annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

cosa fare quando si è depressi

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • cosa fare quando si è depressi

    ragazzi, perfavore aiutatemi... sono in crisi e non so con chi parlare, visto che non sono più in terapia da diversi anni...
    cosa fate quando siete molto depressi? come fate a tirarvi su? qualche trucchetto? Grazie!

  • #2
    aiuto...

    Originariamente inviato da SonoBau
    ragazzi, perfavore aiutatemi... sono in crisi e non so con chi parlare, visto che non sono più in terapia da diversi anni...
    cosa fate quando siete molto depressi? come fate a tirarvi su? qualche trucchetto? Grazie!
    Ciao, non so se ti posso essere d'aiuto, però ricevere un messaggio può aiutarti a sentirti meno solo. Ti posso raccontare la mia situazione: sono in crisi da diversi anni, circa sei. All'inizio ero in crisi per la distanza, mi sono sposata otto anni fa, ho 30 (quasi 31) e la mia città, la mia famiglia mi mancava e mi manca molto, pensa che ho addirittura pensato alla morte, però il non-coraggio mi ha evitato il peggio e se devo essere sincera ancora adesso qualche volta ci penso. Ultimamente invece la mia crisi si è arricchita con problemi di cuore.
    Come ho fatto a non "impazzire" non so di preciso, so solo che ho dei momenti veramente brutti, ho imparato a conviverci, a volte guardo il cielo con un tramonto e rimango "incantata" dal colore del cielo, dalle nuvole, dal sole... cerco di prendere le cose anche piccole e guardarne il lato positivo, lo so che è difficile, nel tuo caso non so qual'è il motivo di tanta tristezza...
    Vedrai che ce la farai, coraggio. Sicuramente questo trucchetto non ti sarà d'aiuto, però parlarne con qualcuno come hai fatto adesso, ti potrà servire, bisogna imparare ad amarsi ed io sto iniziando adesso.
    Coraggio

    Commenta


    • #3
      Grazie infinite Sorriso! Sai, è un po' di tempo che credevo di essere completamente uscita dai miei vecchi problemi, ma oggi l'inconscio mi ha giocato un brutto scherzo... sono stufa di dover sempre fingere di essere forte, di dover sempre farcela, di dover portare tutto il peso addosso... vorrei soltanto essere me stessa e smetterla di violentarmi con realtà che non mi vanno... volersi bene... hai ragione... è che alle volte la nostra testa ci gioca tiri mancini... un bacio!

      Commenta


      • #4
        x Bau

        Ciao Bau, anche io spesso mi trovo nelle tue stesse condizioni, ho momenti in cui mi faccio male da solo.
        Secondo la mia esperienza personale la terapia può servire fino ad un certo punto, io mi sentivo bene nei primissimi giorni poi ritornavano gli stessi problemi e non so come risolverli.
        Cominciare ad amarsi, sono d'accordo con Sorriso è una buona idea, un mio consiglio è quello di dedicarti a cose che ti piacciono, ai tuoi hobby, non risolveranno molto ma puoi passare dei momenti piacevoli che possono fare dimenticare i pensieri negativi.

        Ciao

        Commenta


        • #5
          nn siamo soli

          Originariamente inviato da maz
          Ciao Bau, anche io spesso mi trovo nelle tue stesse condizioni, ho momenti in cui mi faccio male da solo.
          Secondo la mia esperienza personale la terapia può servire fino ad un certo punto, io mi sentivo bene nei primissimi giorni poi ritornavano gli stessi problemi e non so come risolverli.
          Cominciare ad amarsi, sono d'accordo con Sorriso è una buona idea, un mio consiglio è quello di dedicarti a cose che ti piacciono, ai tuoi hobby, non risolveranno molto ma puoi passare dei momenti piacevoli che possono fare dimenticare i pensieri negativi.

          Ciao
          Si, penso anche io questo. Anche a me, in uqesti giorni, sono ritornati in testa pensieri strani ed un pò di ansie. Ma non siamo soli. Non farsi annullare dai pensieri negativi è già un successo.

          Io provo ad uscire un pò fuori, a vedere altra gente, anche se penso di avere gli sbalzi di umore perchè ho tanta tanta voglia di amare e di essere amato da una donna, che non riesco a trovare, anche perchè altri pensieri, come il lavoro, il fatto di nn trovarmi proprio a mio agio nella città dove abito, mi assorbono al punto tale da "distrarmi" verso pensieri negativi.
          Ma in fondo son qua, a cercare di parlarne anche con voi, e questo lo reputo importante.

          Ti auguro di poter superare queste giornate un pò più tristi e di ritornare a sorridere. A presto

          Commenta


          • #6
            è che, anche se faccio tutto per sembrare come gli altri, in fondo al cuore mi sento sempre una "diversa"... ci sono certe ferite che forse non possono essere mai completamente rimarginate... anche se distrarsi aiuta, è vero, verissimo... forse si tratta solo di pensare di meno e di lasciarsi andare alla vita... in fondo la realtà è quella che vediamo e, se i problemi non li vediamo, non ci sono... se solo ci riuscissi sempre!!

            Commenta


            • #7
              grazie a tutti!!!

              Commenta


              • #8
                Bau, io non so cosa provi ma ti sei chiesta perchè
                devi essere (fingere) forte, di dover sempre farcela, di dover portare tutto il peso addosso?
                Perchè non puoi essere te stessa?

