annuncio

Comprimi

Regolamento

I PRINCIPI

Il forum di Sanihelp.it è un punto di incontro e confronto, un forum libero, privo di ogni censura preventiva. Questo forum è una comunità di aiuto e supporto reciproco in cui ognuno contribuisce cercando di essere d'aiuto e portando il proprio punto di vista riguardo i diversi temi trattati.

Nel forum ciascuno è libero di esprimere la sua opinione, mantenendo però un atteggiamento di educato rispetto nei confronti delle idee diverse. Il forum è uno spazio civile e gradevole: gli utenti non devono essere intolleranti e aggressivi, ma propositivi e disponibili, moderando il proprio linguaggio e consentendo così di ridurre al minimo l'attività di moderazione.

Lo staff di Sanihelp.it si riserva il diritto di eliminare l'iscrizione al forum, di cancellare discussioni e messaggi senza alcun preavviso.


GLI UTENTI
Gli utenti sono suddivisi in quattro categorie.

- Amministratore:
gestisce il forum in tutte le sue parti, appartiene allo staff di sanihelp.it
- Moderatore:
è un utente che ha il compito di agevolare la vita all'interno del forum, è un punto di riferimento e un valido aiuto per tutti gli utenti.
- Sani All:
gli utenti del forum.
- Utenti Bannati:
un utente bannato può accedere al forum ma non parteciparvi. Si è bannati se non si rispetta il regolamento, il ban può essere imposto per un periodo di tempo limitato o per sempre. Nei casi più gravi può essere bannato anche l'indirizzo IP.

Utenti e reputazione
Ogni 365 giorni di permanenza sul forum si guadagnano 10 punti.
Ogni 10.000 messaggi e 1.000 punti reputazione si guadagna un punto di potenza nell'assegnazione della reputazione ad altri utenti.
Un utente per poter assegnare reputazione deve avere almeno 15 punti e aver scritto 30 messaggi.
In 24 ore si possono assegnare solo 20 punti.
Prima di poter assegnare la reputazione allo stesso utente è necessario assegnarla a 15 utenti differenti.
Reputazione e i commenti non sono anonimi

NICKNAME e FIRMA
Dato l'alto numero di utenti iscritti al forum, tutti i nomi più comuni sono già presenti.
Consigliamo di scegliere un nome particolare che contenga dei numeri e che non contenga trattini, simboli o caratteri speciali.
Per tutelare la privacy personale suggeriamo inoltre di non utilizzare nome e cognome completi all'interno del nickname.

Il nickname e la firma non devono contenere testi offensivi o provocatori, non è inoltre possibile utilizzare come nickname un nome attribuibile a una professione medica se non si è un professionista collaboratore della redazione di Sanihelp.it (es: psicologo, dottore, urologo).
Se si desidera cambiare il nickname è possibile farlo inviando un messaggio privato all'amministrazione (Evoh).

La frase è modificabile autonomamente dal pannello di controllo personale.
Nel caso in cui venga inserito un contenuto non idoneo i moderatori provvederanno ad avvisare l'utente con un messaggio personale.
Se dopo la richiesta di modifica la frase resta invariata, i moderatori sono autorizzati a cancellarla.
Se si dovessero inserire nuovamente contenuti offensivi nella frase, verrà assegnato un ban di almeno 3 giorni.


LEGGI DELLO STATO E INTERNET

Per non incorrere in spiacevoli conseguenze, ricordiamo agli utenti che su questo forum vigono tutte le leggi dello Stato italiano.
Ogni utente è responsabile dei contenuti che pubblica e tutti, utenti, moderatori e amministratori, possono rivolgersi alla Polizia per far rispettare la legge o per tutelarsi.
Tafferugli verbali, consigli e provocazioni non sono considerati reati, i reati sono cose ben più gravi che la coscienza di ciascuno riesce facilmente a identificare.
Vi ricordiamo inoltre che, come cita la locuzione latina: Verba volant, scripta manent.


