annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Collaborazione, competizione, salvare il mondo...

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Collaborazione, competizione, salvare il mondo...

    Sono fermamente convinto che la collaborazione sia un fattore di sviluppo enormemente più potente della competizione.

    Abbiamo conferme di ciò ovunque. In natura addirittura tra specie diverse. Ma Banalmente nella vita di ogni giorno. Quando le cose a casa, in ufficio, in banca... funzionano è perché le persone collaborano, magari mettendoci quel qualcosa in più rispetto a quello che sarebbero tenuti a fare. E quando succede non lo fanno perché sono buone. Non siamo buoni, leviamoci dalla testa questa vanità. Nessuno lo è per davvero, come nessuno è del tutto cattivo. La fanno perché conviene, perché è più efficiente.

    Anche se abbiamo riscontri ovunque di questa "verità", pochi ne prendono davvero coscienza e adottano questa strategia come filosofia di vita.

    Dico questo da anni, ma a maggior ragione oggi, in un modo globalmente interconnesso, è necessario prendere atto che non conviene che qualcuno perda, perché così perderemmo tutti e che la felicità degli altri ci conviene.

    Dobbiamo vincere tutti per essere felici, per essere noi stessi. Ed è questo l'unico modo in cui ci possiamo salvare.

  • #2
    Re: Collaborazione, competizione, salvare il mondo...

    Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
    Non siamo buoni, leviamoci dalla testa questa vanità. Nessuno lo è per davvero, come nessuno è del tutto cattivo. .
    io in effetti di sicuro non sono buono sono molto cattivo .... ad esempio siccome penso che siamo troppi sul pianeta penso che se una pioggia di meteoriti
    spazzasse via qualche miliardo di persone (ovviamente dall'altra parte del mondo) non sarebbe male ....

    però sono anche buonino ... mi capita spesso di aiutare perfetti sconosciuti ....perché ....
    boh... perché si ..posso farlo ne ho possibilità opportunità ...perché no?
    il tornaconto c'è nel fatto che mi fa stare bene.
    La vita è quello che capita.
    Lascia che capiti!

    Commenta


    • #3
      Re: Collaborazione, competizione, salvare il mondo...

      Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
      io in effetti di sicuro non sono buono sono molto cattivo .... ad esempio siccome penso che siamo troppi sul pianeta penso che se una pioggia di meteoriti
      spazzasse via qualche miliardo di persone (ovviamente dall'altra parte del mondo) non sarebbe male ....

      Il mondo va male non perché siamo in troppi, ma perché ci pestiamo troppo i piedi a vicenda.

      Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
      però sono anche buonino ... mi capita spesso di aiutare perfetti sconosciuti ....perché ....
      boh... perché si ..posso farlo ne ho possibilità opportunità ...perché no?
      il tornaconto c'è nel fatto che mi fa stare bene.
      Giusto. Quantomeno hai questo vantaggio.

      Commenta


      • #4
        Re: Collaborazione, competizione, salvare il mondo...

        Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio

        Il mondo va male non perché siamo in troppi, ma perché ci pestiamo troppo i piedi a vicenda.
        .
        purtroppo seriamente parlando
        temo che le due cose siano strettamente correlate.... siamo come le cavie in questo.

        nel senso che:
        ricordo di uno studio fatto anni fa in cui avevano osservato su popolazioni di cavie
        che quando il numero di cavie diventava elevato rispetto allo spazio disponibile
        aumentava automaticamente anche la loro aggressività anche verso i simili.
        La vita è quello che capita.
        Lascia che capiti!

        Commenta


        • #5
          Re: Collaborazione, competizione, salvare il mondo...

          Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
          purtroppo seriamente parlando
          temo che le due cose siano strettamente correlate.... siamo come le cavie in questo.

          nel senso che:
          ricordo di uno studio fatto anni fa in cui avevano osservato su popolazioni di cavie
          che quando il numero di cavie diventava elevato rispetto allo spazio disponibile
          aumentava automaticamente anche la loro aggressività anche verso i simili.
          Sì, questo è verosimile, anche se non razionale.

          Commenta


          • #6
            Re: Collaborazione, competizione, salvare il mondo...

            Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
            purtroppo seriamente parlando
            temo che le due cose siano strettamente correlate.... siamo come le cavie in questo.

            nel senso che:
            ricordo di uno studio fatto anni fa in cui avevano osservato su popolazioni di cavie
            che quando il numero di cavie diventava elevato rispetto allo spazio disponibile
            aumentava automaticamente anche la loro aggressività anche verso i simili.
            credo sia anche un senso di sopravvivenza, quando sai che qualcuno possa rubarti il posto, il cibo o l'acqua....

            ed è anche più complicato far andare d'accordo 10 piuttosto che 5 ....
            Armageddon was yesterday Today we have a serious problem-21 vittoria..grande baldoria..
            No, non sono per la pace nel mondo....ma per la buona convivenza tra i popoli.... ;)

            Commenta


            • #7
              Re: Collaborazione, competizione, salvare il mondo...

              Originariamente inviato da giovy9 Visualizza il messaggio
              credo sia anche un senso di sopravvivenza, quando sai che qualcuno possa rubarti il posto, il cibo o l'acqua....

              ed è anche più complicato far andare d'accordo 10 piuttosto che 5 ....
              Senza dubbio è un istinto di sopravvivenza, ma è uno di quegli istinti, sviluppatisi in milioni di anni, che però non mondo di oggi, cambiato ad una velocità senza precedenti, non funziona più e ci porterà al disastro.
              E' un po' come il gatto che attraversa la strada e arrivato a tre quarti torna indietro spaventato dai fari di una macchina e viene "stirato". Sicuramente in milioni di anni si è formato in lui l'istinto di tornare nel posto da dove viene, il posto che conosce e dove sa che non ci sono minacce, sicuramente in quei milioni di anni quel comportamento è stato vincente. Ma non lo è più su una strada con delle macchine. Il suo istinto non ha avuto tempo di adattarsi. Forse tra milioni di anni nasceranno gatti che attraversano la strada senza problemi, ma i gatti di oggi no.

              Noi esseri umani però abbiamo una possibilità in più. Abbiamo una maggiore consapevolezza. Le nostre azioni non sono dominate solo dagli istinti, ma anche dalla ragione. Dobbiamo prendere coscienza che la nostra felicità dipende indissolubilmente da quella degli altri e cominciare ad agire di conseguenza.

              Commenta


              • #8
                Re: Collaborazione, competizione, salvare il mondo...

                Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
                S

                Dobbiamo prendere coscienza che la nostra felicità dipende indissolubilmente da quella degli altri e cominciare ad agire di conseguenza.
                non vorrei essere egoista..... ma prima dovrei essere felice io....e in quel modo posso far felice o essere felice della felicità degli altri.

                do ut des....

                ma per poter dare devo essere in grado
                Armageddon was yesterday Today we have a serious problem-21 vittoria..grande baldoria..
                No, non sono per la pace nel mondo....ma per la buona convivenza tra i popoli.... ;)

                Commenta


                • #9
                  Re: Collaborazione, competizione, salvare il mondo...

                  Originariamente inviato da giovy9 Visualizza il messaggio
                  non vorrei essere egoista..... ma prima dovrei essere felice io....e in quel modo posso far felice o essere felice della felicità degli altri.

                  do ut des....

                  ma per poter dare devo essere in grado
                  Non è sbagliato, ma quello che sto dicendo è che le due cose sono correlate.
                  Non siamo isole. Non possiamo essere felici per nostro conto, senza la felicità quantomeno di quelli che ci stanno attorno.
                  Ma in realtà ora attorno a noi c'è potenzialmente tutto il mondo.

                  Scrive Jaques Attali: "non si potrà mai riuscire a fare niente di buono per noi stessi, se non si riesce anche a produrre felicità o a risultare utili agli altri".

                  Commenta


                  • #10
                    Re: Collaborazione, competizione, salvare il mondo...

                    Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
                    E' un po' come il gatto che attraversa la strada e arrivato a tre quarti torna indietro spaventato dai fari di una macchina e viene "stirato"..
                    no questo è il tipico comportamento delle galline
                    Il gatto si fa stirare per altre ragioni non per questo antico istinto

                    ergo
                    ...... ne abbiamo ancora parecchia di strada prima della consapevolezza collettiva
                    La vita è quello che capita.
                    Lascia che capiti!