                Commenta


                • #9
                  perchè il mondo non mi vuole così e purtroppo non sono un'eremita... io sono dolce, tenera, ingenua... invece, a furia di prenderci botte, mi sto svegliando e devo recitare la parte dell'agguerrita se voglio che rimanga qualche briciola anche per me... se desidero qualcosa devo andare a prendermela da sola e lottare con i denti, perchè niente è gratuito, niente è scontato... è una lotta continua!! Sento la fatica di vivere, il peso di essere adulta... ed intanto mi è tornato il bolo isterico!

                  Commenta


                  • #10
                    ciao Bau...so cosa stai passando...ci son dentro anche io, sono in terapia-aiuta un pó- e prendo antidepressivi...ma il grande aiuto che ho per sentirmi meglio é un gruppo di amici, che mi fa ridere, mi appoggia e mi fa sentire bene...poi cercare di vedere ogni giorno qualcosa di bello attorno a te..puó essere anche una piccola cosa, ma aiuta..e aiuta anche sorridere, per te, di te, delle cose...

                    Commenta


                    • #11
                      ma??? X Pippofranco ;-))

                      Ma Scusate, La Mia Risposta Nn Si Vede???

                      Commenta


                      • #12
                        cara Bau io purtroppo quando sono giu e' un macello.. ci vuole tanta determinazione e forza d'animo o forse soltanto qualcuno che ti dica le cose giuste al momento giusto. Ti auguro tanto di superare questo momento. In bocca al lupo
                        p.s. certo la vita e' difficile e a volte ti pone davanti a situazioni davvero insormontabili ma devi cercare di farti forza e soprattutto sii te stessa fino in fondo perche' chi ti vuole bene ti apprezza cosi.
                        ......... :)

                        Commenta


                        • #13
                          Bau mi ha dato una certa impressione la frase "il mondo non mi vuole" e il fatto che ti senti diversa. A volte le ho pensate anche io e spesso mi chiedo che tipo di soddisfazioni mi abbia dato la vita.
                          Se te la senti qual'è il motivo o i motivi per cui adesso ti senti in depressione?
                          Sul fatto che niente è gratuito e niente è scontato hai pienamente ragione, purtroppo dobbiamo guadagnarci tutto, sono cose che provo anche io (e ti dico che spesso, soprattutto nei fine settimana mi trovo in casa a piangere per quello che non va) e che proviamo in molti, ma nella mia opinione più che l'aggressività è meglio tirare fuori il carattere, secondo me non bisogna cercare di essere un'altra persona.

                          Ciao

                          Commenta


                          • #14
                            Non è che non ci sono i probl.. ma...

                            Ciao,

                            anche io, come vedo tutti voi in modo più o meno intenso, mi sono spesso soffermato a riflettere, a cercare di capire il senso della vita e del perchè a volte vorremmo raggiungere delle cose semplici, in "possesso" anche ad altri, che noi guardiamo da spettatori esterni, per gioire anche noi come tutti quanti. Forse proprio perchè noi che ci soffermiamo così su alcune cose siamo più sensibili, più introversi o semplicemente più semplici (scusate il gioco di parole).

                            Io, ad es, lavoro a Roma e nn mi son adattato subito alla città. Ho sofferto tantissimo perchè ho provato la sensazione di sentirsi solo in mezzo alla gente, in mezzo alla folla di una piazza, in casa la finesettimana. Eppure nn sono, come tutti voi, un eremita. Anzi; soffro infatti perchè vorrei il contatto con la gente, la semplicità di un sorriso e della schiettezza della gente. Mi piacerebbe essere trattato e poter trattare, come mi è naturale, con garbo la gente, senza linguaggi scurrili a qualsiasi ora del giorno. PEr tutto questo soffro.
                            Ma ci sono anche i omenti in cui penso che i problemi sono per ciò che li percepiamo. Niente annulla un problema, se li è, ma lo si può affrontare con "creatività". Se noi avvertiamo un problema emotivo è perchè proviamo un disagio di fronta a qualcosa che nn riusciamo a risolvere.

                            Commenta


                            • #15
                              E se vogliamo nn esserne sopraffatti allora dobbiamo per prima cosa accettare di essere noi stessi, con le nostre debolzze, sicuramente, ma anche con i nostri pregi.

                              Dove sta scritto, secondo quale discutibile canone, una persona sensibile che "avverte" dei problemi che altri nn sentono così presanti va esclusa?

                              Molti musicisti, pittori, scrittori hanno descritto nelle loro opere le loro sofferenze, i loro disagi. Certo, nn voglio mettermi al pari di Van Ghogh, ma chi ci dice che ciò che lui sentiva nn lo sentiamo anche noi.
                              Noi diamo un peso diverso alle cose in base al nostro stato d'animo, alle persone che ci circondano ed ai bisogni che riusciamo a soddisfare ed a quelli che sentiamo come importanti, primari o decisivi per la nostra vita e che nn riusciamo a realizzare, a differenza di altri che vediamo fare e riuscire.

                              Sono le nostre pulsioni, le nostre emozioni che ci portano a fare delle scelte. E nn c'è nulla di razionalmente errato nella nostra irrazionalità.
                              Potrei continuare a scrivere fiumi di parole, ma anche io ho sperimentato su me stesso l'effatto "benefico" di un sorriso di un gruppo di cari amici, della bellezza di stare insieme alle persone che sono importatanti per te e che ti vogliono bene e ti stimano. Io sono fortunato, da questo punto di vista: ho molti amici, ma sono molti nel mio paese d'origine

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X