronti delle idee diverse. Il forum è uno spazio civile e gradevole: gli utenti non devono essere intolleranti e aggressivi, ma propositivi e disponibili, moderando il proprio linguaggio e consentendo così di ridurre al minimo l'attività di moderazione.

Lo staff di Sanihelp.it si riserva il diritto di eliminare l'iscrizione al forum, di cancellare discussioni e messaggi senza alcun preavviso.


GLI UTENTI
Gli utenti sono suddivisi in quattro categorie.

- Amministratore:
gestisce il forum in tutte le sue parti, appartiene allo staff di sanihelp.it
- Moderatore:
è un utente che ha il compito di agevolare la vita all'interno del forum, è un punto di riferimento e un valido aiuto per tutti gli utenti.
- Sani All:
gli utenti del forum.
- Utenti Bannati:
un utente bannato può accedere al forum ma non parteciparvi. Si è bannati se non si rispetta il regolamento, il ban può essere imposto per un periodo di tempo limitato o per sempre. Nei casi più gravi può essere bannato anche l'indirizzo IP.

Utenti e reputazione
Ogni 365 giorni di permanenza sul forum si guadagnano 10 punti.
Ogni 10.000 messaggi e 1.000 punti reputazione si guadagna un punto di potenza nell'assegnazione della reputazione ad altri utenti.
Un utente per poter assegnare reputazione deve avere almeno 15 punti e aver scritto 30 messaggi.
In 24 ore si possono assegnare solo 20 punti.
Prima di poter assegnare la reputazione allo stesso utente è necessario assegnarla a 15 utenti differenti.
Reputazione e i commenti non sono anonimi

NICKNAME e FIRMA
Dato l'alto numero di utenti iscritti al forum, tutti i nomi più comuni sono già presenti.
Consigliamo di scegliere un nome particolare che contenga dei numeri e che non contenga trattini, simboli o caratteri speciali.
Per tutelare la privacy personale suggeriamo inoltre di non utilizzare nome e cognome completi all'interno del nickname.

Il nickname e la firma non devono contenere testi offensivi o provocatori, non è inoltre possibile utilizzare come nickname un nome attribuibile a una professione medica se non si è un professionista collaboratore della redazione di Sanihelp.it (es: psicologo, dottore, urologo).
Se si desidera cambiare il nickname è possibile farlo inviando un messaggio privato all'amministrazione (Evoh).

La frase è modificabile autonomamente dal pannello di controllo personale.
Nel caso in cui venga inserito un contenuto non idoneo i moderatori provvederanno ad avvisare l'utente con un messaggio personale.
Se dopo la richiesta di modifica la frase resta invariata, i moderatori sono autorizzati a cancellarla.
Se si dovessero inserire nuovamente contenuti offensivi nella frase, verrà assegnato un ban di almeno 3 giorni.


LEGGI DELLO STATO E INTERNET

Per non incorrere in spiacevoli conseguenze, ricordiamo agli utenti che su questo forum vigono tutte le leggi dello Stato italiano.
Ogni utente è responsabile dei contenuti che pubblica e tutti, utenti, moderatori e amministratori, possono rivolgersi alla Polizia per far rispettare la legge o per tutelarsi.
Tafferugli verbali, consigli e provocazioni non sono considerati reati, i reati sono cose ben più gravi che la coscienza di ciascuno riesce facilmente a identificare.
Vi ricordiamo inoltre che, come cita la locuzione latina: Verba volant, scripta manent.


REGOLE GENERALI

1. Non è permesso pubblicare:
- indirizzi email
- numeri telefonici
- il contenuto di email private e messaggi privati (MP) anche se si è in possesso dell'autorizzazione del mittente
- pubblicare messaggi pubblicitari o link

2. I moderatori hanno il compito di animare e moderare le discussioni e di controllare che nessuno violi il regolamento del forum.
I moderatori potranno ammonire, avvertire, bannare gli utenti che non rispetteranno il regolamento ed editare, spostare, chiudere e cancellare una discussione o un post.

3. Chiunque abbia un comportamento in contrasto con il regolamento del forum potrà veder cancellati i propri interventi ed essere bannato da esso, fino all'esclusione permanente nei casi più gravi. L'esclusione permanente è da intendersi estesa anche a eventuali alias.

4. Gli argomenti dei post inseriti in una discussione devono essere inerenti al tema deciso dall'autore delle discussione. I moderatori possono cancellare o spostare in un altro forum gli interventi che saranno giudicati fuori tema (OT).

5. Un utente che si ritenga ingiustamente sanzionato ha facoltà di chiedere chiarimenti via messaggio privato o email. Nel caso questo non avvenga e vengano creati post e discussioni polemiche, saranno cancellate.

