annuncio

Comprimi

Regolamento

I PRINCIPI

Il forum di Sanihelp.it è un punto di incontro e confronto, un forum libero, privo di ogni censura preventiva. Questo forum è una comunità di aiuto e supporto reciproco in cui ognuno contribuisce cercando di essere d'aiuto e portando il proprio punto di vista riguardo i diversi temi trattati.

Nel forum ciascuno è libero di esprimere la sua opinione, mantenendo però un atteggiamento di educato rispetto nei confronti delle idee diverse. Il forum è uno spazio civile e gradevole: gli utenti non devono essere intolleranti e aggressivi, ma propositivi e disponibili, moderando il proprio linguaggio e consentendo così di ridurre al minimo l'attività di moderazione.

Lo staff di Sanihelp.it si riserva il diritto di eliminare l'iscrizione al forum, di cancellare discussioni e messaggi senza alcun preavviso.


GLI UTENTI
Gli utenti sono suddivisi in quattro categorie.

- Amministratore:
gestisce il forum in tutte le sue parti, appartiene allo staff di sanihelp.it
- Moderatore:
è un utente che ha il compito di agevolare la vita all'interno del forum, è un punto di riferimento e un valido aiuto per tutti gli utenti.
- Sani All:
gli utenti del forum.
- Utenti Bannati:
un utente bannato può accedere al forum ma non parteciparvi. Si è bannati se non si rispetta il regolamento, il ban può essere imposto per un periodo di tempo limitato o per sempre. Nei casi più gravi può essere bannato anche l'indirizzo IP.

Utenti e reputazione
Ogni 365 giorni di permanenza sul forum si guadagnano 10 punti.
Ogni 10.000 messaggi e 1.000 punti reputazione si guadagna un punto di potenza nell'assegnazione della reputazione ad altri utenti.
Un utente per poter assegnare reputazione deve avere almeno 15 punti e aver scritto 30 messaggi.
In 24 ore si possono assegnare solo 20 punti.
Prima di poter assegnare la reputazione allo stesso utente è necessario assegnarla a 15 utenti differenti.
Reputazione e i commenti non sono anonimi

NICKNAME e FIRMA
Dato l'alto numero di utenti iscritti al forum, tutti i nomi più comuni sono già presenti.
Consigliamo di scegliere un nome particolare che contenga dei numeri e che non contenga trattini, simboli o caratteri speciali.
Per tutelare la privacy personale suggeriamo inoltre di non utilizzare nome e cognome completi all'interno del nickname.

Il nickname e la firma non devono contenere testi offensivi o provocatori, non è inoltre possibile utilizzare come nickname un nome attribuibile a una professione medica se non si è un professionista collaboratore della redazione di Sanihelp.it (es: psicologo, dottore, urologo).
Se si desidera cambiare il nickname è possibile farlo inviando un messaggio privato all'amministrazione (Evoh).

La frase è modificabile autonomamente dal pannello di controllo personale.
Nel caso in cui venga inserito un contenuto non idoneo i moderatori provvederanno ad avvisare l'utente con un messaggio personale.
Se dopo la richiesta di modifica la frase resta invariata, i moderatori sono autorizzati a cancellarla.
Se si dovessero inserire nuovamente contenuti offensivi nella frase, verrà assegnato un ban di almeno 3 giorni.


LEGGI DELLO STATO E INTERNET

Per non incorrere in spiacevoli conseguenze, ricordiamo agli utenti che su questo forum vigono tutte le leggi dello Stato italiano.
Ogni utente è responsabile dei contenuti che pubblica e tutti, utenti, moderatori e amministratori, possono rivolgersi alla Polizia per far rispettare la legge o per tutelarsi.
Tafferugli verbali, consigli e provocazioni non sono considerati reati, i reati sono cose ben più gravi che la coscienza di ciascuno riesce facilmente a identificare.
Vi ricordiamo inoltre che, come cita la locuzione latina: Verba volant, scripta manent.


REGOLE GENERALI

1. Non è permesso pubblicare:
- indirizzi email
- numeri telefonici
- il contenuto di email private e messaggi privati (MP) anche se si è in possesso dell'autorizzazione del mittente
- pubblicare messaggi pubblicitari o link

2. I moderatori hanno il compito di animare e moderare le discussioni e di controllare che nessuno violi il regolamento del forum.
I moderatori potranno ammonire, avvertire, bannare gli utenti che non rispetteranno il regolamento ed editare, spostare, chiudere e cancellare una discussione o un post.

