annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Tessuto connettivo, Matrice, Sostanza fondamentale...

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Tessuto connettivo, Matrice, Sostanza fondamentale...

    Il Tessuto Connettivo

    (Tratto da : wellbox.com )

    Cos'è il tessuto connettivo?

    Il tessuto connettivo è il tessuto che collega le parti del nostro corpo.
    Come la tela di un ragno, le sue fibre mettono in collegamento la superficie della nostra pelle con gli strati più profondi dell'addome e con le estremità.

    Legamenti: rendono stabili le articolazioni.
    Derma: mantiene compatta la pelle.
    Ipoderma e tessuti adiposi: danno forma e immagazzinano le calorie assorbite.
    Tendini e aponevrosi: tengono fermi i muscoli e li mantengono distinti gli uni dagli altri.

    In breve, il tessuto connettivo è ovunque! Perfino le ossa sono formate da tessuto connettivo ricoperto da sostanze come il calcio, responsabile della loro solidità!
    Se il tessuto connettivo è presente in tutto l'organismo, è logico supporre che sarà coinvolto in tutti i problemi che riguardano le varie parti del corpo. Alcuni esempi…

    segue..
    Ultima modifica di anna1401; 01/07/2014, 16:17.
    sito sanihelp

  • #2
    Re: Il tessuto connettivo

    (Tratto da : wellbox.com )

    Avete subito una distorsione. È il tessuto connettivo del legamento che si è stirato o rotto e che dovrà cicatrizzare e guarire.

    Siete una donna con un fisico ginoide. Gli ormoni fanno sì che voi immagazziniate nell'ipoderma, composto da pareti di tessuto connettivo, l'adipe che darà alla pelle quel famigerato aspetto a buccia d'arancia che testimonia la presenza di cellulite.

    La vostra pelle piano piano si rilassa. Dopo una perdita di peso o con il trascorrere degli anni appaiono delle pieghe, delle rughe (perfino sul corpo) e la pelle diventa flaccida.
    L'invecchiamento dell'elastina e la rarefazione del collagene (i due principali costituenti del tessuto connettivo) portano alla perdita dell'elasticità e della tonicità, le due qualità che caratterizzano la pelle giovane. Possiamo dire che anche il tessuto connettivo invecchia, non solo le arterie!

    Un'ustione grave, una cicatrice. La pelle guarirà e ancora una volta sarà il tessuto connettivo a essere coinvolto, con un'evoluzione di tipo fibroso, come in qualsiasi processo di cicatrizzazione.

    Come vedete quindi il tessuto connettivo è un elemento fondamentale sia per la bellezza che per la salute. L'elenco sarebbe ben più lungo, soprattutto se si passasse in rassegna tutto quanto concerne la circolazione sanguigna e linfatica (ospitata dal tessuto connettivo).

    Anche l'insufficienza venosa e le vene varicose sono legate al tessuto connettivo! Un edema a seguito di un urto, un irrigidimento dopo una frattura coinvolgono il tessuto connettivo.

    segue..
    sito sanihelp

    Commenta


    • #3
      Re: Il tessuto connettivo

      (Tratto da : wellbox.com )

      Il tessuto connettivo è formato da proteine fibrose, la più nota delle quali è il collagene.
      Dal collagene dipende la tonicità della pelle, ma anche la sua levigatezza.
      Inoltre è costituito da elastina, una proteina che può allungarsi del doppio e tornare poi alla sua dimensione iniziale.
      L'elastina è responsabile dell'elasticità dei tessuti (dopo una gravidanza, una perdita di peso importante, ma anche dopo qualsiasi gesto) e della loro giovinezza.

      Queste fibre, organizzate come nastri, sono circondate da un gel più o meno pieno d'acqua chiamato MATRICE EXTRACLLULARE all'interno del quale si trovano sostanze come proteoglicani, glicosaminoglicani e acido ialuronico!