6. Il moderatore NON cancella o corregge discussioni o post su richiesta.

7. Saranno bannati gli utenti promotori di pedofilia e violenza e chiunque faccia apologia di reato. Varrà bannato inoltre chi diffonde dati e informazioni strettamente personali di un'altro utente senza il suo consenso.

8. Sono da escludere gli avatar che rientrino nelle limitazioni del regolamento e con esplicite immagini pornografiche o di anatomia intima.

9. L'autore del post è pienamente responsabile per i contenuti riportati: diffamazioni o violazioni di copyright.

10. Non è possibile per gli utenti effettuare pubblicità all’interno del forum. I post contenenti messaggi pubblicitari verranno cancellati e segnalati come Spam.

11. L'autore di ogni post ha la possibilità di editarlo entro 10 minuti dall'invio. Verificate attentamente i vostri messaggi; passato il termine non sono più modificabili, questo al fine di garantire una coerenza con lo sviluppo degli argomenti.

12. Prima di aprire una discussione in un forum è bene assicurarsi che l'argomento non sia trattato in altre discussioni attualmente attive. Nel caso siano aperte discussioni doppie i moderatori possono decidere di chiuderle e indirizzare gli utenti a quelle già esistenti.

13. Il forum non è una chat, quindi gli utenti non devono intraprendere lunghi botta e risposta con un altro utente, soprattutto se si tratta di questioni personali. Per le conversazioni private devono essere usati i mp o, nel caso di chiacchiere di gruppo, l’apposita sezione “4 chiacchiere”.


COME SCRIVERE SUL FORUM

Il titolo
Il titolo della discussione contiene il tema del messaggio. Deve essere sintetico ma non generico e soprattutto deve essere scritto in italiano corretto, senza abbreviazioni, lettere ripetute o maiuscole dove non necessarie.
Sono da evitare titoli come “Richiesta d’aiuto” o “Problema”.

esempio Titolo:
Cerco ortopedico - piede rotto (giusto)
AAAAAAAAAAAAIIIIIIII IIIUUUUUUUUUUUTTo! (sbagliato)

L'autore del primo post della discussione da l'indirizzo tematico della discussione.
Più il titolo sarà pertinente più la discussione sarà letta da tutti gli utenti del forum.
I moderatori potranno a loro discrezione modificare i titoli ritenuti non idonei.

Il contenuto delle discussioni
Aprire una nuova discussione significa voler condividere con gli altri utenti un problema di salute, chiedere un consiglio o confrontarsi su di un'idea o un'argomento.
Se un utente apre un thread solo per propagandare un'idea, sarà invitato al confronto. Se dopo un primo invito il post non sarà aperto anche alle opinioni degli altri utenti, i moderatori chiuderanno la discussione.

Il contenuto dei post

Gli utenti sono invitati a non scrivere in maiuscolo dove non necessario, poiché il maiuscolo indica che si sta urlando.
All'interno dei messaggi possono essere inserite le Emoticons. Il loro impiego nei topic è affidato al buon senso degli utenti, è consigliabile tuttavia non eccedere nel loro utilizzo.
Il linguaggio all'interno dei post deve essere cortese e rispettoso delle diverse opinioni degli altri utenti.
Nel caso in cui un post contenga linguaggio non adatto alla sezione in cui è contenuto o abbia un contenuto volutamente provocatorio, (atto a far degenerare la discussione o far arrabbiare un utente) i moderatori provvederanno a modificarlo e avvertire l'utente.
Nel caso in cui l'utente persista nel mantenere un linguaggio offensivo o aggressivo dopo il primo avvertimento, riceverà un ban di almeno 3 giorni. Se questo comportamento continuasse anche allo scadere del ban, i moderatori decideranno se bannare nuovamente l'utente in maniera definitiva.
Chi schernisce pubblicamente gli utenti che chiedono aiuto o mette in dubbio la realtà dell'utente e/o della situazione descritta riceverà un'infrazione e in caso avvenga nuovamente un ban fino a 2 giorni.

Citazioni e aforismi
Se si riportano stralci di libri o articoli, citazioni o aforismi all'interno delle discussioni è sempre bene riportare l'autore.
Non è possibile aprire discussioni contenenti esclusivamente citazioni e aforismi, salvo previa autorizzazione via messaggio privato della moderazione.

Sondaggi

Gli utenti dovrebbero evitare di realizzare discussioni di sondaggio: per realizzare un sondaggio chiedere al moderatore della sezione di aprire un thread apposito. Quando si crea un sondaggio è bene motivare chiaramente i quesiti, in modo che non possano essere scambiate per pure provocazioni o scherzi.

Funzione Quote
Quotare un messaggio significa citarlo riportandone una parte. Quotare implica ripetere cose che probabilmente gli altri utenti hanno già letto, va fatto solo quando strettamente necessario. Non è necessario quotare interamente il post precedente al proprio se si intende commentarne solo una frase: è bene mantenere la frase in questione e cancellare il resto.

