annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Altre leggi idiote

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Altre leggi idiote

    Ci sono in ballo, in un Parlamento che evidentemente non ha di meglio da fare, una legge sull'OMICIDIO STRADALE ed una sul CHILOMETRO ZERO.
    Non esiste un omicidio domestico, non esiste un omicidio condominiale, non esiste un omicidio scolastico eppure di omicidi in famiglia, condomini e scuole ce ne sono a sufficienza.
    Se un Kabobo che ti piccona qua e là non viene spedito pari pari all'ergastolo in quanto "incapace di intendere e di volere" la stessa attenuante vale per chi si mette al volante ubriaco fradicio o strafatto di coca o eroina.e mentre Kabobo dava le picconate dopo essersi procurata un'arma letale e quindi con evidente premeditazione, chi ammazza sulla strada non premedita di farlo e non si "dota" di un'arma ma usa come tale qualcosa nato per tutt'altro scopo.
    L'uccisione a mezzo auto, in quanto attribuibile all'incoscienza dell'autore, rimane sempre un omicidio COLPOSO e come tale va giudicato e punito. Io vedrei come pena accessoria (l'ho già scritto anni fa) l'iscrizione del colpevole in un "albo dei cattivi guidatori" che non possano più acquistare o noleggiare veicoli a motore in grado di superare i 5 o 10 Kmh.
    segue

  • #2
    Re: Altre leggi idiote

    Quanto al KM ZERO, siccome nessuno è in grado di stabilire, guardandola o mangiandola, la provenienza ed il luogo di nascita di una melanzana, di una zucchina o di un'albicocca si rischia di impiantare una nuova burocrazia che obblighi i produttori a fornire agli acquirenti (grossisti, grande e piccola distribuzione, mediatori ecc.) una certificazione che accompagni la pera dall'albero fino all'acquirente finale.
    C'è poi il fatto, noto a tutti tranne che agli ecologisti d'accatto, che nella pianura padana non crescono le arance o le banane e applicando seriamente il KM Zero, Milanesi, Torinesi e Veneziani ne dovrebbero fare a meno.
    C'è un altro fatto anche questo noto a tutti tranne che agli ecologisti d'accatto, che i mezzi che trasportano i prodotti dal sud al nord, dall'est all'ovest non fanno mezzo trasporto a vuoto ma nella maggior parte dei casi tornano "qua" carichi di "questo" dopo aver portato "là" un altro carico di "quello" (i containers sono nati proprio per rendere più flessibili i trasporti).
    Terzo fatto, anche questo noto a tutti tranne che agli ecologisti d'accatto, tutte le civiltà si sono sempre basate sul commercio come dimostra il fatto che Catone potè mostrare in Senato fichi freschi appena arrivati da Cartagine e che le sete cinesi, carissime, erano vendute anche in Spagna già al tempo dei Romani.
    Quarto fatto, anche questo noto a tutti tranne che agli ecologisti d'accatto, è che l'economia del terzo mondo si basa in larga parte sull'esportazione di prodotti agricoli (banane, noci di cocco,frutta esotica ecc.) o di pesca tutta roba che col KM Zero dovrebbe restare là dov'è nata e cresciuta.
    Ovviamente mi si risponderà che determinati prodotti non rientrerebbero nella normativa e qui dovrebbe per forza di cose nascere uno spaventevole contenzioso per stabilire se i carciofi di Ladispoli possano o no varcare la linea gotica o se le ciliege di Vignola possano attraversare il confine Liri-Garigliano.
    Ma fatemi il piacere.......

    Commenta


    • #3
      Re: Altre leggi idiote

      sono d'accordo nel merito dell'omicidio stradale,
      sul KM ZERO o io intendo un'altra cosa, oppure tu non hai capito cosa significa.

      per le banane e gli ananas del terzo mondo non dovrebbe cambiare nulla,
      come nulla cambierebbe per le arance siciliane portate a milano.

      Dovrebbe cambiare invece per i pomodori prodotti in puglia e in pianura padana
      che dovrebbero tornare concorrenziali rispetto ai pomodori portati dalla cina
      E questo porterebbe ai consumatori un prodotto di più certa provenienza.... sicuramente senza saperlo
      si mangerà qualche sfortunato rospetto assieme alla passata ...però rospetto italico!
      La vita è quello che capita.
      Lascia che capiti!

      Commenta


      • #4
        Re: Altre leggi idiote

        Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
        sono d'accordo nel merito dell'omicidio stradale,
        Dovrebbe cambiare invece per i pomodori prodotti in puglia e in pianura padana
        che dovrebbero tornare concorrenziali rispetto ai pomodori portati dalla cina
        E questo porterebbe ai consumatori un prodotto di più certa provenienza.... !
        Se fosse così mi starebbe anche bene ma come certifichi la più certa provenienza se non con un mare di carte ?
        Le melanzane non parlano cremonese o palermitano per poterle identificare.