3. Chiunque abbia un comportamento in contrasto con il regolamento del forum potrà veder cancellati i propri interventi ed essere bannato da esso, fino all'esclusione permanente nei casi più gravi. L'esclusione permanente è da intendersi estesa anche a eventuali alias.

4. Gli argomenti dei post inseriti in una discussione devono essere inerenti al tema deciso dall'autore delle discussione. I moderatori possono cancellare o spostare in un altro forum gli interventi che saranno giudicati fuori tema (OT).

5. Un utente che si ritenga ingiustamente sanzionato ha facoltà di chiedere chiarimenti via messaggio privato o email. Nel caso questo non avvenga e vengano creati post e discussioni polemiche, saranno cancellate.

6. Il moderatore NON cancella o corregge discussioni o post su richiesta.

7. Saranno bannati gli utenti promotori di pedofilia e violenza e chiunque faccia apologia di reato. Varrà bannato inoltre chi diffonde dati e informazioni strettamente personali di un'altro utente senza il suo consenso.

8. Sono da escludere gli avatar che rientrino nelle limitazioni del regolamento e con esplicite immagini pornografiche o di anatomia intima.

9. L'autore del post è pienamente responsabile per i contenuti riportati: diffamazioni o violazioni di copyright.

10. Non è possibile per gli utenti effettuare pubblicità all’interno del forum. I post contenenti messaggi pubblicitari verranno cancellati e segnalati come Spam.

11. L'autore di ogni post ha la possibilità di editarlo entro 10 minuti dall'invio. Verificate attentamente i vostri messaggi; passato il termine non sono più modificabili, questo al fine di garantire una coerenza con lo sviluppo degli argomenti.

12. Prima di aprire una discussione in un forum è bene assicurarsi che l'argomento non sia trattato in altre discussioni attualmente attive. Nel caso siano aperte discussioni doppie i moderatori possono decidere di chiuderle e indirizzare gli utenti a quelle già esistenti.

13. Il forum non è una chat, quindi gli utenti non devono intraprendere lunghi botta e risposta con un altro utente, soprattutto se si tratta di questioni personali. Per le conversazioni private devono essere usati i mp o, nel caso di chiacchiere di gruppo, l’apposita sezione “4 chiacchiere”.


COME SCRIVERE SUL FORUM

Il titolo
Il titolo della discussione contiene il tema del messaggio. Deve essere sintetico ma non generico e soprattutto deve essere scritto in italiano corretto, senza abbreviazioni, lettere ripetute o maiuscole dove non necessarie.
Sono da evitare titoli come “Richiesta d’aiuto” o “Problema”.

esempio Titolo:
Cerco ortopedico - piede rotto (giusto)
AAAAAAAAAAAAIIIIIIII IIIUUUUUUUUUUUTTo! (sbagliato)

L'autore del primo post della discussione da l'indirizzo tematico della discussione.
Più il titolo sarà pertinente più la discussione sarà letta da tutti gli utenti del forum.
I moderatori potranno a loro discrezione modificare i titoli ritenuti non idonei.

Il contenuto delle discussioni
Aprire una nuova discussione significa voler condividere con gli altri utenti un problema di salute, chiedere un consiglio o confrontarsi su di un'idea o un'argomento.
Se un utente apre un thread solo per propagandare un'idea, sarà invitato al confronto. Se dopo un primo invito il post non sarà aperto anche alle opinioni degli altri utenti, i moderatori chiuderanno la discussione.

