annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

frequenza: regressione lineare?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • frequenza: regressione lineare?

    La matematica nel titolo, serve a mascherare una domanda banale alla quale a 33 anni non ho ancora trovato una risposta.

    Riguarda la frequenza dei rapporti sessuali con il progredire della storia. Ho avuto due storie importanti e in entrambi i casi, i rapporti sono diventati sempre meno frequenti (e più standardizzati). In parte è normale, ci sono un sacco di fattori in gioco, interessi, problemi, sentimenti che si stabilizzano, eccetera.

    Credo, però, che nel mio caso questa tendenza sia un po troppo accentuata. Si parla di passare, in 4 anni, da un primo anno di fuoco e fiamme ad un rapportino al mese, talvolta vissuto con la passione con cui si presenta la dichiarazione IVA. Ogni tanto è consentito saltare anche una dichiarazione. La prima storia arrivò a conclusione che i nostri rapporti erano ormai ridotti a delle pratiche trimestrali o semestrali. Il punto è che io continuerei a farlo in moto, in spiaggia, di giorno, di notte, di sopra, di sotto.
    Ovviamente ci soffro, un po credo sia una sofferenza ormonale, ma un po lo è anche sentimentale, non capisco se sono io che sbaglio. Io mi propongo, ma non voglio neppure farlo vivere alla mia lei come un problema, essere troppo insistente o pensare che lei lo faccia per mio piacere (questa ipotesi mi terrorizza)

    Capita anche a voi? come vi regolate? quante volte lo fate? sono drasticamente sotto la media? e voi ragazze come vivete queste situazioni?

    Scusate la lunghezza

  • #2
    Frequenza

    Non mi sono mai posto il problema. Non credo esista una regola. Anzi la miglior regola e quella di non avere regole. Lo facciamo quando ne abbiamo voglia. Ci sono segnali anche non verbali che la donna trasmette quando ne ha voglia. Lei non ama la programmazione.
    Puo verificarsi una situazione estemporanea che può risultare gradita e quello può essere il momento giusto.
    Quante volte ? Io lo farei tutti i giorni. La mia donna no. In inverno lo facciamo 4 volte al mese, in estate tutti i giorni ed a volte due volte al giorno. Sono situazioni soggettive e dipendono da molti fattori.
    Conta capire se tra la coppia ce feeling, complicità, gusto della trasgressione, etc....
    la donna ha una visione più complessa dell'atto sessuale. L'uomo e più immediato. La donna vuole essere circondata da carezze, coccole, effusioni.

    Commenta


    • #3
      bè chiaro che non c'è una regola (ci mancherebbe!), non voglio realmente ridurre tutto ad una formula matematica. Mi è altrettanto chiaro che la sessualità femminile si muove (anche) su altri piani rispetto a quella maschile. Sono anche convinto che il rapporto di coppia si basi su molti, molti aspetti, di cui il sesso è solo uno di questi.

      Quello che, invece, vorrei capire è se anche nelle altre coppie, dopo qualche anno, ci sono dei cali di passione così accentuati (soprattutto sul versante femminile, dal canto mio quando lei si lamenta facendomi vedere quei 2 chiletti in più, io trovo sexy anche quelli

      Non so come spiegarmi, ma il fatto è che da quel punto di vista con le ragazze mi sono sempre ritenuto fortunato, insomma, come dire, le ragazze che ho avuto la fortuna di frequentare, nei miei confronti sono sempre state molto passionali. Quando la frequentazione è evoluta in qualcosa di più serio, nel giro di pochi mesi questa passionalità, nella mia lei, sembra sparire del tutto.

