annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Eiaculazione ritardata o difficile

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Eiaculazione ritardata o difficile

    Ciao a tutti,
    ho una questione della quale vorrei parlarvi, scambiando pareri (semplici o specialistici), opinioni e testimonianze.

    Ho 45 anni e sono felicemente sposato con la mia ragazza del liceo. Ci amiamo e facciamo sesso, con alti e bassi come tutti. Per problemi di incompatibilità con la pillola, ci siamo abituati a far ricorso al coito interrotto. Per noi è diventato normale...

    Mi sono talmente abituato al controllo, ritenendolo sempre un po' un pregio, che solo ora mi accorgo, anche dal confronto con alcuni amici, che invece comincio ad avere forse un problema di eiaculazione difficile o ritardata, che nasconde notevoli tratti d'ansia.

    Provo attrazione per mia moglie, ma forse abbiamo bisogno di maggior trasporto. Non sempre è facile lasciarsi andare, quando i figli dormono nella stanza accanto! Si innescano quindi quei meccanismi routinari che spengono un po' l'eros, ma che diventano appunto consuetudini alle quali non si fa più caso: un sesso fatto a volte alla spicciolata, altre freneticamente, altre volte solo accennato e frustrante.

    A questi problemi so di poter far fronte investendo su una maggiore vivacità. Lo sto già facendo da tempo. L'altro problema, invece, quello della mia eiaculazione sempre e solo esterna e difficile, secondo me è più insidioso. Comincio a provare ansia da prestazione, addirittura mi chiedo se riuscirò a mantenere l'erezione. Mai avuto problemi in quel senso, ma adesso le normali interruzioni per scarso coinvolgimento reciproco le vivo con rabbia e frustrazione. Così come la mia lenta eiaculazione.

    A questo aggiungiamo anche la riconsiderazione di quel che sono e che sono stato, della poca esperienza che ho avuto (mia moglie è stata la mia unica amante): un insieme di cose insomma che mi fa decisamente calare l'autostima e a volte la fiducia nel mio matrimonio, sotto il profilo, per me irrinunciabile, della soddisfazione sessuale.


    Grazie per un consiglio!
    Groot

  • #2
    Re: Eiaculazione ritardata o difficile

    Uhmmmmm, situazione non banane, se fossi in te partirei per tre giorni senza i figli e mi porterei un regalo per lei di lingerie sexy.....

    Commenta


    • #3
      Re: Eiaculazione ritardata o difficile

      Idea da non sottovalutare, grazie!

      Commenta


      • #4
        Re: Eiaculazione ritardata o difficile

        Il coito interrotto non è una pratica salutare per la prostata, da cui potrebbero derivare problemi fisiologici, per non parlare di quelli psicologici dovuti al fatto di non potersi lasciare andare completamente durante il rapporto. Io, ai tempi, dopo averle provate tutte e non volendo fare assumere la pillola alla mia donna, preferivo di gran lunga l'uso del condom, o il sesso "alternativo" secondo i desideri della partner....ma il bloccare tutto sul più bello no, allora è meglio la masturbazione!!

        Commenta


        • #5
          Re: Eiaculazione ritardata o difficile

          Avoja, masturbazio toda la vida!!!

          Commenta


          • #6
            Re: Eiaculazione ritardata o difficile

            Grazie grigiofumo,
            Noi abbiamo usato un po' di metodi. Pillola, con effetti disastrosi sull'umore di lei (ti assicuro che smettere è stata una liberazione!), condom (costosi, sottili e in poliuretano perché lei è allergica...) che ho sempre detestato, cabala dei giorni fertili (due *****!), coito interrotto e sue varianti. A spirali e coppette abbiamo detto no perché sono invasive e non sicure.

            Poi il mio amico mi ha parlato della sua rinascita sessuale dopo la vasectomia, che ha fatto a quarant'anni suonati. Molto interessante. Ma io la vivo come una mutilazione, avendo già subito un intervento che ha cambiato il rapporto che ho con me stesso.

            Insomma, bel casino. Io però qualcosa devo fare...e presto!

            Il sesso si conclude sempre un po' come nei porno, "a mano" 😊! Voi concludete sempre nella vostra partner? È davvero così inconsueta la nostra abitudine?

