annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il mio fallimento

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Il mio fallimento

    Salve a tutti, sono nuovo del forum, ho 32 anni e mai avuto una ragazza (ed anche a livello di amicizie maschili sono grossomodo a 0, quindi la mia vita sociale è praticamente nulla, escluso lavoro e palestra). Diciamo che fino ad un anno fa, non ho mai avuto alcun tipo di rapporto con l'altro sesso, parliamo anche di 0 baci a stampo (neanche al gioco della bottiglia per dire...)e conversazioni che non superavano i 3/4 minuti; figuriamoci "appuntamenti".

    Il sesso mi ha sempre ossessionato, ho sempre sperato che cambiasse qualcosa ed ho maledetto il mio "destino", colpevolizzandolo per la mia mancanza di esperienze con le donne.

    Ed ecco che un annetto fa il destino la pensa diversamente e viene assunta una nuova collega al lavoro, più giovane di me di ben 10 anni, una ragazzina. Cavolo, per 2 mesi questa mi viene appresso, mi abbraccia, mi si appiccica continuamente, io esternamente mantengo il sangue freddo, all'interno sono incandescente, non cotto, abbrustolito proprio. Mi tempesta di messaggi (ovviamente dopo averle chiesto il numero), al che io la invito ad uscire (il mio primo appuntamento dopo oltre 30 anni di NIENTE). Sono anche sicuro di me, so che mi vuole ed io sono pazzo di lei (e no, non è perché è la prima, ma ha praticamente tutto ciò che ho sempre voluto da una femmina; giovanissima, sexy e del genere che preferisco).

    continua....

  • #2
    Re: Il mio fallimento

    La serata va benissimo, ci teniamo pure per mano, cioè è come se eravamo già fidanzati. Beviamo tanto, si fa molto tardi e guardando l'orologio quasi mi commuovo perché per la prima volta ho passato ORE con una ragazza, che in confronto ai 3/4 minuti sono una roba impensabile. Lei mi guarda, aspetta solamente che la baci ed io con tranquillità parto con una pomiciata che stavo per toccare il paradiso. Poco dopo però, mi fermo, è un luogo pubblico e non continuo; lei dice di andare via, torniamo fuori casa mia, ci ribaciamo e la saluto (non la invito a casa perché purtroppo sto ancora con i miei e perché forse mi aspettavo come un cretino che lei proponesse del sesso, magari in auto). Fatto sta che torno a casa, mediamente soddisfatto; poteva essere la serata della vita, ma chi ha mai provato un emozione del genere, è comunque andata bene, domani ci riesco e sarò più diretto, più incisivo e sicuro di me.

    La invito nuovamente ad uscire ed è un cavolo di ghiacciolo, incazzata nera, io sopraffatto dal non capire un emerita minchia di quello che stava succedendo sono stato quasi timidamente in silenzio. Finisce la serata (presto) e mi manda in pratica a cagare dicendomi che sono "bravo" ma non funziona tra noi due.

    Io, per arrivarci a capire che il mio sogno si era infranto perché quella prima sera non me la sono ******* ho dovuto chiedere ad un forum di gente un po' più "preparata" di me, che mi ha svelato questo arcano che la mia mente, confusa dall'innamoramento, dalle insicurezze e dalla mancanza di esperienza, non era riuscita a risolvere.

    continua....

    Commenta


    • #3
      Re: Il mio fallimento

      Ci ho riprovato per mesi, inutilmente, il danno era fatto; ho fatto ammosciare la ragazza che amavo, la ragazza che prima mi guardava con degli occhi che mai avevo visto prima di allora; lei era tutto per me, il destino me l'aveva mandata, non me la sono andata a cercare, non ho fatto granché, ho fatto il duro, perché alle donne piacciono i duri, i bastardi, ma poi, alla prova del 9, quando ci sono uscito, mi sono sciolto, ho tolto via la corazza e tutte le fragilità sono uscite fuori.

      Traite lei potevo vivere ciò che mi ero perso nella giovinezza: la mia adolescenza, perché l'unico modo di recuperare (cosa comune impossibile) la gioventù perduta è attraverso gli occhi di una ragazza giovane. Ed io mi ero illuso di farcela, ma poi non ho fatto i conti con me stesso, con le mie paure e debolezze e l'ho perduta.

      Ho passato mesi e mesi a piangere come un bambino (erano 20 anni che non mi usciva neanche una lacrima), ho preso psicofarmaci (perché non conoscevo neanche più me stesso e perché lei era la mia fuga verso una vita mai vissuta, fatta di rimpianti e solitudine). Sono arrivato a pensare che stavo molto meglio prima, con 0 esperienza assoluta, perché comunque, prima che mi capitasse questa cosa, non soffrivo così tanto.