REGOLE GENERALI

1. Non è permesso pubblicare:
- indirizzi email
- numeri telefonici
- il contenuto di email private e messaggi privati (MP) anche se si è in possesso dell'autorizzazione del mittente
- pubblicare messaggi pubblicitari o link

2. I moderatori hanno il compito di animare e moderare le discussioni e di controllare che nessuno violi il regolamento del forum.
I moderatori potranno ammonire, avvertire, bannare gli utenti che non rispetteranno il regolamento ed editare, spostare, chiudere e cancellare una discussione o un post.

3. Chiunque abbia un comportamento in contrasto con il regolamento del forum potrà veder cancellati i propri interventi ed essere bannato da esso, fino all'esclusione permanente nei casi più gravi. L'esclusione permanente è da intendersi estesa anche a eventuali alias.

4. Gli argomenti dei post inseriti in una discussione devono essere inerenti al tema deciso dall'autore delle discussione. I moderatori possono cancellare o spostare in un altro forum gli interventi che saranno giudicati fuori tema (OT).

5. Un utente che si ritenga ingiustamente sanzionato ha facoltà di chiedere chiarimenti via messaggio privato o email. Nel caso questo non avvenga e vengano creati post e discussioni polemiche, saranno cancellate.

6. Il moderatore NON cancella o corregge discussioni o post su richiesta.

7. Saranno bannati gli utenti promotori di pedofilia e violenza e chiunque faccia apologia di reato. Varrà bannato inoltre chi diffonde dati e informazioni strettamente personali di un'altro utente senza il suo consenso.

8. Sono da escludere gli avatar che rientrino nelle limitazioni del regolamento e con esplicite immagini pornografiche o di anatomia intima.

9. L'autore del post è pienamente responsabile per i contenuti riportati: diffamazioni o violazioni di copyright.

10. Non è possibile per gli utenti effettuare pubblicità all’interno del forum. I post contenenti messaggi pubblicitari verranno cancellati e segnalati come Spam.

11. L'autore di ogni post ha la possibilità di editarlo entro 10 minuti dall'invio. Verificate attentamente i vostri messaggi; passato il termine non sono più modificabili, questo al fine di garantire una coerenza con lo sviluppo degli argomenti.

12. Prima di aprire una discussione in un forum è bene assicurarsi che l'argomento non sia trattato in altre discussioni attualmente attive. Nel caso siano aperte discussioni doppie i moderatori possono decidere di chiuderle e indirizzare gli utenti a quelle già esistenti.

13. Il forum non è una chat, quindi gli utenti non devono intraprendere lunghi botta e risposta con un altro utente, soprattutto se si tratta di questioni personali. Per le conversazioni private devono essere usati i mp o, nel caso di chiacchiere di gruppo, l’apposita sezione “4 chiacchiere”.


COME SCRIVERE SUL FORUM

Il titolo
Il titolo della discussione contiene il tema del messaggio. Deve essere sintetico ma non generico e soprattutto deve essere scritto in italiano corretto, senza abbreviazioni, lettere ripetute o maiuscole dove non necessarie.
Sono da evitare titoli come “Richiesta d’aiuto” o “Problema”.

esempio Titolo:
Cerco ortopedico - piede rotto (giusto)
AAAAAAAAAAAAIIIIIIII IIIUUUUUUUUUUUTTo! (sbagliato)

L'autore del primo post della discussione da l'indirizzo tematico della discussione.
Più il titolo sarà pertinente più la discussione sarà letta da tutti gli utenti del forum.
I moderatori potranno a loro discrezione modificare i titoli ritenuti non idonei.

Il contenuto delle discussioni
Aprire una nuova discussione significa voler condividere con gli altri utenti un problema di salute, chiedere un consiglio o confrontarsi su di un'idea o un'argomento.
Se un utente apre un thread solo per propagandare un'idea, sarà invitato al confronto. Se dopo un primo invito il post non sarà aperto anche alle opinioni degli altri utenti, i moderatori chiuderanno la discussione.

