annuncio

Comprimi

Regolamento

I PRINCIPI

Il forum di Sanihelp.it è un punto di incontro e confronto, un forum libero, privo di ogni censura preventiva. Questo forum è una comunità di aiuto e supporto reciproco in cui ognuno contribuisce cercando di essere d'aiuto e portando il proprio punto di vista riguardo i diversi temi trattati.

Nel forum ciascuno è libero di esprimere la sua opinione, mantenendo però un atteggiamento di educato rispetto nei confronti delle idee diverse. Il forum è uno spazio civile e gradevole: gli utenti non devono essere intolleranti e aggressivi, ma propositivi e disponibili, moderando il proprio linguaggio e consentendo così di ridurre al minimo l'attività di moderazione.

Lo staff di Sanihelp.it si riserva il diritto di eliminare l'iscrizione al forum, di cancellare discussioni e messaggi senza alcun preavviso.


GLI UTENTI
Gli utenti sono suddivisi in quattro categorie.

- Amministratore:
gestisce il forum in tutte le sue parti, appartiene allo staff di sanihelp.it
- Moderatore:
è un utente che ha il compito di agevolare la vita all'interno del forum, è un punto di riferimento e un valido aiuto per tutti gli utenti.
- Sani All:
gli utenti del forum.
- Utenti Bannati:
un utente bannato può accedere al forum ma non parteciparvi. Si è bannati se non si rispetta il regolamento, il ban può essere imposto per un periodo di tempo limitato o per sempre. Nei casi più gravi può essere bannato anche l'indirizzo IP.

Utenti e reputazione
Ogni 365 giorni di permanenza sul forum si guadagnano 10 punti.
Ogni 10.000 messaggi e 1.000 punti reputazione si guadagna un punto di potenza nell'assegnazione della reputazione ad altri utenti.
Un utente per poter assegnare reputazione deve avere almeno 15 punti e aver scritto 30 messaggi.
In 24 ore si possono assegnare solo 20 punti.
Prima di poter assegnare la reputazione allo stesso utente è necessario assegnarla a 15 utenti differenti.
Reputazione e i commenti non sono anonimi

NICKNAME e FIRMA
Dato l'alto numero di utenti iscritti al forum, tutti i nomi più comuni sono già presenti.
Consigliamo di scegliere un nome particolare che contenga dei numeri e che non contenga trattini, simboli o caratteri speciali.
Per tutelare la privacy personale suggeriamo inoltre di non utilizzare nome e cognome completi all'interno del nickname.

Il nickname e la firma non devono contenere testi offensivi o provocatori, non è inoltre possibile utilizzare come nickname un nome attribuibile a una professione medica se non si è un professionista collaboratore della redazione di Sanihelp.it (es: psicologo, dottore, urologo).
Se si desidera cambiare il nickname è possibile farlo inviando un messaggio privato all'amministrazione (Evoh).

La frase è modificabile autonomamente dal pannello di controllo personale.
Nel caso in cui venga inserito un contenuto non idoneo i moderatori provvederanno ad avvisare l'utente con un messaggio personale.
Se dopo la richiesta di modifica la frase resta invariata, i moderatori sono autorizzati a cancellarla.
Se si dovessero inserire nuovamente contenuti offensivi nella frase, verrà assegnato un ban di almeno 3 giorni.


LEGGI DELLO STATO E INTERNET

Per non incorrere in spiacevoli conseguenze, ricordiamo agli utenti che su questo forum vigono tutte le leggi dello Stato italiano.
Ogni utente è responsabile dei contenuti che pubblica e tutti, utenti, moderatori e amministratori, possono rivolgersi alla Polizia per far rispettare la legge o per tutelarsi.
Tafferugli verbali, consigli e provocazioni non sono considerati reati, i reati sono cose ben più gravi che la coscienza di ciascuno riesce facilmente a identificare.
Vi ricordiamo inoltre che, come cita la locuzione latina: Verba volant, scripta manent.


REGOLE GENERALI

1. Non è permesso pubblicare:
- indirizzi email
- numeri telefonici
- il contenuto di email private e messaggi privati (MP) anche se si è in possesso dell'autorizzazione del mittente
- pubblicare messaggi pubblicitari o link

2. I moderatori hanno il compito di animare e moderare le discussioni e di controllare che nessuno violi il regolamento del forum.
I moderatori potranno ammonire, avvertire, bannare gli utenti che non rispetteranno il regolamento ed editare, spostare, chiudere e cancellare una discussione o un post.

