annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

convivenza o matrimonio?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Originariamente inviato da epicuromi
    invidiamo tutti il fortunato, sinceramente
    Per la serie "anche qualche ingegnere ce la fa"

    Comunque io son sempre stato per il matrimonio, ma a sentire tutte queste storie di tradimenti o casini vari...beh mi sto ricredendo. E poi non e' scontato che si trovi una compagna/o responsabile visti i tempi che (purtroppo) girano.
    Quindi e' un passo da ponderare moooolto bene.

    Commenta


    • #32
      io sono per la convivenza pero' se poi arriva anche il matrimonio va be'
      Fidati di me, non sono un latin lover!
      Canto alle donne ma, parlo di me...
      Rido perché tu mi chiami "Latin lover"
      io sono un amante ma, senza una donna con sé...

      Vuoi ballare con me?
      Senza dire che poi, ci proverò?

      Commenta


      • #33
        Originariamente inviato da woof
        io sono per la convivenza pero' se poi arriva anche il matrimonio va be'
        un uomo dalle ferree convinzioni, vedo ...

        Commenta


        • #34
          sicuramente matrimonio!

          secondo me la convivenza va bene soltanto per un primo breve periodo, come test, per mettersi alla prova e vedere se ci si sopporta l'un l'altro, in tutti quei difetti che non vengono fuori non vivendo insieme. Ma non si può andare avanti tutta la vita a convinvere!!Secondo me è simbolo di insicurezza e immaturità: è un voler continuare ad andare avanti senza dare una svolta ben precisa alla propria vita. E' un modo carino per dire: "se un giorno mi stanco di te posso lasciarti e chi si è visto si è visto". E' un continuo non voler prendersi una responsabilità troppo grande come è quella di votare la propria vita ad una sola persona, per tutta la vita!
          E pensare che io stessa sono un pò scettica di fronte all'amore eterno: non so fino a che punto credere in un sentimento che duri per sempre!
          Ma la convivenza non deve durare troppo. E soprattutto durante la covivenza non è giusto avere figli!!! I figli hanno bisogno di sicurezza e stabilità, e perciò di una mamma e un papà sposati. La convivenza è comunque qualcosa di precario, e in questa precarietà un figlio non c'entra niente!! Sotto questo punto di vista ho avuto una brutta esperienza, non diretta, ma che mi ha fatto riflettere e fermare in questa mia convinzione!
          Pensateci

          Commenta


          • #35
            a 19 anni anch'io avevo idee chiare come le tue ...

            Commenta


            • #36
              Originariamente inviato da epicuromi
              a 19 anni anch'io avevo idee chiare come le tue ...
              Poi hai visto Drive in...

              Commenta


              • #37
                Originariamente inviato da altobiondo1969
                Poi hai visto Drive in...
                Quello si' che era un programma

                Altro che le schifezze di oggi...

                Commenta


                • #38
                  Io ho convissuto per cinque anni con una ragazza francese e adesso sono sposato con una russa. La mia opinione è che la differenza tra matrimonio e convivenza è solo nella testa di chi convive e di chi si sposa. Nel mio caso, io ho concepito il rapporto di convivenza come una cosa così seria che quando ci siamo lasciati perchè tra noi era finito l'amore ed erano sorte una marea di corna la mia ex è rimasta in casa da me finzhè non ha trovato modo di trasferirsi: per quasi un anno e mezzo. Periodo in cui si è presa una stanza in casa mia ed abbiamo diviso le spese comuni. Quando si è trasferita in Inghilterra le ho pagato a rate quello che le dovevo per le speese comuni. Siamo tuttora amici e ci sentiamo spesso. Fossimo stati sposati, chissà quante spese avremmo dovuto sopportare e quante noie. Non ho mai pensato un solo minuto che il non esserci un legame legale tra noi volesse dire che ero legittimato a fare ciò che mi paresse. Quanto alla mia attuale moglie, se non l'avessi sposata non l'avrei neppure potuta portare in Italia. Eppoi era incinta e ritenevo, amandola, che sposarla potesse rassicurarla ulteriormente. Comunque: se vuoi rompere un matrimonio, lo fai. Come e più di una convivenza.

