annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Depressione

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Depressione

    Ciao a tutti secondo voi un depresso se ne rende conto che e' depresso..???

    Vi espongo questa domanda per un semplice motivo: il mio ragazzo a causa di un incidente d'auto soffre di una forte depressione da 2 anni e se gli diciamo che e in stato di depressione si arrabbia fortemente e non ammette il suo stato di depressione. Com'e e possibbile che non se ne rende conto??

    Io penso nel suo caso se lui se ne renderebbe conto gli sarebbe d'aiuto!

    Apparte questa depressione soffre di forti dolori in diversi parti del corpo e prende medicamenti a base di morfina per alleviare i suoi dolori.

    Spero che mi aiutate a capire meglio.. Grazie.


    Saluti Melania Delia
    ogni giorno si possono fare piccole cose nuove che ci fanno sentire vivi...

  • #2
    Ciao.
    spesso i depressi si rendono conto eccome di esserlo, ma proprio per questo motivo, più una persona glielo fa notare, più si arrabbiano, perchè non riescono ad accettare di stare male.

    sono convinta che il tuo ragazzo lo sappia eccome, ma che non riesca o non voglia accettarlo.

    certo se riuscisse a entrare nell'ottica di aver bisogno di aiuto, sarebbe già sulla strada giusta per guarire.

    non lo stressare, cerca di stargli vicino e di convincerlo, in modo latente, a farsi curare.

    Auguri!

    Commenta


    • #3
      Per Lorenza

      Ciao Lorenza

      Io c'è lo faccio capire indirettamente che è depresso si cerco sempre di farlo uscire e anche ho' cercato di invitare gente a casa ma a lui gli disturba.

      Lorenza si sta' gia sotto cura presso un Psichiatra da parecchio tempo.. e prende regolarmente dei medicamenti anche per la depressione.

      Lui mi dice che si sente cosi per colpa dei dolori e che e' normale avendo dolori insopportabbili che si sente giu' di morale e che non e' a causa della depressione...

      Lorenza io gli sto' molto vicino sono pazzamente innamorata di lui come il primo giorno, spero al piu' presto che lo posso fare ritornare come era prima.

      Saluti Melania
      ogni giorno si possono fare piccole cose nuove che ci fanno sentire vivi...

      Commenta


      • #4
        Depressione apporccio pratico o passionale?

        quoto Lorenza e riporto sinteticamente quello che ho letto due giorni fa sul corriere dell'università....
        "Ne hanno sofferto Mozart, Kafka ecc...la depressione colpisce causando conseguenze + o - invalidanti x la vita sociale del soggetto...in italia il 10% della popolazione ne è affetto...Come si esce dalla d.? Uno studio ha dimostrato che la psicoterapia di tipo cognitivo-comortamentale (Ppc) può rappresentare una valida terapia anche nei cadi di d. gravi. ma questa terapia richiede al paziente capacità di concentrazione energia e volonta caratteristiche di cui un soggetto gravemente depresso ne è privo....quindi bisogna abbinare a questa cura una terapia farmacologica (n.b. nei casi gravi)...quando c'è una d.maggiore e la persona appare spenta, apatica, e nn reagisce la psicoterapia da sola nn basta xkè le parole in certi momenti servono a poco...In questi casi serve un farmaco che va a modificare delle precise reazioni biochimiche che avvengono nel cervello del soggetto depresso...ma in Italia si è accertato che la psicoterapia di tipo cognitivo-comportamentale è molto più utile dei farmaci nel prevenire le ricadute..il pazient impara a riconoscere i sui stati d'animo ed affrontarli...."

        Commenta


        • #5
          Ora un consiglio by Diavoletto

          Le persone depresse vagano in un tunnel d'oscurità stordite...sono consapeloli di quello che gli sta accandendo, ma nn hanno la forza x arrivare alla luce...dobbiamo noi tendergli una mano, un'ancora di salvezza in questo mare di solitudine...dobbiam o noi donargli le nostre energine, la linfa vitale che stanno perdendo...nn attendiamo di salvarli...giorno x giorni essi si distaccando sempre di più fino a perdersi...aiutialo a ritrovare la via di casa...spronalo..dov i provarle tutte...

          Commenta


          • #6
            Per Diovoletto

            Ti ho letto anche su altre discussioni e devo dire che sei una Ragazza-Donna molto speciale e con molto interesse verso il prossimo.. Grazie

            Se permetti ti chiedo cosa studi... su un tuo post ho letto che studi e lavori..

            A presto

            Saluti Melania Delia
            ogni giorno si possono fare piccole cose nuove che ci fanno sentire vivi...

            Commenta


            • #7
              Cara Diavoletta,ho letto una volta la spiegazione di un farmacista/ricercatore,che il farmaco per la depressione c'è,è anche efficaca.Perchè la depressione,ha una solida base di un cambio chimico in testa(abbi pazienza ,perchè non mi so esprimere in "medicese").Ora con queste cure(non so quale,lo posso anche chiedere)si ristabilisce questa livello/stato ?chimico.Ma per vedere i primi risultati,ci vogliono 18 mesi,e la cura completa è di 5!!!anni.Vivere con una persona depressa,....distrug ge chi ci vive affiancho.Facile a dire,che tu devi essere la forza,luce,punto fermo del depresso.Dopo 5 anni,sei distrutta....visto e vissuto in famiglia.E anche da parte di altra gente,mi è stato raccontato.Solo chi mette questo parente da parte,non lo cura più....nel senso che "se ne frega",allora si può anche vivere con una persona simile............
              Le persone che amano troppo il denaro,devono essere cacciate fuori dalla politica.Jose Mujica, presidente dell'Uruguay.