Il contenuto dei post

Gli utenti sono invitati a non scrivere in maiuscolo dove non necessario, poiché il maiuscolo indica che si sta urlando.
All'interno dei messaggi possono essere inserite le Emoticons. Il loro impiego nei topic è affidato al buon senso degli utenti, è consigliabile tuttavia non eccedere nel loro utilizzo.
Il linguaggio all'interno dei post deve essere cortese e rispettoso delle diverse opinioni degli altri utenti.
Nel caso in cui un post contenga linguaggio non adatto alla sezione in cui è contenuto o abbia un contenuto volutamente provocatorio, (atto a far degenerare la discussione o far arrabbiare un utente) i moderatori provvederanno a modificarlo e avvertire l'utente.
Nel caso in cui l'utente persista nel mantenere un linguaggio offensivo o aggressivo dopo il primo avvertimento, riceverà un ban di almeno 3 giorni. Se questo comportamento continuasse anche allo scadere del ban, i moderatori decideranno se bannare nuovamente l'utente in maniera definitiva.
Chi schernisce pubblicamente gli utenti che chiedono aiuto o mette in dubbio la realtà dell'utente e/o della situazione descritta riceverà un'infrazione e in caso avvenga nuovamente un ban fino a 2 giorni.

Citazioni e aforismi
Se si riportano stralci di libri o articoli, citazioni o aforismi all'interno delle discussioni è sempre bene riportare l'autore.
Non è possibile aprire discussioni contenenti esclusivamente citazioni e aforismi, salvo previa autorizzazione via messaggio privato della moderazione.

Sondaggi

Gli utenti dovrebbero evitare di realizzare discussioni di sondaggio: per realizzare un sondaggio chiedere al moderatore della sezione di aprire un thread apposito. Quando si crea un sondaggio è bene motivare chiaramente i quesiti, in modo che non possano essere scambiate per pure provocazioni o scherzi.

Funzione Quote
Quotare un messaggio significa citarlo riportandone una parte. Quotare implica ripetere cose che probabilmente gli altri utenti hanno già letto, va fatto solo quando strettamente necessario. Non è necessario quotare interamente il post precedente al proprio se si intende commentarne solo una frase: è bene mantenere la frase in questione e cancellare il resto.

Come aprire una nuova sezione (forum o sub forum)
Per aprire una nuova sezione o un nuovo forum si deve proporre l'argomento all'amministratore e impegnarsi per farlo crescere.
Per proporre una sezione o un forum è necessario che ci siano almeno due utenti interessati e disposti ad animare e moderare la sezione.
Vedi: Come diventare moderatore?


I MODERATORI e L'AUTO-MODERAZIONE

La base su cui si fonda questo forum è l'auto-moderazione, ogni utente è quindi tenuto a rispettare e fare rispettare il regolamento del forum.
I moderatori sono solo un aiuto in più in caso di bisogno.

Come ci comporta con le violazione ai principi di questo forum e del regolamento?
1. si abbandona la discussione evitando di intervenire.
2. si segnala l'abuso con l'apposito strumento (triangolo con punto esclamativo)
3. la segnalazione appare nella sezione dedicata (visibile pubblicamente)
4. i moderatori leggono la segnalazione, rispondono spiegando come intendono agire e si comportano di conseguenza
5. una volta che il moderatore ha risposto non è possibile ribattere se non tramite messaggio privato.

Nel caso vi sia un utente particolarmente molesto, è possibile non visualizzare i suoi post inserendolo tra i propri utenti indesiderati.

In caso si voglia chiarire una particolare situazione con un utente o un moderatore si comunica con l’interessato tramite messaggio privato, NON attraverso discussioni pubbliche.

In caso di infrazioni al regolamento da parte dei moderatori, è possibile sollevare il problema con il moderatore stesso via messaggio privato. In caso non si giunga a una conclusione civile e si ritenga necessario segnalare il problema, è possibile contattare l'amministratore. (Evoh)
NON è possibile discutere pubblicamente delle dinamiche di moderazione del forum. Le discussioni pubbliche verranno eliminate.

ATTENZIONE:
1 - Lo strumento segnalazioni serve a porre in evidenza gravi infrazioni al regolamento
2 - Un messaggio OT non è considerabile una grave infrazione
3 - Non è concesso utilizzare le segnalazioni per provocare altri utenti, innescare polemiche o flames e infastidire intenzionalmente la moderazione.
4 - Le risposte non sono sindacabili pubblicamente. Se non si è d'accordo è possibile comunicare via mp con il moderatore che ha risposto alla segnalazione. Segnalazioni di segnalazioni o di ammonimenti non riceveranno risposta e saranno cancellate.