3. Chiunque abbia un comportamento in contrasto con il regolamento del forum potrà veder cancellati i propri interventi ed essere bannato da esso, fino all'esclusione permanente nei casi più gravi. L'esclusione permanente è da intendersi estesa anche a eventuali alias.

4. Gli argomenti dei post inseriti in una discussione devono essere inerenti al tema deciso dall'autore delle discussione. I moderatori possono cancellare o spostare in un altro forum gli interventi che saranno giudicati fuori tema (OT).

5. Un utente che si ritenga ingiustamente sanzionato ha facoltà di chiedere chiarimenti via messaggio privato o email. Nel caso questo non avvenga e vengano creati post e discussioni polemiche, saranno cancellate.

6. Il moderatore NON cancella o corregge discussioni o post su richiesta.

7. Saranno bannati gli utenti promotori di pedofilia e violenza e chiunque faccia apologia di reato. Varrà bannato inoltre chi diffonde dati e informazioni strettamente personali di un'altro utente senza il suo consenso.

8. Sono da escludere gli avatar che rientrino nelle limitazioni del regolamento e con esplicite immagini pornografiche o di anatomia intima.

9. L'autore del post è pienamente responsabile per i contenuti riportati: diffamazioni o violazioni di copyright.

10. Non è possibile per gli utenti effettuare pubblicità all’interno del forum. I post contenenti messaggi pubblicitari verranno cancellati e segnalati come Spam.

11. L'autore di ogni post ha la possibilità di editarlo entro 10 minuti dall'invio. Verificate attentamente i vostri messaggi; passato il termine non sono più modificabili, questo al fine di garantire una coerenza con lo sviluppo degli argomenti.

12. Prima di aprire una discussione in un forum è bene assicurarsi che l'argomento non sia trattato in altre discussioni attualmente attive. Nel caso siano aperte discussioni doppie i moderatori possono decidere di chiuderle e indirizzare gli utenti a quelle già esistenti.

13. Il forum non è una chat, quindi gli utenti non devono intraprendere lunghi botta e risposta con un altro utente, soprattutto se si tratta di questioni personali. Per le conversazioni private devono essere usati i mp o, nel caso di chiacchiere di gruppo, l’apposita sezione “4 chiacchiere”.


COME SCRIVERE SUL FORUM

Il titolo
Il titolo della discussione contiene il tema del messaggio. Deve essere sintetico ma non generico e soprattutto deve essere scritto in italiano corretto, senza abbreviazioni, lettere ripetute o maiuscole dove non necessarie.
Sono da evitare titoli come “Richiesta d’aiuto” o “Problema”.

esempio Titolo:
Cerco ortopedico - piede rotto (giusto)
AAAAAAAAAAAAIIIIIIII IIIUUUUUUUUUUUTTo! (sbagliato)

L'autore del primo post della discussione da l'indirizzo tematico della discussione.
Più il titolo sarà pertinente più la discussione sarà letta da tutti gli utenti del forum.
I moderatori potranno a loro discrezione modificare i titoli ritenuti non idonei.

Il contenuto delle discussioni
Aprire una nuova discussione significa voler condividere con gli altri utenti un problema di salute, chiedere un consiglio o confrontarsi su di un'idea o un'argomento.
Se un utente apre un thread solo per propagandare un'idea, sarà invitato al confronto. Se dopo un primo invito il post non sarà aperto anche alle opinioni degli altri utenti, i moderatori chiuderanno la discussione.