Il contenuto dei post

Gli utenti sono invitati a non scrivere in maiuscolo dove non necessario, poiché il maiuscolo indica che si sta urlando.
All'interno dei messaggi possono essere inserite le Emoticons. Il loro impiego nei topic è affidato al buon senso degli utenti, è consigliabile tuttavia non eccedere nel loro utilizzo.
Il linguaggio all'interno dei post deve essere cortese e rispettoso delle diverse opinioni degli altri utenti.
Nel caso in cui un post contenga linguaggio non adatto alla sezione in cui è contenuto o abbia un contenuto volutamente provocatorio, (atto a far degenerare la discussione o far arrabbiare un utente) i moderatori provvederanno a modificarlo e avvertire l'utente.
Nel caso in cui l'utente persista nel mantenere un linguaggio offensivo o aggressivo dopo il primo avvertimento, riceverà un ban di almeno 3 giorni. Se questo comportamento continuasse anche allo scadere del ban, i moderatori decideranno se bannare nuovamente l'utente in maniera definitiva.
Chi schernisce pubblicamente gli utenti che chiedono aiuto o mette in dubbio la realtà dell'utente e/o della situazione descritta riceverà un'infrazione e in caso avvenga nuovamente un ban fino a 2 giorni.

Citazioni e aforismi
Se si riportano stralci di libri o articoli, citazioni o aforismi all'interno delle discussioni è sempre bene riportare l'autore.
Non è possibile aprire discussioni contenenti esclusivamente citazioni e aforismi, salvo previa autorizzazione via messaggio privato della moderazione.

Sondaggi

Gli utenti dovrebbero evitare di realizzare discussioni di sondaggio: per realizzare un sondaggio chiedere al moderatore della sezione di aprire un thread apposito. Quando si crea un sondaggio è bene motivare chiaramente i quesiti, in modo che non possano essere scambiate per pure provocazioni o scherzi.

Funzione Quote
Quotare un messaggio significa citarlo riportandone una parte. Quotare implica ripetere cose che probabilmente gli altri utenti hanno già letto, va fatto solo quando strettamente necessario. Non è necessario quotare interamente il post precedente al proprio se si intende commentarne solo una frase: è bene mantenere la frase in questione e cancellare il resto.

Come aprire una nuova sezione (forum o sub forum)
Per aprire una nuova sezione o un nuovo forum si deve proporre l'argomento all'amministratore e impegnarsi per farlo crescere.
Per proporre una sezione o un forum è necessario che ci siano almeno due utenti interessati e disposti ad animare e moderare la sezione.
Vedi: Come diventare moderatore?


I MODERATORI e L'AUTO-MODERAZIONE

La base su cui si fonda questo forum è l'auto-moderazione, ogni utente è quindi tenuto a rispettare e fare rispettare il regolamento del forum.
I moderatori sono solo un aiuto in più in caso di bisogno.

Come ci comporta con le violazione ai principi di questo forum e del regolamento?
1. si abbandona la discussione evitando di intervenire.
2. si segnala l'abuso con l'apposito strumento (triangolo con punto esclamativo)
3. la segnalazione appare nella sezione dedicata (visibile pubblicamente)
4. i moderatori leggono la segnalazione, rispondono spiegando come intendono agire e si comportano di conseguenza
5. una volta che il moderatore ha risposto non è possibile ribattere se non tramite messaggio privato.

Nel caso vi sia un utente particolarmente molesto, è possibile non visualizzare i suoi post inserendolo tra i propri utenti indesiderati.

In caso si voglia chiarire una particolare situazione con un utente o un moderatore si comunica con l’interessato tramite messaggio privato, NON attraverso discussioni pubbliche.

In caso di infrazioni al regolamento da parte dei moderatori, è possibile sollevare il problema con il moderatore stesso via messaggio privato. In caso non si giunga a una conclusione civile e si ritenga necessario segnalare il problema, è possibile contattare l'amministratore. (Evoh)
NON è possibile discutere pubblicamente delle dinamiche di moderazione del forum. Le discussioni pubbliche verranno eliminate.

ATTENZIONE:
1 - Lo strumento segnalazioni serve a porre in evidenza gravi infrazioni al regolamento
2 - Un messaggio OT non è considerabile una grave infrazione
3 - Non è concesso utilizzare le segnalazioni per provocare altri utenti, innescare polemiche o flames e infastidire intenzionalmente la moderazione.
4 - Le risposte non sono sindacabili pubblicamente. Se non si è d'accordo è possibile comunicare via mp con il moderatore che ha risposto alla segnalazione. Segnalazioni di segnalazioni o di ammonimenti non riceveranno risposta e saranno cancellate.

Non è possibile segnalare i MP. In caso di gravi attacchi personali effettuati tramite messaggio privato gli utenti possono scrivere direttamente all'amministratore del forum.

