annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

La mia dolce triste storia...

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • La mia dolce triste storia...

    Ciao a tutti,
    sono nuovo. Ho letto con interesse le vs. storie. Volevo raccontarvi la mia e dare speranza a chi è un po' disperato. Ho 35 anni vergine mai avuto storie fino a poco fa dirò poi perchè, anche io facevo tanti pensieri come i vostri... ma a un certo punto è capitata una magia, ho conosciuto una ragazza che si è innamorata follemente di me e anche io di lei. Nel giro di poco la relazione è andata avanti in fretta e molto bene, già dichiarandosi intenzionata a fare l'amore con me (considerate che lei consigliava a me quali preservativi acquistare). A quel punto mi sono detto "è fatta" ma razionalmente mi sono anche detto, lo potrai dire solo dopo.

    Nelle discussioni avute mi sono dichiarato vergine perchè non mi piace barare. Forse a posteriori avrei dovuto barare... ma tant'è. Lei in un primo momento si è ritenuta molto lusingata (lei aveva molte esperienze) poi le se è creato un tarlo per cui questa cosa ha iniziato a pesarle.

    Morale della favola ci sono arrivato vicinissimo (non dico i dettagli), non sono riuscito a fare l'amore con lei e mi ha mollato, non credo per il fatto che ho detto che ero vergine ma per altre ragioni. In compenso sono riuscito a inaugurare una serie di traguardi, prima fidanzata, primo bacio, prima donna nuda, prime toccate, ecc.

    Il problema di questa storia (capito dopo) è che la ragazza che ho trovato è una instabile emotiva, non so se conoscete l'argomento. Idealizzazione dell'altro, picchi di euforia, poi appena vede un qualsiasi difetto, l'euforia scende di colpo e dall'oggi al domani ti trovi di fronte un'altra persona, allora a quel punto inizia la svalutazione del partner e addirittura addebito delle colpe della fine della relazione. (non è un caso quindi che prima di me avesse avuto molte altre storie... è una sequenza che per lei si ripete di continuo, alla fine lei non sarà vergine ma non concluderà mai niente nella sua vita, o si sposerà e poi si separerà, o divorzierà)
    continua....

  • #2
    Re: La mia dolce triste storia...

    Sono passati mesi ci sentiamo ancora per me non è mai finita la storia, lei ha già messo una pietra sopra mesi fa. Nonostante mi abbia dato la possibilità di parlarne si capisce che non è più interessata. Razionalmente non riesco a collegare le cose che diceva con quello che ha fatto, pura incoerenza, ma deriva dall'instabilità emotiva, e poi l'ho capito.

    Varie annotazioni

    Non ho mai avuto storie, perchè non ho mai trovato la persona giusta (ero timido le ragazze che mi piacevano mi davano tutte buca in compenso ho ricevuto 7-8 proposte di ragazze che non piacevano a me!). I miei obbiettivi da giovane erano lavoro e indipendenza economica. Da molto li ho entrambi sono benestante e ho un ottimo lavoro ma come dice il detto, chi ha il pane non ha i denti. A un certo punto mi chiedo meglio così o meglio non essere vergine ma avere di fronte una vita di stenti e precaria come era il caso della donna con cui sono stato ? Io credo meglio la prima.

    La verginità sinceramente non mi è mai pesata molto, quasi mi pesa di più leggendo alcuni vostri post, e probabilmente avete ragione, ma a un certo punto cos'è lo status di non essere vergini, o non aver fatto mai l'amore, rispetto a una vita intera ? I problemi sono altri. Fare l'amore ti porta all'apice della goduria che dura pochi secondi, ma la giornata poi dura 24 ore...

    Se avessi voluto perdere la verginità avrei potuto dire si a una qualsiasi delle 7/8 che si sono fatte avanti, ma non mi piacevano nè le amavo, avrebbe avuto senso ? secondo me no

    Adesso direte voi, dopo tutta sta storia sei ancora vergine, ebbene sì ! Il mio problema (Anche se per me non lo è) non è risolto, ho pensato anche io alla prostituta (non voglio giudicare) ma non rientra nel mio ordine di idee. Essere non più vergine ma comunque non avere una persona che ti ama e ti vuole bene, siamo sempre punto a capo. Se devo soddisfarmi c'è la masturbazione anche se non è la stessa cosa di un rapporto.

    continua....

