annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

della colta sinistra ...e le brioches al popolo

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • della colta sinistra ...e le brioches al popolo

    Ho sentito proprio ieri nel programma di Bianca Berlinguer parole di una sinistra che mi ha messo tristezza.

    Un motivo è che il principale interprete di tali parole era una persona che stimo da sempre
    Roberto Vecchioni.

    In sintesi la tesi affermata è che la sinistra (nota ..la sinistra non il PD)
    può perdere alle elezioni, ma è detentrice della cultura e del senso di umanità e ha ragione anche se perde.

    Devo dire che ho avuto la sensazione di sentire Maria Antonietta che vedendo il popolo in rivolta disse:
    "se non hanno pane che mangino le brioches"

    La sensazione viene dal fatto di voler affermare un senso di solidarietà e umanità restando però nei salotti buoni
    ben lontano dalla lotta per la sopravvivenza che si combatte sempre più diffusamente.

    Proprio questa lontananza impedisce di vedere la cruda realtà ...inventandosi l'idea che sia tutta una mistificazione
    La vita è quello che capita.
    Lascia che capiti!

  • #2
    Re: della colta sinistra ...e le brioches al popolo

    Questa sinistra che si autodefinisce colta e detentrice dei valori, evidentemente vive in lussuosi appartamenti ben sorvegliati o
    nelle ville inaccessibili e così può affermare che Salvini inventa le cose e spaventa la gente .

    Evidentemente troppo lontano è il mondo reale dove la lotta per la sopravvivenza sta facendo carriera sempre più verso l'alto.

    Sta scomparendo tutto un ceto medio e purtroppo questo è davvero dovuto all'imigrazione e alla libera circolazione in UE.
    Gli autisti ad esempio erano lavoratori con stipendi molto elevati, l'apertura agli stranieri ha ribassato il loro tenore di vita
    e poi l'avvento della patente a punti ha dato il colpo finale grazie al fatto che un autista straniero in Italia
    non è soggetto alla decurtazione dei punti .... e ...quanti sono gli autisti italiani dei corrieri ?

    I lavoratori edili sono un'altra categoria che è stata fortemente ridimensionata
    come i lavoratori agricoli e zootecnici,
    Queste situazioni creano vere situazioni di tensione sociale non sono favole raccontate dal politico
    La vita è quello che capita.
    Lascia che capiti!

    Commenta


    • #3
      Re: della colta sinistra ...e le brioches al popolo

      Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
      Questa sinistra che si autodefinisce colta e detentrice dei valori, evidentemente vive in lussuosi appartamenti ben sorvegliati o
      nelle ville inaccessibili e così può affermare che Salvini inventa le cose e spaventa la gente .

      Evidentemente troppo lontano è il mondo reale dove la lotta per la sopravvivenza sta facendo carriera sempre più verso l'alto.

      Sta scomparendo tutto un ceto medio e purtroppo questo è davvero dovuto all'imigrazione e alla libera circolazione in UE.
      Gli autisti ad esempio erano lavoratori con stipendi molto elevati, l'apertura agli stranieri ha ribassato il loro tenore di vita
      e poi l'avvento della patente a punti ha dato il colpo finale grazie al fatto che un autista straniero in Italia
      non è soggetto alla decurtazione dei punti .... e ...quanti sono gli autisti italiani dei corrieri ?

      I lavoratori edili sono un'altra categoria che è stata fortemente ridimensionata
      come i lavoratori agricoli e zootecnici,
      Queste situazioni creano vere situazioni di tensione sociale non sono favole raccontate dal politico
      o barche lussuose

      si, ci sono situazioni che portano a certi pensieri, ti do ragione
      Armageddon was yesterday Today we have a serious problem-21 vittoria..grande baldoria..
      No, non sono per la pace nel mondo....ma per la buona convivenza tra i popoli.... ;)

      Commenta


      • #4
        Re: della colta sinistra ...e le brioches al popolo

        Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
        Ho sentito proprio ieri nel programma di Bianca Berlinguer parole di una sinistra che mi ha messo tristezza.

        Un motivo è che il principale interprete di tali parole era una persona che stimo da sempre
        Roberto Vecchioni.