Il contenuto dei post

Gli utenti sono invitati a non scrivere in maiuscolo dove non necessario, poiché il maiuscolo indica che si sta urlando.
All'interno dei messaggi possono essere inserite le Emoticons. Il loro impiego nei topic è affidato al buon senso degli utenti, è consigliabile tuttavia non eccedere nel loro utilizzo.
Il linguaggio all'interno dei post deve essere cortese e rispettoso delle diverse opinioni degli altri utenti.
Nel caso in cui un post contenga linguaggio non adatto alla sezione in cui è contenuto o abbia un contenuto volutamente provocatorio, (atto a far degenerare la discussione o far arrabbiare un utente) i moderatori provvederanno a modificarlo e avvertire l'utente.
Nel caso in cui l'utente persista nel mantenere un linguaggio offensivo o aggressivo dopo il primo avvertimento, riceverà un ban di almeno 3 giorni. Se questo comportamento continuasse anche allo scadere del ban, i moderatori decideranno se bannare nuovamente l'utente in maniera definitiva.
Chi schernisce pubblicamente gli utenti che chiedono aiuto o mette in dubbio la realtà dell'utente e/o della situazione descritta riceverà un'infrazione e in caso avvenga nuovamente un ban fino a 2 giorni.

Citazioni e aforismi
Se si riportano stralci di libri o articoli, citazioni o aforismi all'interno delle discussioni è sempre bene riportare l'autore.
Non è possibile aprire discussioni contenenti esclusivamente citazioni e aforismi, salvo previa autorizzazione via messaggio privato della moderazione.

Sondaggi

Gli utenti dovrebbero evitare di realizzare discussioni di sondaggio: per realizzare un sondaggio chiedere al moderatore della sezione di aprire un thread apposito. Quando si crea un sondaggio è bene motivare chiaramente i quesiti, in modo che non possano essere scambiate per pure provocazioni o scherzi.

Funzione Quote
Quotare un messaggio significa citarlo riportandone una parte. Quotare implica ripetere cose che probabilmente gli altri utenti hanno già letto, va fatto solo quando strettamente necessario. Non è necessario quotare interamente il post precedente al proprio se si intende commentarne solo una frase: è bene mantenere la frase in questione e cancellare il resto.

Come aprire una nuova sezione (forum o sub forum)
Per aprire una nuova sezione o un nuovo forum si deve proporre l'argomento all'amministratore e impegnarsi per farlo crescere.
Per proporre una sezione o un forum è necessario che ci siano almeno due utenti interessati e disposti ad animare e moderare la sezione.
Vedi: Come diventare moderatore?


I MODERATORI e L'AUTO-MODERAZIONE

La base su cui si fonda questo forum è l'auto-moderazione, ogni utente è quindi tenuto a rispettare e fare rispettare il regolamento del forum.
I moderatori sono solo un aiuto in più in caso di bisogno.

Come ci comporta con le violazione ai principi di questo forum e del regolamento?
1. si abbandona la discussione evitando di intervenire.
2. si segnala l'abuso con l'apposito strumento (triangolo con punto esclamativo)
3. la segnalazione appare nella sezione dedicata (visibile pubblicamente)
4. i moderatori leggono la segnalazione, rispondono spiegando come intendono agire e si comportano di conseguenza
5. una volta che il moderatore ha risposto non è possibile ribattere se non tramite messaggio privato.

Nel caso vi sia un utente particolarmente molesto, è possibile non visualizzare i suoi post inserendolo tra i propri utenti indesiderati.

In caso si voglia chiarire una particolare situazione con un utente o un moderatore si comunica con l’interessato tramite messaggio privato, NON attraverso discussioni pubbliche.

In caso di infrazioni al regolamento da parte dei moderatori, è possibile sollevare il problema con il moderatore stesso via messaggio privato. In caso non si giunga a una conclusione civile e si ritenga necessario segnalare il problema, è possibile contattare l'amministratore. (Evoh)
NON è possibile discutere pubblicamente delle dinamiche di moderazione del forum. Le discussioni pubbliche verranno eliminate.

ATTENZIONE:
1 - Lo strumento segnalazioni serve a porre in evidenza gravi infrazioni al regolamento
2 - Un messaggio OT non è considerabile una grave infrazione
3 - Non è concesso utilizzare le segnalazioni per provocare altri utenti, innescare polemiche o flames e infastidire intenzionalmente la moderazione.
4 - Le risposte non sono sindacabili pubblicamente. Se non si è d'accordo è possibile comunicare via mp con il moderatore che ha risposto alla segnalazione. Segnalazioni di segnalazioni o di ammonimenti non riceveranno risposta e saranno cancellate.

Non è possibile segnalare i MP. In caso di gravi attacchi personali effettuati tramite messaggio privato gli utenti possono scrivere direttamente all'amministratore del forum.