Chiunque utilizzi impropriamente lo strumento di segnalazione (come da punto 3) riceverà un primo avvertimento e, nel caso in cui dovesse continuare, potrà ricevere un ban della durata massima di 3 giorni.

Come diventare moderatore?
Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

Il compito dei moderatori è:
- animare le discussioni
- facilitare lo scambio di opinioni tutelando la pluralità dei punti di vista
- accogliere i nuovi arrivati
- far rispettare il regolamento

I moderatori:
- rispettano il regolamento (che vale per i moderatori esattamente come per gli utenti)
- sono liberi di esprimersi nei forum seguendo le stesse linee guida degli utenti (post cordiali, non aggressivi, no flames, no attacchi personali, non mettono in dubbio identità o realtà di un utente, ecc)
- NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum (solo gli utenti possono segnalare)
- possono moderare solo le sezioni loro assegnate



PRINCIPI E LINEE GUIDA DEL MODERATORE

Il caposaldo del regolamento è l'auto-moderazione.
L'intervento dei moderatori deve essere quindi, in ordine di priorità:

- Animare: aprire discussioni, accogliere i nuovi, facilitare lo scambio di opinioni (consentendo a tutti di esprimersi) e aiutare gli utenti a districarsi fra le regole del forum e gli strumenti (fratello maggiore)
- Mantenere la rotta: il moderatore deve far si che le discussioni siano sempre on topic, è lecito chiuderle se si esce fuori tema.
- Moderare: (... e far moderare) i toni
- Mantenere la forma: è importante come si scrive, come si fa un titolo, come si imposta una domanda.

I moderatori di sezione lavorano in squadra e tutte le decisioni devono essere condivise, tutte le discussioni tecniche o inerenti la moderazioni devono avvenire via MP o nella sezione del forum privata e dedicata esclusivamente ai moderatori. Il moderatore non deve mai discuterne pubblicamente.

Il moderatore deve animare e pacificare, quindi non deve essere MAI causare volontariamente problemi e dissidi con gli altri moderatori.
Nel caso in cui un moderatore attacchi pubblicamente un altro moderatore per il suo operato, sarà sospeso per una settimana.
Nel caso in cui un moderatore violi il regolamento e/o agisca contro l'interesse del forum e della moderazione, gli altri moderatori possono segnalarlo nel forum moderatori.
Alla terza segnalazione l'amministrazione risponderà entro 5 giorni alla segnalazione e potrà agire con un richiamo formale, con un ban o con la rimozione dall'incarico.

I moderatori dato l'importante ruolo che ricoprono per la comunità del forum devono essere:
- tolleranti
- disponibili
- leali
- imparziali
- punto di riferimento per gli utenti
- da esempio

Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

I moderatori devono rispettare il regolamento e sono liberi di esprimersi nei forum, ma NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum e devono moderare solo le sezioni loro assegnate.
Solo gli utenti possono segnalare, se un moderatore riscontra violazioni nella sezione di sua competenza non segnala ma agisce.
In caso un moderatore noti situazioni particolari in una sezione di un altro moderatore, deve limitarsi a segnalarla tramite messaggio privato.

Se un moderatore dovesse mancare dal forum per più di un mese senza aver comunicato la sua assenza in precedenza, verrà rimosso dal suo incarico.

Regolamento segnalazioni e ban
La sezione dove saranno postate le segnalazioni sarà leggibile a tutti.
Solo i moderatori potranno scrivere in risposta alla segnalazioni
Alla segnalazione di un utente risponde il moderatore della sezione interessato scrivendo come intende agire e motivando proprie decisioni. (può anche decidere di non fare nulla, ma va scritto!)
Nel caso si decidesse di bannare l'utente, verrà scritto direttamente in risposta alla segnalazione e sarà visibile a tutti.
Non saranno poi concesse repliche in risposta al moderatore. Se ci saranno domande/dubbi/problemi andranno gestiti tramite i mp.

Nel caso che la decisione di bannare l’utente derivi non da una segnalazione ma da un ragionamento fatto con altri moderatori, il moderatore deve notificare il ban con un post nel forum moderatori.
Quando si banna un utente è OBBLIGATORIO segnalare la motivazione.



