annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Motivazione sportiva: storia e incentivo per non abbondonare il percorso.

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Motivazione sportiva: storia e incentivo per non abbondonare il percorso.

    Ho pensato di aprire questo topic partendo da una mia personale esperienza e da quello che ho sentito dire da altre persone
    in situazione analoghe alla mia.
    Lo scopo è: scrivere la propria storia (riassunto breve) che ci ha condotto a intraprendere il nostro personale cammino sportivo
    e scambiarsi informazioni e/o motivare se stessi o gli altri a non abbandonare o trascurare l'attività sportiva.

    Racconto:
    Recentemente ho sviluppato una sorta di "pigrizia sportiva" in seguito ad un'infiammazione che ha interessato nuovamente le mie spalle.
    Mi sono chiusa in una specie di loop del tipo: ho male --> dunque riposo --> dunque non posso fare sport.
    C'è da dire che tra antiinfiammatori e fisioterapia, che inizierò a breve, può sembrare il mio loop come una specie di necessità individuale.
    Forse si o forse no. Fatto sta che un minimo di esercizi, per lo meno un leggero stratching, avrei potuto anche farlo.
    Ma non l'ho fatto, il dolore e la rassegnazione hanno prevalso.
    Mi è stato raccontato da altre persone che si imbattono nello stesso "problema" di rassegnazione sportiva in seguito ad eventi traumatici fisici, psicologici o altro. Dunque è un mal comune piuttosto frequente.
    Chi dovrebbe iniziare non inizia, chi già stava praticando sport lo abbandona
    per periodi medio-lunghi anche se gli specialisti danno indicazione contraria.


    Motivazione:
    Dal mio punto di vista parte tutto dalla propria mente ed è lì che nascono non solo le parole ma anche le azioni,
    sport incluso. La motivazione che ho trovato io, dopo lunghe ricerche di mia comprensione interiore,
    è che senza la salute non si va molto lontano e molte scelte che non prendiamo, in seguito a queste interruzioni,
    non fanno altro che ritorcersi contro di noi, in un modo o nell'altro.
    Mi sono detta: Dolly, ma ne vale la pena abbandonare lo sport? È davvero solo questione di non potere?
    La mia risposta è stato un secco NO ad entrambe le domande.
    Dolly ha ricominciato.
    "Hirogaru yami no naka kawashiatte kakumei no chigiri" (cit. by Death Note)

  • #2
    Re: Motivazione sportiva: storia e incentivo per non abbondonare il percors

    Ecco, io sono l'esatto opposto. Un paio di anni fa ho avuto una trombosi superficiale all'ascella, da torsione. In quel periodo caricavo mica male in palestra. Mi hanno messo a riposo forzato fino al totale riassorbimento del coagulo e di conseguenza della distensione della vena 40gg circa. Per me è stato un vero inferno, non potevo nuotare, fare pesi.......è stato un supplizio. Quest'anno ho avuto una bella tendinite al polso, ho deciso, sicuramente sbagliando, di continuare gli allenamenti in piscina, abbandonando per un po' solo le "palette", ma continuando imperterrita a tirare a stile. La tendinite è passata (un paio di trattamenti dal fisioterapista sono serviti) il polso ogni tanto rogna un po' ma faccio finta di nulla e continuo imperterrita a fare sport. La mia paura è che se mi fermo, non riparto più.
    I risultati di questo mio accanimento sportivo almeno in piscina si vedono: quest'anno sono scesa di 3 secondi a vasca, per bici e corsa ci devo lavorare ancora un po'.
    Quando il gioco si fa duro.... I duri cominciano a giocare