Chiunque utilizzi impropriamente lo strumento di segnalazione (come da punto 3) riceverà un primo avvertimento e, nel caso in cui dovesse continuare, potrà ricevere un ban della durata massima di 3 giorni.

Come diventare moderatore?
Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

Il compito dei moderatori è:
- animare le discussioni
- facilitare lo scambio di opinioni tutelando la pluralità dei punti di vista
- accogliere i nuovi arrivati
- far rispettare il regolamento

I moderatori:
- rispettano il regolamento (che vale per i moderatori esattamente come per gli utenti)
- sono liberi di esprimersi nei forum seguendo le stesse linee guida degli utenti (post cordiali, non aggressivi, no flames, no attacchi personali, non mettono in dubbio identità o realtà di un utente, ecc)
- NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum (solo gli utenti possono segnalare)
- possono moderare solo le sezioni loro assegnate



PRINCIPI E LINEE GUIDA DEL MODERATORE

Il caposaldo del regolamento è l'auto-moderazione.
L'intervento dei moderatori deve essere quindi, in ordine di priorità:

- Animare: aprire discussioni, accogliere i nuovi, facilitare lo scambio di opinioni (consentendo a tutti di esprimersi) e aiutare gli utenti a districarsi fra le regole del forum e gli strumenti (fratello maggiore)
- Mantenere la rotta: il moderatore deve far si che le discussioni siano sempre on topic, è lecito chiuderle se si esce fuori tema.
- Moderare: (... e far moderare) i toni
- Mantenere la forma: è importante come si scrive, come si fa un titolo, come si imposta una domanda.

I moderatori di sezione lavorano in squadra e tutte le decisioni devono essere condivise, tutte le discussioni tecniche o inerenti la moderazioni devono avvenire via MP o nella sezione del forum privata e dedicata esclusivamente ai moderatori. Il moderatore non deve mai discuterne pubblicamente.

Il moderatore deve animare e pacificare, quindi non deve essere MAI causare volontariamente problemi e dissidi con gli altri moderatori.
Nel caso in cui un moderatore attacchi pubblicamente un altro moderatore per il suo operato, sarà sospeso per una settimana.
Nel caso in cui un moderatore violi il regolamento e/o agisca contro l'interesse del forum e della moderazione, gli altri moderatori possono segnalarlo nel forum moderatori.
Alla terza segnalazione l'amministrazione risponderà entro 5 giorni alla segnalazione e potrà agire con un richiamo formale, con un ban o con la rimozione dall'incarico.

I moderatori dato l'importante ruolo che ricoprono per la comunità del forum devono essere:
- tolleranti
- disponibili
- leali
- imparziali
- punto di riferimento per gli utenti
- da esempio

Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

I moderatori devono rispettare il regolamento e sono liberi di esprimersi nei forum, ma NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum e devono moderare solo le sezioni loro assegnate.
Solo gli utenti possono segnalare, se un moderatore riscontra violazioni nella sezione di sua competenza non segnala ma agisce.
In caso un moderatore noti situazioni particolari in una sezione di un altro moderatore, deve limitarsi a segnalarla tramite messaggio privato.

Se un moderatore dovesse mancare dal forum per più di un mese senza aver comunicato la sua assenza in precedenza, verrà rimosso dal suo incarico.

Regolamento segnalazioni e ban
La sezione dove saranno postate le segnalazioni sarà leggibile a tutti.
Solo i moderatori potranno scrivere in risposta alla segnalazioni
Alla segnalazione di un utente risponde il moderatore della sezione interessato scrivendo come intende agire e motivando proprie decisioni. (può anche decidere di non fare nulla, ma va scritto!)
Nel caso si decidesse di bannare l'utente, verrà scritto direttamente in risposta alla segnalazione e sarà visibile a tutti.
Non saranno poi concesse repliche in risposta al moderatore. Se ci saranno domande/dubbi/problemi andranno gestiti tramite i mp.

Nel caso che la decisione di bannare l’utente derivi non da una segnalazione ma da un ragionamento fatto con altri moderatori, il moderatore deve notificare il ban con un post nel forum moderatori.
Quando si banna un utente è OBBLIGATORIO segnalare la motivazione.



