annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

casa e comunione beni

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • casa e comunione beni

    Una casa, acquistata prima del matrimonio contratto in regime di comunione legale, rimane un bene personale del titolare. Bene, ma che ne è della stessa se viene pagata con rate di mutuo (acceso dal titolare prima del matrimonio) che prosegue e si estingue poi nel durante del matrimonio stesso, come detto, in regime di comunione? Rimane, quindi, sempre un bene personale anche se pagata, in parte, coi redditi percepiti all'interno della comunione ?
    Conviene o è necessario, poi, farne menzione nell'atto di matrimonio?
    Ho le idee abbastanza confuse e spero nell'aiuto di qualche forumista che ringrazio in anticipo.

  • #2
    ODDIO......<io ultimamene sento che si sposano tutti in separazione dei beni, comunque, se la finisci di pagare durante il matrimonio e sei in comunione dei beni, rimane comunque della coppia. per questo conviene fare la divisione dei beni....spero che qualcuno ti aiuti
    rosy
    Dolcezza e armonia, amore e passione, madre e donna grazie a due occhi celesti che cercano il mio sguardo da sotto il seno, e la mia Lulù che mi abbraccia e mi dice ".. Azie Mamma Oti " ...

    Commenta


    • #3
      vorrei risponderti ospite ma la casa in cui abito è di mia moglie e non mi sono sinceramente mai interessato dell'argomento, comunque lancio l'appello in 4 chiacchere e vedrai che qualcuno arriva a risponderti...
      Mark Therehaveyoubroken

      Concentrati, chiudi gli occhi e sii solo te stesso,
      apri la tua anima e dona un sorriso disinteressato....il tuo cuore ne giovera'

      Commenta


      • #4
        La casa rimane sempre della persona che l'ha acquistata prima del matrimonio.
        Infatti se il mutuo è stato concesso significa che per la banca la situazione economica del proprietario era sufficiente per pagare il mutuo e per vivere con la rimanente parte dello stipendio.
        Se durante il matrimonio l'altro coniuge partecipa alle spese del mutuo non significa che la casa diventerà di sua proprietà, ma l'apporto dello stipendio dell'altro coniuge viene considerato non come partecipazione al mutuo ma bensì partecipazione alla vita familiare (bollette, cibo, ecc...).
        Il proprietario non è obbligato per legge a intestare l'immobile dopo l'estinzione del mutuo all'altro coniuge appunto perchè secondo la banca il suo stipendio era sufficiente a estinguere il mutuo da solo.
        L'argomento è complicato spero di essere stata chiara.

        Commenta

        Sto operando...
        X