Come aprire una nuova sezione (forum o sub forum)
Per aprire una nuova sezione o un nuovo forum si deve proporre l'argomento all'amministratore e impegnarsi per farlo crescere.
Per proporre una sezione o un forum è necessario che ci siano almeno due utenti interessati e disposti ad animare e moderare la sezione.
Vedi: Come diventare moderatore?


I MODERATORI e L'AUTO-MODERAZIONE

La base su cui si fonda questo forum è l'auto-moderazione, ogni utente è quindi tenuto a rispettare e fare rispettare il regolamento del forum.
I moderatori sono solo un aiuto in più in caso di bisogno.

Come ci comporta con le violazione ai principi di questo forum e del regolamento?
1. si abbandona la discussione evitando di intervenire.
2. si segnala l'abuso con l'apposito strumento (triangolo con punto esclamativo)
3. la segnalazione appare nella sezione dedicata (visibile pubblicamente)
4. i moderatori leggono la segnalazione, rispondono spiegando come intendono agire e si comportano di conseguenza
5. una volta che il moderatore ha risposto non è possibile ribattere se non tramite messaggio privato.

Nel caso vi sia un utente particolarmente molesto, è possibile non visualizzare i suoi post inserendolo tra i propri utenti indesiderati.

In caso si voglia chiarire una particolare situazione con un utente o un moderatore si comunica con l’interessato tramite messaggio privato, NON attraverso discussioni pubbliche.

In caso di infrazioni al regolamento da parte dei moderatori, è possibile sollevare il problema con il moderatore stesso via messaggio privato. In caso non si giunga a una conclusione civile e si ritenga necessario segnalare il problema, è possibile contattare l'amministratore. (Evoh)
NON è possibile discutere pubblicamente delle dinamiche di moderazione del forum. Le discussioni pubbliche verranno eliminate.

ATTENZIONE:
1 - Lo strumento segnalazioni serve a porre in evidenza gravi infrazioni al regolamento
2 - Un messaggio OT non è considerabile una grave infrazione
3 - Non è concesso utilizzare le segnalazioni per provocare altri utenti, innescare polemiche o flames e infastidire intenzionalmente la moderazione.
4 - Le risposte non sono sindacabili pubblicamente. Se non si è d'accordo è possibile comunicare via mp con il moderatore che ha risposto alla segnalazione. Segnalazioni di segnalazioni o di ammonimenti non riceveranno risposta e saranno cancellate.

Non è possibile segnalare i MP. In caso di gravi attacchi personali effettuati tramite messaggio privato gli utenti possono scrivere direttamente all'amministratore del forum.

Chiunque utilizzi impropriamente lo strumento di segnalazione (come da punto 3) riceverà un primo avvertimento e, nel caso in cui dovesse continuare, potrà ricevere un ban della durata massima di 3 giorni.

Come diventare moderatore?
Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

Il compito dei moderatori è:
- animare le discussioni
- facilitare lo scambio di opinioni tutelando la pluralità dei punti di vista
- accogliere i nuovi arrivati
- far rispettare il regolamento

I moderatori:
- rispettano il regolamento (che vale per i moderatori esattamente come per gli utenti)
- sono liberi di esprimersi nei forum seguendo le stesse linee guida degli utenti (post cordiali, non aggressivi, no flames, no attacchi personali, non mettono in dubbio identità o realtà di un utente, ecc)
- NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum (solo gli utenti possono segnalare)
- possono moderare solo le sezioni loro assegnate



PRINCIPI E LINEE GUIDA DEL MODERATORE

Il caposaldo del regolamento è l'auto-moderazione.
L'intervento dei moderatori deve essere quindi, in ordine di priorità:

- Animare: aprire discussioni, accogliere i nuovi, facilitare lo scambio di opinioni (consentendo a tutti di esprimersi) e aiutare gli utenti a districarsi fra le regole del forum e gli strumenti (fratello maggiore)
- Mantenere la rotta: il moderatore deve far si che le discussioni siano sempre on topic, è lecito chiuderle se si esce fuori tema.
- Moderare: (... e far moderare) i toni
- Mantenere la forma: è importante come si scrive, come si fa un titolo, come si imposta una domanda.

I moderatori di sezione lavorano in squadra e tutte le decisioni devono essere condivise, tutte le discussioni tecniche o inerenti la moderazioni devono avvenire via MP o nella sezione del forum privata e dedicata esclusivamente ai moderatori. Il moderatore non deve mai discuterne pubblicamente.

Il moderatore deve animare e pacificare, quindi non deve essere MAI causare volontariamente problemi e dissidi con gli altri moderatori.
Nel caso in cui un moderatore attacchi pubblicamente un altro moderatore per il suo operato, sarà sospeso per una settimana.
Nel caso in cui un moderatore violi il regolamento e/o agisca contro l'interesse del forum e della moderazione, gli altri moderatori possono segnalarlo nel forum moderatori.
Alla terza segnalazione l'amministrazione risponderà entro 5 giorni alla segnalazione e potrà agire con un richiamo formale, con un ban o con la rimozione dall'incarico.

