annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

I postumi di un'educazione alla sessualità sbagliata

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • I postumi di un'educazione alla sessualità sbagliata

    Sono arrivata qui cercando su Google come usare i Tampax da vergini in piscina: mi sono arrivate, una settimana in anticipo, bruciandomi la settimana e mezzo per familiarizzarci. Niente, rimasta a casa, farne entrare un paio di centimetri è stato già un traguardo.
    Ho quasi 26 anni e sono vergine. Non ho praticamente avuto un'educazione sessuale, se non il "non si fa fino al matrimonio", tuttavia è un uomo autoritario e fino a qualche tempo fa aveva un forte ascendete su di me. Fino all'anno scorso condividevo la scelta, poi soffrendo i limiti imposti mi sono messa con un ragazzo con cui c'era attrazione e ho avuto i miei primi rapporti... senza mai arrivare alla fine. Lui non voleva mettersi il preservativo, io non volevo rischiare gravidanze e mts. Non so perché, ma pur volendolo fare mi irrigidivo a tentativi di penetrazione con un dito. E ora non riesco a mettere nemmeno un Tampax che svariono.
    Comincia a pesarmi questa situazione, in più non riesco a conoscere nessuno, ad innamorarmi e ad avere esperienze, mi sento terribilmente immatura; il mio ex è tornato alla carica, ma non me la sento di farlo con lui solo perché sono stufa. A vedere gli altri sembra tutto più facile, frequenti qualcuno finché ci stai bene e se non fa frequenti qualcun altro... Ormai ho smontato le mie aspettative sulla prima volta magica, con l'uomo giusto, è troppo tardi e in un contesto che lo rende impossibile, forse nemmeno lo merito... poi mi viene da pensare "e se capitasse, come glielo dico? Come la prenderebbe?" Gli amici della mia compagnia ogni tanto scherzando dicono che le vergini sono più impegnative e preferiscono le esperte.
    Io non so con chi parlare di queste cose, le due ragazze della compagnia sono più giovani e troppo disinibite e le poche amiche a cui in passato ho confidato le mie frustrazioni affettive-sessuali non capivo se si imbarazzassero a parlarne o mi prendessero per maniaca.
    Lunedì andrò da una sessuologa per capire se può tirarmi fuori da questo casino.

  • #2
    Re: I postumi di un'educazione alla sessualità sbagliata

    Da quello che hai detto non mi sembri una senza speranza come me, lomarcan e niko2005. Vai dalla sessuaologa e da uno psicoterapeuta. Continua col tuo percorso e vedrai che ne verrai fuori.

    Commenta


    • #3
      Re: I postumi di un'educazione alla sessualità sbagliata

      Originariamente inviato da SamwellTarly Visualizza il messaggio
      Da quello che hai detto non mi sembri una senza speranza come me, lomarcan e niko2005. Vai dalla sessuaologa e da uno psicoterapeuta. Continua col tuo percorso e vedrai che ne verrai fuori.
      Io non lo so se funzionerà, lo spero davvero tanto, ma è una cosa che va avanti da anni, che ora è peggiorata e che adesso posso gestire con più autonomia perché lavoro e perché l'anno prossimo in un modo o nell'altro lascerò casa dei miei.

      Perché ti ritieni senza speranza? Tu cosa hai fatto? Hai avuto dei miglioramenti, seppur minimi?

      Commenta


      • #4
        Re: I postumi di un'educazione alla sessualità sbagliata

        Ho provato di tutto, ma il mio problema è l'aspetto fisico. Ho 27 anni e ne dimostro più di 50, sono calvo e ho un viso fortemente asimmetrico, privo di zigomi e col mento sfuggente. Ho perso più di 10 kg ma ho ancora il triplo mento per via della mandibola corta. Ho un'espressione, causata dalle ossa del viso, da tonto, da pesce lesso. Il mio soprannome per anni è stato " il down" " mongoloide " e via discorrendo. Ho una voce da ragazza con timbro altissimo e ridicolo. Il massimo che ho fatto in vita mia con una donna è stato un bacio sulla guancia di mia cugina. A completare il quadro c'è la bassa statura che mi ha precluso qualsiasi speranza di avere rapporti con il sesso opposto.

        Commenta


        • #5
          Re: I postumi di un'educazione alla sessualità sbagliata

          Cara ragazza, temo che tu sia un'altra vittima dell'eccessiva sessualizzazione della società moderna.... Credo che la cosa migliore sia avere tanta pazienza e fiducia nel prossimo.

          Per Sam invece, prova ad andare da un logopedista per la voce, quando canti hai comunque una voce da donna?

          Commenta


          • #6
            Re: I postumi di un'educazione alla sessualità sbagliata

            Non credo, Merida, che tu sia vittima della "eccessiva sessualizzazione della società moderna". Non c'è niente di eccessivo, anzi è perfettamente normale e sano, per una persona di quasi 26 anni, desiderare di avere una relazione con qualcuno e/o dei rapporti sessuali. Ed è altrettanto normale dispiacersi se per qualche motivo non dipendente dalla propria volontà, non si riesce ad averli. A me è successa più o meno la stessa cosa, che mi ha portato ad arrivare vergine fino a 25 anni, anche se in cuor mio avrei voluto farlo anche a partire già da 14. Quello che invece è patalogico è proprio, come da titolo della discussione, l'educazione sessuale sbagliata, sessuofobica, anaffettiva e traumatica che probabilmente hai ricevuto finora, immagino dalla famiglia. Giustissimo dunque parlarne e rivolgersi alla sessuologa, anche se forse ci vorrà un po' prima di eliminare tutti i postumi, scoprirai che questo disturbo è molto più comune di quanto si pensi e si dica.
            mi sono alzato e sono andato da loro

            Commenta


            • #7
              Re: I postumi di un'educazione alla sessualità sbagliata

              Comunque che la società attuale sia eccessivamente sessualizzata è vero, non si può negare

              Commenta

              Sto operando...
              X