annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Non saremo schiavi della grande bellezza??

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Non saremo schiavi della grande bellezza??

    è sempre bello osservare le differenze culturali fra le varie parti del mondo, ovviamente non mi riferisco a quelli che si fanno un week end a Londra e poi tornano in veste di super esperti del mondo anglo-sassone, parlo di chi in un certo posto ha la possibilità di viverci a lungo, osservare e cercare di comprendere.

    Spesso si tratta di cose molto profonde e importanti, ma stavolta credo che citerò una cosa leggera, quasi frivola; per farla breve: da queste parti noto una gran quantità di coppie "sbilanciate", ovvero dove uno dei due partner è decisamente più bello/a dell'altro/a.

    E' una cosa che riguarda indifferentemente i due sessi, anche se a mio modesto parere, essendo le ragazze di qui, mediamente molto più belle dei loro conterranei, può essere che siano di più le coppie dove la più bella è lei.
    In Italia sono sicuro che certe situazioni farebbero subito scattare nei maligni commenti sul conto corrente o sulla "dotazione" di lui, o sulla cecità/ammirevole compassione di lei, qui invece è assolutamente la norma; ho visto con i miei occhi ragazzi/e esteriormente non molto attraenti corteggiati da ragazzi/e bellissimi/e...e al contrario, che qui anche se sei uno normale o sub-normale e ti giochi le tue chance con l' Adriana Lima o il Brad pitt del paese, hai serie possibilità di riuscirci.

    Posso immaginare la prima obiezione, "Ma guarda che è così anche qui, io conosco quella e quell'altra coppia chebla bla bla", ok, se ci credete per me va benissimo, ma in Italia ci ho vissuto anch'io per parecchio tempo e ho sempre visto che la stragrande maggioranza delle coppie sono tendenzialmente "equilibrate" e comunque qui le cose sono molto molto più evidenti.

    Quindi il dubbio che è emerso è stato: non è che siamo un popolo talmente innamorato della bellezza (in tutti i contesti) da aver finito per diventarne schiavi o succubi, perlomeno in ambito sentimentale????

  • #2
    Re: Non saremo schiavi della grande bellezza??

    Non sarà anche perché in Brasile dove vivi tu, la maggior parte della gente non ha praticamente nulla né alcuna possibilità di migliorare in qualche modo la propria situazione?
    Con una premessa simile e ovvio che qualsiasi valore materiale (bellezza compresa) venga messo da parte nella scelta del/la partner.

    Commenta


    • #3
      Re: Non saremo schiavi della grande bellezza??

      Originariamente inviato da stefano28 Visualizza il messaggio
      Non sarà anche perché in Brasile dove vivi tu, la maggior parte della gente non ha praticamente nulla né alcuna possibilità di migliorare in qualche modo la propria situazione?
      Premetto che la situazione sicuramente non è da fare i salti di gioia ma, pur vivendo in un'area depressa della parte depressa del paese, mi sento di dire che non è drammatica come la descrivi (in termini di prospettive secondo me è anzi meglio che in Italia).
      Detto questo, può essere che quello che dici contribuisca a spiegare la situazione (in effetti quando mai c'è una e una sola spiegazione per tutto?), ma...
      Originariamente inviato da stefano28 Visualizza il messaggio
      Con una premessa simile e ovvio che qualsiasi valore materiale (bellezza compresa) venga messo da parte nella scelta del/la partner.
      ...ma credo che questo possa spiegare solo una piccola parte del "mistero".
      La mia sensazione è che se anche gli italiani si impoverissero, comunque la componente estetica continuerebbe ad avere una grande importanza, così come sospetto che se i brasiliani si arricchissero la bellezza continuerebbe a non essere così importante nella scelta del partner.
      Secondo me è proprio una questione culturale, la ricerca quasi ossessiva della bellezza, in Italia è dappertutto, perfino nella lingua, dove ci sono espressioni come "fare una bella/brutta impressione" invece che le più logiche e sensate "fare una buona/cattiva impressione".

      Commenta


      • #4
        Re: Non saremo schiavi della grande bellezza??

        La ricerca della bellezza sta diventando ossessiva purtroppo. Uomini e donne ormai guardano solo quella. Non importa se poi il bello/bella hanno aria fritta al posto del cervello. In altri paesi forse danno più importanza al come si è dentro e non all'involucro. Personalmente ho smesso da tempo di guardare solo l'esteriorità, che lascia il tempo che trova e prima o poi se ne va. Le persone che mi stanno intorno devono potermi stimolare di testa. Un uomo bello che parla solo di se stesso, di muscoli, di calcio e basta non fa per me. Mi piace l'uomo che mi intrighi con discorsi impegnati, magari di psicologia, con cui posso parlare di tutto e di niente.
        Quando il gioco si fa duro.... I duri cominciano a giocare

        Commenta


        • #5
          Re: Non saremo schiavi della grande bellezza??