I moderatori dato l'importante ruolo che ricoprono per la comunità del forum devono essere:
- tolleranti
- disponibili
- leali
- imparziali
- punto di riferimento per gli utenti
- da esempio

Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

I moderatori devono rispettare il regolamento e sono liberi di esprimersi nei forum, ma NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum e devono moderare solo le sezioni loro assegnate.
Solo gli utenti possono segnalare, se un moderatore riscontra violazioni nella sezione di sua competenza non segnala ma agisce.
In caso un moderatore noti situazioni particolari in una sezione di un altro moderatore, deve limitarsi a segnalarla tramite messaggio privato.

Se un moderatore dovesse mancare dal forum per più di un mese senza aver comunicato la sua assenza in precedenza, verrà rimosso dal suo incarico.

Regolamento segnalazioni e ban
La sezione dove saranno postate le segnalazioni sarà leggibile a tutti.
Solo i moderatori potranno scrivere in risposta alla segnalazioni
Alla segnalazione di un utente risponde il moderatore della sezione interessato scrivendo come intende agire e motivando proprie decisioni. (può anche decidere di non fare nulla, ma va scritto!)
Nel caso si decidesse di bannare l'utente, verrà scritto direttamente in risposta alla segnalazione e sarà visibile a tutti.
Non saranno poi concesse repliche in risposta al moderatore. Se ci saranno domande/dubbi/problemi andranno gestiti tramite i mp.

Nel caso che la decisione di bannare l’utente derivi non da una segnalazione ma da un ragionamento fatto con altri moderatori, il moderatore deve notificare il ban con un post nel forum moderatori.
Quando si banna un utente è OBBLIGATORIO segnalare la motivazione.



CANCELLAZIONE
Se si desidera cancellare la propria utenza dal forum, è sufficiente inviare un messaggio privato all'amministratore del forum (attualmente Evoh) E una a mail a [email protected] utilizzando la mail d'iscrizione al forum e indicando il proprio nick e la volontà di essere cancellati.
Visualizza altro
Visualizza di meno

I Fitoestrogeni

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • I Fitoestrogeni

    .
    Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


    (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


    I fitoestrogeni sono sostanze naturali contenute in diversi vegetali e così chiamate in quanto possiedono una struttura chimica e una funzione biologica simili a quelle degli ormoni femminili anche se di potenza inferiore.
    Sono in grado di legarsi agli stessi recettori di membrana cellulare degli estrogeni umani con azione simil-ormonale.
    Sono contenuti nei vegetali sotto forma di precursori (come glicosidi) e vengono metabolizzati e attivati nell’intestino ad opera della flora batterica.

    I fitoestrogeni si dividono in 4 classi:

    - isoflavoni, a maggior attività estrogenica, contenuti soprattutto nella soia e nel trifoglio rosso
    - lignani, contenuti prevalentemente nel luppolo
    - cumestani, contenuti nel trifoglio rosso e nei germogli di soia
    - lattoni dell’acido resorcilico presenti in minime tracce.

    I più importanti, più utilizzati in ambito farmacologico e studiati sono gli isoflavoni.

    segue..
    sito sanihelp

  • #2
    Re: I Fitoestrogeni


    Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


    (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


    Gli isoflavoni sono composti chimici idrosolubili di natura fenolica appartenenti alla classe dei flavonoidi e a struttura estrogenica.
    Gli isoflavoni possono essere suddivisi in 5 composti:

    - daidzeina
    - genisteina
    - formononetina
    - biocanina A
    - gliciteina


    Tra questi la genisteina e la daidzeina sono sicuramente i composti maggiormente studiati e presenti soprattutto in soia e trifoglio rosso.

    La soia contiene anche gliciteina, un isoflavone ad attività maggiormente estrogenica rispetto ai primi due, ma generalmente presente in basse concentrazioni.
    Il trifoglio rosso, inoltre, contiene anche formononetina, che viene convertita in daidzeina e biocanina A che viene convertita in genisteina.