        In sintesi la tesi affermata è che la sinistra (nota ..la sinistra non il PD)
        può perdere alle elezioni, ma è detentrice della cultura e del senso di umanità e ha ragione anche se perde.

        Devo dire che ho avuto la sensazione di sentire Maria Antonietta che vedendo il popolo in rivolta disse:
        "se non hanno pane che mangino le brioches"

        La sensazione viene dal fatto di voler affermare un senso di solidarietà e umanità restando però nei salotti buoni
        ben lontano dalla lotta per la sopravvivenza che si combatte sempre più diffusamente.

        Proprio questa lontananza impedisce di vedere la cruda realtà ...inventandosi l'idea che sia tutta una mistificazione
        Non ho visto la trasmissione di cui parli, quindi non posso sapere se ciò che ha detto Vecchioni corrisponde a quello che hai capito di ciò che ha detto.
        E' evidente che è quello che del suo discorso ti è arrivato e penso che in gran parte sia questo il problema della sinista, sia di quella storica e ormai in evidente declino, sia di quella più liberale in cui mi riconosco di più, con le dovute precisazioni.

        Sostanzialmente penso abbia ragione Lakoff, quando dice che questo è il vero capolavoro della destra, ovvero aver ribaltato la percezione delle persone facendo loro credere che la destra sia dalla parte dei poveri.

        Certo ci si è messa d'impegno anche la sinistra, ma non perché si è arricchita, cosa che ritengo legittima. Molti delle menti più brillannti della sinistra provenivano da ceti agiati e non per questo le loro voci erano considerate meno rappresentative. Il problema è che la sinistra ha subito passivamente la narrazione della destra, si fatta scippare le sue parole e si è lasciata narcisisticamente rappresentare come aristocratica.

        Commenta


        • #5
          Re: della colta sinistra ...e le brioches al popolo

          Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
          Questa sinistra che si autodefinisce colta e detentrice dei valori, evidentemente vive in lussuosi appartamenti ben sorvegliati o nelle ville inaccessibili e così può affermare che Salvini inventa le cose e spaventa la gente .
          Veramente così è come la definisce Salvini.

          Ci sarà pure qualche ricco con il villone, ma non lo sono certo tutti. La cultura di certo NON rende ricchi. Quindi ci sono molte più persone di sinistra colte e mediamente povere di quante siano quelle ricche.
          Ovviamente nella narrazione di Salvini, anche una come la Murgia è una radical chic, perché è colta e di sinistra e siccome fa la scrittrice passa l'idea che non faccia un caxxo e sia ricca. Ma se ti leggi la sua storia capisci che le cose non stanno così.
          Come ho detto questo è il capolavoro della destra. :rules:

          Commenta


          • #6
            Re: della colta sinistra ...e le brioches al popolo

            Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
            ...Sta scomparendo tutto un ceto medio e purtroppo questo è davvero dovuto all'imigrazione e alla libera circolazione in UE.
            Davvero un corno.
            Che il declino del ceto medio sia dovuto all'immigrazione NON è un fatto oggettivo, ma l'opinione di una precisa parte politica e parte integrante della narrazione di destra. E' solo una delle tante intepretazioni della realtà, ma non è assolutamente detto che sia quella corretta.
            Io ritengo che le ragioni del declino siano diverse.

            Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
            Gli autisti ad esempio erano lavoratori con stipendi molto elevati, l'apertura agli stranieri ha ribassato il loro tenore di vita
            e poi l'avvento della patente a punti ha dato il colpo finale grazie al fatto che un autista straniero in Italia
            non è soggetto alla decurtazione dei punti .... e ...quanti sono gli autisti italiani dei corrieri ?
            Stipendi molto elevati... vabbé, non esageriamo. Di fatto tutti gli stipendi sono calati, alcuni senza dubbio per fenomeni di concorrenza sleale all'interno dell'Unione (cosa da correggere a livello comunitario appunto) altri (come il mio) per effetti diversi e sui quali l'immigrazione NON ha vuto alcun ruolo.

            Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
            I lavoratori edili sono un'altra categoria che è stata fortemente ridimensionata
            come i lavoratori agricoli e zootecnici,
            Queste situazioni creano vere situazioni di tensione sociale non sono favole raccontate dal politico
            Stesso discorso di prima. Le cose sono ben più complesse e non si può certo definire la classe media (e il suo declino) con due esempi.
            Con questi esempi invece sì che si possono raccontare favole e trovare il nemico da incolpare. Funziona benissimo. Non risolve i problemi veri, ma elettoralmente funziona benissimo. :rules:

            Commenta


            • #7
              Re: della colta sinistra ...e le brioches al popolo

              Originariamente inviato da giovy9 Visualizza il messaggio
              o barche lussuose

              si, ci sono situazioni che portano a certi pensieri, ti do ragione
              Situazioni sì, vero. Ci sono situazioni dissonanti che fanno perdere credibilità a chi vuole rappresentare i diritti degli ultimi (tipo la barca di D'Alema). Ma attenzione a non cadere nell'inganno e mettersi a guardare il dito al posto della luna.

              Ieri è diventato trend topic su twitter l' #lacoste e questo perché le persone anziché commentare nel merito ciò che aveva detto in un video Calenda, lo hanno criticato perché indossava una lacoste! Post del tipo: "Salvini non si mette magliette da 100 euro che un precario sottopagato non si può permettere." "Mangi ostriche e champagne e fai quello che difende i poveri." ...

              Siamo impazziti?

              Che c'entra se uno proviene da una famiglia benestante? Forse proprio per questo si rende conto delle enormi disuguaglianze che ci sono nella nostra società e cerca di fare qualcosa a riguardo.
              Ma la percezione è tutta al contrario. Salvini, che propone la FLAT TAX a vantaggio di chi ha di più, passa per quello genuino, quello vero che aiuta davvero il ceto medio perché non si mette la lacoste. Ma quando mai?

              Commenta


              • #8
                Re: della colta sinistra ...e le brioches al popolo

                Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
                Veramente così è come la definisce Salvini.
                guarda ti assicuro che io non mi sto riferendo a Salvini
                Non lo ho mai sentito affermare tali cose, non so se le ha dette o no, non sono certo li a seguire tutto quel che dice.

                Le mie idee vengono da mie osservazioni
                La vita è quello che capita.
                Lascia che capiti!

                Commenta


                • #9
                  Re: della colta sinistra ...e le brioches al popolo

                  Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
                  guarda ti assicuro che io non mi sto riferendo a Salvini
                  Non lo ho mai sentito affermare tali cose, non so se le ha dette o no, non sono certo li a seguire tutto quel che dice.

                  Le mie idee vengono da mie osservazioni
                  Non dubito che questo quello che hai scritto sia il tuo pensiero. Ma tu hai scritto:
                  Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
                  Questa sinistra che si autodefinisce colta e detentrice dei valori, evidentemente vive in lussuosi appartamenti ben sorvegliati o nelle ville inaccessibili e così può affermare che Salvini inventa le cose e spaventa la gente.
                  No, la sinistra (poi bisogna vedere quale) non si autodifinisce così. Ed è inoltre falso che viva in lussuosi appartamenti... etc. se non in pochi casi.

                  Questa è la narrazione che la destra ha fatto della sinistra per così tanti anni, che alla fine questa idea è entrata nella testa delle persone.
                  Ma è falso:
                  1) le persone colte NON sono mediamente ricche, anzi i nuovi ricchi sono per lo più delle capre. Ma è vero che le persone mediamente colte sono più spesso di sinistra, anche quando non hanno un soldo.

                  ...

                  Commenta


                  • #10
                    Re: della colta sinistra ...e le brioches al popolo

                    ...

                    2) certo, c'è un certo numero di parlamentari, giornalisti, cantanti... di sinistra benestanti. Ma sono in numero maggiore rispetto a quello di destra solo nel mondo dello spettacolo. Essendo questi ultimi più in vista avvallano la narrazione di destra di cui sopra.
                    3) di ricchi veri di sinstra ce ne sono certamente di meno. A me ne vengono in mente solo due (più o meno di sinistra): Della Valle e De Benedetti. Tutti gli altri super ricchi NON sono di sinistra. Magari non sono nemmeno vicini all'attuale destra sovranista, ma sicuramente non sono di sinistra.