          Originariamente inviato da kennet Visualizza il messaggio
          Premetto che la situazione sicuramente non è da fare i salti di gioia ma, pur vivendo in un'area depressa della parte depressa del paese, mi sento di dire che non è drammatica come la descrivi
          Ma io non sto parlando della tua situazione da immigrato, ma di quella dei nativi del posto.



          Originariamente inviato da kennet Visualizza il messaggio
          La mia sensazione è che se anche gli italiani si impoverissero, comunque la componente estetica continuerebbe ad avere una grande importanza,
          Questo perché gli italiani sono troppo abituati bene comunque e difficilmente pur in situazione di povertà riuscirebbero a staccarsi da quei valori in cui hanno vissuto fino al giorno prima.


          Originariamente inviato da kennet Visualizza il messaggio
          così come sospetto che se i brasiliani si arricchissero la bellezza continuerebbe a non essere così importante nella scelta del partner.
          E mi sa che pensi male, perché il benessere e il materialismo che da esso deriva sono come una giostra dalla quale, una volta salito, col cavolo che vuoi scendere e ti ci attacchi con unghie e denti.

          Commenta


          • #6
            Re: Non saremo schiavi della grande bellezza??

            Originariamente inviato da stefano28 Visualizza il messaggio
            Ma io non sto parlando della tua situazione da immigrato, ma di quella dei nativi del posto.(...)
            Infatti, nemmeno io mi stavo riferendo alla mia situazione personale, ma di quella dell'ambiente (sociale) dove vivo.
            Originariamente inviato da stefano28 Visualizza il messaggio
            (...)Questo perché gli italiani sono troppo abituati bene comunque e difficilmente pur in situazione di povertà riuscirebbero a staccarsi da quei valori in cui hanno vissuto fino al giorno prima.(...)
            Perchè i valori nei quali hanno vissuto in realtà hanno preceduto la ricchezza. L'Italia (e quello che c'era prima) ha vissuto secoli di arretratezza economica e sociale, ma tutti hanno sempre vissuto immersi nella bellezza, anche senza accorgersene, quella dell'ambiente, quella dei monumenti e delle opere d'arte delle città dove vivevano.
            Per fare un esempio, non essendo un esperto forse non ho titoli per affermarlo con certezza, ma anche il cinema neo-realista, ha spesso descritto una realtà povera e decadente, ma spesso anche bella e affascinante, cosa che contrastava notevolmente proprio per questo.
            Originariamente inviato da stefano28 Visualizza il messaggio
            (...)E mi sa che pensi male, perché il benessere e il materialismo che da esso deriva sono come una giostra dalla quale, una volta salito, col cavolo che vuoi scendere e ti ci attacchi con unghie e denti.
            Qui manca la prova dei fatti, vedremo se mentre sono qui le cose cambieranno rapidamente

            Commenta


            • #7
              Re: Non saremo schiavi della grande bellezza??

              Originariamente inviato da bip69 Visualizza il messaggio
              La ricerca della bellezza sta diventando ossessiva purtroppo. Uomini e donne ormai guardano solo quella. Non importa se poi il bello/bella hanno aria fritta al posto del cervello. In altri paesi forse danno più importanza al come si è dentro e non all'involucro. (...)
              Condivido in linea di massima, approfitto tuttavia per fare una precisazione.

              Nel titolo e nella discussione forse ho usato dei termini sbagliati come "schiavi", "succubi" ecc, ma non volevo assolutamente dare un giudizio morale ad un eventuale attaccamento degli italiani/e alla bellezza, o tanto meno dire che sia una cosa sbagliata. Per quel che mi riguarda uno/a può guardare quello che vuole in una persona, anche solamente la bellezza.
              Io stesso (anche se "forse" sono di parte), trovo che la mia compagna sia oggettivamente bellissima, quindi anche volendo non potrei rimproverare nessuno (ma non voglio!).

              Il mio scopo quindi era solo quello di cercare di capire se per caso l'istinto di ricercare la bellezza in tutto, quindi anche nelle persone, per gli/le italiane/i, sia ormai radicato nella nostra cultura, più che in quella di altri popoli.

              Commenta


              • #8
                Re: Non saremo schiavi della grande bellezza??

                Originariamente inviato da kennet Visualizza il messaggio
                è sempre bello osservare le differenze culturali fra le varie parti del mondo, ovviamente non mi riferisco a quelli che si fanno un week end a Londra e poi tornano in veste di super esperti del mondo anglo-sassone, parlo di chi in un certo posto ha la possibilità di viverci a lungo, osservare e cercare di comprendere.