CANCELLAZIONE
Se si desidera cancellare la propria utenza dal forum, è sufficiente inviare un messaggio privato all'amministratore del forum (attualmente Evoh) E una a mail a [email protected] utilizzando la mail d'iscrizione al forum e indicando il proprio nick e la volontà di essere cancellati.
Visualizza altro
Visualizza di meno

cosa fare quando si è depressi

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Anche io ho capito che a volte se un problema nn riusciamo a risolverlo forse dobbiamo chiedere aiuto anche a qualcun altro, senza vergognarci. PErchè nn esiste ki nn sbaglia e ki nn ha bisogno del conforto o consiglio altrui, qualche volta o anche spesso.
    In fondo la vita è la nostra e, come tu dici, Bau, è ciò che vediamo e nn ciò che pensiamo sia. Anche se il confine fra i due mondi è sottile, talmente tanto sottile che da questo nascono le incomprensioni con gli altri, i desideri nn raggiunti ed il fatto di dover lottare per ciò che ci "spetterebbe".

    Sai Bau, io sono un ragazzo laureato in ing elettronica col massimo dei voti, ma non mi interessa questo, se nn per il fatto che lo feci per me, perchè mi è piaciuto studiare ciò che ho studiato. E sono un curioso, un razionale in certi campi, ma anche un emotivo in altri. Amo la fotografia perchè mi libera la mente ela vedo come un arte, amo la musica, ascolto il blues perchè le vibrazioni che mi trasmette sono forti. Esco in bici con qualche amico perchè mi piace stare in compagnia.

    Ma ho un problema, che nn sto riuscendo a cambiare: il mio capo è un aguzzino, un semplice diplomato che mi spreme come un limone, che mi ha promesso delle cose, anche in denaro, e poi, tirando magicamente fuori dal suo cilindro di prestigiatore le scuse più cretine, si è rimangiato tutto.

    Commenta


    • #17
      Io penso di valere, ma nessuno mi ha mai dato raelmente le opportunità che cercavo. Eppure nn sono un sopraffattore al lavoro, ma molto esigente quello si. In ogni caso, ho una grande voglia di ascoltare gli altri e di parlare, mai di sopraffare, ma se è necessario, quando regna la confusione, tiro le fila io.

      Ciononostnte anche io sento che la mia è una lotta continua...e nn ricevendo gratificazione neanche con lo stipendio, mi sento spesso su e giù con l'umore.

      Ma penso che qualche speranza di cambiare esiste cmq e so che nn mi posso fermare, perchè sono io il motore della mia vita.

      Certo, soffro tanto perchè nn ho una compagna, ma che ci posso fare se nn provare a cambiare un pò?

      Non ti abbattere, nn sei sola

      Commenta


      • #18
        X And321 (1)

        Ciao, ho letto i tuoi post e li ho trovati molto profondi, su molte delle cose che hai detto mi trovo nella tua stessa situazione, non so quanti anni hai (io ne ho 23, penso che sei giovane anche tu).
        Anche io abito in una grossa città (Genova) e spesso ho provato la sensazione di sentirmi solo in mezzo alla gente, non sono il classico "compagnone" anzi sono molto riservato, spesso amo stare da solo.
        Le situazioni e i problemi di Bau, come l'idea che il mondo non mi accetti l'ho pensata molte volte ma penso che ognuno è diverso da un'altra persona e non bisogna fingere il proprio carattere e nemmeno cercare di essere quello che non siamo.
        Spesso, come mi sembra abbia detto Bau ho provato anche io la sensazione di essere inferiore e non all'altezza di molti altri...

        Commenta


        • #19
          x And321 (2)

          ... poi penso che alcune soddisfazioni (non molte però) le ho avute anche io e spesso mi sono dimostrato più capace di tanti altri che si atteggiavano molto più di me.

          A detta di molti sono un ragazzo intelligente, non ho mai avuto problemi a sostenere discussioni "impegnate" con persone di 40-50 anni, per quanto riguarda la mancanza di una compagna beh... meglio che non dica niente
          sono il classico "topo" che trovi all'università: decisamente bruttino, capelli corti, timido e con aria imbronciata e che sta troppo spesso sui libri o davanti al pc, perciò proprio non sono quello che piace, anche io soffro perchè non ho una compagna ma sono sicuro che dopo i 25 (di solito è così, parlo per esperienze di persone che conosco) le occasioni capitano anche a quelli come me.

