annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

suicidio... che senso ...?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • suicidio... che senso ...?

    per evitare di eccedere nell'OT altrove e per parlarne più filosoficamente ....

    come si può pensare al suicidio che è cosa così contronatura?



    sofferenza? debolezza? coraggio? ..... o altro?
    La vita è quello che capita.
    Lascia che capiti!

  • #2
    Re: suicidio... che senso ...?

    Trovandosi nelle mani di Torquemada l'inquisitore, credo che sarebbe piuttosto normale sperare in una possibilità di suicidarsi
    ma è evidentemente un caso estremo.

    In caso di sofferenza psicologica, il discorso diventa più complesso, perchè in tale caso
    valutare cosa sia dovuto alla sofferenza e cosa invece sia dovuto a una deviazione mentale
    è cosa che credo quasi impossibile ... e la lascerei agli psicologi.

    Io devo dire che in realtà mi sono trovato più spesso a discutere di suicidio proprio da un punto di vista
    filosofico.
    La vita è quello che capita.
    Lascia che capiti!

    Commenta


    • #3
      Re: suicidio... che senso ...?

      Credo che per chi ha fede in modo convinto, come per chi è totalmente preso dalle passioni della vita ...fosse anche solo tifo calcistico,
      sia difficile capire il significato di quello che intendo.

      Perchè è nel vuoto delle feme convinzioni, nella mancanza di alcuna fede, nell'assenza di passioni coinvolgenti
      che ci si trova a ragionare sulla vacuità dell'esistere, e dell'inutilità degli sforzi umani a fronte del destino certo che ci attende.

      è li che il senso della vita si svuota, e la vita stessa perde di importanza.
      La vita è quello che capita.
      Lascia che capiti!

      Commenta


      • #4
        Re: suicidio... che senso ...?

        Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio

        Perchè è nel vuoto delle feme convinzioni, nella mancanza di alcuna fede, nell'assenza di passioni coinvolgenti
        che ci si trova a ragionare sulla vacuità dell'esistere, e dell'inutilità degli sforzi umani a fronte del destino certo che ci attende.

        è li che il senso della vita si svuota, e la vita stessa perde di importanza.
        io mi rifaccio a qualcosa accaduto e che mi ha colpito in modo profondo.
        una conoscente, moglie di un amico......
        partorisce un bimbo stupendo dopo un anno di matrimonio a detta di tutti sereno...
        bhe, in ospedale il secondo giorno dopo il parto, a seguito di una poppata.....prende e si getta dalla finestra dell'ospedale. muore sul colpo.

        ragazza fedele. ragazza innamorata. ragazza che a detta di molte donne ha vissuto l'esperienza più bella per la donna, la gravidanza l'avere un figlio.....

        dove sta il vuoto? nella sua testa....

        dove sta la debolezza? non lo so, forse nel lasciare suo marito e un figlio di due giorni..., sta nel non aver parlato di quello che stava accadendo dentro di lei...
        dove sta il coraggio? nel guardare il vuoto davanti a lei e l'essersi buttata

        io mi trovo totalmente paralizzata e senza parole in questi casi. non posso guidicare. non me la sento. e non ne ho il diritto.
        Armageddon was yesterday Today we have a serious problem-21 vittoria..grande baldoria..
        No, non sono per la pace nel mondo....ma per la buona convivenza tra i popoli.... ;)

        Commenta


        • #5
          Re: suicidio... che senso ...?

          Originariamente inviato da giovy9 Visualizza il messaggio
          dove sta il vuoto? nella sua testa.....
          in realtà solo lei può saperlo davvero ...ma non può dirlo.... a noi restano solo le ipotesi.

          Come può essere un'ipotesi che dopo aver realizzato qualcosa di tanto desiderato come potrebbe essere un figlio
          abbia avuto una sensazione di ribaltamento, ovvero si sia resa conto che il desiderio di maternità era solo una fuga
          una fuga da un profondo vuoto interiore..(lo dico prchè ho conosciuto almeno 2 madri così che però per fortuna
          non si sono buttate .... ma forse i figli sarebbero stati meglio ..)

          Solo ipotesi ripeto
          gettarsi dalla finestra può anche essere solo effetto di un flash momentaneo.... di natura psicologica
          o addirittura di un qualcosa di patologico che ha colpito un'area del cervello
          oppure effetto della nota depressione postparto.
          La vita è quello che capita.
          Lascia che capiti!

          Commenta


          • #6
            Re: suicidio... che senso ...?

            Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
            come si può pensare al suicidio che è cosa così contronatura?
            sofferenza? debolezza? coraggio? ..... o altro?
            Alcune settimane fa ho trovato nella grande rete un articolo che risponde in modo abbastanza diretto a queste domande.
            Se il moderazione di sezione mi consente, metto il collegamento.
            Inoltre, nella sezione di psicologia c'è una discussione di 29 pagine sul suicidio, partita nel 2006, che raccoglie le considerazioni pro/contro e gli sfoghi di vari utenti (tra i quali me medesimo).
            Sarebbe stato meglio se non fossi mai nato.

            Commenta


            • #7
              Re: suicidio... che senso ...?

              Originariamente inviato da maius Visualizza il messaggio
              Alcune settimane fa ho trovato nella grande rete un articolo che risponde in modo abbastanza diretto a queste domande.
              Se il moderazione di sezione mi consente, metto il collegamento.
              Inoltre, nella sezione di psicologia c'è una discussione di 29 pagine sul suicidio, partita nel 2006, che raccoglie le considerazioni pro/contro e gli sfoghi di vari utenti (tra i quali me medesimo).
              Il link potrebbe essere interessante ..
              La discussione dal punto di vista psicologico esula delle mie intenzioni,
              è ovvio che sempre c'è una componente psicologica in chi pensa alla propria morte .... ma io credo che possa esserci una componente
              filosofica molto forte in molti casi.....di certo non credo in tutti.
              La vita è quello che capita.
              Lascia che capiti!