                  Commenta


                  • #39
                    Certo che rompere un matrimonio è uguale a rompere una convivenza! il fatto è che rompendo una convivenza non restano più diritti!! cosa succede ad una coppia che convive, con un figlio, quando ad un certo punto lui scappa con tutti i soldi, lasciando lei in un mare di debiti?? lei che diritti ha in tribunale?? lui non ha nessun obbligo davanti alla legge!! che succede allora? forse sono tragica, ma queste cose succedono!!!

                    Commenta


                    • #40
                      Succede anche che lei scappa con un altro portandosi i figli e obbligando pure il marito a pagare gli alimenti. E succede spesso.

                      Commenta


                      • #41
                        io sono sposato ,ma però sono sicuro che sè potessi tornare indietro ,andrei a convivere

                        Commenta


                        • #42
                          Anche secondo me la convivenza mantiene viva la passione....poi + in là si puo' consolidare il tutto come massima dimostrazione di fedeltà e unione... ma in gran parte deve esistere anke prima, altrimenti non ha senso...
                          Quindi in fin del conti il matrimonio non è indispensabile,è l'amore che conta,non un pezzo di carta... Pero' chi puo' negare il fascino della cerimonia e della promessa di fedeltà e amore del/la proprio/a amato/a davanti a tanti invitati??
                          A man is wise when, although he may be right, he tries to meet his opponent halfway.

                          Commenta


                          • #43
                            Bella la convivenza, ancor + bello il matrimonio. I problemi iniziano con i figli: sconvolgono il rapporto, nel bene fanno da catalizzatore e cementano l'unione; nel male diventano il famoso dito tra moglie e marito. Tutto ovviamente nn per loro colpa ma per nostra volontà...
                            ... life is beautiful !
                            Nikinightfly :p

                            Commenta


                            • #44
                              Personalmente ritengo che sono due "cose" molto, molto diverse...
                              Per alcuni il matrimonio è un sacramento ed il fondamento della famiglia.

                              Commenta


                              • #45
                                Quando parlavo della testa era proprio questo ciò che volevo dire. Se si è responsabili, lo si è da conviventi e da sposati. Segnalo che la paternità implica dei doveri fortissimi a prescindere dal matrimonio. Se avessi un figlio da una donna diversa da mia moglie, questo bambino e sua madre potrebbero pretendere da me degli alimenti. E consistenti. Quindi, anche questo argomento è demolito. Se sei una canaglia, ti comporti male comunque. Segnalo altresì che il nostro è un Paese anomalo. Da nessuna parte il matrimonio si scioglie così lentamente e costosamente come da noi. Ci sono posti dove il divorzio è istantaneo.E dove non esistono norme che garantiscono le madri dai padri e mariti che se ne vanno. Una volta di più, le donne italiane sono molto fortunate. Mia moglie trova favoloso il nostro diritto. Nel suo Paese, le cose non stanno così. Quanto al fascino della cerimonia, i gusti sono gusti. Io non sopporto i matrimoni in generale. Il mio l'ho fatto in un municipio di Riga, è durato dieci minuti e c'erano gli ospiti strettamente indispensabili: una quindicina. Ero l'unico italiano. E devo dire che anche mia moglie era contraria alla grande festa.Il momento veramente felice di quel giorno è stata la sua fine: quando io e mia moglie siamo rimasti da soli, e con l'anello al dito. Anche sul sacramento: Paese che vai, usanza che trovi. Noi cattolici siamo gli unici a non ammettere il divorzio ecclesiastico. Gli ortodossi si risposano quando vogliono e pure i protestanti.....

                                Commenta

                                Sto operando...
                                X