annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

tra coscienza e fede

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • tra coscienza e fede

    Perchè la mia coscienza mi impone , mi impedisce certi passi? pechè non riesco a liberarmi di essa che certe volte diventa un peso?
    com mia moglie(eppure l'amo) non ho rapporti sessuali da diverso tempo; stanchezza, stress il bambino da far crescere, sono queste le solite cause che si dice in una situazione di questo genere...ma c'è un limite? la coscienza mi impone di essere bravo, di non "uscire " dalla giusta trada, quando sono convinto che questa situazione in cui mi trovo non cambierà per diverso tempo; mia moglie è passata da problemini di salute ad altri (mai seri), sembra un enciclopedia dei disturbi che si possono avere e quiesto la condiziona e condiziona anche me, oltre tutto è dimagrita e non riesco più a desiderarla; non posso tradire la moglei che amo, che ha problemi di salute(...)e devo capirla, ma intanto in tempo passa e si perono giorni che potrebbero esserediversi, più pieni , piu emozionanti, solamente se mi abbandonassi al mio istinto, quello di accettare la mia condizione di uomo (e quindi fraglie) e di guardarealtrove..: troverei le mie risposte, perchè quando una donna ti guarda in un certo modo (e succede...)mi allarmo e nello stesso tenpo ne sono contento;a mai moglie ha fiducia in me ... e allora perchè resistere anche se non vorrei? per fede, forse, per fortuna, nella mia maniera ho anche quella...però sono sempre sul filo del rasoio, spero di non tagliarmi!
    vorrei..ma non vorrei...
    Mark Therehaveyoubroken

    Concentrati, chiudi gli occhi e sii solo te stesso,
    apri la tua anima e dona un sorriso disinteressato....il tuo cuore ne giovera'

  • #2
    Yuppieeeehhhhh, benvnuto nel mondo degli umani!
    Dubbi, paure, incertezze......... Che vuoi di piu' dalla vita per sentirti vivo? Fai come ti pare, ma alla fine e' con te stesso che dovrai fare i conti

    Commenta


    • #3
      parla molto con tua moglie affinchè non sottovaluti il tuo disagio... probabilmente lei non è consapevole di quanto stai male... c'è anche da dire che la nascita di un figlio è un momento critico nella vita di una coppia, che spesso separe invece di unire, lei ti appare tutta presa dal pupo e magari in certi ne momenti ne sei pure geloso! Non vedere il bimbo come un rivale (cmq questo tema dei papà gelosi dei figli piccoli è un classico della psicologia, ci sono molti libri) e cerca invece di aiutarla a crescerlo... per una donna un figlio è un grande peso! Una volta a settimana pagate una babysitter e porta tua moglie fuori...

      Commenta


      • #4
        vedi bau, mio figlio ormai ha quattro anni, e inoltre non me la sentirei di darglielo a una baby sitter, quando lo vedo poco per cinque giorni su sette, tanto meno mia moglie...secondo me il problema del figlio è relativo....
        cotto , è vero, non mi sono mai sentito così vivo come adesso, però vorrei meno incertezze e dubbi....
        Mark Therehaveyoubroken

        Concentrati, chiudi gli occhi e sii solo te stesso,
        apri la tua anima e dona un sorriso disinteressato....il tuo cuore ne giovera'

        Commenta


        • #5
          Bene, allora ti do io un paio di certezze.
          1) Se cuoci la pasta per 27 minuti a fuoco alto non sara' piu' al dente.
          2) Se avrai perseveranza e risolleverai il rapporto facendolo tornare come era prima sarai l'uomo piu' orgoglioso del mondo e tua moglie la seconda donna piu' fortunata al mondo. Come mai la seconda? Perche' ovviamente la prima e' mia moglie

          Commenta


          • #6
            cotto, non l'ho capita molto, la prima
            Mark Therehaveyoubroken

            Concentrati, chiudi gli occhi e sii solo te stesso,
            apri la tua anima e dona un sorriso disinteressato....il tuo cuore ne giovera'

            Commenta

            Sto operando...
            X