annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Sballi illegali

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Sballi illegali

    Droghe: trasgressioni naturali.
    Piante allucinogene vendute legalmente. Sono le “smart drugs” le droghe del momento. Ma che potrebbero diventare proibite dopo i primi sequestri nel nostro paese di Salvia divinorum.

    Le chiamano “droghe furbe”, in inglese “smart drugs”. E sono tutte quelle sostanze allucinogene, naturali o meno, che producono alterazioni psicosensoriali senza gli effetti dannosi - almeno a detta di chi le usa, i “psiconauti” come amano definirsi – delle droghe “normali”. Un fenomeno ancora poco conosciuto ma da non sottovalutare ed in netto aumento in Italia. Anche perché molte di queste sostanze si possono trovare facilmente, in farmacia e nelle erboristerie ma anche in veri e propri “smart shop”. Almeno fino a poco tempo fa.

  • #2
    Il boom delle smart drugs nasce nel 1991, con la pubblicazione di “Smart Drugs and Nutriente”, libro scritto a quattro mani dal gerontologo americano Ward Dean e dal giornalista John Morgenthaler in cui si pubblicizzano una dozzina di steroidi del cervello, detti “nootropici”, in grado di resuscitare ricordi dimenticati, di aumentare il quoziente di intelligenza, di aumentare la potenza sessuale, come il piracetam o la lecitina. Alcune di queste "medicine" erano già note come rimedi contro malanni della vecchiaia, altre sono nuove.

    Ancora più esteso è il campo delle “smart drugs” naturali, come la messicana Salvia divinorum, conosciuta anche dagli sciamani e lontana parente della salvia da cucina, una tra le preferite (secondo le stime la usano abitualmente come allucinogeno 50 mila giovani in Italia) e molto di moda quest’estate. Fumare le sue erbe in pipe ad acqua (dette “bong”) provoca distorsione della percezione o allucinazioni di breve durata. Fino al luglio scorso veniva venduta in fialette con la dicitura “profumatori ambientali” e la si poteva comprare legalmente. Ma in seguito ad un’inchiesta del pm torinese Raffaele Guariniello è stata ritirata dal commercio per ordine del Ministero della Salute (il provvedimento è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 9 agosto scorso).

    Commenta


    • #3
      La Salvia allucinogena – il cui principio attivo Salvinorin-A è vietato solo in Australia, Danimarca e Finlandia – non è proprio così innocua. Un rapporto del dipartimento di Giustizia americano elenca effetti negativi a lungo termine: depressione, schizofrenia e flash-back negativi. Ancora più potenti della salvia sono però altri allucinogeni naturali molto usati anche in Italia, come l’Amanita muscaria, noto fungo allucinogeno, l’Argyreia nervosa detta anche “Hawaiian Baby Woodrose” e l’Ipomoea violacea o "Morning Glory", dai cui semi si possono ricavare delle tisane che danno effetti simili a quelli dell’Lsd. Tutti prodotti naturali con percentuali di sostanze psicoattive al di sotto dei limiti imposti, finora, dalla legge. Anche se il sequestro della salvia ha riaperto il caso.

      Commenta

      Sto operando...
      X