    Commenta


    • #3
      Re: Motivazione sportiva: storia e incentivo per non abbondonare il percors

      io sono un pessimo "paziente"..non riesco a stare ferma,il mio fisioterapista ormai ci ha rinunciato,quando mi vede allenarmi scuote la testa.
      mi avevano detto che dovevo smettere di fare quello che facevo,che la situazione era grave,che mi sarei dovuta operare,che non avrei più recuperato del tutto la sensibilità sulle dita del piede a causa di 2 brutte ernie,che se non mi fermavo potevo rimanere su una sedia a rotelle..ma io sono ancora qui,mi alleno più di prima,la mia muscolatura mi sostiene e ho trovato un giusto equilibrio tra le ernie che ho,il tipo di allenamento,lo stile di vita e soprattutto ..la mia testa,non potrei mai smettere di allenarmi,sarebbe come farmi vivere da malata,,il mio fisioterapista alla fine lo ha capito,mi ha proibito di prendere antidolorifici xchè il dolore è l'unica cosa che in certi casi mi ferma,ma non posso smettere completamente di fare sport!

      Commenta


      • #4
        Re: Motivazione sportiva: storia e incentivo per non abbondonare il percors

        Eccomi ancora qua per confermare che tutta normale non sono
        Sono un paio di giorni, ma forse anche qualcosina di più, che mi fa male l'attacco del pettorale dx, roba che quando nuoto a stile finchè il muscolo è fredda vedo le stelle, poi appena si scalda mi da solo fastidio. Nel quotidiano ogni tanto rogna, ma non ci faccio molto caso. Ho anche scoperto perchè mi fa male: tendo a "tirare" più con il braccio destro e ovviamente qualcosa mi deve venire. Oggi dopo la piscina sono andata dal medico, giusto per farmi dare qualcosa per togliere un po' l'infiammazione. Il responso è stato: "ma non le sembra di esagerare con l'allenamento? Mi sembra molto dimagrita dall'ultima volta che l'ho vista. Si riposi un po' e vedra che le passa". E si già, adesso che sono quasi in forma mi devo fermare???? Fossi matta. Per me come è venuto passa. Poi a settembre chi lo sente il medico sportivo durante la visita? Giusto per non farmi mancare nulla questa sera vado a correre Mi riposerò quando sarò ultramatusa anzi, forse quando ormai sarò orizzontale......
        Quando il gioco si fa duro.... I duri cominciano a giocare

        Commenta


        • #5
          Re: Motivazione sportiva: storia e incentivo per non abbondonare il percors

          Eccomi qui, il ciclo di fiosoterapia è terminato con successo
          L'unica nota dolente è stata che l'ho dovuto fare privatamente grazie alle incompetenze del pubblico...
          ma non mi dilungo perché ci sarebbe da aprire specifico topic nella sezione malasanità
          Vi dico solo che ho seguito tutto il percorso per disinfiammarmi con la tecar
          e in aggiunta la chinesi (ginnastica riabilitativa) che continuerò a praticare per conto mio.
          Ho ripreso regolarmente le mie sessioni di corsa, camminata e stratching e introdurrò lentamente la mia amata piscina :love:
          sperando di non abbandonare più il percorso intrapreso.

          Si accettano supporti motivazionali ed eventuali consigli :rules:
          "Hirogaru yami no naka kawashiatte kakumei no chigiri" (cit. by Death Note)

          Commenta


          • #6
            Re: Motivazione sportiva: storia e incentivo per non abbondonare il percors

            Originariamente inviato da DollyFlyParker Visualizza il messaggio
            Si accettano supporti motivazionali
            mmm... :scratchch

            :33:

            :33:

            ...trovato!!

            E forza dolly
            per essere liberi
            e forza dolly
            per fare e per crescere
            e forza dolly
            c'è il grande orgoglio in noi
            di appartenere a te
            ad una gente che
            rinasce con noi
            nella tua storia un'altra storia c'è
            la scriveremo noi con te
            e forza dolly
            è tempo di credere
            dai forza dolly
            che siamo tantissimi
            e abbiamo tutti
            un fuoco dentro al cuore
            un cuore grande che
            sincero e libero
            batte forte per te
            forza dolly con noi!!! :flowers1:

            :twisted:
            Sarebbe stato meglio se non fossi mai nato.