    Gli isoflavoni si legano ai recettori degli estrogeni producendo un debole effetto estrogenico. Questo porta ad un’interessante doppia azione:

    - quando i livelli degli estrogeni nel corpo sono insufficienti (per esempio nelle donne in menopausa), gli isoflavoni possono stimolare i recettori estrogenici con effetti simil-ormonali;
    - quando, invece, i livelli di estrogeni sono ottimali, gli isoflavoni tendono a svolgere azione antiestrogenica legandosi ai recettori al posto del ligando naturale (estradiolo). Svolgendo un’azione più debole rispetto all’estrogeno di riferimento, questa viene letta dall’organismo come antiestrogenica.

    segue..
    sito sanihelp

    Commenta


    • #3
      Re: I Fitoestrogeni


      Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


      (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


      UTILIZZO CLINICO DEGLI ISOFLAVONI

      I dati sull’efficacia clinica e sulla sicurezza degli isoflavoni sono molto conflittuali, contraddittori e discordanti a tal punto che risulta molto difficile, parlando in generale, stabilirne un’effettiva utilità, efficacia e sicurezza di utilizzo.
      Ad oggi risultano più di 13.000 pubblicazioni listate su PubMed riguardanti gli isoflavoni, a giustificazione del fatto che sono composti chimici che suscitano notevole interesse da parte della comunità scientifica e che risultano, quindi, ampiamente testati e studiati. Purtroppo, però, l’analisi dei dati pubblicati lascia il lettore con dubbi molto seri.

      Le rivendicazioni salutistiche principali sugli isoflavoni sono:

      - miglioramento del profilo lipidico e del rischio cardiovascolare
      - riduzione dei sintomi della menopausa
      - prevenzione dell’osteoporosi
      - prevenzione del cancro al seno e all’utero
      - prevenzione del cancro alla prostata.


      Li vedremo ora nel dettaglio.

      segue..
      sito sanihelp

      Commenta


      • #4
        Re: I Fitoestrogeni


        Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


        (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


        MIGLIORAMENTO DEL PROFILO LIPIDICO E DEL RISCHIO CARDIOVASCOLARE

        Diversi studi mostrano come i prodotti a base di soia possano ridurre i livelli di colesterolo e migliorare il rapporto LDL/HDL (1,2). Sembra però che questo effetto non sia legato strettamente agli isoflavoni, ma ad altri composti presenti nella soia, come proteine, fibre e fosfolipidi (3-5).
        Alcuni studi, invece, suggeriscono, che gli isoflavoni siano efficaci nella riduzione del colesterolo solo quando vengono convertiti in equolo dalla flora batterica intestinale (6,7). Solo un terzo della popolazione, però, sembra possedere lo specifico enzima deputato a tale sintesi.

        segue..
        sito sanihelp

        Commenta


        • #5
          Re: I Fitoestrogeni


          Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


          (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


          SINTOMI DELLA MENOPAUSA

          In questo ambito troviamo risultati piuttosto contrastanti.
          Diversi studi svolti con soia, isoflavoni della soia, agliconi degli isoflavoni o genisteina da sola, mostrano un miglioramento delle vampate di calore così come degli altri sintomi della menopausa, come la secchezza vaginale (8-13)

          In altri studi, al contrario, i risultati mostrano effetti poco o per nulla consistenti (14)

          Due studi riportano che i soggetti “equolo-producenti” possono trarre effettivi benefici dall’utilizzo degli isoflavoni (15,16)

          Ulteriori studi svolti con soia, isoflavoni della soia e isoflavoni da trifoglio rosso concludono che i benefici nella riduzione dei sintomi della menopausa sono inconsistenti (17-28)

          La stessa Cochrane Collaboration, nella sua review sui fitoestrogeni, conclude che “There is no evidence of effectiveness in the alleviation of menopausal symptoms with the use of phytoestrogen treatments”, ovvero “non c’è evidenza di efficacia nell’alleviare i sintomi della menopausa con l’utilizzo di trattamenti a base di fitoestrogeni” (29)
          sito sanihelp

          Commenta


          • #6
            Re: I Fitoestrogeni


            Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


            (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


            OSTEOPOROSI

            Gli estrogeni possiedono un effetto protettivo sull’osteoporosi. Studi recenti suggeriscono che gli isoflavoni possano stimolare l’osteogenesi bloccando, al tempo stesso, la degradazione ossea (37,38). In questo caso i dati sui soggetti “produttori” di equolo non sono chiari (39)

            I risultati di altri studi sugli isoflavoni nell’osteoporosi hanno dato, però, risultati poco consistenti (30-35) nonostante la genisteina da sola abbia mostrato una maggior evidenza rispetto al placebo (36)

            segue..
            sito sanihelp

            Commenta


            • #7
              Re: I Fitoestrogeni


              Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


              (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


              PREVENZIONE TUMORALE E PROFILO DI SICUREZZA

              Idubbi maggiori sulla sicurezza degli isoflavoni riguardano l’attività estrogenica di questi composti che, potenzialmente, potrebbero portare a stimolazione dei recettori estrogenici a livello del seno e dell’endometrio causando, in soggetti predisposti o con precedenti patologie neoplastiche, ad aumento del rischio tumorale.