        Commenta


        • #5
          Re: Altre leggi idiote

          Ok sull'omiocidio, sul chilometro zero non credo che faccia male una certificazione in piùper sapere da dove arriva una certa verdura. Ogni cibo dovrebbe avere tutte le informazioni possibili per una scelta alimentare consapevole.

          Commenta


          • #6
            Re: Altre leggi idiote

            Originariamente inviato da Seba82 Visualizza il messaggio
            Ok sull'omicidio, sul chilometro zero non credo che faccia male una certificazione in più per sapere da dove arriva una certa verdura. Ogni cibo dovrebbe avere tutte le informazioni possibili per una scelta alimentare consapevole.
            OK. allora si fa come per il tabacco.
            Il coltivatore dichiara di aver piantato 1000 semi con una resa del 90%. La Guardia di Finanza manda un ispettore per controllare il numero e la specie di piante effettivamente presenti nel campo e, in base a tabelle attuariali, calcola il presumibile raccolto compilando un verbale con copia al coltivatore e copia all'ufficio.
            Giunto il momento, il coltivatore raccoglie il prodotto e ne dà comunicazione alla GdF che lo viene a controllare, compilando un altro verbale.
            Il contadino mette a seccare le foglie e quando queste sono al punto giusto ne fa i mazzi da portare alle industrie di trasformazione, compilando una bolla di accompagnamento che indica, secondo le specie, la loro quantità.
            In fabbrica trova ancora la GdF che controlla se la merce corrisponda per qualità e quantità alla bolla d'accompagnamento.
            Altro verbale, compilato, ecc. ecc. ecc.
            Ripeti l'iter per i fagiolini, i pomidoro, l'indivia, le melanzane, le carote ecc. fino al verbale finale che viene allegato al cartellino del prezzo e che ti certifica che quelle carote vengono da Caltavuturo o da Piandane e che costano 40 euro al chilo per tutta la serie di controlli eseguiti dalla semina alla vendita.
            Che poi che accidenti te ne freghi se le carote, purchè siano di buona qualita, vengano dalle Puglie o dal Piemonte è un mistero che non riesco a capire.
            Se non sei capace di giudicare da te la qualità di quello che compri non sarà certo la burocrazia a garantirtela.

            Commenta


            • #7
              Re: Altre leggi idiote

              Originariamente inviato da collenuccio Visualizza il messaggio
              OK. allora si fa come per il tabacco.
              Il coltivatore dichiara di aver piantato 1000 semi con una resa del 90%. La Guardia di Finanza manda un ispettore per controllare il numero e la specie di piante effettivamente presenti nel campo e, in base a tabelle attuariali, calcola il presumibile raccolto compilando un verbale con copia al coltivatore e copia all'ufficio.
              Giunto il momento, il coltivatore raccoglie il prodotto e ne dà comunicazione alla GdF che lo viene a controllare, compilando un altro verbale.

              omissis

              Se non sei capace di giudicare da te la qualità di quello che compri non sarà certo la burocrazia a garantirtela.
              Sicuramente oggi i consumatori sono più attenti di una volta riguardo a quello che comprano, almeno su quello che mangiano (sul resto... non credo molto). Non credo che serva tutta la trafila che dici, basterebbe obbligare a mettere la provenienza, anche con un cartello a mano, e mandare a tot periodi qualcuno a fare controlli: non per forza la GdF, siamo pieni di addetti di varie associazioni agricole, che almeno facciano qualcosa (per la mia regione c'è Avepa che sa praticamente tutto su ogni terreno coltivato... non credo che costerebbe tanto un controllo del genere).

              Commenta


              • #8
                Re: Altre leggi idiote

                Poco meno di duemila anni fa, Tacito scrisse "corruptissima re publica plurimae leges".
                L'Italia odierna, checché se ne dica, non ha imparato una mazza da venti secoli di storia.
                Intanto, i barbari dell'epoca si sono dati da fare e oggi hanno in mano l'Europa.
                Sarebbe stato meglio se non fossi mai nato.

                Commenta


                • #9
                  Re: Altre leggi idiote

                  Originariamente inviato da Seba82 Visualizza il messaggio
                  basterebbe obbligare a mettere la provenienza, anche con un cartello a mano, e mandare a tot periodi qualcuno a fare controlli:.
                  Caro Seba, non ti smentisci mai !
                  Hai una tale fiducia nello stato (inteso come pubblica autorità) che dovresti vivere nella Corea del Nord.
                  Un controllo della filiera o è completo, dal seme al banco del mercato, o è del tutto inutile e, comunque, ogni controllo, anche saltuario, influisce sul costo finale del prodotto.