CANCELLAZIONE
Se si desidera cancellare la propria utenza dal forum, è sufficiente inviare un messaggio privato all'amministratore del forum (attualmente Evoh) E una a mail a [email protected] utilizzando la mail d'iscrizione al forum e indicando il proprio nick e la volontà di essere cancellati.
Visualizza altro
Visualizza di meno

Perché ogni discussione politica finisce per parlare di Berlusconi?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Perché ogni discussione politica finisce per parlare di Berlusconi?

    Collenuccio si domanda, giustamente:

    Originariamente inviato da collenuccio Visualizza il messaggio
    Ma è mai possibile che qualunque discussione nasca nel forum debba finire per avvitarsi su Berlusconi ?
    E io rispondo, dal mio punto di vista: perché sulla scena politica italiana non si muove una foglia che Berlusconi non voglia. Il paese ha bisogno di legalità, ma finché c'è B., grazie al patto del nazareno, non c'è speranza che qualcosa cambi. Anzi, gli iter processuali si allungheranno ancora, e la prescrizione si accorcerà ancora. Questo garantirà a lui l'eterna impunità, ma anche causerà il fatto che i nostri processi continueranno a durare il triplo che nel resto d'Europa e falliranno in percentuale altissima (la prescrizione sancisce il fallimento di un iter processuale che è andato troppo per le lunghe, almeno in teoria, quindi è corretto parlare di fallimento, anche se per com'è formulata nel nostro orientamento è ormai chiaro che sancisce la possibilità per il reo abbastanza abbiente da dotarsi di buoni difensori di sfangarla), allontanando di fatto tutti quegli investitori stranieri (e sono tanti) che non si sentono tutelati dal fatto che l'altissima corruzione presente sul nostro territorio costituisce per loro un avversario baro, temibile e di cui non c'è modo di avere giustizia.

  • #2
    Re: Perché ogni discussione politica finisce per parlare di Berlusconi?

    Analogamente, non saranno mai prese delle misure serie contro la corruzione e l'evasione, finché egli è presente sulla scena politica, perché... serve proprio che lo dica? Credo di no. Ma anche queste cose paralizzano l'economia, e disastrano i conti dello stato. C'è poi il fatto che non esiste al mondo che in un paese civile i politici si propongano di mettere mano alla costituzione patteggiando con un pregiudicato (sempre lui). Se egli è presente ovunque ci siano dei problemi, e di questi sia sempre e costantemente concausa o, quantomeno, costituisca un serio intralcio alla soluzione degli stessi, è ovvio che si parli sempre di lui.

    I problemi dell'Italia sono:

    - La lotta alla mafia, che non è possibile perché lui ha amici mafiosi o che sono a loro volta amici di mafiosi.

    - La lotta all'evasione, che non è possibile perché lui è primatista della specialità.

    - La lotta alla corruzione, che non è possibile perché lui è primatista della specialità.

    - Una seria revisione della giustizia, che non è possibile perché andrebbe contro in un colpo solo a tutte e tre le precedenti peculiarità di B.

    Tutte queste cose non fatte, paralizzano l'economia del paese e allontanano gli investitori stranieri. L'unica cosa che non fanno è ledere gli interessi di B. e di chi c'è dietro di lui.

    Commenta


    • #3
      Re: Perché ogni discussione politica finisce per parlare di Berlusconi?

      Ci fosse un politico che avesse la forza di dire ciò che sarebbe solo espressione di banale buonsenso: "io patti con quello lì non li faccio, perché è un delinquente". Un politico così non c'è, c'è solo un movimento di non politici di professione che a tutt'ora ha mostrato coerenza, ma anche tanti limiti. È chiaro che in un paese in cui gli evasori fiscali sono più di 10.000.000, B. avrà sempre un largo consenso: è il primatista di specialità, è stato condannato in via definitiva e interdetto dalle cariche pubbliche, eppure sta cercando di modificare addirittura la costituzione a proprio vantaggio. Uno così, è un supereroe per chi pensa che aggirare la legge sia giusto. Ma chi pensa così, pensa da criminale. Il resto della popolazione, quella onesta, cose così non le vuole più vedere, e ogni volta che può lo dice. La cosa incredibile, o paradossalmente molto indicativa di tante cose, è che non c'è un politico serio che dica e faccia quello che la maggior parte della popolazione pensa. C'è uno scollamento totale tra elettorato ed eletti, ed è questo il motivo per cui gli eletti - e anche non, visto che il nostro premier attuale è stato eletto una sola volta, per fare il sindaco di Firenze - non hanno nessuna intenzione di cambiare la legge elettorale in modo che gli elettori possano davvero scegliersi i candidati, anzi, stanno facendo di tutto per garantire il fatto che qualunque cosa l'elettorato voti, siano i partiti a decidere chi mandare al governo, in un modo o nell'altro. Questo è un altro problema, ma qui la volontà di B. non è così determinante, perché si perde nel coro delle voci di tutti quelli che si mettono a strillare come ossessi all'idea di perdere una poltrona che molte volte hanno ricevuto senza essere mai stati nemmeno eletti.