      Adesso ho deciso che andrò con una escort, per togliermi almeno sta storia del sesso; lo faccio soprattutto perché se la vita mi degnerà di una seconda volta, una seconda occasione, non voglio buttarla nel cesso per le mie insicurezze. Perlomeno mi conoscerò un po' dal punto di vista sessuale e se farò figure di ***** me ne importerà poco, perché è solo una prostituta (intendo a livello sentimentale sia chiaro).

      Commenta


      • #4
        Re: Il mio fallimento

        Non è cosa strana che "la prima" si finisca per sbagliare un po' tutto,
        a dire il vero capita spesso di toppare anche dopo.

        Certo ci si sta male, ma l'importante è saper andare avanti e fare esperienza.

        Io ti dico solo che le mie esperienze le ho ben fatte ........ ma il buono per me è venuto tutto dopo i 40 anni.
        La vita è quello che capita.
        Lascia che capiti!

        Commenta


        • #5
          Re: Il mio fallimento

          Concordo con Dingo. Sbagliare qualcosa o anche tutto la prima volta è abbastanza normale. L'importante è andare avanti.
          Che poi francamente non è che tu abbia sbagliato qualcosa in assoluto, forse hai sbagliato dal suo punto di vista. Magari un'altra non sarebbe stata così negativa nei tuoi confronti.

          Se pensi comunque che ti serva per acquistare un po' di sicurezza... una professionista infondo non è da scartare.
          In bocca a lupo.

          Commenta


          • #6
            Re: Il mio fallimento

            Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
            Che poi francamente non è che tu abbia sbagliato qualcosa in assoluto,
            si infatti non sono stato chiaro in questo,
            Forse quello che è mancato è stata solo la capacità di capire quali erano le sue aspettative.

            é in questo che occorre esperienza, e sensibilità.
            La vita è quello che capita.
            Lascia che capiti!

            Commenta


            • #7
              Re: Il mio fallimento

              Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
              Non è cosa strana che "la prima" si finisca per sbagliare un po' tutto,
              a dire il vero capita spesso di toppare anche dopo.

              Certo ci si sta male, ma l'importante è saper andare avanti e fare esperienza.

              Io ti dico solo che le mie esperienze le ho ben fatte ........ ma il buono per me è venuto tutto dopo i 40 anni.
              Che intendi con "buono dopo i 40 anni"? Che hai incontrato qualcuna di importante a livello sentimentale o parli solo di esperienze migliori in campo sessuale?

              Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
              Concordo con Dingo. Sbagliare qualcosa o anche tutto la prima volta è abbastanza normale. L'importante è andare avanti.
              Che poi francamente non è che tu abbia sbagliato qualcosa in assoluto, forse hai sbagliato dal suo punto di vista. Magari un'altra non sarebbe stata così negativa nei tuoi confronti.

              Se pensi comunque che ti serva per acquistare un po' di sicurezza... una professionista infondo non è da scartare.
              In bocca a lupo.
              Si capisco che non tutte avrebbero reagito così magari, però dopo un'intera giovinezza passata tra "porno", depressione e "belle speranze", ritrovarsi un occasione del genere e non sfruttarla, con una persona non "a caso", ma importante, è stato un vero e proprio trauma. Esteticamente sono un adulto, ma interiormente ho la fragilità/insicurezza di un ragazzino di 14/15 anni che ha le sue prime esperienze con le coetanee.
              Andrò con una escort perché voglio conoscermi a livello sessuale. Se conoscerò qualcun'altra almeno saprò tirar fuori quell'"aggressività" che mi è mancata precedentemente.

              Commenta


              • #8
                Re: Il mio fallimento

                Originariamente inviato da lucasastri Visualizza il messaggio
                Che intendi con "buono dopo i 40 anni"? Che hai incontrato qualcuna di importante a livello sentimentale o parli solo di esperienze migliori in campo sessuale?.
                entrambi le cose.

                in breve ... nessuna esperienza da adolescente ...quasi a 30 incappo in questa ragazza che è in crisi profonda e io da inesperto ci casco
                alla fine ci sposiamo ma è un disastro prima dei 40 divorzio.

                Mi ritrovo così a quasi 40 anni con una esperienza sessuale limitata, con molti problemi relazionali e un senso di inadeguatezza a ciò che sta attorno,
                cioè mi trovo 40enne a cercare approcci ...dove sono tutti 20enni.... mi sembra di essere guardato come un appestato.
                .
                .
                .
                Riprendo le fila di un lavoro su me stesso che avevo iniziato molto tempo prima e poi abbandonato, (comunicaione autostima, sicurezza, yoga ecc)
                trovo alcuni ambienti (sportivi) in cui mi sento a mio agio ... e da li ricomincio a vivere
                conosco persone, conosco ragazze, imparo a provarci senza compromettermi troppo, e comincio ad uscire
                intanto studio ... studio la sessualità e come portare al massimo la partner (non dai porno!).... comincio ad avere occasioni per sperimentare

                Acquisisco un buon controllo di me stesso del mio corpo e conoscenza di come fare e cosa fare con le donne.