      La cellula madre del tessuto connettivo è il fibroblasto. Sottoposto a stimolazioni meccaniche adeguate, produce quantità maggiori di collagene ed elastina rispetto a quando si trova a riposo.


      segue..
      sito sanihelp

      Commenta


      • #4
        Re: Il tessuto connettivo

        (Tratto da : wellbox.com )

        Riassumendo, il tessuto connettivo è ovunque:

        • Pelle: Derma
        • Grasso sotto-cutaneo: Ipoderma + grassi alimentari
        • Fascia o aponevrosi: Pareti muscolari e tessuti che circondano i muscoli
        • Tendini
        • Legamenti e capsule articolari
        • Cartilagine
        • Tessuto circolatorio: Vene e arterie, sistema linfatico, capillari
        • Ossa
        • Viscere

        ...collega, circonda, riempie, isola, protegge, trasporta...


        Materiale plastico con proprietà meccaniche, sensibile al movimento, il tessuto connettivo è un valore sicuro:

        • Si rigenera, cicatrizza, si ammorbidisce, si tonifica.
        • Può essere stimolato, drenato, attivato, disteso ecc.
        • Può essere sottoposto a sedute di riflessologia, agopuntura, shiatsu ecc.
        • È il contenuto e il contenitore, liquido e tessuto insieme.



        segue..
        sito sanihelp

        Commenta


        • #5
          Re: Il tessuto connettivo

          (Tratto da : wellbox.com )

          Sfortunatamente però vi sono numerosi fattori che possono creare problemi al tessuto connettivo:

          Ereditarietà: Non siamo tutti uguali.

          Stile di vita: Alimentazione, esercizio fisico e dipendenze.

          Ambiente: Inquinamento, stress ecc.

          Le difficoltà della vita: Malesseri, malattie, interventi chirurgici, traumi ecc.

          Il trascorrere del tempo: Pubertà, gravidanza, menopausa, andropausa, invecchiamento ecc.

          Il tessuto connettivo è la chiave di volta della bellezza, del benessere e della salute!

          sito sanihelp

          Commenta


          • #6
            Re: Il tessuto connettivo

            Ciao Anna, a proposito del tessuto connettivo ci sarebbe una piccola parentesi da aprire. Si interviene su questo tessuto, in caso di lesioni e altre problematiche, con una tecnica chiamata Rolfing. Se poi volessi inserire qualcosa a riguardo. É molto interessante come vieni trattato, i pionieri pare siano in Germania.
            "Hirogaru yami no naka kawashiatte kakumei no chigiri" (cit. by Death Note)

            Commenta


            • #7
              Re: Il tessuto connettivo

              Ciao Dolly, grazie per il tuo suggerimento . Sì, conosco questa interessante tecnica ideata dalla dottoressa statunitense Ida Rolf. Oltre ad essere utile per intervenire sui traumi, serve anche per riequilibrare le posture scorrette rieducando il corpo alla posizione corretta da tenere.

              Ora apro un thread appositamente dedicato nella sezione “Tecniche complementari” e poi riporto qui il collegamento così non andiamo ot.

              Questo è il collegamento: http://www.sanihelp.it/forum/terapie...ml#post1588433
              Ultima modifica di anna1401; 11/10/2013, 23:16.
              sito sanihelp

              Commenta


              • #8
                Tessuto connettivo

                .
                (Tratto da : medicinapertutti.alt ervista.org )



                Il tessuto connettivo è così denominato perché ha la funzione di connettere altri tessuti tra di loro nella formazione degli organi.
                Nel tessuto connettivo la disposizione delle cellule è molto diversa da quella dell’epitelio: invece di essere accostate tra loro a formare lamine o cordoni o ammassi solidi, le cellule sono separate fra loro da un abbondante materiale extracellulare denominato sostanza intercellulare.

                Il tessuto connettivo, quindi, è formato da sostanza intercellulare in cui sono immersi gli elementi cellulari.
                A sua volta, la sostanza intercellulare è costituita da una parte organizzata in fibre e da una sostanza amorfa osostanza fondamentaleche nel tessuto connettivo propriamente detto contiene il liquido tessutale ointerstiziale.

                Il tessuto connettivo comprende quattro classi di tessuto che hanno in comune la caratteristica di contenere, oltre alle cellule, la sostanza intercellulare e di svolgere una funzione di connessione e di sostegno ma che presentano localizzazioni, proprietà morfologiche e funzionali e caratteristiche diverse.