      Commenta


      • #4
        Re: Perché ogni discussione politica finisce per parlare di Berlusconi?

        Questi sono i motivi per i quali, in estrema sintesi, tutte le discussioni finiscono a parlare di B., perché dove c'è un problema c'è lui, e non è mai lì per risolverlo, ma anzi tutto il contrario. E molta gente non ne può più.

        Commenta


        • #5
          Re: Perché ogni discussione politica finisce per parlare di Berlusconi?

          Santissima Misericordia !
          Se Berlusconi è un simile mostro di potenza politica finanziaria mediatica e, mettiamoci anche questa, fornicatrice, se i suoi avversari sono tutti mollaccioni con la spina dorsale di gelatina, se Berlusconi è in grado di condizionare, starei per dire vivo o morto, l'intero quadro socioeconomico dell'Italia com'è che non si è proclamato duce, fuhrer, caudillo, conducator, grande timoniere ecc. ?
          Com'è che tutta la sua potenza gli è servita per finire a vuotare i pappagalli degli anziani ?
          Non è, forse, che il Cavaliere (è ancora cavaliere di diversi ordini anche se ha rinunciato al titolo di Cavaliere del Lavoro) sia stato negli ultimi anni l'unico politico ad avere una visione globale che uscisse dalla banale routine del do ut des, degli accordi sottobanco come gli incentivi alla Fiat di Agnelli (a proposito del quale rimane in sospeso, in barba all'obbligatorietà dell'azione penale la denuncia della figlia che vorrebbe una parte dei centomilioni di euro che l'avvocato ha spostato all'estero), della supina obbedienza ai diktat dell'UE e dei poteri forti, ivi compresi i sindacati ?
          Non è che la sua azione politica abbia dato troppo fastidio a chi sguazzava nella palude del dopo Manipulite ?
          P.J. delinea una figura titanica, un genio del male in grado di condizionare la vita di un'intera nazione ma al quale, guarda un po', è stato impedito di raggiungere i suoi obiettivi e non per l'opposizione popolare (ultima frase del post di PJ) ma per un intreccio fra magistratura, politica, De Benedetti (famoso distruttore di aziende come l'Olivetti prima e la Sorgenia adesso), Repubblica, Travaglio ed altre marionette del teatrino Italia.

          Commenta


          • #6
            Re: Perché ogni discussione politica finisce per parlare di Berlusconi?

            Per favore, un po' di coerenza, Un genio del male come quello descritto da PJ non si fa incastrare come un ladro di polli.
            E se, in questo forum si continua a parlare solo di lui è perché nel quadro politico non esiste nessun altro che sia al suo livello e nel forum non c'è quasi nessuno in grado di parlare di politica vera, di fare proposte, di suggerire soluzioni che vadano al di là del Muoia Sansone con tutti i Filistei.

            Commenta


            • #7
              Re: Perché ogni discussione politica finisce per parlare di Berlusconi?