    Commenta


    • #3
      Re: La mia dolce triste storia...

      Conclusioni

      Dimenticavo di dire che io non ho neanche la patente sono socievole ma non mondano, non ho nessun tipo di problema, sono semplicemente così! Eppure un mezzo miracolo è accaduto, quindi non perdete la speranza...

      Il dire di essere vergine a una ragazza sicuramente scatena in lei molte varie paranoie...non saprei consigliare se dirlo o meno io francamente far partire un rapporto basato su una bugia... non me la sento... se una vi rifiuta per questo, non è la persona per voi


      L'essere vergine non deve essere un peso, ripeto, godetevi le altre cose che vi offre la vita. E' vero che non per tutti è uguale, già avere un lavoro stabile sopperisce a tanti problemi, so che oggi non è facile nè avere un lavoro nè essere stabili economicamente, e questo genera parecchia frustrazione, ma da qui ad arrivare ad annullare la propria vita come ho letto in alcuni post mi sembra eccessivo.

      Sul perchè questo paese sia così sfasciato anche sentimentalmente ci sono varie motivazioni, i valori sono finiti sotto i tacchi per cui uno non vergine a volte è additato come chissà chi in realtà è semplicemente uno status... per me anche un valore aggiunto. Poi dal punto di vista di coppia, io prendo il mio caso... ho studiato molto, ho un alto profilo.. già una certa percentuale di donne le escludo a priori... poi di quelle che rimangono devono essere libere e diventano ancora meno, devi provare in qualche modo attrazione, e diventano ancora meno, anche tu devi piacere a loro, e diventano ancora meno, quindi la probabilità di combinare è molto bassa, se poi io frequento anche poco i locali ecc. ancora più basse eppure una occasione molto allettante, è capitata... quindi forza e coraggio

      Ho messo sul tavolo parecchia roba, opinioni?
      Ciao!

      Commenta


      • #4
        Re: La mia dolce triste storia...

        ho letto con interesse la tua storia,
        credo tu abbia comunque trovato un buon equilibrio e quel che dici sul sesso è vero,
        per molti è soltanto difficile capire senza provarlo, quanto sia effettivamente poco importante (se gli si da poca importanza ) nella vita,
        é ovvio che se la verginità diventa un'ossessione automaticamente diventa molto importante in modo negativo.

        ma d'altronde i richiami sessuali sono un'istinto antico.


        P.S.
        sbaglierò ma secondo me sei un ingegnere
        La vita è quello che capita.
        Lascia che capiti!

        Commenta


        • #5
          Re: La mia dolce triste storia...

          hai scritto più di dingo!!!!!!!!!!!
          una bella storia, perchè questo è: tu stai bene con te stesso e la tua vita, a prescindere dal sesso o dalle donne o dall'amore o dalla verginità.......è in equilibrio, proprio come scrive dingo. il tuo stare bene interiormente ti fa capire che la scelta la fai tu, quelunque essa sia.
          senza prendersela con la società, le donne, i genitori..... sei tu che ti sei sei creato il tuo destino e continui a farlo.
          Armageddon was yesterday Today we have a serious problem-21 vittoria..grande baldoria..
          No, non sono per la pace nel mondo....ma per la buona convivenza tra i popoli.... ;)

          Commenta


          • #6
            Re: La mia dolce triste storia...

            Ciao, bello leggerti. Io già da anni ormai ho abbandonato il problema verginità, anche in senso fisico con prostitute. Comunque se avessi avuto la mente che ho ora non sarei andato neanche da queste ultime. Quello che posso notare, e ne ho avuto una conferma proprio oggi, che più che il sesso sento la mancanza di un po' di contatto fisico... tornando a casa in tram ero seduto vicino a una ragazza che trafficava col cellulare, era carina ma non mi ispirava tanto, solo che... io avevo freddo, mentre lei emanava un calore incredibile, avrei voluto tanto abbracciarla ma purtroppo non si può fare così.
            Insomma, spero di essermi fatto capire, mi manca la possibilità di qualche abbraccio, qualche coccola. Non il sesso.