                Il numero di esperienze non è grandissimo perchè non è possibile, e non ha senso vivere senza sentimenti e di conseguenza
                non sono mai passato di fiore in fiore senza ritegno....salvo in un paio di periodi che ero libero da relazioni .

                alla fine mi sono risposato .... e la tranquillità sessuale è arrivata.


                Ripeto e sottolineo ... sulla sessualità i porno NON INSEGNANO NULLA!
                cerca cose più serie ...anche qui
                .
                La vita è quello che capita.
                Lascia che capiti!

                Commenta


                • #9
                  Re: Il mio fallimento

                  Originariamente inviato da lucasastri Visualizza il messaggio
                  Si capisco che non tutte avrebbero reagito così magari, però dopo un'intera giovinezza passata tra "porno", depressione e "belle speranze", ritrovarsi un occasione del genere e non sfruttarla, con una persona non "a caso", ma importante, è stato un vero e proprio trauma.
                  Posso capire il trauma, ma dire che era una persone importante mi sembra un po' eccessivo. Al momento la vedi così, perché è la tua sola esperienza, ma non è detto che lo sarebbe stata davvero, se al primo intoppo quella se la dà a gambe. Stare insieme ha bisogno di molto impegno.

                  Originariamente inviato da lucasastri Visualizza il messaggio
                  Esteticamente sono un adulto, ma interiormente ho la fragilità/insicurezza di un ragazzino di 14/15 anni che ha le sue prime esperienze con le coetanee.
                  Andrò con una escort perché voglio conoscermi a livello sessuale. Se conoscerò qualcun'altra almeno saprò tirar fuori quell'"aggressività" che mi è mancata precedentemente.
                  Come ho detto, se la cosa ti può dare maggiore sicurezza, ben venga.
                  Non sono certo un moralizzatore.

                  Commenta


                  • #10
                    Re: Il mio fallimento

                    Ciao Luca, benvenuto sul forum. Ti posso capire benissimo perché una cosa simile è capitata un poco di tempo fa pure a me, non voglio certo tediarti raccontando neppure in breve le mie vicende, son tutte scritte qua e là sul forum, dico solo in estrema sintesi che cause varie in primis timidezza e introversione ho sempre avuto problemi a relazionarmi con le ragazze, ho avuto una sola storia importante ( perché fece tutto lei ) e quando (ovvio ) mi lasciò ho avuto grossissimi problemi di depressione per un bel poco di anni. Ecco, dopo pochi mesi che ero stato lasciato ( quindi in una condizione morale che definire pietosa era un complimento ) una ragazza ( peraltro molto carina ) presentatami da amici comuni dorante alcune uscite tutti insieme inizia a starmi addosso, sembra che le non le resti indifferente, dopo un poco usciamo da soli perla prima ( e ultima ) volta, per me una bella serata, andiamo a cena, poi al cinema, poi la riaccompagno a casa, ma per come ero non arrivo neppure a un bacetto in quella uscita.
                    Bene dal giorno dopo sparisce, non mi cerca né contatta più sui social, e declina in modo secco altri inviti ad uscire.

                    Me ne faccio una ragione, tanto peggio di così non poteva andare allora, a distanza di molti mesi vengo a sapere da amici comuni che lei ha fatto così perché quella sera non me la son portata a letto....pensa te come mi son sentito ..../
                    Possiamo soltanto decidere cosa fare con il tempo che ci viene concesso

                    Commenta


                    • #11
                      Re: Il mio fallimento

                      Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
                      Ripeto e sottolineo ... sulla sessualità i porno NON INSEGNANO NULLA!
                      cerca cose più serie ...anche qui
                      .
                      No ma io quando li ho citati era semplicemente un modo soft per dire una giovinezza passata esclusivamente con la propria mano ahaha, non dico che ho cercato insegnamento dai porno.

                      Comunque da quel che leggo hai fatto un buon lavoro, non è facile rimettersi in gioco a 40 anni. Spero di avere la stessa forza d'animo e determinazione (ovviamente sperando di concludere qualcosa al più presto prima di quell'età).