          Inoltre anche io ho provato la sensazione di essere non considerato in ambito professionale: ho avuto esperienza con un docente della mia università che oltre ad avermi mandato via due volte allo stesso esame (e la seconda volta ero preparato bene) mi ha anche trattato malissimo, e non penso proprio che sia stato solo per colpa mia visto che gli altri esami sono quasi sempre andati bene. Di certo non mi voglio rovinare la vita per questa persona...

          Dobbiamo cercare di non abbatterci e non farci del male da soli.

          Ciao

          Commenta


          • #20
            io sono il motore della mia vita scrive And321... ed è proprio vero... solo che a volte mi è capitato di voler stare spenta... Maz scrive di sentire la sensazione di non essere considerato e lo capisco in pieno... il fatto è che siamo in una società dove quasi tutti vogliono stare al centro dell'universo e non hanno tempo, nè voglia di amare, ascoltare, condividere... homo homini lupus purtroppo! Cmq la sensibilità, se ben incanalata, è senz'altro una marcia in più in molte situazioni... credo che in realtà non si possa scegliere... se si è sensibili e ci si accorge delle cose, è inevitabile vedere e vivere la vita in maniera differente... ultimamente mi è successa una cosa che ha rimesso in moto dentro di me tante sensazioni spiacevoli e traumi che speravo di poter definitivamente superare... ma l'inconscio non cancella, rimuove soltanto... ed è bastato poco perchè "mi tornasse tutto su"... la verità è che è difficile lottare contro me stessa... vorrei solo serenità... cose semplici... magari uscire con qualcuno e tenersi per mano, sorridersi, mangiare un gelato insieme... ho sempre cercato di bastare a me stessa, ma qualche volta non ce la faccio... Buona giornata ragazzi!

            Commenta


            • #21
              Bau, io sono estremamente sensibile, ho un carattere fragilissimo, non è mai stata una marcia in più ma un freno che blocca tutto.

              A me a provocare dei traumi basta poco, ci sono cose che ricordo ancora a distanza di anni e che mi fanno ancora molto male, non sono mai riuscito a dimenticarle.

              A volte la depressione possiamo sconfiggerla con semplici gesti, ieri ad esempio sono stato in giro tutto il giorno, era una bella giornata, ho visto una ragazza che conosco fin da bambino ed ero già più felice, se fossi stato in casa a studiare mi sarei trovato la sera a piangere.

              Ti ho scritto un messaggio in pvt, se ti va mi piacerebbe sapere cosa ti è successo.

              Ciao

              Commenta


              • #22
                X TUTTI:

                RAGAZZI, CONDIVIDO QUELLO CHE AVETE DETTO :-) PENSATE CHE IO CN LA DEPRESSIONE CI DEVO CONVIVERE, ANKE SE ORA SOLO QUASI INDIRETTAMENTE: STO PARLANDO DEL FATTO CHE PURE IO SPESSO MI SENTO GIU', MA DA 7/8 ANNI LA QUESTIONE E' MOLTO DIVERSA: mia sorella é malata di depressione, 1 disturbo che hanno identificato cm personalita Borderline...bhé lascio a voi cercare d immaginare cm mi senta: la vita cn una persona depressa ti cambia..e per me E' PURE VERO CHE LA SENSIBILITA' E' UNA RICCHEZZA DELL'ANIMO, MA SE SI IMPOSSESSA DEI TUOI ATTEGGIAMENTI SENZA FARE DISCRIMINAZIONE DELLE CIRCOSTANZE (OGNI MOMENTO VUOLE LA SUA RISPOSTA!) ALLORA E' FINITA, DIVENTI SENZA PELLE.

                Commenta


                • #23
                  Ciao Bau, tu sici "la verità è che è difficile lottare contro me stessa... vorrei solo serenità... cose semplici... magari uscire con qualcuno e tenersi per mano, sorridersi, mangiare un gelato insieme...".

                  Ma tu non devi lottare contro te stessa. Mai! Tu sei te stessa, con tutte le tue fragilità e la tua personale sensibilità. Io penso che a volte nella vita sei come su una autostrada. Vai nella direzione di tutti e non fai caso ai fiori del prato attorno, al fatto che ci possa essere un gatto su uno degli alberi vicini all'autostrada. Non li vedi, magari perchè non li puoi vedere.
                  Mi piace , adesso che la sto descrivendo, usare questa immagine per dirti ciò che penso al riguardo.