            A letto io mi diverto anche, il problema è che vorrei di più. Ho un rapporto di lunga durata e monogamo, quindi dal sesso voglio il massimo... Sbaglio?

            Grazie ancora ragazzi per i vostri interventi!

            Commenta


            • #7
              Re: Eiaculazione ritardata o difficile

              Daltanio, quella non manca comunque, amico mio. 😉

              Commenta


              • #8
                Re: Eiaculazione ritardata o difficile

                A chi lo dici......a quasi 50anni ancora almeno una volta al dì come una medicina....la finalizzazione a mano o bocca è tanta robba, molto porno e sicuramente le più praticate dalla maggior parte dei praticanti l'antica arte della passera e della minkia! Ocio che volere il massimo solo perchè monogamo e di lunga durata non è dovuto e scontato, anzi, può accadere il contrario. Devi condire con sale e pepe, regalale una gonna di pelle, fagliela indossare senza mutandine, andate a cena fuori e mentre condisci l'insalata la fisso negli occhi e le dici che con quell'olio le lubrificheresti volentieri il buco del ****....poi ci racconti quello che succede dopo.....

                Commenta


                • #9
                  Re: Eiaculazione ritardata o difficile

                  Daltanio,
                  sei proprio il tipo giusto! Avevo bisogno di una bella chiacchierata tra uomini.

                  Sì, hai proprio ragione. Forse voglio il massimo solo perché vivo con un senso di inferiorità la mia lunga monogamia. Invece, *****, devo confessare che io ho avuto sempre la ****, al contrario di quanto accade ai single incalliti, che spesso vanno in bianco...

                  La **** poi è una gran medicina per noi maschi! Non ci rinuncerei nemmeno col braccio ingessato!

                  Sul finale mi dai un'utile conferma: siamo in molti a finire a mano o con un bel *******. E certo a me piace, è eccitante decidere dove schizzare. Però mi manca farlo dentro e secondo me manca anche a lei. Ricordo come godeva quando mi lasciava concludere.

                  Io però ormai sono disabituato, ci metto più tempo a raggiungere l'apice perché a mano è più facile. Pressione e resistenza sono diverse in vagina. Che pure adoro follemente. Vorrei provare l'anale. Mai provato? Io sono arrivato all'appoggio con poca pressione, ma lei si ritrae. Invece io vorrei, ma anche su quello ho dubbi, anche igienici, dei quali parleremo magari in un altro post.

                  Dal canto mio dunque, tu mi suggerisci di sentirmi meno anomalo per i nostri finali "porno style", che dici essere i più usati. Grazie, mi rilassa saperlo. E poi mi suggerisci anche di giocare un po' di più. Cosa che farò senz'altro.

                  E volentieri ti riferirò, sconosciuto e solidale amico del web...

                  A presto.

                  Commenta


                  • #10
                    Re: Eiaculazione ritardata o difficile

                    Tra porcelli ci si riconosce......
                    Quando le vieni in vagina sembra che gode, ma lo fa per riflesso psicologico, essenzialmente accompagna il tuo orgasmo.
                    Nel rapporto anal l'igene è variabile, dipende da tanti fattori, devi essere pronto a tutto.
                    La penetrazio analis va preparata con cura, non puoi pensare di appizzargli la chapel e spingere, se vuoi ti dico meglio.....

                    Per quanto riguarda il gioco, avvicinati da dietro e mentre stende i panni alla finestra e dille dolcemente che le aprirai ben benino l'ano....

                    Buone chiavate
                    Ciao
                    A

                    Commenta


                    • #11
                      Re: Eiaculazione ritardata o difficile

                      Grazie per la risposta Daltanio!
                      Sì, porcellini lo siamo sicuramente...altrim enti non ci troveremmo nemmeno qui a scambiarci pareri per fare meglio quel che al mondo ci piace di più fare!

                      Ti rispondo qui, raccontandoti senza veli il nostro ultimo rapporto, così sento la tua e quella di chi eventualmente volesse aggiungersi.

                      La trovo a letto in camicia da notte. Bellissima, col suo sorriso familiare e ammiccante. Si alza la camicia e mi mostra che non ha messo le mutandine. Le sorrido, complice e vado in bagno a prepararmi per la notte.

