annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Libero mercato e petrolio l'ennesima sola di questo sistema.

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Libero mercato e petrolio l'ennesima sola di questo sistema.

    Ma nel libero mercato non dovrebbe farla da padrone la legge della domanda e offerta?no perchè il petrolio è ai minimi storici eppure la benzina non scende da nessuna parte,cosa che andrebbe anche bene,allora perchè quando il petrolio saliva, saliva di pari passo anche il prezzo dei carburanti?,la penso sempre più come quell'economista americano ultraliberista che ha dovuto ammettere che con il liberismo si è arricchito solo una quarto della popolazione mondiale,per gli altri c'è solo stato un peggioramento,questo cavolo di sistema che continuano a propinarci fa solo gli interessi dei ricchi e dei poteri forti,per me è peggio del comunismo cosa che tra l'altro mi viene ampiamente confermata da tutti i miei conoscenti est-europei,paesi in cui dopo il crollo del muro si è verificato un selvaggio liberismo.cosa che avviene anche in italia i salari calano,le tasse aumentano,la forbice sociale si allarga,la produttività cala,il lavoro non esiste quasi più ed è peggiorato sia in quantità che qualità,ma i ricchi in compenso lo sono sempre di più.

  • #2
    Re: Libero mercato e petrolio l'ennesima sola di questo sistema.

    La benzina da me è calata, purtroppo però hai ragione...

    Commenta


    • #3
      Re: Libero mercato e petrolio l'ennesima sola di questo sistema.

      d'accordo con iron!

      ma a proposito del petrolio e della benzina io dò colpa ai vari governi (sinistradestra)
      basterebbe una piccolissima autority fatta da 2 persone che imponga alle aziende
      petrolifere di aggiornare i prezzi alle pompe in base al prezzo del petrolio
      ** relax, take it easy**

      Commenta


      • #4
        Re: Libero mercato e petrolio l'ennesima sola di questo sistema.

        ogni centesimo di aumento sul carburante comporta un maggiore introito di circa 20 milioni di euro al mese per le casse dello Stato. Secondo i dati dell’Unione petrolifera nel 2007, le entrate fiscali alimentate dai prodotti petroliferi sono state superiori ai 35 miliardi (24,7 derivanti dalle accise e 10,5 dall’Iva).
        Quando il gioco si fa duro.... I duri cominciano a giocare

        Commenta


        • #5
          Re: Libero mercato e petrolio l'ennesima sola di questo sistema.

          Originariamente inviato da iron76 Visualizza il messaggio
          Ma nel libero mercato non dovrebbe farla da padrone la legge della domanda e offerta?...la penso sempre più come quell'economista americano ultraliberista che ha dovuto ammettere che con il liberismo si è arricchito solo una quarto della popolazione mondiale,per gli altri c'è solo stato un peggioramento...
          Concordo,il liberismo fine a se stesso, senza un retroterra di etica e rispetto delle regole è solo una parola vuota e utopica nella teoria, e nella pratica semplicemente dannoso per tutti, paradossalmente anche per quelli che sembrano beneficiarne all'inizio.
          Precisazione (...sapendo come la pensano alcuni su questo forum): con quanto affermo sopra, non voglio dire che "tifo" per la filosofia opposta (il Komunismo mangiabambini), ma solo che secondo me delle regole e degli "arbitri" servono per forza, perchè il sistema non è perfetto.

          Sull'esempio del prezzo benzina-petrolio, se non ci fossero dietro cose serie, ci sarebbe quasi da ridere.

          Commenta


          • #6
            Re: Libero mercato e petrolio l'ennesima sola di questo sistema.

            Siccome credo di essere il solo a sostenere a spada tratta il libero mercato mi sento tirato in ballo per una precisazione.
            Fondamento principe del liberalismo è la libertà dell'economia ma anche Adam Smith riconosceva che, lasciata completamente a se stessa, l'economia di mercato si sarebbe trasformata in una contesa fra oligopoli e che era necessario che ci fossero e fossero applicate regole che impedissero che la libertà degenerasse in licenza. Libertà non significa ammettere la concorrenza sleale ed il dumpig come mezzi per raggiungere il successo ma dare ad ogni operatore economico la possibilità di svilupparsi senza imbrigliarlo in pastoie (come le"licenze" e gli "albi") che servono solo a perpetuare il potere che determinate categorie (farmacisti, tassisti, notai, giornalisti ecc.) hanno di impedire la concorrenza.

            Commenta


            • #7
              Re: Libero mercato e petrolio l'ennesima sola di questo sistema.

              Originariamente inviato da kennet Visualizza il messaggio
              Concordo,il liberismo fine a se stesso, senza un retroterra di etica e rispetto delle regole è solo una parola vuota e utopica nella teoria, e nella pratica semplicemente dannoso per tutti, paradossalmente anche per quelli che sembrano beneficiarne all'inizio.
              Precisazione (...sapendo come la pensano alcuni su questo forum): con quanto affermo sopra, non voglio dire che "tifo" per la filosofia opposta (il Komunismo mangiabambini), ma solo che secondo me delle regole e degli "arbitri" servono per forza, perchè il sistema non è perfetto.