Non è possibile segnalare i MP. In caso di gravi attacchi personali effettuati tramite messaggio privato gli utenti possono scrivere direttamente all'amministratore del forum.

Chiunque utilizzi impropriamente lo strumento di segnalazione (come da punto 3) riceverà un primo avvertimento e, nel caso in cui dovesse continuare, potrà ricevere un ban della durata massima di 3 giorni.

Come diventare moderatore?
Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

Il compito dei moderatori è:
- animare le discussioni
- facilitare lo scambio di opinioni tutelando la pluralità dei punti di vista
- accogliere i nuovi arrivati
- far rispettare il regolamento

I moderatori:
- rispettano il regolamento (che vale per i moderatori esattamente come per gli utenti)
- sono liberi di esprimersi nei forum seguendo le stesse linee guida degli utenti (post cordiali, non aggressivi, no flames, no attacchi personali, non mettono in dubbio identità o realtà di un utente, ecc)
- NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum (solo gli utenti possono segnalare)
- possono moderare solo le sezioni loro assegnate



PRINCIPI E LINEE GUIDA DEL MODERATORE

Il caposaldo del regolamento è l'auto-moderazione.
L'intervento dei moderatori deve essere quindi, in ordine di priorità:

- Animare: aprire discussioni, accogliere i nuovi, facilitare lo scambio di opinioni (consentendo a tutti di esprimersi) e aiutare gli utenti a districarsi fra le regole del forum e gli strumenti (fratello maggiore)
- Mantenere la rotta: il moderatore deve far si che le discussioni siano sempre on topic, è lecito chiuderle se si esce fuori tema.
- Moderare: (... e far moderare) i toni
- Mantenere la forma: è importante come si scrive, come si fa un titolo, come si imposta una domanda.

I moderatori di sezione lavorano in squadra e tutte le decisioni devono essere condivise, tutte le discussioni tecniche o inerenti la moderazioni devono avvenire via MP o nella sezione del forum privata e dedicata esclusivamente ai moderatori. Il moderatore non deve mai discuterne pubblicamente.

Il moderatore deve animare e pacificare, quindi non deve essere MAI causare volontariamente problemi e dissidi con gli altri moderatori.
Nel caso in cui un moderatore attacchi pubblicamente un altro moderatore per il suo operato, sarà sospeso per una settimana.
Nel caso in cui un moderatore violi il regolamento e/o agisca contro l'interesse del forum e della moderazione, gli altri moderatori possono segnalarlo nel forum moderatori.
Alla terza segnalazione l'amministrazione risponderà entro 5 giorni alla segnalazione e potrà agire con un richiamo formale, con un ban o con la rimozione dall'incarico.

I moderatori dato l'importante ruolo che ricoprono per la comunità del forum devono essere:
- tolleranti
- disponibili
- leali
- imparziali
- punto di riferimento per gli utenti
- da esempio

Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

I moderatori devono rispettare il regolamento e sono liberi di esprimersi nei forum, ma NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum e devono moderare solo le sezioni loro assegnate.
Solo gli utenti possono segnalare, se un moderatore riscontra violazioni nella sezione di sua competenza non segnala ma agisce.
In caso un moderatore noti situazioni particolari in una sezione di un altro moderatore, deve limitarsi a segnalarla tramite messaggio privato.

Se un moderatore dovesse mancare dal forum per più di un mese senza aver comunicato la sua assenza in precedenza, verrà rimosso dal suo incarico.

Regolamento segnalazioni e ban
La sezione dove saranno postate le segnalazioni sarà leggibile a tutti.
Solo i moderatori potranno scrivere in risposta alla segnalazioni
Alla segnalazione di un utente risponde il moderatore della sezione interessato scrivendo come intende agire e motivando proprie decisioni. (può anche decidere di non fare nulla, ma va scritto!)
Nel caso si decidesse di bannare l'utente, verrà scritto direttamente in risposta alla segnalazione e sarà visibile a tutti.
Non saranno poi concesse repliche in risposta al moderatore. Se ci saranno domande/dubbi/problemi andranno gestiti tramite i mp.