              Commenta


              • #8
                Attenzione!!!

                Abbandonare il depresso è la cosa più sbagliata del mondo: è proprio questo che vuole: essere abbandonato. Perchè il depresso non ha più voglia di vivere, e se le persone che gli stano intorno se ne fregano, lui riuscirà nel suo intento di "togliersi" la vita.
                ATTENZIONE!!!: per togliersi la vita non intendo prettamente il suicidio.
                Nella depressione ci sono svariati metodi di annientarsi ed "UCCIDERSI", non ci si uccide fisicamente magari, ma moralmente e psichicamente sì.
                Si cade in abitudini morbose e ossessive che, apparentemente, alleviano il malessere del depresso e in realtà lo distruggono.
                So che è difficile vivere accanto ad una persona affetta da questa malattia che MOLTI sottovalutano, ma la vera cura sta proprio nell'amore che le altre persone gli donano.
                (continua...)

                Commenta


                • #9
                  (prosegue...)

                  I farmaci servono in parte: se il depresso NON VUOLE essere curato, anche i farmaci avranno efficacia a metà.
                  Parlo in toni così decisi e forti poichè sto uscendo ora da una forte depressione, quindi SO di cosa sto parlando.
                  Io, per fortuna, ormai sono alla fine del tunnel e se i miei cari mi avessero abbandonata non ne sarei MAI uscita.
                  Certo la guarigione inizia quando la persona si RENDE CONTO di avere bisogno di aiuto.
                  E sicuramente ho trovato la persona giusta, capace di aiutarmi.
                  E tornando ai farmaci: io li o presi e NESSUNO mi è veramente servito.
                  Sto guarendo SENZA FARMACI, grazie a uno specialista molto competente e SOPRATTUTTO grazie alla MIA VOLONTA'.
                  Spero che questa testimonianza ti dia la forza di continuare a sperare, perchè come vedi, SI PUO' USCIRE DALLA DEPRESSIONE

                  Commenta


                  • #10
                    quoto Lorenza....

                    Calimero scusa è ovvio che è difficile stare vicino ad un depresso...ci vuole molta forza...la forza che solo l'amore verso il prossimo può darti...Nessuno dice che sia facile, ma se nessuno aiuta il ragazzo chi lo farà?Se fosse la tua compagna o un tuo parente, lo lasceresti sprofondare negli abissi o lo aiuteresti a riemergere? E se accadesse a te nn vorresti qualcuno al tuo fianco che lotti x salvarti?....Questa ragazza sta mostrando grande coraggio e lotta x il suo compagno e questo credo sia la cosa più bella che ci possa essere....

                    Io ti ringrazio Melania ma la vera persona ad essere ammirata sei tu....io posso darti dei consigli e mi fa piacere aiutarti perchè capisco quanto sia difficile la situazione che stai vivendo....ma sei tu che stai lottando x lui, x voi, e questo ti fa onore..continua così...cmq x qualsiasi cosa io sono quì...

                    P.S. Io studio Scienze della Comunicazione, e lavoro nella P.R. ma sono molto interessata alla psicologia che sta alla base di tutte le cose, di tutti i comportamenti umani...

                    Commenta


                    • #11
                      Lorenza, hai perfettamente ragione, hai detto delle cose giustissime, ma non condivido l'ultima cosa che hai detto. Certo, alcune persone possono riuscire a uscire dalla sindrome depressiva senza l'uso di farmaci, ma questo non è vero in assoluto...anzi, sono rari i casi in cui succede. Il mio consiglio è di farsi curare da uno psichiatra e seguire quello che consiglia, perchè con le malattie psichiatriche non si può scherzare...e spesso è facile improvvisarsi psichiatri, dando consigli, proponendo soluzioni...ma è una cosa altrettanto pericolosa, veramente pericolosa. Ogni persona è diversa e ognuno ha un modo diverso di manifestare la malattia nelle sue diverse forme. Stare vicino ad un depresso non è una cosa facile...ci sono tante cose che non si devono fare. Fatti consigliare dallo psichiatra...è sicuramente la cosa migliore...

                      Commenta


                      • #12
                        penso che bisognerebbe riuscire a rimuovere le cause e non solo i sintomi della depressione... spesso i farmaci rimuovono i sintomi, ti rin*******iscono e poi, quando smetti di usarli, sei da capo a dodici... per questo è meglio diffidare di medici che ti danno un sacco di medicine...

                        Commenta


                        • #13
                          Peccato che una cura delle cause della depressione non esiste, visto che non si sa neanche quale sia il meccanismo patogenetico alla base...

                          Commenta


                          • #14
                            O meglio lo si conosce in parte, ma...la terapia non può che essere sintomatica al momento...

                            Commenta


                            • #15
                              gladio l'importante è nn arrendersi mai, bisogna andare avanti e lottare...la speranza è l'ultima a morire....

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X