                Le 4 classi sono:

                • Tessuto connettivo propriamente detto
                • Tessuto cartilagineo
                • Tessuto osseo
                • Sangue e linfa.



                segue..
                sito sanihelp

                Commenta


                • #9
                  Re: Tessuto connettivo


                  (Tratto da : medicinapertutti.alt ervista.org )



                  Tutti i tessuti connettivi derivano dal mesenchima o tessuto connettivo embrionale che si forma dal mesoderma.
                  Il mesenchima è costituito da cellule di forma irregolare, munite di prolungamenti, e da una sostanza intercellulare amorfa piuttosto fluida ed inizialmente priva di fibre reticolari e di complessi proteoglicanici e glicoproteici.

                  La cellula mesenchimale è una cellula staminale pluripotente e può differenziarsi in molti tipi di cellule connettivali (fibroblasti, cellule adipose, mastociti, condroblasti, osteoblasti) nonché dare origine alle fibrocellule muscolari lisce, agli elementi ematici, alle cell ule endoteliali e ai periciti.
                  sito sanihelp

                  Commenta


                  • #10
                    Re: Tessuto connettivo


                    (Tratto da : medicinapertutti.alt ervista.org )



                    Tessuto connettivo propriamente detto

                    Il tessuto connettivo propriamente detto è suddiviso in due sottoclassi: il tessuto connettivo lasso e il tessuto connettivo densoo compatto.
                    Nel primo le fibre sono bassamente intrecciate tra loro, mentre nel secondo sono abbondantissime e raccolte in grossi fasci stipati che conferiscono al tessuto una notevole consistenza.

                    Nel tessuto connettivo compatto le fibre possono avere una disposizione irregolare, disordinata, come nel derma (tessuto connettivo compatto irregolare), oppure essere raccolte in fasci paralleli, come nei tendini, nei legamenti, nelle aponeurosi (tessuto connettivo compatto regolare).

                    Esistono, infine, varietà di tessuto connettivo lasso con proprietà speciali: tessuto mucoso, tessuto elastico, tessuto reticolare, tessuto adiposo, tessuto pigmentato.

                    segue..
                    sito sanihelp

                    Commenta


                    • #11
                      Re: Tessuto connettivo


                      (Tratto da : medicinapertutti.alt ervista.org )


                      Tessuto connettivo lasso

                      Il tessuto connettivo lasso è il tipo più diffuso di tessuto connettivale. Deriva dal mesenchima, o connettivo embrionale, che è costituito da cellule di forma stellata dotate di vivace attività ameboide immerse in una sostanza amorfa piuttosto fluida.

                      Il tessuto connettivo lasso forma le tonache proprie situate al di sotto degli epiteli di rivestimento e le tonache sottomucose degli organi cavi comunicanti con l’esterno, partecipando alla costituzione della loro parete.

                      Il tessuto connettivo lasso avvolge tutti gli organi e penetra nella loro compagine interponendosi tra gli elementi parenchimali e costituendo lo stroma o connettivo interstiziale.

                      Il tessuto connettivo lasso forma la tonaca intima, insieme all’endotelio, e la tonaca avventizia delle arterie ed insieme a fibrocellule muscolari lisce le tonache media ed avventizia delle vene.
                      Riempie tutti gli spazi liberi situati tra gli organi interponendosi tra questi e connettendoli tra loro.
                      Circonda i muscoli ed i nervi e penetra nel loro interno avvolgendo fasci di fibre muscolari o nervose e fibre singole (costituisce, in pratica, epimisio, perimisio, endomisio, epinevrio, perinevrio ed endonevrio).

                      segue..
                      sito sanihelp

                      Commenta


                      • #12
                        Re: Tessuto connettivo


                        (Tratto da : medicinapertutti.alt ervista.org )


                        La trama connettivale, oltre a svolgere una funzione meccanica di sostegno, adempie al compito fondamentale di provvedere alla nutrizione e agli scambi ionici e gassosi tra il sangue e le cellule ed alla difesa contro i microrganismi patogeni e le sostanze estranee.

