annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Venere E Marte.....incopatibili O No??

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Venere E Marte.....incopatibili O No??

    Ciao a tutti...leggendo i vari 3d, vedo molte persone, uomini e donne...con grandi problemi nella relazione col partner...eppure..ch i scrive, ha sempre un cuore d'oro, bello dentro, con sentimenti puri...
    Cosí mi viene da chiedermi...siamo cosí diversi..2 pianeti che si conoscono, si uniscono...ma dopo qualche anno....devono seguire strade diverse?
    Mi sono sentita dire che noi donne siamo irrazionali, che vogliamo sempre quello che non abbiamo-la famosa erba del vicino...leggasi uomo diverso dal proprio-, che non impariamo mai dagli sbagli degli altri...ma fondamentalmente...c he non capiamo fino in fondo che il matrimonio é un contratto, dove bisogna rispettare tutte le clausole...un commitment..a bene o male...gli uomini sono piú stabili, ci proteggono dal male e crudeltá della vita, e noi donne siamo irriconoscenti e vogliamo seguire per altre strade...accorgendoc i troppo tardi che il divorzio non é la soluzione del problema...e si passa da una storia all'altra.... La vita é una routina...e dobbiamo seguirla...questa é la frase chiave che mi é stata data..
    Vi chiedo...a chi é felicemente sposato...é vero? e a tutti quelli che sono in via di separazione...siamo noi donne a non capire voi uomini?

  • #2
    aggiungo...tra stabilitá e felicitá...ho iniziato a seguire il sogno di esser felice...ma il prezzo a pagare...non ha limiti....é fuoco che brucia le vene, che ti lascia vuoto dentro, che ti annebbia la vista..allora..merit a?

    Commenta


    • #3
      la felicità e la gioia di vivere non ha prezzo ... come la vita
      ** relax, take it easy**

      Commenta


      • #4
        Pianeti e satelliti

        Ci sono storie che durano una vita, quelle in cui i vecchietti andare a fare la spesa sottobraccio e pensi a quanto sono carini. Ci sono storie in cui l'attrazione gioca un ruolo fondamentale e quando questa si spegne la storia finisce. L'amore ha poche regole vere e proprie, una di queste è l'onestà. Bisogna avere coraggio nell'essere onesti e saper valutare presente e futuro della propria relazione, certe volte bisogna saperlo fare anche andando contro il volere del partner se si è convinti di fare la cosa giusta. Una volta l'ho fatto anch'io. Per quanto riguarda il ruolo della donna e dell'uomo in una relazione, beh..attenzione che quello che descrivi non è un equilibrio fra pianeti ma più che altro quello fra un pianeta ed il proprio satellite. Non ci si può accontentare di creare un'eclissi ogni tanto.....
        Tutto fuorchè il dolore.....

        Commenta


        • #5
          accidenti titti, che domanda complessa ...

          secondo me gli uomini non sono più stabili ma solo più pavidi e pigri. troppi uomini si tengono una compagna che non amano più solo perché li metterebbe in crisi trovarsene un'altra. è la (triste) vittoria del certo sull'incerto.

          la vita va vissuta, meglio tanti rimorsi che tanti rimpianti. di recente mi hanno fatto riflettere sul fatto che nella frase 'ama il prossimo tuo come te stesso' è 'come te stesso' la parte più importante. se non sai amare te stesso, difficilmente amerai gli altri.

          e qualche volta amare sé stessi significa sciogliere un legame nel quale non ci si riconosce più.

          Commenta


          • #6
            Tizi, ti ho gia detto in privato, che probabilmente chi ti ha fatto quel ragionamento ha ragione. Io mi ero ricreduta che forse la felicita' esiste, ma non e cosi. Si ritorna nel buio, e ci si deve rassegnare. Noi siamo accumunati dallo stesso destino titti, i figli, e nel cuore tuo hai gia preso una decisione, la felicita' dei figli. Non vuoi accetarla, lo so, ma allora devi avere la forza di dare un taglio netto alla tua vita di adesso.

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da georgeclooney
              la felicità e la gioia di vivere non ha prezzo ... come la vita
              Credo che noi donne siamo "instabili" solo quando non siamo felici... noi non ci riusciamo ad accontentare di un rapporto mediocre quando abbiamo la sensazione di stare vivendo solo a metà. E questo, Tittola mia, sono fermamente convinta che sia un grande pregio.
              Certo che ci possono essere anche momenti di non equilibrio, in cui forse non riusciamo a riconoscere la felicità e la realizzazione che magari abbiamo a portata di mano. Ma appunto, sono periodi, e di solito passano, e poi non ci danno la sensazione di essere in un buco nero, di vivere nell'infelicità e nella tristezza costante.
              E se la persona che ci sta accanto non fa altro che mortificare, cercare di tarpare, offendere, non merita nemmeno una briciola di tutto l'amore che siamo capaci di dare. A NESSUNO dovremmo permettere di offendere la nostra dignità, figurati a chi condivide la vita con noi. Il matrimonio è un contratto? Può anche darsi, ma la prima regola del contratto non dovrebbe essere quella di amarsi e rispettarsi? O vogliamo che valgano solo le clausole?