Nel caso che la decisione di bannare l’utente derivi non da una segnalazione ma da un ragionamento fatto con altri moderatori, il moderatore deve notificare il ban con un post nel forum moderatori.
Quando si banna un utente è OBBLIGATORIO segnalare la motivazione.



CANCELLAZIONE
Se si desidera cancellare la propria utenza dal forum, è sufficiente inviare un messaggio privato all'amministratore del forum (attualmente Evoh) E una a mail a [email protected] utilizzando la mail d'iscrizione al forum e indicando il proprio nick e la volontà di essere cancellati.
Visualizza altro
Visualizza di meno

la filosofia antitroll

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • zar2086
    ha risposto
    Re: la filosofia antitroll

    Originariamente inviato da ILikeGnocca Visualizza il messaggio
    se si hanno argomentazioni valide e controproposte dialettiche nessun troll può essere deleterio e creare problemi..

    don't feed the troll... ovvero non cadere nella provocazione...

    se vengono affermate palesi falsità, contraltare in modo violento e burrascoso alimenta il troll e lo ingigantisce..

    cose dette e ridette da me in dodicimila discussioni quand'ero moderatore irate:
    Non credo basti. Per le ragioni che ho appena detto.
    Può bastare in ambienti in cui gli argomenti sono molto tecnici, distaccati e asettici.

    Ma qui spesso si parla (parlava) di problemi personali, cose che toccano nel profondo e quindi è praticamente impossibile che tutti riescano a mantenersi distaccati davanti a certe affermazioni.
    Non si tratta affatto di argomentazioni valide o meno, perché si è nell'ambito soggettivo dei sentimenti.

    A difendere chi mostra pubblicamente le proprie debolezze alla comunità deve essere la comunità stessa.

    Lascia un commento:


  • zar2086
    ha risposto
    Re: la filosofia antitroll

    Originariamente inviato da frederika Visualizza il messaggio
    o sangue freddo.................... .........
    ...Che, come dicevo, non sempre è possibile per tutti.
    Ognuno di noi ha un argonento su cui è particolarmente sensibile. Tiìpicamete è l'argomento nel quale esprime più verità e che arricchisce maggiormente il forum. Sono questi argomenti particolarmente sensibili che hanno reso il fourm così interessante e unico.

    Lascia un commento:


  • zar2086
    ha risposto
    Re: la filosofia antitroll

    Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
    oggi la partecipazione è scarsa ovunque e in più i maggiori frequentatori della filosofia sono fuggiti.

    Non concordo invece che non centri l'argomento, anzi è centratissimo perchè non c'è legge, non c'è regola
    che possa fare di più e meglio di una buona filosofia di vita, contro chi vorrebbe solo provocarti.

    In una battaglia di provocazioni è difficile qualsiasi appello di giustizia se non si è in grado di non lasciarsi provocare,
    e per questo è solo questione di filosofia.
    Concordo sul fatto che sia senza dubbio un argomento centrale e che appunto un approccio "filosofico" sia indispensabile.
    Ciò non toglie che serva anche la giustizia.

    Lascia un commento:


  • zar2086
    ha risposto
    Re: la filosofia antitroll

    Originariamente inviato da frederika Visualizza il messaggio
    Non so se conviene ad insistere con questo tuo thread...la filosofia mi sembra che c'entra come il cavolo a merenda...e non vedo una grande partecipazione....
    Magari sono troppa impaziente....Second o me....lasci che si fa come con una minestra piccante...lo devi digerire e lavare via con tanta birra quel peperoncino indiavolato....brrr, sono terribile i cibi piccanti.:dagger:
    Frede, nelle ultime settimane la partecipazione è stata molto scarsa su tutto il forum. Siamo su un livello di circa 100-150 post a settimana, ovvero meno del 10% di quello che si faceva un paio di anni fa.
    Non è quindi il 3d di Dingo a non essere interessante.