              Sebbene generalmente gli isoflavoni svolgano effetti antiestrogenici per debole attività estrogenica quando questa viene paragonata a quella dell’estradiolo (vedi sopra), in alcuni studi sugli animali, in determinate circostanze, gli isoflavoni possono stimolare le cellule del cancro al seno (40,41).
              Altri studi, invece, hanno dato risultati decisamente contraddittori (42-44)

              segue..
              sito sanihelp

              Commenta


              • #8
                Re: I Fitoestrogeni


                Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


                (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


                Non esistono dati evidenti sulla correlazione tra l’utilizzo di moderate quantità di fitoestrogeni (28-50 mg/die) e aumento del rischio di tumore al seno, però, visto il rischio teorico e l’assenza di trials randomizzati su larga scala sulla sicurezza di questi composti, sarebbe opportuno utilizzare questi prodotti con cautela nelle donne con storia di tumore al seno o ad alto rischio (45)
                Per quanto riguarda l’attività a livello uterino, molti studi hanno dimostrato che gli isoflavoni non stimolano le cellule dell’utero (46-48).
                Nonostante questo uno studio su 365 partecipanti della durata di 5 anni, ha evidenziato una stimolazione uterina nel 3,37% nelle donne che avevano utilizzato isoflavoni contro uno 0% del gruppo placebo (49)
                Altri studi riportano un chiaro effetto di stimolo estrogenico a livello endometriale.

                Per quanto riguarda eventuali interazioni con altri farmaci, sembra che gli isoflavoni possano interagire sia col tamoxifene che con gli inibitori delle aromatasi, inibendone l’attività (50,51).

                segue..
                sito sanihelp

                Commenta


                • #9
                  Re: I Fitoestrogeni


                  Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


                  (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


                  PREVENZIONE DEL TUMORE ALLA PROSTATA

                  Alcuni studi osservazionali suggeriscono che la soia potrebbe avere effetti benefici nel prevenire il cancro alla prostata. Gli isoflavoni, infatti, possono ridurre i livelli di testosterone e alterare il rapporto di alcune forme di estrogeno (54).

                  In uno studio in doppio-cieco, uomini con neodiagnosi di cancro alla prostata hanno assunto isoflavoni della soia (60 mg/die) riportando una lieve diminuzione dei livelli di PSA (55)cosa che non si è verificata, invece, somministrando isoflavoni (83 mg/die) a soggetti sani (56). I dati, comunque, restano ancora del tutto preliminari.


                  DOSAGGI

                  Gli isoflavoni da soia e trifoglio generalmente vengono utilizzati a dosaggi che vanno da 40 mg a 80 mg/die. Questi sono dosaggi molto più alti rispetto a quelli utilizzati dalle donne asiatiche che generalmente si attestano intorno a 28 mg/die, fino ad arrivare a 50 mg/die per quelle in post-menopausa (52,53).

                  In Italia il Ministero della Salute limita il dosaggio di isoflavoni a 80 mg per dosaggio giornaliero.

                  segue..
                  sito sanihelp

                  Commenta


                  • #10
                    Re: I Fitoestrogeni


                    Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


                    (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


                    CONCLUSIONI

                    Alla luce di quanto riportato è importante ribadire come sia assolutamente poco corretto generalizzare quando si parla di estratti vegetali.
                    La variabilità chimica delle materie prime, la standardizzazione dell’iter produttivo, le composizioni chimiche degli estratti, i titoli e le forme farmaceutiche possono influire in maniera drastica e sostanziale sugli effetti clinici di prodotti che alla fonte partono come integratori a base della stessa pianta.
                    L’efficacia terapeutica di un prodotto andrebbe sempre attribuita al marchio commerciale (con evidenti prove cliniche alla mano) e non ad un prodotto solo in virtù del fatto che è costituito da un estratto a base di una pianta che in letteratura ha dimostrato determinate attività: primo perché non è detto che chimicamente l’estratto sia sovrapponibile a quello studiato, secondo perché, come in questo caso, i dati non sono assolutamente conclusivi.



                    BIBLIOGRAFIA


                    1 AndersonJW, Johnstone BM, Cooke- Newell ME. Meta-analysis of the effects of soy protein intake on serurn lipids. N Eng J Med. 1995;:333:276-281.

                    2 Baum JA, Teng H, Erclman JW Jr, et al. Long-term intake of soy protein improves blood lipid profiles and increases mononuclear cell low-density-lipoprotein receptor messenger RNA in hypercholesterolemic , postmenopausal women.Ciimacteric. 1999;2:79-84

                    3 Messina M, Gardner C, Barnes S. Gaining insight into the health effects of soy but a long way still to go: commentary on the Fourth International Symposium on the Role of Soy in Preventing and Treating Chronic Disease. J Nutr. 2002;132:547S-551S.


                    segue..
                    sito sanihelp

                    Commenta


                    • #11
                      Re: I Fitoestrogeni


                      Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


                      (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


                      4 Hoie LH, Morgenstern EC, Gruenwald J, et al. A double-blind placebo-controlled clinical trial compares the cholesterol lowering effects of two different soy protein preparations in hypercholesterolemic subjects. Eur J Nutr. 2004 Apr 5