            Commenta


            • #7
              Re: Motivazione sportiva: storia e incentivo per non abbondonare il percors

              Originariamente inviato da maius Visualizza il messaggio
              mmm... :scratchch



              :33:

              ...trovato!!

              E forza dolly
              per essere liberi
              e forza dolly
              per fare e per crescere
              e forza dolly
              c'è il grande orgoglio in noi
              di appartenere a te
              ad una gente che
              rinasce con noi
              nella tua storia un'altra storia c'è
              la scriveremo noi con te
              e forza dolly
              è tempo di credere
              dai forza dolly
              che siamo tantissimi
              e abbiamo tutti
              un fuoco dentro al cuore
              un cuore grande che
              sincero e libero
              batte forte per te
              forza dolly con noi!!! :flowers1:

              :twisted:

              Grazie caro iumas :flowers1: .... aggiungo un pò di motivazione di un grande maestro, per completare il quadretto:

              "Una mente intelligente è una mente che ricerca.
              Non si accontenta delle spiegazioni, ne è una mente che crede poichè credere è un altro modo di fermarsi."

              (B. Lee)
              "Hirogaru yami no naka kawashiatte kakumei no chigiri" (cit. by Death Note)

              Commenta


              • #8
                Re: Motivazione sportiva: storia e incentivo per non abbondonare il percors

                sbaglio o in questo forum ci sono tantissimi nuotatori? io sto cercando motivazione per iniziare, so per certo di dover fare sport il mio punto vita me lo dice ogni giorno ma sono sempre li a rimandare per impegni e/o stanchezza della giornata, inoltre non so se andare a correre, se fare palestra, se allenarmi da solo, se seguire un corso ... sono molto demotivato e confuso non so se si nota!

                Commenta


                • #9
                  Re: Motivazione sportiva: storia e incentivo per non abbondonare il percors

                  La motivazione migliore è che dopo pochi giorni vedi subito i risultati e ti senti bene con te stesso, sia fisicamente che mentalmente!
                  farcela da soli e riuscire, ecco cosa succede se si persevera

                  Commenta


                  • #10
                    Re: Motivazione sportiva: storia e incentivo per non abbondonare il percors

                    Originariamente inviato da carloblis Visualizza il messaggio
                    sbaglio o in questo forum ci sono tantissimi nuotatori? io sto cercando motivazione per iniziare, so per certo di dover fare sport il mio punto vita me lo dice ogni giorno ma sono sempre li a rimandare per impegni e/o stanchezza della giornata, inoltre non so se andare a correre, se fare palestra, se allenarmi da solo, se seguire un corso ... sono molto demotivato e confuso non so se si nota!
                    Nuoto?:love::love:
                    beh a me fra un po' crescono pure le branchie:09:
                    Ho iniziato seriamente a tirare in piscina solo l'anno scorso, nonostante io comunque frequentassi da anni la piscina e praticando comunque il triathlon. Dall'anno scorso però è scattato qualcosa che mi sta facendo desiderare fortemente l'allenamento in acqua, primo fra tutti è sicuramente il fatto che nuotare mi scarica molto la tensione nervosa e nel contempo mi da la possibilità di riflettere mentre nuoto. A settembre dell'anno scorso, quando son rientrata in vasca, dopo lo stop estivo, mi son trovata ad aver perso tutto il lavoro fatto :scared1: mesi di lavoro su fiato e resistenza inevitabilmente andati in fumo. Quest'anno invece ho continuato ad allenarmi in piscina anche in estate (piscina al chiuso d'estate è pessima!!!!!!) e devo dire che riesco a mantenere i soliti ritmi. c'è voluta tanta costanza e perseveranza per arrivare ad un buon livello di allenamento in acqua.
                    Ci vuole costanza e perseveranza per qualsiasi tipo di allenamento.
                    Quando il gioco si fa duro.... I duri cominciano a giocare

                    Commenta


                    • #11
                      Re: Motivazione sportiva: storia e incentivo per non abbondonare il percors