    Penso poi che definire in un modo articolato una strategia/filosofia anti-trolls possa essere utile.
    Quindi personalemente apprezzo l'idea di Dingo di questo 3d.

    Lascia un commento:


  • zar2086
    ha risposto
    Re: la filosofia antitroll

    Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
    Far arrabbiare utenti che parlano di temi a loro cari può essere molto facile.

    Un modo può essere il proporre una tesi provocatoria contrpposta sostenendola con dati falsi o inventati
    e alle repliche che lo smentiscono, ribattere provocatoriamente senza rispondere,
    divagare su altro e contemporaneamente attaccare sul piano personale.

    Così facendo fa diventare quasi impossibile ribattere alle tesi assurde, e fa apparire chi vorrebbe correttamente
    affermare come stanno le cose in verita, come fosse aggressivo e vien fatto passare dalla parte del torto.

    In queste situazioni bisogna dotarsi di fiducia... la fiducia che gli altri non sono sciocchi e sanno riconoscere le assurdità,
    così non c'è bisogno di contraddirle le assurdità... si contraddicono da sè.

    bisogna mostrare forza ..ignorando.
    Vero.
    Ma per quanto tempo si può ignorare se il fenomeno dilaga indisturbato?
    Non tutti hanno i nervi così saldi sempre e su ogni argomento. Il troll questo lo sa e ovviamente attacca chi è particolarmente sensibile su un certo tema e sa di poterlo portare ad arrabbiarsi.

    Se ad esempio una ragazza ha subito violenza in passato, difficilmente riuscirà a trattenersi dal ribattere a chi dice che le donne la violenza se la cercano. E' ovvio che risponderà e anche male, perché è per lei un argomento che la fa soffrire terribilmente. Sta a chi controlla la comunità a quel punto proteggere la ragazza in questione e allontanare il troll.

    Lascia un commento:


  • zar2086
    ha risposto
    Re: la filosofia antitroll

    Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
    Voglio ora fare un piccolo salto avanti per poi tornare indietro.

    Quali sono gli obiettivi dei troll?
    Vogliono sostenere un'idea? vogliono proporre la loro opinione? vogliono far capir qualcosa?

    la risposta totale è no!
    vogliono solo usare tutto il possibile pe far arrabbiare, per creare caos o addirittura per arrivare al massimo risultato
    mostrare la loro pseudopotenza facendo crollare o chiudere i forum.
    Esatto!!! Questo è l'obiettivo finale. Che sia perché si divertono a farlo o che abbiano qualche vero interesse economico a farlo, l'obiettivo finale è distruggere la comunità.

    Lascia un commento:


  • zar2086
    ha risposto
    Re: la filosofia antitroll

    Originariamente inviato da frederika Visualizza il messaggio
    Okay...basta scherzare...ma ti dico che sono una ingenua terribile.Voglio la partecipazione di tutti...e che tutti dicono la loro.
    Vedi Frede, ci sono persone che non intervengono per dire la loro, ma con l'obiettivo preciso di destabilizzare una comunità.
    Lo fanno magari perché si divertono a farlo o perché hanno un qualche interesse specifico (magari di concorrenza sleale) a farlo.
    Ma il punto è lo stesso. Non sono persone che vogliono partecipare. Sono persone che vogliono distruggere la partecipazione degli altri. Quindi, una volta individuati, devono essere allontanati. Altrimenti la comunità verrà distrutta.

    Lascia un commento:


  • zar2086
    ha risposto
    Re: la filosofia antitroll

    Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
    a questo punto
    Ribadisco e chiarisco un concetto importante:

    il nodo si pone sul fatto di saper riconoscere dai comprtamenti trollici chi con una buona probabilità e un troll
    per evitarlo!

    non per combatterlo osteggiarlo o altro.... perchè così si farebbe solo il suo gioco,

    inoltre ribadisco ...si possono avere solo probabilità...non certezze, e senza certezze si potrebbero commettere ingiustizie.

    Invece ad evitare di scornarsi con chi ha comportamenti da troll ci si guadagna tutti.
    Su questo sono solo parzialmente d'accordo.