                      5 Gardner CD, Messina M, Kiazand A, et al. Effect of two types of soy milk and dairy milk on plasma lipids in hypercholesterolemic adults: a randomized trial. J Anz Colf Nutr. 2007;26:669- 677

                      6 Meyer E.I, Larkin TA, OwenAJ, et al. Limited lipid-lowering effects of regular consumption of whole soybean foods. Ann Nutr Metab. 2004;48:67-78

                      7 Wu J, Oka J, Ezaki J, et al. Possible role of equol status in the effects of isoflavone on bone and fat mass in postmenopausal Japanese women: a double-blind, randomized, controlled trial. Menopause. 2007 Apr 25

                      8 Upmalis DH, Lobo R, Bradley L, et al. Vasomotor symptom relief by soy ìsoflavone extract tablets in postmenopausal women: a multicenter, double- blind. randomized, placebo-controlled study. Menopause. 2000;7:236-242

                      9 Han KK, Soares JM, Haidar MA et al. Benefits of soy isoflavone therapeutic: regimen on menopausal symptoms. Obstet Gynecal. 2002;99:389-394

                      10 Murkies AL, Lombard C, Strauss B.l, et al. Dietary flour supplementation decreases post- menopausal hot flushes: effect of soy and wheat. Maturiias. 1995;21:189-195


                      11 Scambia G, Mango D, Signorile PG, et al. Clinical effects of a standardized soy extract in postmenopausal women: a pilot study. Menopause. 2000;7:105-111

                      segue
                      sito sanihelp

                      Commenta


                      • #12
                        Re: I Fitoestrogeni


                        Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


                        (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


                        12 Faure ED, Chantre P, Mares P. Effects of a standardized soy extract on hot flushes: a multicenter, double-blind, randomized, placebo-controlled study. Menopause. 2002;9:329-334

                        13 Crisafulli A, Marini H, Bitto A, et al. Effects of genistein on hot flushes in early postmenopausal women: a randomized, double-blind EPT- and placebo-controlled study. Menopause. 2004;11 :400-404
                        14 Khaodhiar L, Ricciotti HA, Li L, et al. Daidzein-rich isoflavone aglycones are potentially effective in reducing hot flashes in menopausal women. Menopause. 2008;15:125-32

                        15 Uesugi S, Watanabe S, Ishiwata N, et al. Effects of isoflavone supplements on bone metabolic markers and climacteric symptoms in Japanese women. Biofactors. 2005;22:221-228

                        16 Jou HJ, Wu SC, Chang FW, et al. Effect of intestinal production of equol on menopausal symptoms in women treated with soy isoflavones. Int J Gynaecol Obstet. 2008 Apr 4

                        17 Penotti M, Fabio E, Modena AB et al. Effect of soy-derived isoflavones on hot flushes, endometrial thickness, and the pulsatility index of the uterine and cerebral arteries. Fertil Steril. 2003;79:1112-1117

                        18 St. Germain A, Peterson CT, Robinson JG, et al. Isoflavone-rich or isoflavone-poor soy protein does not reduce menopausal symptoms during 24 weeks of treatment. Menopause. 2001;8:17- 26

                        19 Baber RJ, Templeman C, Morton T, et al. Randomized placebo-controlled trial of an isoflavone supplement and menopausal symptoms in women. Climacteric. 1999;2:85-92. Am J Clin Nutr. 1998;68:545-551

                        20 Knight DC, Howes JB, Eden JA. The effect of Promensil, an isoflavone extract, on menopausal symptoms. Climacteric. 1999;2:79-84

                        segue
                        sito sanihelp

                        Commenta


                        • #13
                          Re: I Fitoestrogeni


                          Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


                          (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )

                          21 Kotsopoulos D, Dalais FS, Liang YL, et al. The effects of soy protein containing phytoestrogens on menopausal symptoms in postmenopausal women. Climacteric. 2000;3:161-167

                          22 Messina M, Hughes C. Efficacy of soyfoods and soy bean isoflavone supplements for alleviating menopausal symptoms is positively related to initial hot flush frequency. J Med Food. 2003;6:1-11

                          23 Manonai J, Songchitsomboon S, Chanda K, et al. The effect of a soy-rich diet on urogenital atrophy: A randomizecl, cross-over trial. Maturitas. 2005 Nov 15

                          24 Van de Weijer P, Barentsen R. lsoflavones from red clover (Promensil) significantly reduce menopausal hot flush symptoms compared with placebo. Maturitas. 2002;42:187

                          25 Tice JA, Ettinger B, Ensrud K, et al. Phytoestrogen supplements for the treatment of hot flashes: The isotlavone Clover Extract (ICE) Study. JAMA. 2003;290:207-21

                          26 Baber RJ, Templeman C, Morton T, et al. Randomized placebo-controlled trial of an isoflavone supplement and menopausal symptoms in women. Climacteric. 1999;2:8S-92