            Commenta


            • #7
              Re: La mia dolce triste storia...

              Belle cose da leggere ,Ma molte non le comprendo ,vivo in uno status molto diverso dal tuo e nonostante abbia capito molti aspetti ,l'unico punto dove mi trovi daccordo è sul fatto che il sentimento in italia sia da parte dell'uomo e dalla parte della donna non esiste piu ,esistono solo interessi che vanno dal sesso bellezza ( e forse amore ) da parte dell'uomo e soldi bellezza ( e forse amore) dalla parte della donna .
              la parola amore e affetto non hanno alcuna possibilità di nascere da entrambi i sessi se non sussistono le cose dette in precedenza ...tutto il resto sono parole butatte al vento semplicemente per dare aria alla bocca o scrivelre qui perche non si ha nient'altro da fare

              Commenta


              • #8
                Re: La mia dolce triste storia...

                Originariamente inviato da Seba82 Visualizza il messaggio
                Ciao, bello leggerti. Io già da anni ormai ho abbandonato il problema verginità, anche in senso fisico con prostitute. Comunque se avessi avuto la mente che ho ora non sarei andato neanche da queste ultime. Quello che posso notare, e ne ho avuto una conferma proprio oggi, che più che il sesso sento la mancanza di un po' di contatto fisico... tornando a casa in tram ero seduto vicino a una ragazza che trafficava col cellulare, era carina ma non mi ispirava tanto, solo che... io avevo freddo, mentre lei emanava un calore incredibile, avrei voluto tanto abbracciarla ma purtroppo non si può fare così.
                Insomma, spero di essermi fatto capire, mi manca la possibilità di qualche abbraccio, qualche coccola. Non il sesso.
                Anni fa seba ti avrei dato ragione ,il sesso fine a se stesso è solo uno sfogo che tutti abbiamo e che anche se lo faccio regolarmente ,preferirei davvero non doverlo fare ,ma essendo sano non vedo perche dovrei privarmene .
                Ma la cosa di cui sento meno il desiderio oggi è l'affetto di una donna e altro che riguardi i sentimenti ....anni fa se ricordi ne parlavamo ed io stesso ne sentivo la mancanza .
                il non evere mai avuto una donna ,ragazza ,fidanzata nel corso degli anni mi ha segnato e cambiato PROFONDAMENTE ,penso che si veda bene che io qui non RAGIONO COME VOI ,Oggi dei sentimenti non ne voglio piu sapere solo al pensiero di ritornare a stare male come un tempo mi fa venire i brividi e non voglio piu sentir parlare delle assurdita di amore tenerezza o sentimenti di cui provo il massimo e incondizionato disprezzo ,ma la cosa incredibile è che dal vivo di me questo non si direbbe e proprio ieri a causa di questo non far trasparire mi è capitata una cosa che non mi sarei mai aspettato e con una prostituta addirittura , una nuova da cui sono andato ....continua .

                Commenta


                • #9
                  Re: La mia dolce triste storia...