                  Commenta


                  • #10
                    Re: Altre leggi idiote

                    Originariamente inviato da collenuccio Visualizza il messaggio
                    Caro Seba, non ti smentisci mai !
                    Hai una tale fiducia nello stato (inteso come pubblica autorità) che dovresti vivere nella Corea del Nord.
                    Un controllo della filiera o è completo, dal seme al banco del mercato, o è del tutto inutile e, comunque, ogni controllo, anche saltuario, influisce sul costo finale del prodotto.
                    Non capisco perché un controllo dovrebbe influire sul costo finale del prodotto

                    Commenta


                    • #11
                      Re: Altre leggi idiote

                      Comunque, se lascio perdere gli andamenti della società e mi metto a pensare... credo che una cosa del genere sia inutile. Il chilometro zero, se effettivamente vale qualcosa, non dovrebbe avere bisogno di leggi ad hoc. Se una cosa funziona si sostiene da se, vende, sopratutto in un paese come il nostro dove siamo abituati al buon gusto in cucina (io mi metto in prima fila in questo ). Se il chilometro zero non va, non va, inutiule accanirsi.

                      PS comunque è innegabile che una zucchina del proprio orto sia più buona di una venduta al supermercato. Almeno, a me capita così.

                      Commenta


                      • #12
                        Re: Altre leggi idiote

                        Originariamente inviato da Seba82 Visualizza il messaggio
                        Non capisco perché un controllo dovrebbe influire sul costo finale del prodotto
                        Perché i controllori sarebbero in missione (e qui pagherebbe lo stato, cioè la collettività), perché il controllo interferisce, se fatto a dovere, con la vita aziendale; perché sarebbe inevitabilmente fonte di concussione da parte dei controllori; perchè ritarderebbe i raccolti, creerebbe una burocrazia interna all'azienda che dovrebbe stilare elenchi dettagliati di che e quanto produce da sottoporre all'esame dei controllori, perché, infine e soprattutto, sarebbe del tutto inutile.
                        L'unico modo di essere certi della provenienza di frutta e ortaggi è quello di raccoglierli di persona dai campi e dagli alberi.
                        Io, infatti, quando le mie quattro piante si degnano di fruttificare e calabroni ed uccelli non mi precedono nella raccolta sono sicuro del KM zero in ogni altro caso, certificazioni o cartellini o che altro non potrò mai esserlo.

                        Commenta


                        • #13
                          Re: Altre leggi idiote

                          Originariamente inviato da collenuccio Visualizza il messaggio
                          Perché i controllori sarebbero in missione (e qui pagherebbe lo stato, cioè la collettività), perché il controllo interferisce, se fatto a dovere, con la vita aziendale; perché sarebbe inevitabilmente fonte di concussione da parte dei controllori; perchè ritarderebbe i raccolti, creerebbe una burocrazia interna all'azienda che dovrebbe stilare elenchi dettagliati di che e quanto produce da sottoporre all'esame dei controllori, perché, infine e soprattutto, sarebbe del tutto inutile.
                          L'unico modo di essere certi della provenienza di frutta e ortaggi è quello di raccoglierli di persona dai campi e dagli alberi.
                          Io, infatti, quando le mie quattro piante si degnano di fruttificare e calabroni ed uccelli non mi precedono nella raccolta sono sicuro del KM zero in ogni altro caso, certificazioni o cartellini o che altro non potrò mai esserlo.
                          Sì, hai ragione

                          Commenta


                          • #14
                            Re: Altre leggi idiote

                            Originariamente inviato da collenuccio Visualizza il messaggio
                            Perché i controllori sarebbero in missione (e qui pagherebbe lo stato, cioè la collettività), perché il controllo interferisce, se fatto a dovere, con la vita aziendale; perché .
                            Se supponiamo che ogni cosa introdotta venga fatta con la massima inefficienza allora nulla potrà mai funzionare.
                            Volendo ad oggi c’è modo di controllare tutto semplicemente, perché trasportare dei prodotti senza documentare il trasporto oggi è difficile e rischioso… basterebbe mettere i dati dei trasporti in un database per poter controllare quasi tutti i movimenti.
                            Normali controlli antifrode con sanzioni che funzionano sono sufficienti.
                            Poi
                            Per me il funzionamento del Km zero dipende molto dal fatto che sia il consumatore ad apprezzarlo e a controllarlo di conseguenza.
                            Qual è il problema dei prodotti a Km zero oggi?
                            È che di solito sono più costosi perché la loro produzione non è massificata… per questo però sono di qualità molto migliore… ma in tempi di crisi molti devono rinunciare alla qualità.
                            Bisogna allora che la tassazione agevoli quei prodotti portandoli al consumatore ad un prezzo conveniente.
                            Per il controllo gran parte la fa la prova qualità del consumatore, un’altra grande parte si può ottenere se
                            L’autocertificazione “Km Zero” la pone lo stesso produttore indicando dove la produce a dove la spedisce
                            Già così se si trova un km zero a 300 km si becca un abuso
                            E poi il produttore che vuole l’agevolazione Km zero dovrebbe avere anche uno spaccio al dettaglio che consenta ai consumatori che volessero di vedere coi propri occhi come e dove realmente produce.
                            La vita è quello che capita.
                            Lascia che capiti!

                            Commenta

                            Sto operando...
                            X