                      Torno e mi stendo sul letto a baciarle il pube. Lei è naturalmente poco selvaggia là sotto. È bionda, morbida e profumata. Le entro con la lingua tra le grandi labbra, sono già eccitato. Sono supino, perciò sento il mio ***** gonfiarsi contro il materasso e mi piace. Sono rilassato e divertito. Lei mi fa salire, tirandomi per un braccio. Ci baciamo con passione.

                      Le prendo la testa tra le mani, mi sento eccitato ma anche innamorato e corrisposto, il che amplifica l'eccitazione. Le infilo le mani sotto la camicia, le tocco i seni grandi e morbidi. Una quarta di coppa. Però voglio andare giù, mi interessa la sua fica. Me la prendo comoda e le accarezzo le cosce a mano spalancata. La sua rotondità mi fa eccitare terribilmente. Le afferro la natica sinistra, con la punta delle dita sento l'altra natica.

                      Scivolo in basso con la mano e le sfioro la fica. Sento la superficie soffice e leggermente pelosa della sua prugna. Lei sospira, ama quando la tocco da dietro. Le prendo la mano e le faccio afferrare il *****, ormai di marmo. Appena lo sente lo afferra e sospira, lo vuole. Ho voglia di masturbarla, voglio sentire la sua fica umida e percepire il clitoride sulla punta delle dita. Voglio vederla godere. Scendo con la mano, le apro le sue splendide cosce, le strofino il clitoride da sotto a sopra, ripetutamente. Lei freme, sento che si bagna. Io sono al settimo cielo.


                      (Segue...)

                      Commenta


                      • #12
                        Re: Eiaculazione ritardata o difficile

                        Mi vuole dentro. Me lo dice. Mi dice "dammelo". Ho il ***** durissimo. La testa sgombra di pensieri. Non sono preoccupato di come finire. Non sono preoccupato della mia tenuta. La sento mia. La voglio tantissimo e sento di amarla. Sono coinvolto, travolto.

                        La penetro di fianco. Non smettiamo di baciarci, lingua contro lingua. Lei è bagnata e aperta. La penetrazione non è profonda, cerco di spingere, ma di fianco penetri fino a un certo punto e questa ricerca spasmodica monta la mia eccitazione. Mentre glielo ficco dentro, su e giù, scendo con la mano e la masturbo. Mi fermo. Lei mi implora. Adoro sentire la sua fica con le dita. Mi eccito a dismisura.

                        A quel punto lei scende con la mano e mi afferra i *******i mentre io spingo dentro e fuori l'*******. La pressione della sua mano sul mio scroto amplifica il mio godimento. Mi sento un toro. Scopo senza fermarmi, a ritmo crescente. Trovo la sensazione più intensa e ci resto. Lei gode, le mie ***** la eccitano. Si spinge il ***** bene dentro. Io con lammano sfrego il suo clitoride. Sento che sta per venire. Aumento il ritmo, lei mi orienta muovendosi e posizionandosi la mia mano bene sulla sua fica. Si inarca. Io esco da lei. La faccio venire a lungo.

                        All'apice, glielo ficco dentro di nuovo. Impazzisce. Continua a venire e io sono ormai una macchina irrefrenabile. Le metto la sua mano sui miei *******i. Accelero. Trovo il ritmo giusto. Penso solo a me. Penso a ******re. Devo ******re.

                        Le vengo abbondantemente sulla coscia e schizzo sulle lenzuola. Lei adora il momento della mia schizzata. Ci abbracciamo. Le passo un fazzoletto.

                        La amo. Amo scoparla. Amo la mia vita quando scopo così.

                        Un saluto!

                        Commenta


                        • #13
                          Re: Eiaculazione ritardata o difficile

                          ...bhe, non mi sembri uno con tanti problemi di pisello..........anc he se i vostri, sembrano più discorsi da s.egaioli che altroaranoid:

                          Commenta


                          • #14
                            Re: Eiaculazione ritardata o difficile

                            Grigiofumo...***** hai ragione!
                            Avevo bisogno di scriverlo però. Ti ringrazio comunque tantissimo per il tuo parere.

                            Commenta


                            • #15
                              Re: Eiaculazione ritardata o difficile

                              Uhmmm mi sa tanto che hai ragione......sta sfruttando la situazione....

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X