                  Come ti dicevo, tu vai avanti, come tutti. Ma c'è un momento in cui un attimo ti accosti e vedi gli altri passare, più o meno forti, alcuni sorridenti, altri un pò meno, ma ciononostante nessuno si è fermato. Tu, però, dal tuo angolo adesso ti sei accorta di qualcosa che, come te prima, gli altri non vedono: il gatto sull'albero.

                  A parte l'immagine poco poetica quello che voglio dire è che come diceva un filosofo del passato, dipende dagli occhiali che indossi il colore della realtà. Se tu sei ferma ed osservi da un punto diverso magari vedrai delle cose che ltri non vedono o su cui non si soffermano.

                  Commenta


                  • #24
                    Il problema è che se siamo in "lotta" con noi stessi, se vorremmo cambiare delle cose di colpo, come quando spegnamo la luce o ci svegliamo da un brutto sogno, e non ci riusciamo, allora quello che osserviamo dalla prospettiva che nn è quella degli altri, a volte ci spaventa. Quel gatto sull'albreo ci sembra una pantera e non un cucciolo.

                    Ed è così con ciò che crediamo o con i limiti che sentiamo in noi o che vorremmo far sparire. Se non confondo le persone, tu vorresti introdurre dei cambiamenti nella tua vita, specie lavorativa.
                    E magari senti tanto bisogno di "completare" te stessa, con un lavoro piacevole e ben visto dagli altri ed avere un compagno (nn ho capito se sei fdz o meno).

                    Beh! Arriveranno queste cose che cerchi. Ma per arrivarci, a volte, la strada non è quella lineare che avremmo voluto fare, ma bisogna fare un pò di curve, fare le discese e le salite, ma in tutto il percorso sentendo sempre se stessi: ascoltarsi.
                    Tu, meglio di chiunque altro, sai cosa vuoi. FOrse ti fa paura ammetterlo, perchè magari non è conciliabile con delle altre cose che vorresti, e sei im "subbuglio".

                    Commenta


                    • #25
                      Ti racconto una cosa che mi ha tenuto (e forse ancora mi tiene) poco tranquillo. Io vivo a Roma, città che mi piace per molti aspetti ma che mi fa sentire solo per altri. Io, fra l'altro, ho una sorella più piccola con cui ho un rapporto molto forte. legato al fatto che da bambini era la mia compagna di gioco.

                      Stare a Roma, stabilirmi qui, forse trovara anche la donna che amo qui, mi ha sempre spaventato, in un certo senso, perchè so che il mio nucleo familiare è ristrettissimo e che i miei genitori diventano, come tutti, via via più vecchi. Ed i miei vecchi non li vorrei abbandonare. Peraltro, so che tornando nel mio paese d'origine eliminerei delle opportunità che, forse, restano a vivere qui a Roma potrò avere. Siccome nulla è certo e dipende anche da me ("...noi siamo il motore della nostra vita...") ciò che sarà, sono stato spesso in contraddizione con me stesso, odiando ed amando Roma e la mia terra, con sentimenti opposti.
                      Da qualche mese, però, ho introdotto dei cambiamenti, grazie anche allo sprone di quella sorella di cui ti ho scritto (l'unica altra di noi figli):ho comprato la macchina, ho iniziato ad essere più tollerante verso ciò che non mi piace di primo impatto e sto via via facendo crescere le radici qui, senza più la paura di farlo.

                      Commenta


                      • #26
                        Non ho mai perso di vista i miei vecchi, ma, come mia sorella stessa mi ha fatto più volte osservare, l'importante è che io sia felice, non come o con chi.

                        Sii serena con te stessa. Se senti di cvoler fare dei cambiamenti, falli. Anche se cadrai, scivolerai, meglio aver preso una, due, cento porte in faccia piuttosto che restare fermi ad osservare. Da questo punto di vista ti dicosa!