    E' certamente vero che l'utenza deve evitare i trolls, non alimentare i loro flames pretestuosi e cercare di isolarli.
    Ma allo stesso tempo, la moderazione deve agire. Deve accertarsi di essere effettivamente in presenza di persone in malafede (trolls) e proteggere la Comunità con eventuali sanzioni e ban.

    Nel momento in cui non c'è un'azione dall'alto, la comiunità si trova ovviamente in balia dell'attacco e non può reggere, perché ciò che viene percepito è una sorta di avvallo passivo di questa presenza negativa. L'attacco ha successo e la comunità si sfalda perché si divide tra quelli che cercano di agire al posto della moderazione e quelli che cercando di aspettare.

    E' un po' come se per le strade della città si fosse in presenza di continue violenze e la polizia non facesse nulla per fermarle dicendo ai cittadini: non è nulla, fate finta di nulla e i criminali se ne andranno.
    Per un po' regge. Poi qualcuno comincia a farsi giustizia da solo.

    Lascia un commento:


  • zar2086
    ha risposto
    Re: la filosofia antitroll

    Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
    avevo accennato al primo punto ...il dividi
    da qui si arriva subito al secondo l'alleanza forte
    cioè al fatto di crearsi una amicizia con uno o più moderatori.

    Tutti è impossibile ma sarebbe anche meno utile perchè porta ad un punto ulteriore ... creare la divisione in moderazione.
    Anche in questo caso hai pienamente ragione. L'allenza forte di deve sposare perfettamente con la strategia del Dividi. Quindi sarebbe controproducente diventare amici di tutti i moderatori, proprio perché lo scopo è scatenare uno o più utenti/moderatori contro uno o più utenti/moderatori.

    In genere è facile accorgersi di questa strategia. Purtroppo però capita che i moderatori stessi, cavalchino la situazione per mettere in difficoltà (o addirittura liberarsi di) altri utenti o moderatori ed è allora molto difficile difendersi. A quel punto l'attacco a successo e il sito, se non corre presto ai riparti, viene saccheggiato.

    Lascia un commento:


  • zar2086
    ha risposto
    Re: la filosofia antitroll

    Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
    Una delle tecniche dei trolls più efficaci è il "dividi!"

    Quando qualcuno viene descritto da alcuni in modo nettamente positivo,
    e contemporaneamente da altri in modo nettamente negativo,
    andando oltre alla normale diversità di vedute, è cosa da considerare con attenzione,
    poichè potrebbe essere una differenza creata artificosamente....


    sottolineo "potrebbe" ..mai avere certezze ... solo dubbi che faranno andare con piedi di piombo.
    Verisssimo. Un dubbio è di gran lunga più efficace di una certezza per creare scompiglio.
    Per questo io ho sempre insistito tanto sulla trasparenza. Perché se si è trasparenti è facile fugare ogni dubbio.

    Lascia un commento:


  • zar2086
    ha risposto
    Re: la filosofia antitroll

    Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
    Una filosofia zen sarebbe sicuramente indicata per evitare di farsi trollare,
    ma credo che qualche accortezza potrebbe bastare in molti casi.


    in sintesi quello che servirebbe è:
    saper riconoscere le tecniche di trollaggio,
    riconoscere gli obiettivi troll
    e qindi riconoscere i trolls.

    ..se li conosci ..li eviti.
    Concordo.
    In alcuni casi è davvero evidente capire le loro mosse. In altri casi meno.
    Però ci sono casi in cui, anche se è evidente il fatto di trovarsi davanti a uno o più trolls, è opportuno intervenire.
    In condizioni normali non si dovrebbe intervenire mai, quindi ti do pienamente ragione: se li conosci li eviti.
    Ma ci sono delle eccezioni importanti a questa regola, che non ripeto perché le ho dette più volte.

    Lascia un commento:


  • luca468
    ha risposto
    Re: la filosofia antitroll

    La prima ricetta per combattere i troll è quella di non far mai mancare la comprensione a chi cerca aiuto in modo cortese, di non permettere che altri utenti interferiscano negativamente in questo tentativo. Solo dopo si può pensare di arginare il troll che disturba, ricordandosi che la maggior parte di quelli che disturbano non sono fessi che ridono dietro la tastiera ma persone con seri problemi di equilibrio psichico.