                  Questa donna si è rivelata subito gentile e diversa rispetto alle altre e per falra breve dopo a ver fatto sesso ci siamo messi a chiaccherare e mi ha fatto domande particolari e lei mi ha a raccontato la sua storia e a mio avviso sembrava sincera ( ne ho passato una 20ina di prostitute e capisco se una mi vuole prendere per i fondelli ) .
                  Mi ha chiesto se sono sposato
                  se ho bambini e bla bla bla
                  e lei mi ha raccontato che fa questo lavoro per mantenere i suoi 2 bambini in brasile e che tra poco ritornerà in brasile e poi riverrà in italia per fare un corso per cambiare lavoro ...non vuole fare la prostituta per sempre ...
                  ma la cosa che piu mi ha destabilizzato è che mi ha visto come un'uomo tranquillo gentile e buona come persona alche lei avrebbe voluto presentarmi una sua amica brasiliana ( la sua migliore amica) che non fa la prosituta qui in italia ma che lavora normalmente qui nella mia citta.
                  Beh io HO SEMPLICEMENTE rifiutato perche le ho spiegato non voglio conoscere donne ora e non non voglio complicazioni di alcun tipo .Lei voleva organizzare un aperitivo in centro con noi tre per fare 4 chiacchere .
                  Cioè incredibile mi son detto ...da una prostituta vengo visto come un bravo ragazzo una da conoscere e fare presentare a qualcuna ( che poi sia vero omeno era tutto da vedere ) ed invece dalle donne strafottenti che si trovano nella realtà non ti viene concesso nemmeno un caffe' .Ecco perche odio in maniera spudorata sentimnenti o altri amenita varie

                  Commenta


                  • #10
                    Re: La mia dolce triste storia...

                    Originariamente inviato da Seba82 Visualizza il messaggio
                    Ciao, bello leggerti.tornando a casa in tram ero seduto vicino a una ragazza che trafficava col cellulare, era carina ma non mi ispirava tanto, solo che... io avevo freddo, mentre lei emanava un calore incredibile, avrei voluto tanto abbracciarla ma purtroppo non si può fare così.
                    Insomma, spero di essermi fatto capire, mi manca la possibilità di qualche abbraccio, qualche coccola. Non il sesso.
                    Grazie. Si ho letto, ho letto i tuoi messaggi. Sono convinto che hai tante ragioni. Infatti probabilmente la voglia del sesso maschera in realtà altro cioè il bisogno di affetto. Quando ho avuto il primo incontro con la ragazza di cui sopra, il sesso in quel momento non mi balenava assolutamente nella testa, altrimenti le sarei saltato addosso, ma non siamo animali, istintivamente prima le ho preso una mano e accarezzata e poi l'ho abbracciata e non l'ho lasciata per diversi secondi, questo è successo anche in altre occasioni. Poi naturalmente ho cercato di spingermi oltre e in parte sono riuscito ma l'ho sempre assecondata non ho condotto io le danze (non mi va di far fare ad altri cose che non vogliono, quindi assecondando è andato tutto bene ad entrambi). Poi va beh, piccolo inciso, a volte ci sono donne "l'uomo deve prendere l'iniziativa"... se invece la prendi "sono stata con un porco che voleva subito..." ecc. Quindi bisogna sempre un po' bilanciare...

                    Tra l'altro anche lei pur avendo avuto tante storie ho capito che le ha avute per riempire dei suoi vuoti, infatti sostanzialmente pur avendo una gran vita sociale è una persona sola e anche lei voleva più compagnia, coccole, (non me ne ha dato la possibilità però! ed ora siamo entrambi soli ancora!

                    Eppure di affetto ne ho, non mi manca, genitori, parenti, amici ma naturalmente una presenza femminile è tutt'altra cosa.

                    Commenta


                    • #11
                      Re: La mia dolce triste storia...

                      io non ho mai avuto voglia di avere una ragazza certo nessuna se è mai interessata a me ma non ne ho mai sentito il bisogno la verginità ormai è andata non mi diverte neanche più fare sesso sembra di fare palestra e pensare che fino a poco tempo fa ero vergine

                      Commenta


                      • #12
                        Re: La mia dolce triste storia...

                        di affetto non ne sento il bisogno forse perché mi hanno viziato o per la famiglia protettiva quello che sento invece sento il mio sogno è lavoro che invece non ne va mai bene una

                        Commenta


                        • #13
                          Re: La mia dolce triste storia...