                    Di cosa stiamo parlando? Dove sono tutti questi ricconi di sinistra che vivono nei villoni super sorvegliati. Pensi che si possa fare una statistica in base a chi va ospite nelle trasmissioni televisive.
                    E' chiaro che come dico nel punto 1) le persone colte sono mediamente più di sinistra e nonostante NON siano ricche si mantengono ancora (nonostante tutto) mediamente meglio di chi non ha studiato. Ma questo non significa che vivano protetti nei villoni sorvegliati e fuori dal mondo. Significa solo che hanno un punto di vista più aperto.
                    Io ad esempio non vivo fuori dal mondo. Nonostante abbia studiato, ho uno stipendio normalissimo e non ho certo la sorveglianza privata sotto casa. E come me milioni di persone che votano "a sinistra"... diciamo così per semplicità, perché come ho detto sopra, bisognerebbe capire di quale sinistra si stia parlando.

                    Commenta


                    • #11
                      Re: della colta sinistra ...e le brioches al popolo

                      Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
                      No, la sinistra (poi bisogna vedere quale) non si autodifinisce così. Ed è inoltre falso che viva in lussuosi appartamenti... etc. se non in pochi casi.

                      1) le persone colte NON sono mediamente ricche, ...
                      Non ho espresso bene il concetto.

                      Lo so che le persone davvero colte non sono particolarmente ricche, e non credo nemmeno che statisticamente siano tanti di sinistra,
                      e comunque non sono quelli che hanno facoltà di parlare al pubblico.

                      Quelli a cui mi riferisco sono quelli parlano, che possono parlare, che vincono premi da giurie chiaramente di sinistra
                      che vengono invitati ai dibattiti ecc (ovviamente perché sono colti ... ma pare che siano colti solo perché dicono cose di sinistra)

                      Comunque la questione non è che siano superricchi ...
                      (per quanto sono certo che abbia fatto molto più del bene ai poveri il megaiper ricco Bill Gates piuttosto che Dalema)
                      Il fatto è che sono abbastanza ricchi da non sapere cosa significhi combattere per la sopravvivenza,
                      da non temere di perdere il lavoro, da non sapere che aver paura dei ladri non è perchè se ti rubano in casa è un guaio
                      ma perchè è un dramma da cui non sai se potrai uscirne.

                      Questo lo si deduce semplicemente dalle cose che dicono
                      che appunto sembrano Maria Antonietta che suggerisce al popolo di mangiare le brioches
                      La vita è quello che capita.
                      Lascia che capiti!

                      Commenta


                      • #12
                        Re: della colta sinistra ...e le brioches al popolo

                        Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
                        Che c'entra se uno proviene da una famiglia benestante? Forse proprio per questo si rende conto delle enormi disuguaglianze che ci sono nella nostra società e cerca di fare qualcosa a riguardo.
                        Mi hai fatto pensare ad un vecchissimo film americano... (non ho trovato il titolo)
                        Un famoso regista vuol girare un film sui senzatetto, per farlo ben decide di immedesimarsi e vivere in incognito tra loro per un paio di settimane
                        Con una assistente comincia così a vivere da barbone ... quando arrivano al punto di cercare cibo tra i rifiuti decidono di mollare
                        pensando di aver capito com'è la vita in strada .. a quel punto succede l'imprevisto vengono derubati il regista resta senza documenti e vien preso
                        per un delinquente e incarcerato, ma nassuno lo sa e nessuno sa dov'è .
                        Si trova così a vivere davvero tra i derelitti per mesi senza mezzi e lontano da casa fino a quando non trova chi lo riconosce e riesce a tornare alla sua vita.
                        Solo a quel punto però ha capito com'è la vita della povera gente e decide di non girare il film che voleva
                        bensi decide di girare un film comico ...perché ha vissuto sulla pelle che la gente ha bisogno di trovare qualcosa che la faccia ridere che dia
                        qualche momento di serenità e non c'è bisogno invece di film drammatici.
                        La vita è quello che capita.
                        Lascia che capiti!

                        Commenta


                        • #13
                          Re: della colta sinistra ...e le brioches al popolo

                          Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
                          Non ho espresso bene il concetto.