              Commenta


              • #8
                Ragazzi...siete incredibili..grazie. ..ma la cattiva sono io...in questa storia...ho distrutto l'ideale...ho creato un terremoto scala 9...e non so gestirlo...uffi...

                Commenta


                • #9
                  Titti, pensaci bene, io ho buttato la mia vita nell'immondizia..... ..non fare l'ho stesso errore.

                  Commenta


                  • #10
                    bronty, titti .... la felicità esiste, credeteci, credeteci sempre ...
                    un giorno forse vi racconterò la mia storia recente e buia che fa paura solo a ritornarci con il pensiero....
                    ma se sarà necessario "per guarirvi" ve la racconterò...
                    credeteci...la felicità esiste
                    ** relax, take it easy**

                    Commenta


                    • #11
                      E se la persona che ci sta accanto non fa altro che mortificare, cercare di tarpare, offendere, non merita nemmeno una briciola di tutto l'amore che siamo capaci di dare. A NESSUNO dovremmo permettere di offendere la nostra dignità, figurati a chi condivide la vita con noi. Il matrimonio è un contratto? Può anche darsi, ma la prima regola del contratto non dovrebbe essere quella di amarsi e rispettarsi? O vogliamo che valgano solo le clausole?[/QUOTE]

                      Bravissima !! Quoto in pieno l'ultima frase !! Quando ci si appella a contratti e patti vuol dire che la stima e la fiducia sono un lontanissimo ricordo. Bronty, certe cose si fanno anche per la felicità dei figli, per non farli crescere in un brutto ambiente, per non farli sentire da adulti come l'unico legame esistente tra due persone che avrebbero voluto altro.
                      Tutto fuorchè il dolore.....

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da titti38
                        aggiungo...tra stabilitá e felicitá...ho iniziato a seguire il sogno di esser felice...ma il prezzo a pagare...non ha limiti....é fuoco che brucia le vene, che ti lascia vuoto dentro, che ti annebbia la vista..allora..merit a?
                        MERITA, MERITA CERTAMENTE SE QUELLO CHE FACCIAMO LO FACCIAMO CON ONESTA' E SINCERITA' .

                        E POI LA SCELTA DI CHIUDERE UN MATRIMONIO RICONOSCENDO CHE NON CI SONO PIU' I PRESUPPOSTI PER UNA VITA IN COMUNE (OSSIA L'AMORE RECIPROCO) NON RIGUARDA SOLO LA DONNA MA ANCHE L'UOMO.

                        E POI LE MOTIVAZIONI CHE TU HAI RICHIAMATO, E CHE FAREBBERO GLI UOMINI, PER GIUSTIFICARE IL MANTENIMENTO DI UN MATRIMONIO FINITO SONO LA CLASSICA GIUSTIFICAZIONE DELL'EGOISTA CHE VUOLE TENERSI UN ASITUAZIONE CHE A LUI VA BENE OVVERO LA GIUSTIFICAZIONE, MAGARI INCONSCIA, DELLA PROPRIA IGNAVIA.
                        Un uomo senza amore è un uomo che vive morendo.

                        Commenta


                        • #13
                          Non e vero george, non ci credo piu io ho smesso di crederci da quando avevo 10 anni.

                          Commenta


                          • #14
                            Eppure...scusate se continuo...secondo lui andava tutto bene..eravamo felici...non mi ha mai fatto mancare niente...ma sopratutto...mi ha protetto della crudeltá della vita...e io lo ripago cosí...sono io la colpevole e egoista...forse i matrimoni sono tutti cosí..con alti e bassi, con voglia di esser liberi e felici...ma alla fine..se si separa..e ricomincia...si cade nella stessa trappola, over and over again..la routine é sinonimo di stabilitá coniugale..non di qualcosa che non va...?

                            Commenta


                            • #15
                              sentire dire da un uomo che il matrimonio è un contratto mi fa vergognare di essere uomo. Un ***** il contratto, .......il matrimonio è amore e solo amore e se non c'è più è un'altra cosa e dovremmo essere così onesti da essere conseguenti.

                              Se l'amore non c'è più allora si può anche decidere di vivere ancora insieme per i figli, ecc. ecc..........(guarda te me, per esempio) ma sapendo entro quale limite si convive e riconoscendo all'altro (sia pur dolorosamente) la sua libertà sentimentale.
                              Un uomo senza amore è un uomo che vive morendo.

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X