                Spesso si tratta di cose molto profonde e importanti, ma stavolta credo che citerò una cosa leggera, quasi frivola; per farla breve: da queste parti noto una gran quantità di coppie "sbilanciate", ovvero dove uno dei due partner è decisamente più bello/a dell'altro/a.

                E' una cosa che riguarda indifferentemente i due sessi, anche se a mio modesto parere, essendo le ragazze di qui, mediamente molto più belle dei loro conterranei, può essere che siano di più le coppie dove la più bella è lei.
                In Italia sono sicuro che certe situazioni farebbero subito scattare nei maligni commenti sul conto corrente o sulla "dotazione" di lui, o sulla cecità/ammirevole compassione di lei, qui invece è assolutamente la norma; ho visto con i miei occhi ragazzi/e esteriormente non molto attraenti corteggiati da ragazzi/e bellissimi/e...e al contrario, che qui anche se sei uno normale o sub-normale e ti giochi le tue chance con l' Adriana Lima o il Brad pitt del paese, hai serie possibilità di riuscirci.

                Posso immaginare la prima obiezione, "Ma guarda che è così anche qui, io conosco quella e quell'altra coppia chebla bla bla", ok, se ci credete per me va benissimo, ma in Italia ci ho vissuto anch'io per parecchio tempo e ho sempre visto che la stragrande maggioranza delle coppie sono tendenzialmente "equilibrate" e comunque qui le cose sono molto molto più evidenti.

                Quindi il dubbio che è emerso è stato: non è che siamo un popolo talmente innamorato della bellezza (in tutti i contesti) da aver finito per diventarne schiavi o succubi, perlomeno in ambito sentimentale????
                E' una domanda interessante.
                Ci devo pensare. :33:

                Commenta


                • #9
                  Re: Non saremo schiavi della grande bellezza??

                  Originariamente inviato da kennet Visualizza il messaggio
                  ...
                  Secondo me è proprio una questione culturale, la ricerca quasi ossessiva della bellezza, in Italia è dappertutto, perfino nella lingua, dove ci sono espressioni come "fare una bella/brutta impressione" invece che le più logiche e sensate "fare una buona/cattiva impressione".
                  Questo ha senza dubbio una derivazione classica. Nella Grecia antica bello e buono coincidevano. Temo che la questione sia molto profonda e che si debba scavare in millenni di storia... non solo Italiana.

                  Commenta


                  • #10
                    Re: Non saremo schiavi della grande bellezza??

                    Come dicevo, kennet la tua domanda e anche le osservazioni che ne conseguono o che la sostengono sono molto interessanti.
                    Ho cominciato a pensarci su e confermo l'impressione che ci sia una radice molto profonda di questo nostro approccio al mondo. Non credo riguardi infatti solo la sfera sentimentale o più banalmente sessuale. Penso sia ancora più generale.

                    Resta però da inquadrare meglio cosa si intenda per bellezza e secondo me ho fatto bene a scomodare a riguardo la cultura classica. Bello, fatto bene, armonioso, positivo... è qualcosa che probabilmente ci portiamo dentro da millenni in forme che certamente sono cambiate, ma gradualmente e comunque con una loro coerenza.

                    Bello è il dialogo sopra i due massimi sistemi di Galileo che dà inizio alla scienza come la conosciamo. Bella è la formulazione della relatività generale di Einstein. Bello è l'ovale del viso della venere di Botticelli, le curve della venere di Urbino del Tiziano, la tensione tra amore e psiche del Canova.

                    Come si combinano tutte queste cose? Che effetti hanno sulle nostre scelte armonie e contrasti?
                    La bellezza può essere in un momento, un dettaglio... e possiamo noi liquidare questa ricerca, a volte spasmodica, come una mero fissazione estetica?

                    Commenta


                    • #11
                      Re: Non saremo schiavi della grande bellezza??

                      Bellezza.Triste, struggente... ma bellezza.

                      https://www.youtube.com/watch?v=bDsa3RVq7m4

                      Commenta


                      • #12
                        Re: Non saremo schiavi della grande bellezza??

                        Originariamente inviato da kennet Visualizza il messaggio
                        E' una cosa che riguarda indifferentemente i due sessi, anche se a mio modesto parere, essendo le ragazze di qui, mediamente molto più belle dei loro conterranei, può essere che siano di più le coppie dove la più bella è lei.
                        In Italia sono sicuro che certe situazioni farebbero subito scattare nei maligni commenti sul conto corrente o sulla "dotazione" di lui, o sulla cecità/ammirevole compassione di lei, qui invece è assolutamente la norma; ho visto con i miei occhi ragazzi/e esteriormente non molto attraenti corteggiati da ragazzi/e bellissimi/e...e al contrario, che qui anche se sei uno normale o sub-normale e ti giochi le tue chance con l' Adriana Lima o il Brad pitt del paese, hai serie possibilità di riuscirci.

