annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

ecco cosa provoca l'amore dannoso

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • ecco cosa provoca l'amore dannoso

    1 ora fa ho rifiutato una importante offerta di lavoro , mi hanno detto che potevo iniziare domani, avevo già fatto il colloquio e tutto bene, gli avevo detto di si.
    Io ho rifiutato conscio del fatto di non essere all'altezza e che i miei problemi avrebbero prevalso alla fine su me stesso , volevo evitare umiliazioni al lavoro dove in questo caso necessitava di forte motivazione grinta e concentrazione, tutte cose che non potevo assicurare.
    Ora cercherò come operaio,
    grazie ciao.
    un tristissimo tiresia

  • #2
    Finché non ti metterai alla prova non saprai di cosa saresti capace se ti impegnassi a superare la depressione e lo sconforto.

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da tiresia
      1 ora fa ho rifiutato una importante offerta di lavoro , mi hanno detto che potevo iniziare domani, avevo già fatto il colloquio e tutto bene, gli avevo detto di si.
      Io ho rifiutato conscio del fatto di non essere all'altezza e che i miei problemi avrebbero prevalso alla fine su me stesso , volevo evitare umiliazioni al lavoro dove in questo caso necessitava di forte motivazione grinta e concentrazione, tutte cose che non potevo assicurare.
      Ora cercherò come operaio,
      grazie ciao.
      un tristissimo tiresia
      wow, complimenti per la modestia!!
      è da apprezzare

      Commenta


      • #4
        tiresia, ti ho già risposto nell'altro forum.

        Commenta


        • #5
          Scusami che centra l'amore?

          Commenta


          • #6
            grazie.
            forse potrei darmi agli psicofarmaci, alle canne, ma lei non tornerà cmq. io mi chiedo solo quando finirà tutto ciò, quando potrò essere felice, quando capirò qual è il tarlo che mi consuma e se riucirò a sconfiggerlo, l'omosessualità (?), i rapporti affettivi sbagliati, l'ereutofobia, la depressione, la psciosi maniaco depressiva, eppure sto bene.
            chissà come sarebbe andata con lei al mio fianco ora! solo non riesco a pensare di dimenticarla così
            per oggi passo e chiudo
            ciaooooooooooooooooo oooooooooooooooooo

            Commenta


            • #7
              tiresia basta avvilirti. cavolo!!! ti chiedi quando tornerai a essere felice? beh, inizia a pensare positivamente, accetta sto cavolo di lavoro...cosa vuol dire che non sei all'altezza? se ti hanno preso ci sarà un motivo...
              ti stai vittimizzando troppo...ridi, esci, le persone che non ti vogliono non ti meritano...la vita è piena di divertimenti e se uno sta sempre lì a pensare ai problemi che ha non ne esce più. quindi...sù con la vita!!! basta demoralizarsi...e soprattutto basta chiedersi quando si tornerà felici. bisogna sudarla ogni tanto...fare in modo che ritorni al più presto, e pensare come fai tu di sicuro non aiuta. quindi datti da fare

              Commenta


              • #8
                Tiresia, mi sembri mia moglie; si ca.ga adosso di tutto !!!!

                Forza e coraggio, hai rinunciato ad un lavoro perchè avevi paura.....non ho parole, altro che modestia !!!!

                Hai mai lavorato ?? Altro che psicosi maniaco depressiva, DATTI DA FARE !!!!

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da tiresia
                  1 ora fa ho rifiutato una importante offerta di lavoro , mi hanno detto che potevo iniziare domani, avevo già fatto il colloquio e tutto bene, gli avevo detto di si.
                  Io ho rifiutato conscio del fatto di non essere all'altezza e che i miei problemi avrebbero prevalso alla fine su me stesso , volevo evitare umiliazioni al lavoro dove in questo caso necessitava di forte motivazione grinta e concentrazione, tutte cose che non potevo assicurare.
                  Ora cercherò come operaio,
                  grazie ciao.
                  un tristissimo tiresia
                  Più della metà delle persone con le quali interloquisco per lavoro non sono assolutamente all'altezza della posizione che occupano ma sono assolutamente convinte di essere sprecate. Curiosamente quelle che invece sono efficienti e capaci non si lamentano mai e anzi trovano il loro lavoro un piacevole passatempo. Mi sa che tu saresti stato uno di questi.

                  Commenta


                  • #10
                    Se parti già sconfitto in partenza non farai molta strada. Se ti reputi incapace lo sarai. Un pò di coraggio e sappi che tentar non nuoce

                    Commenta


                    • #11
                      vedete , non è proprio solo una questione di capacità, ma una questione di concentrazione che se ne va, di lentezza, di pensieri che non fluiscono liberamente, di nevrosi..., presto si sarebbero accorti che ho qualcosa. Io sono spaventato da quello, il lavoro non era sto gran problema

                      x hidden, lavoro da 8 anni.
                      ciao

                      Commenta


                      • #12
                        e vi dirò di più: sono convinto che adesso guardo diversamente chi ha problemi e non lo prenderò mai in giro oppure dire: ma, è una cavolata!
                        é una cavolata per me , ma non per l'altra persona, che ha delle difficoltà che per lei sono indormontabili ma per me è una stupidata, ognuno ha i propri problemi.
                        ciao

                        Commenta


                        • #13
                          Appunto, i problemi sembrano insormontabili, ma non lo sono quasi mai.
                          Se appena cambi il punto di vista da cui guardi i tuoi problemi, ti sembreranno più semplici da affrontare.
                          Invece di guardare la montagna dei tuoi problemi dal basso, osservala dall'alto, da un lato...
                          Scusa se ho indugato sulla metafora

                          Commenta


                          • #14
                            eh, hai ragioni 4b.
                            però l'anno scorso ero differente, quest'anno le varie frustrazioni mi hanno annichilito fino a farmi diventare imbelle, come incapace.
                            tutto avrei pensato fuorchè di ridurmi così a 25 anni, nel pieno delle forze .
                            io so cmq che se un giorno cambierò, non guarderò con rimpianto ad ora, perchè so che più di così non riesco a fare.

                            Commenta


                            • #15
                              Mi spiace, ma non è esatto.
                              Più di così pensi di non poter fare. In realtà potresti, se solo vincessi la paura e la depressione.
                              Non c'è niente di cui vergognarsi ad avere un periodaccio, ma non è certo onorevole lasciarsi andare e avvilirsi. E' comodo, ma non è giusto. Perché a te stesso devi molto più di quello che hai ora. Ti meriti molto. E sei vicino a ottenerlo. O almeno, non sei così lontano come pensi.

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X