                          Lo so che le persone davvero colte non sono particolarmente ricche, e non credo nemmeno che statisticamente siano tanti di sinistra,
                          e comunque non sono quelli che hanno facoltà di parlare al pubblico.
                          Statisticamente in effetti le persone colte sono più di sinistra che di destra. :rules:

                          Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
                          Quelli a cui mi riferisco sono quelli parlano, che possono parlare, che vincono premi da giurie chiaramente di sinistra
                          che vengono invitati ai dibattiti ecc (ovviamente perché sono colti ... ma pare che siano colti solo perché dicono cose di sinistra)
                          Questo è una tua impressione. Ultimamente in televisione vengono invitati personaggi di scarsa o scarsissima rilevanza accademica solo perché sostengono le tesi di chi è ora al governo, anche se dicono delle caxxate colossali senza capo né coda.

                          Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
                          Comunque la questione non è che siano superricchi ...
                          (per quanto sono certo che abbia fatto molto più del bene ai poveri il megaiper ricco Bill Gates piuttosto che Dalema)
                          Guardacaso Bill Gates è apertamente democratico, non certo repubblicano. :rules:
                          Su D'Alema non mi pronuncio più di tanto, mi è sempre stato sui cog_lioni. Ma non certo perché sia di sinistra. Anzi per me non lo è. Arroccarsi sui simboli di sinistra del passato per poi andare a bombardare il Cossovo, non è certo di sinistra. E dirò magari una bestemmia, ma ha fatto più cose di sinistra Renzi che D'Alema.

                          Commenta


                          • #14
                            Re: della colta sinistra ...e le brioches al popolo

                            Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
                            Il fatto è che sono abbastanza ricchi da non sapere cosa significhi combattere per la sopravvivenza,
                            da non temere di perdere il lavoro, da non sapere che aver paura dei ladri non è perchè se ti rubano in casa è un guaio
                            ma perchè è un dramma da cui non sai se potrai uscirne.
                            Ecco questa è invece una colossale caxxata. Ma che ne sai?
                            Prima di tutto non è detto che uno solo perché lo vedi in televisione sia ricco. In secondo luogo, anche ammesso che guadagni tanto, bisogna vedere quale sia il suo percorso. Cosa ha fatto nella vita, come ci è diventato ricco e se è nato ricco, chi ha poi incontrato, quali attività ha svolto.
                            In un altro post ho fatto l'esempio delle Murgia, che non amo particolarmente, ma a cui riconosco il fatto di essersi fatta un cu_lo a capanna per essere arrivata dov'è. Di sicuro sa molto meglio di Salvini cosa significa essere una persona normale. Ma viene additata come radical chic, non perché sia ricca e viva fuori dal mondo come dici tu, ma perché è di sinistra e imbrocco tre congiuntivi di seguito. Chi è più fuori dal mondo? Lei o Salvini e Di Maio che non hanno mai lavorato?

                            Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
                            Questo lo si deduce semplicemente dalle cose che dicono
                            che appunto sembrano Maria Antonietta che suggerisce al popolo di mangiare le brioches
                            Ma chi?! Di chi parli? Quando mai sono state negate le difficoltà delle persone?
                            Non confondere il buon senso di chi non semina odio con l'iindifferenza. Le persone che hanno responsabilità di guida culturale, non devono semplicemente fare da megafono al malessere, magari alimentandolo e ingigantendolo. Devono al contrario riportalo alle sue dimensioni oggettive per poterlo affrontare.

                            Commenta


                            • #15
                              Re: della colta sinistra ...e le brioches al popolo

                              Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
                              Ecco questa è invece una colossale caxxata. Ma che ne sai?.
                              L'importante è che senza ombra di dubbio lo sappia tu!

                              Scusa ma parlare con chi sa senza dubbio e non prova a capire e per queste cose si permettere di rispondere così,
                              trovo sia fatica sprecata,
                              oltretutto appena dopo aver affermato con la stessa sicurezza cose palesemente sbagliate (come dire che gli sbarchi non sono diminuiti)
                              e aver così segnato la propria credibilità.

                              mah ... probabilmente non è il periodo buono per parlare di queste cose :dunno:
                              La vita è quello che capita.
                              Lascia che capiti!

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X