                      Ho ripescato questo 3d, che mi sembra appropriato per il periodo vissuto in questi mesi. Devo dire che lo stop forzato di due mesi, dovuto all'intervento, mi ha fiaccato la mente. Rientrare in piscina é stato traumatico. Prima bracciata, primo dolore. Seconda bracciata, secondo dolore. Ho avuto difficoltà a finire la vasca. Sono uscita dopo sole 30 vasche. Ci son voluti due mesi abbondanti per tornare a fare le solite 100. Piú traumatico ancora é stato correre. Mi sono appigliata ogni volta al dolore, per non fare quello sforzo in più e superare la mia paura, paura di che poi. Fortunatamente la telefonata di uno dei miei g-man mi ha spronata a reagire: definirmi pigra é stato come lanciarmi una sfida e io alle sfide non resisto. Ora corro i 6 km quattro volte a settimana anche se sono ancora un po troppo lenta per i miei gusti. Mi son data un obbiettivo: il 12 ottobre correre la deejayten a milano
                      Quando il gioco si fa duro.... I duri cominciano a giocare

                      Commenta


                      • #12
                        Re: Motivazione sportiva: storia e incentivo per non abbondonare il percors

                        Beh anche io sono abbastanza fiacca e impigrita. Come te bip sono un Po in balia della ricerca di forza e motivazione. Sto facendo un ciclo di integratori che spero abbassino il grado di frequenza delle emicranie e proseguo il tai chi. Il mio prossimo obiettivo è riprendere nuoto e riprendere gradualmente la corsa.
                        Sento il peso della fatica e dei problemi vari che incombono ma non perdo di vista il mio bisogno di riappropriarmi della mia salute.
                        Quindi la motivazione è sollevarmi. E auguro anche a te, Bip, di riprendere il tuo cammino sportivo cosi come lo desideri.
                        :flowers1:
                        "Hirogaru yami no naka kawashiatte kakumei no chigiri" (cit. by Death Note)

                        Commenta


                        • #13
                          Re: Motivazione sportiva: storia e incentivo per non abbondonare il percors

                          Ciao ragazze per problemi come il vostro e non solo avete mai sentito parlare della bikini body guide? È un programma di allenamento in dodici settimane i cui risultati si vedono già dalle prime. Spinta dalle continue foto collage del prima&dopo che vedevo su Facebook o Instagram di ragazze, donne o mamme che avevano provato la "Bikini Body Guide" di Kayla Itsines, ho iniziato una ricerca online per curiosità e mi sono decisa a comprarla. Purtroppo dopo diversi tentativi in cui ho ricevuto solo anteprime, sono passata all'acquisto sul sito ufficiale a cui vi rimando per chi non sa di cosa stiamo parlando: xxxxxxxxxxxxxxxxxxxx xxxxxxxxx
                          Praticamente, vi sto proponendo due guide che comprendono utili consigli su cosa mangiare SENZA LIMITARE LE PORZIONI ma solo MANGIANDO MEGLIO e affiancando ad ogni pasto sano un altrettanto sano CICLO DI ESERCIZI per mantenersi in forma.
                          È davvero ben strutturato come programma e non richiede troppo tempo durante la giornata. L'ho consigliato a tutte le mie amiche!!
                          Visto i problemi che ho incontrato nel reperirlo per chi è interessata può scrivermi in privato o rispondere a questo post. Le guide sono in PDF (100 pagine una e 60 l'altra, facilmente consultabili da tablet e smartphone).
                          Non ve ne pentirete, i risultati hanno sorpreso anche me (e sono davvero pigra..)!!!
                          Per qualsiasi informazione non esitate a scrivermi anche se scommetto che vi basterà guardare le foto prima e dopo che potete trovare online e avrete già deciso come nel mio caso!!
                          Ultima modifica di anna1401; 14/07/2018, 10:23.

                          Commenta

                          Sto operando...
                          X