                        Posso immaginare la prima obiezione, "Ma guarda che è così anche qui, io conosco quella e quell'altra coppia chebla bla bla", ok, se ci credete per me va benissimo, ma in Italia ci ho vissuto anch'io per parecchio tempo e ho sempre visto che la stragrande maggioranza delle coppie sono tendenzialmente "equilibrate" e comunque qui le cose sono molto molto più evidenti.

                        Quindi il dubbio che è emerso è stato: non è che siamo un popolo talmente innamorato della bellezza (in tutti i contesti) da aver finito per diventarne schiavi o succubi, perlomeno in ambito sentimentale????
                        Forse è così kennet un tempo avrei detto che nella maggioranza dei casi è così e per l'uomo forse questo è ancora il primo parametro,ma per quanto riguarda le italiane il primo parametro di scelta mi sembra essere il patrimonio e la posizione sociale ed il lavoro del partner almeno quando si tratta di accasarsi,diverso discorso per una botta e via,lì probabilmente è ancora così.

                        Commenta


                        • #13
                          Re: Non saremo schiavi della grande bellezza??

                          Originariamente inviato da kennet Visualizza il messaggio
                          Infatti, nemmeno io mi stavo riferendo alla mia situazione personale, ma di quella dell'ambiente (sociale) dove vivo.
                          Posso dedurre che tu non sia stato così avventato da lasciare questo paese per andartene a vivere tra la povertà che so in una favela.



                          Originariamente inviato da kennet Visualizza il messaggio
                          Perchè i valori nei quali hanno vissuto in realtà hanno preceduto la ricchezza. L'Italia (e quello che c'era prima) ha vissuto secoli di arretratezza economica e sociale, ma tutti hanno sempre vissuto immersi nella bellezza
                          Dubito fortemente che appena dopo la fine della seconda mondiale alla gente fregasse qualcosa della bellezza piuttosto che di campare e di avere da mangiare.



                          Originariamente inviato da kennet Visualizza il messaggio
                          Qui manca la prova dei fatti, vedremo se mentre sono qui le cose cambieranno rapidamente
                          Se non sono cambiate fino ad ora cosa ti fa pensare che cambieranno?

                          Commenta


                          • #14
                            Re: Non saremo schiavi della grande bellezza??

                            Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
                            Questo ha senza dubbio una derivazione classica. Nella Grecia antica bello e buono coincidevano. Temo che la questione sia molto profonda e che si debba scavare in millenni di storia... non solo Italiana.
                            Si, è quello che ho pensato anch'io, sarebbe interessante scoprire in quali altre lingue latine (ma anche non), si riescontra questa particolarità. Per dire, nel portoghese non sembrerebbe.

                            Commenta


                            • #15
                              Re: Non saremo schiavi della grande bellezza??

                              Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
                              Come dicevo, kennet la tua domanda e anche le osservazioni che ne conseguono o che la sostengono sono molto interessanti.
                              Ho cominciato a pensarci su e confermo l'impressione che ci sia una radice molto profonda di questo nostro approccio al mondo. Non credo riguardi infatti solo la sfera sentimentale o più banalmente sessuale. Penso sia ancora più generale.(...)
                              Esattamente quello che penso anch'io.
                              Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
                              (...)Resta però da inquadrare meglio cosa si intenda per bellezza e secondo me ho fatto bene a scomodare a riguardo la cultura classica. Bello, fatto bene, armonioso, positivo... è qualcosa che probabilmente ci portiamo dentro da millenni in forme che certamente sono cambiate, ma gradualmente e comunque con una loro coerenza.
                              Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
                              (...)Bello è il dialogo sopra i due massimi sistemi di Galileo che dà inizio alla scienza come la conosciamo. Bella è la formulazione della relatività generale di Einstein. Bello è l'ovale del viso della venere di Botticelli, le curve della venere di Urbino del Tiziano, la tensione tra amore e psiche del Canova.(...)
                              ...nonchè l'inventiva grazie alla quale utilizzando ingredienti semplici sono stati creati piatti tradizionali della cucina povera locale poi diventati magari prelibatezze apprezzate a livello internazionale (trippe, zuppa pavese, lesso con la pearà ecc), la ruvida armonia delle antiche case in pietra e legno dei paesini isolati sempre più trasformati in alberghi diffusi, i rituali secolari dell'agricoltura, i canti popolari di tutta la penisola...

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X