                    Commenta


                    • #11
                      Re: Collaborazione, competizione, salvare il mondo...

                      Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
                      "non si potrà mai riuscire a fare niente di buono per noi stessi, se non si riesce anche a produrre felicità o a risultare utili agli altri".
                      siamo in bilico da migliaia di anni
                      in bilico tra l'istinto aggressivo e distruttivo verso "il nemico" che può essere tale solo per colore della pelle o addirittura perché vive oltre il fiume.
                      e la capacità di sentirci uniti profondamente a tutti gli esseri viventi e parte dello stesso respiro.
                      La vita è quello che capita.
                      Lascia che capiti!

                      Commenta


                      • #12
                        Re: Collaborazione, competizione, salvare il mondo...

                        Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
                        no questo è il tipico comportamento delle galline
                        Il gatto si fa stirare per altre ragioni non per questo antico istinto

                        ergo
                        ...... ne abbiamo ancora parecchia di strada prima della consapevolezza collettiva
                        Su questo non c'è alcun dubbio.
                        Ma bisognerà pur cominciare a percorrerla questa strada.

                        Commenta


                        • #13
                          Re: Collaborazione, competizione, salvare il mondo...

                          Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
                          siamo in bilico da migliaia di anni
                          in bilico tra l'istinto aggressivo e distruttivo verso "il nemico" che può essere tale solo per colore della pelle o addirittura perché vive oltre il fiume.
                          e la capacità di sentirci uniti profondamente a tutti gli esseri viventi e parte dello stesso respiro.
                          Vero. Ed è per questo ci servono di più cose che ci uniscono che quelle che ci dividono. Farci la guerra non ci farà stare meglio. Volerci bene, sentirsi parte tutti di una stessa umanità invece sì.

                          Prendi ad esempio le missioni Apollo. Iniziarono a causa della guerra fredda. Gli Americani dovevano battere i Russi. Ma poi...
                          Mai come il 20 luglio del 1969 ogni uomo e donna sulla superficie del pianeta si è sentito parte della stessa Umanità.
                          Era un'illusione?
                          Per certi versi sì. Ma era una buona illusione. Una di quelle che ci fa abbracciare e non sparare addosso.

                          Commenta


                          • #14
                            Re: Collaborazione, competizione, salvare il mondo...

                            Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
                            Era un'illusione?
                            Per certi versi sì. Ma era una buona illusione. Una di quelle che ci fa abbracciare e non sparare addosso.
                            a me sembra l'unica cosa che non si è rivelata un'illusione,
                            se solo pensiamo che negli ultimi decenni, astronauti russi, americani e altri di tutto il mondo compresa l'italia
                            hanno convissuto sulla ISS
                            e che gli shuttle hanno dato passaggi ai cosmonauti russi dalla MIR quando la crisi russa dopo la caduta del muro,
                            aveva lasciato senza fondi l'agenzia spaziale dell'ex URRS
                            e che oggi in cambio con la rottamazione degli shuttle i cosmonauti americani e non solo viaggiano verso la stazione spaziale
                            sulle soyuz....

                            sembrerebbe che davvero quando ci confrontiamo con la vastità dello spazio ci sentiamo più vicini
                            La vita è quello che capita.
                            Lascia che capiti!

                            Commenta


                            • #15
                              Re: Collaborazione, competizione, salvare il mondo...

                              Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
                              a me sembra l'unica cosa che non si è rivelata un'illusione,
                              se solo pensiamo che negli ultimi decenni, astronauti russi, americani e altri di tutto il mondo compresa l'italia
                              hanno convissuto sulla ISS
                              e che gli shuttle hanno dato passaggi ai cosmonauti russi dalla MIR quando la crisi russa dopo la caduta del muro,
                              aveva lasciato senza fondi l'agenzia spaziale dell'ex URRS
                              e che oggi in cambio con la rottamazione degli shuttle i cosmonauti americani e non solo viaggiano verso la stazione spaziale
                              sulle soyuz....

                              sembrerebbe che davvero quando ci confrontiamo con la vastità dello spazio ci sentiamo più vicini
                              Esatto. E' proprio così.
                              Guardare la Terra dallo spazio ci fa capire quanto è fragile l'ambiente in cui viviamo e quanto poco senso abbiano le nostre piccole cattiverie.

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X