              Commenta


              • #8
                Re: suicidio... che senso ...?

                Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
                Il link potrebbe essere interessante ..
                La discussione dal punto di vista psicologico esula delle mie intenzioni
                Ah... :strange: allora sono fuori tema anche stavolta :scary:
                Sarebbe stato meglio se non fossi mai nato.

                Commenta


                • #9
                  Re: suicidio... che senso ...?

                  Che dire dingo....ho appena saputo che il cugino di un amico si è intenzionalmente schiantato con la Smart contro un platano....
                  Aveva avuto problemi con gente poco raccomandabile....ha pensato di risolverli così, nella maniera peggiore....
                  Sono senza parole....
                  Quando il gioco si fa duro.... I duri cominciano a giocare

                  Commenta


                  • #10
                    Riporto anche qui una mia esperienza che mi ha convinto della viltà dell'atto dettato soprattutto da debolezza.

                    Quando avevo soli 5 anni di servizio aprii la stanza di un ufficiale suicidatosi in servizio perché, poi scoprimmo, la moglie voleva lasciarlo. Sangue dappertutto, pezzi di cervello e cranio nella stanza... Uno spettacolo orribile per me e tre colleghi tutti con 25 anni più o meno di età ....

                    Nel tempo ho visto altri uomini che si sono separati, hanno avuto una nuova vita, sopportando con valore quegli stessi momenti difficili che il suicida non era riuscito a superare!
                    Con un po di forza e volontà l'avrebbe superata come gli altri ma è stato più debole
                    Quando un uomo varca la porta di una casa, si può trovare di fronte a un milione di nemici.

                    Commenta


                    • #11
                      Re: suicidio... che senso ...?

                      Direi che è difficile capire la vita di una persona da un singolo gesto, per quanto drammatico, e purtroppo non siamo tutti uguali

                      Commenta


                      • #12
                        Re: suicidio... che senso ...?

                        Originariamente inviato da Seba82 Visualizza il messaggio
                        Direi che è difficile capire la vita di una persona da un singolo gesto, per quanto drammatico, e purtroppo non siamo tutti uguali
                        O anche, semplicemente, non lo sono le circostanze.

                        L'assunzione di farmaci può cambiare la percezione delle cose. Allo stesso modo può farlo la privazione del sonno - non a caso è usata come strumento di tortura. Anche persone che non hanno compiuto gesti estremi, in un momento diverso con la chimica del cervello sballata da agenti esterni o interni avrebbero potuto farlo. Per questo, secondo me, ha senso parlare di debolezza individuale fino a un certo punto.

                        Faccio un altro esempio. In condizioni di prolungata prigionia, gli individui che superano meglio quel tipo di esperienza non sono quelli più psicologicamente forti, ma quelli dotati di maggiore immaginazione, perché sono capaci di estraniarsi sopportando meglio le pene della detenzione. Non tutte le situazioni sono uguali, non tutte le difficoltà della vita possono essere superate allo stesso modo. Per ognuno, ci possono essere ostacoli insormontabili che per altri non lo sono.

                        Commenta


                        • #13
                          Re: suicidio... che senso ...?

                          Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
                          per evitare di eccedere nell'OT altrove e per parlarne più filosoficamente ....

                          come si può pensare al suicidio che è cosa così contronatura?



                          sofferenza? debolezza? coraggio? ..... o altro?
                          Cosa si intende per contro natura? La natura presenta situazioni nelle quali esseri viventi o gruppi di esseri viventi si suicidano intenzionalmente per preservare il bene della specie.

                          Ci sono culture, come quella giapponese, nelle quali il suicidio è radicato in maniera molto profonda, e non sempre ha un'accezione negativa.

                          In altre culture, anche non canonicamente considerate evolute, l'individuo può scegliere di lasciarsi morire quando ritiene che le proprie condizioni di vita non siano più umanamente dignitose.

                          Chi può stabilire e secondo quali criteri quando la vita di un individuo è ancora dignitosa e quando non lo è più?

                          Credo che stabilire delle discriminanti in questo senso sia molto difficile.

                          Commenta


                          • #14
                            Re: suicidio... che senso ...?

                            Originariamente inviato da bip69 Visualizza il messaggio
                            Che dire dingo....ho appena saputo che il cugino di un amico si è intenzionalmente schiantato con la Smart contro un platano....
                            Aveva avuto problemi con gente poco raccomandabile....ha pensato di risolverli così, nella maniera peggiore....
                            Sono senza parole....
                            mah ... detta così potrebbe sembrare un caso di debolezza... o forse più un senso di impotenza,
                            dico così perchè io se fossi in una situazione simile ...prima penserei ad eliminare i pocco raccomandabili dall mia vita.

                            Però chissà....
                            La vita è quello che capita.
                            Lascia che capiti!

                            Commenta


                            • #15
                              Re: suicidio... che senso ...?

                              Originariamente inviato da PatrickJane Visualizza il messaggio
                              Cosa si intende per contro natura? .
                              L'istinto di sopravvivenza è forte in ogni essere,
                              solo in alcune situazioni alcune specie lo superano... ma per la sopravvivenza della specie.

                              Le culture umane .... non sono sempre secondo natura.
                              La vita è quello che capita.
                              Lascia che capiti!

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X