                      Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
                      Posso capire il trauma, ma dire che era una persone importante mi sembra un po' eccessivo. Al momento la vedi così, perché è la tua sola esperienza, ma non è detto che lo sarebbe stata davvero, se al primo intoppo quella se la dà a gambe. Stare insieme ha bisogno di molto impegno.
                      Ovviamente è un discorso personale e simbolico, non dico che dovevo sposarla, ma lei era quello di cui avevo bisogno, poi poteva essere anche la storia di una sera (non per me a livello sentimentale sia chiaro) o di un piccolo periodo, ma è l'averla persa per causa mia che mi ha provocato molta sofferenza. Io ho bassissima autostima inoltre e quella piccola storia mi avrebbe conferito l'entusiasmo per affrontare la vita con maggior serenità, oltre che liberarmi di un gigantesco peso.
                      Inoltre è da un vita che mi sento a disagio con gli altri ed odio dover fuggire ogni volta da certi discorsi perché ho l'esperienza di un 11enne.

                      Commenta


                      • #12
                        Re: Il mio fallimento

                        Quindi ti dico di non buttarti giù, perché evidentemente lei cercava un qualcuno che non eri/sei tu come sei veramente, ma un tu diverso che non sei.

                        Inoltre si cade per imparare a rialzarsi, sono convinto che la prossima volta fallirai meglio. ùù

                        Cerca intanto di iniziare o proseguire un tuo percorso che ti porti in primis alla serenità con te stesso, un primo passo è cercare di fare nuove amicizie, forse.
                        Ma è importante anche muoversi con disinvoltura da soli, perché a volte il tuo migliore amico sei tu stesso, ma per esserlo si deve volersi bene.
                        Possiamo soltanto decidere cosa fare con il tempo che ci viene concesso

                        Commenta


                        • #13
                          Re: Il mio fallimento

                          Originariamente inviato da lucasastri Visualizza il messaggio
                          N
                          Comunque da quel che leggo hai fatto un buon lavoro, non è facile rimettersi in gioco a 40 anni. Spero di avere la stessa forza d'animo e determinazione (ovviamente sperando di concludere qualcosa al più presto prima di quell'età).



                          .
                          no, non lo è. niente magari è facile. ma se ti guardi intorno ti accorgerai che siamo tantissimi che in un modo o nell'altro si mette in gioco in continuazione
                          Armageddon was yesterday Today we have a serious problem-21 vittoria..grande baldoria..
                          No, non sono per la pace nel mondo....ma per la buona convivenza tra i popoli.... ;)

                          Commenta


                          • #14
                            Re: Il mio fallimento

                            Originariamente inviato da lonelyheart Visualizza il messaggio
                            Me ne faccio una ragione, tanto peggio di così non poteva andare allora, a distanza di molti mesi vengo a sapere da amici comuni che lei ha fatto così perché quella sera non me la son portata a letto....pensa te come mi son sentito ..../
                            Da quanto leggo sui forum (anche di gente che praticamente va a "caccia" regolarmente di donne e ne rimedia pure tante) è una cosa comune questa. Non ci capisco niente dell'altro sesso (e come potrebbe essere altrimenti), però molte traducono il "non provarci" del maschio come un'offesa alla loro attraenza (per dire se non tiri fuori l'******* non ti piaccio dunque sparisci).

                            Comunque si, mi rialzo e non mi dò per vinto, già l'aver abbandonato i farmaci un mese fa è un passo per l'andare avanti, così come quello di andare con una professionista per colmare una lacuna ed acquistare un minimo di sicurezza in più. Diciamo che prima ci tenevo di più ad una prima volta con una che mi volesse davvero; adesso penso che è importante arrivarci con più consapevolezza.

                            Sul "cercare qualcuno che non sei"...diciamo che sono rimasto fregato dal mio essere un 30enne con 0 esperienza. Mentalmente l'intenzione di andarci immediatamente a letto c'era, ma quando mancano nella tua crescita elementi importanti è come se venga fuori una versione incompleta e distorta di te stesso. Sembra un discorso contorto così.

                            Grazie comunque del consiglio.

                            Commenta


                            • #15
                              Re: Il mio fallimento

                              Originariamente inviato da lucasastri Visualizza il messaggio
                              Ovviamente è un discorso personale e simbolico, non dico che dovevo sposarla, ma lei era quello di cui avevo bisogno, poi poteva essere anche la storia di una sera (non per me a livello sentimentale sia chiaro) o di un piccolo periodo, ma è l'averla persa per causa mia che mi ha provocato molta sofferenza. Io ho bassissima autostima inoltre e quella piccola storia mi avrebbe conferito l'entusiasmo per affrontare la vita con maggior serenità, oltre che liberarmi di un gigantesco peso.
                              Inoltre è da un vita che mi sento a disagio con gli altri ed odio dover fuggire ogni volta da certi discorsi perché ho l'esperienza di un 11enne.
                              Capisco. Ma devi comunque trovare in te stesso la forza di andare avanti. Nulla è perduto.
                              E anche su certi discorsi... non pensare che ci sia in giro tutta sta gran competenza. Molti si atteggiano, fanno credere di sapere tutto quando magari non sanno niente.
                              Non scoraggiarti. Datti un'altra possibilità.

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X