                          Originariamente inviato da niko2005
                          il non evere mai avuto una donna ,ragazza ,fidanzata nel corso degli anni mi ha segnato e cambiato PROFONDAMENTE ,penso che si veda bene che io qui non RAGIONO COME VOI ,Oggi dei sentimenti non ne voglio piu sapere solo al pensiero di ritornare a stare male come un tempo mi fa venire i brividi e
                          Avrai le tue ragioni anche se non le condivido ma le rispetto ognuno ha la sua storia. Io inaugurando una serie di mie "prime volte" ho purtroppo anche la prima volta che sono stato lasciato. Ancora non mi passa anche se non ho problemi di depressione, ecc. però in qualche modo la mia testa fa questo ragionamento, ma io avrei voglia di incontrare un'altra ragazza e poi di rischiare una nuova rottura e precipitare in questo stato ? Sono stato così bene e senza problemi per tanti anni, adesso in pochi mesi sono andato su un ottovolante fino al punto massimo per poi precipitare giù in un attimo... ciò è evidente scatena sentimenti di odio e rabbia verso il genere femminile, ma come dicevo sopra cosa sarà mai ? è importante sostituire le cose negative con qualcosa di nuovo positivo, il tempo poi aiuta a curare le ferite. L'avere avuto più storie non fa altro che allenare la persona a gestire queste cose, tutto qui, chi è più scafato annusa a distanza l'ostacolo e lo schiva, chi meno lo becca in pieno... (io) ma sono passati anche gli altri! Covare odio o rabbia non credo aiuti.

                          Commenta


                          • #14
                            Re: La mia dolce triste storia...

                            Originariamente inviato da niko2005 Visualizza il messaggio
                            ed invece dalle donne strafottenti che si trovano nella realtà non ti viene concesso nemmeno un caffe'.Ecco perche odio in maniera spudorata sentimnenti o altri amenita varie
                            Vi siete mai chiesti perchè la prostituzione è così diffusa qui ? E perchè i matrimoni oltre il 50% saltano in aria ? Tutte fig*e di legno ? Non credo.

                            Il problema non è questo. Per me il problema è una preparazione media culturale e etica molto bassa in Italia. Questo insieme di cose porta poi a un abbassamento dei valori morali che si trasformano nella realtà nella maleducazione in varie forme (anche una carta buttata in strada invece che nel cestino) nel non avere sensibilità verso gli altri, non avere empatia (immedesimarsi negli altri per provare sentimenti altrui e quindi di conseguenza capire e valutare le proprie azioni, prima e dopo averle compiute), ognuno pensa egoisticamente a se stesso e ai suoi interessi (e ci sta) ma spesso a scapito degli altri o non considerandoli e questo è grave. A causa di questo stato di cose tante persone, donne/uomini, non hanno elementi di base per avviare e sostenere storie durature nel tempo (matrimoni, famiglie, figli, ecc.) come dicevo nel post iniziale, cos'è andare a letto x volte di fronte poi a una intera vita da condurre assieme ? Quell'attimo dell'apice del piacere con una prostituta, vale più di un abbraccio, di una carezza di una donna ma anche di una pacca sulla spalla di un amico o aver aiutato una persona in difficoltà ? Per me no. (P.S., il mio non è un giudizio morale su chi va a prostitute, ma sulle cause che portano a...)

                            Io, come penso voi, sono una persona sensibile (del resto se siamo tutti qui, giocoforza abbiamo delle caratteristiche in comune) ma ci sono persone come noi anche nell'altro sesso, il problema è che spesso (come noi) sono nascoste e anche loro magari per timidezza non si espongono, e non è facile trovarle, ma ci sono.

                            Commenta


                            • #15
                              Re: La mia dolce triste storia...

                              Originariamente inviato da niko2005 Visualizza il messaggio
                              Cioè incredibile mi son detto ...da una prostituta vengo visto come un bravo ragazzo una da conoscere e fare presentare a qualcuna ( che poi sia vero omeno era tutto da vedere ) ed invece dalle donne strafottenti che si trovano nella realtà non ti viene concesso nemmeno un caffe' .Ecco perche odio in maniera spudorata sentimnenti o altri amenita varie
                              Guarda, anche quella da cui andavo mi diceva che ero diverso dalla media, pù gentile... Che ti devo dire, qualcuna si accorgerà anche di noi, anzi mi pare che ultimamente qualcuna si accorga di me.

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X