    Secondo punto è quello di vietare in modo tassativo che si creino le comunelle di utenti che aggrediscono il troll, in nome della loro superiorità morale o altre cose del genere, tali comunelle vanno considerati come i giustizialisti che vogliono lapidare il colpevole prima ancora di essere certi della sua colpevolezza, sostanzialmente sono persone contro l'ordine del forum che potenziano il troll al posto di aiutare a risolvere il problema, sono troll anche loro di fatto e (parlando in privato anche con loro) mi sono reso conto di come alla domanda: "ma perché aggredisci il troll anche su quel punto dove invece potrebbe avere ragione" ti rispondono con "perché quello non mi piace, tutti gli danno contro e anche io voglio divertirmi", di fatto sono dunque anche loro persone con problemi nella loro vita, più conformate ma che quando finalmente hanno l'occasione per sfogarsi... la sfruttano con gusto.

    Questa è la mia "filosofia antitroll"... Poi sicuramente sbaglio io...

    Lascia un commento:


  • luca468
    ha risposto
    Re: la filosofia antitroll

    Dingo, di recente sono andato su altri forum, ho cercato di studiare i troll e di capire perché si comportano in un certo modo...
    Troll, provocatori, ne ho contattati molti che secondo me si comporavano molto male e ho cercato di parlargli e capire il perché...

    Hanno ammesso (ovviamente solo in privato) le loro "colpe", dunque sono ben coscienti di fare un danno, non è involontario.

    Ma la cosa più sorprendente è stato capire quali sono i motivi che gli spingono...

    Ti faccio un sunto di quello che ho dedotto io, potrei sbagliare ma è quello che mi è sembrato.

    Sostanzialmente, sono persone con poca autostima e nella maggior parte dei casi quando insultano pesantemente o aggrediscono sono poco intelligenti, quelli più raffinati, sono certamente più intelligenti ma sono entrambi accununati da problemi di carattere psicologico che scaricano in una sorta di "confronto al dare fastidio". Non è l'avere ragione che li spinge a continuare ma è il sentirsi aggrediti e in dovere di combattere qualcosa, può incollarli alla tastiera per ore a parlare di dettagli irrilevanti e la cosa soprendente è che non sono persone in stato depressivo (almeno nel momento in cui lo fanno) ma semplicemente persone che vivono normalmente ma essendo insoddisfatte delle loro vita si scaricano dando fastidio al posto che spiegando il perché del loro malessere.

    segue

    Lascia un commento:


  • cotto
    Replica dell'ospite
    Re: la filosofia antitroll

    OK, messaggio ricevuto, grazie.

    Lascia un commento:


  • dingoman
    ha risposto
    Re: la filosofia antitroll

    Originariamente inviato da ILikeGnocca Visualizza il messaggio
    don't feed the troll... ovvero non cadere nella provocazione...

    se vengono affermate palesi falsità, contraltare in modo violento e burrascoso alimenta il troll e lo ingigantisce..

    cose dette e ridette da me in dodicimila discussioni quand'ero moderatore irate:
    bravo allora... me le sono perse.

    però
    Originariamente inviato da ILikeGnocca Visualizza il messaggio
    se si hanno argomentazioni valide e controproposte dialettiche nessun troll può essere deleterio e creare problemi..
    purtroppo questo non è sempre vero.
    Un'arma efficacissima e terribile del troll è l'OT imperterrito.
    Solo con questo strumento il troll può spegnere tutte le discussioni e uccidere un tutto un forum, se viene lasciato fare.

    Per questo però gran parte del controllo dipende esclusivamente dai moderatori.
    Se questi non intervengono adeguatamente il troll vince, se intervengono chiudendo le discussioni portate OT il troll vince,
    anche se li bannano ma non sono pronti a gestire l'alias il troll vince.
    Solo un grande lavoro di gomma del moderatore può farci qualcosa in questo....
    Ultima modifica di Evoh; 03/10/2013, 10:46.

    Lascia un commento:

Sto operando...
X