                        PEr quanto riguarda la semplicità di ciò che ci rende felici, anche io ho imparato ad apprezzare la bellezza di un gelato ed una semplice passeggiata in paese, ma con gli amici che mi vogliono bene. Del resto chi se ne frega se gli altri pensano che siamo "out". Viviamo in un mondo di immagine ed in cui, veramente, homo homini lupus, ma ricordati che è la tua vita e che nulla è più forte delal semplicità e di ciò in cui credi veramente.

                        Commenta


                        • #27
                          Io, ad esempio, mando al diavolo chi fa il lecchino o chi fa bella mostra di se. In un certo senso, mi fanno pena. E fin tanto che i loro atteggiamenti, convinzioni, azioni, non fanno del male (nel senso più genereale) a me o ad i miei cari, allora rimango etraneo da loro. Li lascio giocare al gioco del "superfigo/a".
                          Se però provano solo a fare lo stesso con me, agendo malintenzionatamente , beh, divento veramente un osso duro.

                          Come scrisse "Bud Spencer"... "non c'è pù cattivo di un buono che diventa cattivo". Ed io divento così, come l'incredibile hulk.

                          Sii te stessa. Sempre! Affacciati alla finestra e godi della piacevolezza del vento che ti accarezza e ti scompiglia i capelli. Fatti accarezzare dal sole, stai anche con te stessa, ma mlto anche ocn gli altri.

                          Commenta


                          • #28
                            Io ho attraversato momenti difficili e sono specialista, ormai, nel fare su e giù con l'umore. Qualche anno fa mi ero innamorato di una ragazza che avrei voluto sposare. Poi lei, con molta tranquillità, decise di mollarmi, senza darmi possibilità di parlare e capire che diavolo stava succedendo. Soffri moltissimo. Avrei voluto morire, anche. Ma mia sorella mi disse che mai nessuna si sarebbe potuta interessare a me per compassione; perchè ognuno di noi ha dei problemi e quando cerchiamo un compagno dobbiamo anche saper dare, oltre che ricevere. Così, dopo parecchi mesi, capii che avrei dovuto darmi una bella scossa. E così ho iniziato a risalire la collina. E solo allora mi accorsi di quanto giù ero sceso.

                            Voglio dire, tutti abbiamo i nostri momenti di debolezza, ma non dobbiamo vergognarci di questo. Se io sono in questo forum è perchè cercavo delle risposte al fatto che credevo di soffrire d'eiaculaz precoce. Non ti dico perchè succedea, ma quando qui mi resi conto che, al di la delle chiacchere gradasse (di chi nn sa come altro affrontare la vita e quindi impersona il ruolo del supermacho/superman) c'era parecchia gente che ne aveva sofferto.

                            Commenta


                            • #29
                              Sai cosa ho scoperto? Che era vero ciò che sospettavo, ovvero che era l'ansia di fare l'amore senza preserv fino "alla fine", senza volere per questo un baby nessuno dei due (almeno a parole, anche lei) che mi rendeva "rapido".
                              Quest'inverno ho conosciuto una ragazza, molto più piccola di me e con voglia tendente a zero di maternità. Sebbene sia stata solo una "storia", ci ho fatto l'amore. L'amore, non sesso. E li capiì che non soffro affatto di eiacul precoce. Intanto mi ero costruito dei blocchi emotivi che mi avevano condizionato molte cose.

                              Come dicono gli inglesi.... take it esay, o se ti piace di più... don't worry, be happy.

                              Commenta


                              • #30
                                Caro And... io quello che voglio lo so da diversi anni, ma non posso averlo ( a meno che non succeda un miracolo), perchè non dipende da me... e così mi sono messa l'anima in pace e sto cercando una strada mia, alternativa, che dipenda tutta da me... non ho tanta fiducia negli altri, perchè so che hanno più problemi di me e mi hanno spesso deluso... ho smesso di farmi aspettative e cerco di costruirmi giorno per giorno bastandomi il più possibile... tu dici che non devo violentare la mia natura; il problema è che la realtà e le persone non cambiano e così, se voglio avere qualche risultato, devo modificare il mio modo di approcciarmi al mondo... quando me lo impongo, ci riesco, anche se mi capita di starci male... cmq hai proprio ragione, prendiamola easy! Non ha senso stressarsi; meglio godere le dolcezze della vita e buttarsi alle spalle quel che non ci piace... Baci!

                                Commenta

                                Sto operando...
                                X