      Insomma l'impressione è quella di partire più "forte" delle altre coppie per
      fermarsi però subito dopo. Poichè questa sarebbe la seconda volta che mi succede, comincio a farmi delle domande. La prima domanda a cui credo di dover dare risposta è se è vera questa impressione oppure se è così anche per tutti gli altri.

      spero di essere stato chiaro
      bye

      Commenta


      • #4
        Ciao CestLaVie ti dico subito che secondo me è più che normale. Io ho solo 24 anni, ma credo che sarai d'accordo con me che in questi casi non conta l'età ma le esperienze vissute.
        Saprai già che nei primi tempi di un rapporto con una donna, o con un uomo per le donne, c'è tanta passione che, secondo me, è data dalla "novità".....dal lo scoprire aspetti diversi di una persona. Una volta conosciuta, anche a letto, l'interesse si affievolisce con il passare del tempo....ed è a questo punto che BISOGNA avere interessi che possano mantenere unita la coppia. Anche a me succede la stessa cosa.....all'inizio è tutto un fuoco d'artificio......ma poi, come proprio i fuochi artificiali, finisce tutto. Attenzione pero': finisce quella voglia di scoprirsi tra le lenzuola.....non ho detto che finisce l'AMORE (ovviamente se è quello che si prova). E secondo me è proprio l'amore che porta avanti la coppia.
        Se poi tu ne fai un discorso di solo sesso.......allora sto esattamente come te.....con i tuoi stessi dubbi e le tue stesse domande.

        Saluti

        Commenta


        • #5
          Romanticone, ti ringrazio per la risposta.

          Quello che dici è giusto, ne sono consapevole e non sto parlando di Amore, a tal proposito credo che se ci sono degli impedimenti una coppia possa vivere felicemente anche completamente senza sesso, sempre che ci sia il resto.

          La mia questione era proprio di cercare di capire *fino a che punto* è normale questo, ehm.. calo di passione nella controparte.

          Una volta parlandone con una amica, mi disse che lei all'inizio di un rapporto il sesso è come una specie di rituale di appartenenza l'una all'altro, un volersi donare, concedere e allo stesso tempo un voler apporre il timbro di proprietà. Se da un lato questa cosa è molto bella, dall'altro è un po ..come dire.. scioccante, perchè significa che una volta piantata la bandiera che attesta la proprietà, una volta certi della conquista, cadono i motivi per cui si pratica il sesso con il partner e a voler estremizzare, si può pensare al sesso come mezzo di acquisizione, di conquista. E' così per tutte? E' questo il motivo?

          Commenta


          • #6
            guarda io non la penso così assolutamente il sesso deve essere qualcosa di naturale non una volontà di possedere qualcosa io ho fatto sesso con alcuni ragazzi ma mai per andare in giro a raccontare "ci sono andata a letto insieme quindi è mio"
            non so se hai capito
            e poi come dicevo prima il sesso è qualcosa di istintivo e naturale il fatto che a volte cada il desidero vuol dire che c'è qualcosa che non và perchè per vedere quanto una coppia và d'accordo si guarda quante volte lo fanno (è una mia idea) perchè è lo specchio del rapporto
            la vedo così

            Commenta


            • #7
              Ognuno è fatto in modo diverso, ha i suoi tempi, la sua quantità di desiderio, ma quello che tu hai descritto mi sembra esagerato come calo di passione. D'accordo che il rapporto di coppia è fatto di altre cose oltre al sesso, ma non esageriamo dicendo che si può stare insieme senza fare sesso per niente. Quello che dici tu sarebbe normale aspettarselo dopo molti anni di matrimonio e dopo avere avuto dei figli. Ora non voglio metterla in modo troppo materiale e semplicistico, ma l'idea sarebbe che quando uno fa sul serio e instaura un forte legame con una persona del sesso opposto è per fare dei figli e per quello bisogna fare sesso. Voglio dire: per fare tante altre cose e condividere interessi ci sono amici e amiche, anche del sesso opposto, ma se si tolgono i rapporti intimi che differenza c'è tra una coppia di grandi amici e una coppia nel senso comune del termine?

              Commenta

              Sto operando...
              X