                          27 Knight DC, Howes JB, Eden JA. The effect of Promensil, an isoflavone extract, on menopausal symptoms

                          28 Low Dog T. Menopause: a review of botanical dietary supplements. Am J Med. 2005 Dec;118 Suppl 12B:98-108

                          29 Cochrane collaboration Phytoestrogens for vasomotor menopausal symptoms (Review) 2010 Issue 11

                          30 Nikander E, Kilkkinen A, Metsa- Heikkila M, et al. A randomized placebo-controlled crossover trial with phytoestrogens in treatment of menopause in breast cancer patients, Obstet Gynecol.2003;101:121 3-1220

                          segue
                          sito sanihelp

                          Commenta


                          • #14
                            Re: I Fitoestrogeni


                            Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


                            (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


                            31 Atkinson C, Compston JE, Day NE, et al. The effects of phytoestrogen isoflavones on bone density in women: a double-blind, randomized, placebo-controlled trial. Am J Clin Nuir, 2004;79:326-333

                            32 Harkness LS, Fiedler K, SehgalAR, et al. Decreased bone resorption with soy isoflavone supplementation in post menopausal women. J Womens Health. 2005;13:1000- 1007

                            33 Mori M, Aizawa T, Tokoro M, et al. Soy isoflavone tablets reduce osteoporosis risk factors and obesity in middle-aged Japanese women. Clin Exp Pharmacol Physiol. 2005;31(suppI2):S39- 41

                            34 Huang HY, Yang HP, Yang HT, et al. One-year soy isoflavone supplementation prevents early postmenopausal bone loss but without a dose-dependent effect. .lNutr Biochem. 2006 Feb 3

                            35 Marini H, Minutoli L, Polito F, et al. Effects of the phytoestrogen genistein on bone metabolism in osteopenic postmenopausal women. Ann Lniern Med. 2007;146:839-847

                            37 Morabito N, Crisafulli A, Vergara C, et al. Effects of genistein and hormone-replacement therapy on bone loss in early postmenopausal women: a randomized double- blind placebo- controlled study. J Bone Miner Res. 2002;17:1904-1912

                            38 Fanti O, Faugere MC, Gang Z, et al. Systematic administration of genistein partially prevents bone loss in ovariectomized rats in a nonestrogen-like mechanism [abstract]. Am J Clin Nutr. 1998;68(suppl):1517S-1518S

                            39 Brink E, Coxam V, Robins S, et al. Long-term consumption of isoflavone-enriched foods does not affect bone mineral density, bone metabolism, or hormonal status in early postmenopausal women: a randomized, double- blind, placebo controlled study. Am J Clin Nutr. 2008;87:761-770


                            segue
                            sito sanihelp

                            Commenta


                            • #15
                              Re: I Fitoestrogeni


                              Fare d’ogni erba un fascio non sempre è opportuno: il caso dei fitoestrogeni


                              (Tratto da : infomedicaintegrata. it - Dott.ssa R.Prazzoli il 27 novembre 2012 )


                              40 Allred CD, Allred KF, Ju YH, et al. Soy diets containing varying amounts of genistein stimulate growth of estrogen-dependent (MCF-7) tumors in a dose-dependent manner. Cancer Res 2001;61:5045-5050

                              41 Allred CD, Ju YH, Allred KF, et al. Dietary genistein stimulates growth of estrogen-dependent breast cancer tumors similar to that observed with genistein. Carcinoqenesis. 2001;22:1667- 1673

                              42 Maskarinec G, Williams AE, Carlin L. Mammographic densities in a one-year isoflavone intervention.
                              Eur J Cancer Preu. 2003;12:165-169

                              43 Petrakis NL, Barnes S, King EB, et al. Stimulatory influence of soy protein isolate on breast secretion in pre- and post – menopausal women. Cancer Epidemiol Biomarkers Preu. 1996;5:785-794

                              44 Hargreaves DF, Potten CS, Harding C, et al. Two-week dietary soy supplementation has an estrogenic effect on normal premenopausal breast. J Clin Endocrinol Metab. 1999;84:4017- 4024

                              45 Deng G, Davatgarzadeh A, Yeung S, Cassileth B. Phytoestrogens: science, evidence, and advice for breast cancer patients. J Soc Integr Oncol. 2010 Winter;8(1):20-30

                              46 Crisafulli A, Marini H, Bitto A, et al. Effects of genistein on hot flushes in early postmenopausal women: a randomized, double-blind EPT – and placebo-controlled study. Menopause. 2004; 11:400-404

                              47 Penotti M, Fabio E, Modena AB, et al. Effect of soy-derived isoflavones on hot flushes, endometrial thickness, and the pulsatility index of the uterine and cerebral arterìes. Fertil Sterii. 2003;79:1112-1117


                              segue
                              sito sanihelp

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X
                              gtag('config', 'UA-35946721-1');