              Sull'esempio del prezzo benzina-petrolio, se non ci fossero dietro cose serie, ci sarebbe quasi da ridere.
              vogliamo dire la verità?

              il komunismo ha fallito ovunque!

              vogliamo dire la verità?

              il post-comunismo, il radical chic
              è anche peggio!

              e diciamolo
              ** relax, take it easy**

              Commenta


              • #8
                Re: Libero mercato e petrolio l'ennesima sola di questo sistema.

                vogliamo dire la verità?


                il komunismo ha fallito ovunque!
                E dillo, chi te lo impedisce?
                Solo non riesco a capire perchè lo scrivi in risposta al mio post; ti aspetti forse che faccia da avvocato del comunismo?


                vogliamo dire la verità?


                il post-comunismo, il radical chic
                è anche peggio!


                e diciamolo
                Per carità, continua pure a dire quello che vuoi, ci mancherebbe!
                ...solo che dire che il radical chic (che suppongo tu intenda essere la sinistra attuale, italiana immagino), sia peggio di Stalin, Pol Pot, Mao & Co, a me, pur non essendo un loro estimatore (dei radical-chic), fa come minimo ridere.

                Commenta


                • #9
                  Re: Libero mercato e petrolio l'ennesima sola di questo sistema.

                  E' sceso il prezzo della materia prima (petrolio), ma il prodotto lavorato (benzina) resta nella società attuale un bene di prima necessità, quindi la domanda non scenderà mai.
                  E se non scende la domanda non scende il prezzo.

                  Commenta


                  • #10
                    Re: Libero mercato e petrolio l'ennesima sola di questo sistema.

                    Originariamente inviato da kennet Visualizza il messaggio
                    .................sol o che dire che il radical chic (che suppongo tu intenda essere la sinistra attuale, italiana immagino), sia peggio di Stalin, Pol Pot, Mao & Co, a me, pur non essendo un loro estimatore (dei radical-chic), fa come minimo ridere.
                    è vero quello che scrivi fa ridere quell'accostamento.. ...............
                    però mi fa ridere anche quando a gruppi di destra
                    si accostano mussolini ed hitler
                    ** relax, take it easy**

                    Commenta


                    • #11
                      Re: Libero mercato e petrolio l'ennesima sola di questo sistema.

                      Originariamente inviato da stefano28 Visualizza il messaggio
                      E' sceso il prezzo della materia prima (petrolio), ma il prodotto lavorato (benzina) resta nella società attuale un bene di prima necessità, quindi la domanda non scenderà mai.
                      E se non scende la domanda non scende il prezzo.
                      Negli ultimi anni i consumi sono radicalmente scesi, sia per la miglior efficienza dei motori sia per il costo eccessivo.
                      Di conseguenza, secondo la "curva di Laffer", il gettito complessivo delle accise sui prodotti petroliferi è calato e non di poco, alla faccia di chi considera i cittadini popolo bue da macellare.

                      Commenta


                      • #12
                        Re: Libero mercato e petrolio l'ennesima sola di questo sistema.

                        Concordo con Iron, aggiungo che il quarto della popolazione che si è arricchito (probabilmente è un ventesimo non un quarto ma non polemizziamo) è riuscito non per merito ma per meccanismi totalmente ingiusti (corruzione, raccomandazioni, servilismo padronale). Ma tanto agli italiani va benissimo così no? Meglio zitti... Lavorate schiavi!
                        Non è mai la vita a fare schifo, sono le persone con cui si interagisce nella vita che facilmente possono essere schifose.

                        Commenta


                        • #13
                          Re: Libero mercato e petrolio l'ennesima sola di questo sistema.

                          Originariamente inviato da bip69 Visualizza il messaggio
                          ogni centesimo di aumento sul carburante comporta un maggiore introito di circa 20 milioni di euro al mese per le casse dello Stato. Secondo i dati dell’Unione petrolifera nel 2007, le entrate fiscali alimentate dai prodotti petroliferi sono state superiori ai 35 miliardi (24,7 derivanti dalle accise e 10,5 dall’Iva).
                          per essere precisi
                          le accise sono una quota fissa... che salga o scenda il prezzo del petrolio o della benza la quota "accise" al litro non cambia.
                          Cambia invece l'IVA che va in percentuale.


                          Sulla variazione del prezzo alla pompa bisogna osservare che la benza che usiamo oggi viene da petrolio comperato
                          mesi fa col prezzo di allora ....
                          Il difetto è che i furbi petrolieri applicano subito gli aumenti invece di aspettare come per i cali.
                          La vita è quello che capita.
                          Lascia che capiti!

                          Commenta


                          • #14
                            Re: Libero mercato e petrolio l'ennesima sola di questo sistema.

                            Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
                            per essere precisi
                            le accise sono una quota fissa... che salga o scenda il prezzo del petrolio o della benza la quota "accise" al litro non cambia.
                            Cambia invece l'IVA che va in percentuale.


                            Sulla variazione del prezzo alla pompa bisogna osservare che la benza che usiamo oggi viene da petrolio comperato
                            mesi fa col prezzo di allora ....
                            Il difetto è che i furbi petrolieri applicano subito gli aumenti invece di aspettare come per i cali.
                            concordo con il dingo: i tecnicismi sono quelli

                            per questo ci vuole una persona che controlli e regolamenti i prezzi alla pompa: ed ai furbi multe salate
                            ** relax, take it easy**

                            Commenta


                            • #15
                              Re: Libero mercato e petrolio l'ennesima sola di questo sistema.

                              Originariamente inviato da georgeclooney Visualizza il messaggio
                              per questo ci vuole una persona che controlli e regolamenti i prezzi alla pompa: ed ai furbi multe salate
                              E chi controlla il controllore ? Quando sono in ballo miliardi il "controllore" dovrebbe essere dotato di optionals come ali ed aureola; cerchiamo di rimanere coi piedi per terra.
                              A controllare il mercato può essere solo il mercato ma nel caso dei prodotti petroliferi il mercato è in pratica un cartello, un oligopolio sottratto alle leggi e largamente aiutato da tutti i governi che ne vengono lautamente sovvenzionati.

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X