                        La sostanza intercellulare del tessuto connettivo lasso è formata dalle fibre, che sono responsabili della sua resistenza alla tensione, della sua elasticità e della funzione meccanica e di sostegno, e dalla sostanza amorfa, che ha i caratteri di un gel viscoso e contiene i liquidi interstiziali.
                        Nella sostanza amorfa decorrono i vasi sanguigni e linfatici e si forma la rete capillare che non penetra nello spessore dell’epitelio.

                        Dai capillari sanguigni, il liquido interstiziale diffonde nella matrice amorfa e penetra nei sottili interstizi tra le cellule epiteliali portando alle cellule le sostanze nutritive, le vitamine, gli ormoni e vari altri componenti organici, i sali inorganici e l’ossigeno presenti nel sangue.

                        Tale liquido ritorna ai capillari carico delle sostanze di rifiuto, di anidride carbonica ed altri prodotti del metabolismo cellulare.

                        La sostanza amorfa dei tessuti connettivi è quindi la sede degli scambi di prodotti nutritivi e di rifiuto, di gas e di ioni tra il sangue e gli elementi cellulari e viceversa.


                        Essa ha la proprietà, modificando il suo stato di gelificazione, di accelerare o rallentare la diffusione di sostanze e di regolare così l’intensità degli scambi.
                        Il trasporto di acqua e soluti dal sangue ai tessuti e viceversa attraverso la parete endoteliale dei capillari avviene in parte per micro pinocitosi, ma in misura maggiore per l’intervento di fattori fisici.


                        segue..
                        sito sanihelp

                        Commenta


                        • #13
                          Re: Tessuto connettivo


                          (Tratto da : medicinapertutti.alt ervista.org )


                          Il fattore che a livello dell’estremità arteriosa dei capillari determina il passaggio dell’acqua e dei soluti organici ed inorganici dal sangue ai tessuti è la pressione idrostatica generata dall’azione pompante del cuore, mentre il passaggio inverso in corrispondenza dell’estremità venosa dei capillari è regolato dalla più elevata pressione osmotica del sangue rispetto ai liquidi tessutali.

                          In tale processo le proteine ematiche disciolte nel plasma sanguigno svolgono un ruolo fondamentale nel mantenere una pressione osmotica lievemente più elevata rispetto ai liquidi interstiziali.
                          Il riassorbimento dei liquidi interstiziali avviene anche per mezzo dei vasi linfatici.

                          La terza importante funzione del tessuto connettivo lasso, quella di difesa, si esplica tramite l’attività fagocitaria dei macrofagi presenti nel connettivo e dei leucociti migrati dal sangue e la produzione di anticorpi da parte dei linfociti e delle plasmacellule.

                          Queste due attività, insieme ad un aumento circoscritto della vascolarizzazione, conducono alla formazione del cosiddetto focolaio di infiammazione.

                          Altre funzioni del connettivo lasso sono la produzione di eparina e di istamina, la funzione di deposito dei lipidi e di altre sostanze e quella di riparazione dei tessuti.

                          segue..
                          sito sanihelp

                          Commenta


                          • #14
                            Re: Tessuto connettivo


                            (Tratto da : medicinapertutti.alt ervista.org )


                            Tessuto connettivo denso (o compatto)

                            Nel tessuto connettivo denso (o compatto) le fibre collagene predominano sulle altre due componenti, cellule e sostanza fondamentale amorfa, e sono raccolte in grossi fasci stipati.
                            Per questo motivo il tessuto connettivo denso è definito anche tessuto connettivo fibroso.

                            I fasci di fibre collagene possono intrecciarsi tra loro senza un orientamento ordinato oppure possono disporsi parallelamente secondo un disegno preciso.

                            Si distinguono così, rispettivamente, il tessuto connettivo denso (o compatto) irregolare e il tessuto connettivo denso (o com patto) regolare.

                            segue..
                            sito sanihelp

                            Commenta


                            • #15
                              Re: Tessuto connettivo

                              .
                              (Tratto da : medicinapertutti.alt ervista.org )



                              TESSUTI CONNETTIVI SPECIALI:

                              • Tessuto mucoso
                              • Tessuto reticolare
                              • Tesuto elastico
                              • Tessuto pigmentato
                              • Tessuto adiposo



                              segue....
                              sito sanihelp

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X