              Originariamente inviato da collenuccio Visualizza il messaggio
              Per favore, un po' di coerenza, Un genio del male come quello descritto da PJ non si fa incastrare come un ladro di polli...
              Pienamente d'accordo. Infatti io non credo proprio sia un genio (anzi, mi guardo bene dal descriverlo come tale), e nemmeno una persona dotata di intelligenza nella media. Una persona intelligente sa che rubare cifre di quella portata equivale ad ammazzare parecchie persone con le proprie mani, perché significa portare letteralmente via il pane di bocca a tante persone, e non lo fa. Quella non è intelligenza, e banale furberia di bassa lega. Di conseguenza, grazie a Dio nessun altro nel quadro politico è al suo livello. Stiamo parlando di uno che non è mai stato intercettato direttamente, e ciononostante ne ha dette talmente tante nelle intercettazioni altrui che metà basta. Uno che non ha alcuna lungimiranza, alcun vero piano, alcuna forma di ritegno. Uno che, essendo incapace di non farsi beccare, è stato costretto a entrare in politica per avere l'immunità, per cambiarsi le leggi, per far saltare decine di processi (suoi, decine di migliaia di altri delinquenti con decine di miglia di vittime che ringraziano per aver subito senza avere nulla in cambio) e, ciononostante, è stato condannato, perché ne ha fatte talmente tante che era umanamente impossibile scamparle tutte. Si è fatto incastrare come un ladro di polli perché quella, alla fin fine, è la sua caratura. Un ladro di polli colossale, che è diventato tale grazie all'appoggio di poteri occulti e grazie al fatto che ha trovato un ambiente fertilissimo come quello della politica nostrana. Che non è la politica vera, che è altra cosa.

              Commenta


              • #8
                Re: Perché ogni discussione politica finisce per parlare di Berlusconi?

                Io capisco che vent'anni di balle sorbite come se fossero il vangelo possano condizionare chiunque, ma davvero mi domando: non ti dice niente il fatto che sia un pregiudicato? È un delinquente, nel vero senso della parola! Possibile che questo davvero non ti faccia suonare alcun campanello d'allarme e non ti spinga a dubitare nemmeno per un secondo? Possibile che davvero tu non colga l'assurdo di pensare che esista una congiura che coinvolge persone che non sono mai andate d'accordo tra di loro, ma sono accomunate da un odio viscerale per Berlusconi, piuttosto che aprire finalmente gli occhi su una verità abbastanza banale, e cioè che lo trattano tutti da farabutto perché lo è? A chiunque, se in una determinata situazione tutti gli dicono che sbaglia, alla fine il dubbio che sia vero e che sia improbabile che sia lui l'unico nel giusto e tutti gli altri nel torto viene. A chiunque non sia stupido, perché solo gli stupidi non sbagliano mai. Possibile che Berlusconi sia riuscito a istupidire così tanta gente che non dubita mai che l'unico ballista sia lui e non tutti gli altri? Questa cosa è incredibile.

                Commenta


                • #9
                  Re: Perché ogni discussione politica finisce per parlare di Berlusconi?

                  OK, carissimo, hai ragione. Hai solo dimenticato di aggiungere che fu lui il responsabile della Strage degli Innocenti e della Notte di San Bartolomeo.
                  La sua condanna per lo stesso reato per il quale era stato assolto due volte è una di quelle assurdità giuridiche che rendono la sentenza una semplice barzelletta. Ma se per te va bene, bene così.

                  Commenta


                  • #10
                    Re: Perché ogni discussione politica finisce per parlare di Berlusconi?

                    Originariamente inviato da collenuccio Visualizza il messaggio
                    OK, carissimo, hai ragione. Hai solo dimenticato di aggiungere che fu lui il responsabile della Strage degli Innocenti e della Notte di San Bartolomeo.
                    La sua condanna per lo stesso reato per il quale era stato assolto due volte è una di quelle assurdità giuridiche che rendono la sentenza una semplice barzelletta. Ma se per te va bene, bene così.
                    Veramente è stato assolto per frode fiscale un paio di volte. Per falso in bilancio, sempre un paio di volte è stato assolto, ma perché il fatto non costituiva più reato dopo che si è cambiato la legge in corso d'opera. Charlie Brooker, personaggio televisivo inglese, commentò così la vicenda: "Se Berlusconi cadesse da un precipizio, cambierebbe la legge di gravità in suo favore e tornerebbe fluttuando nel punto dal quale è caduto". Molte altre volte, per lo stesso reato è stato prescritto. E la prescrizione non è un'assoluzione, come lui e tu continuate a volerci far credere. La prescrizione è il fallimento del processo per decorrenza dei termini, che di fatto grazia ugualmente gli innocenti e i colpevoli. Gli innocenti, soprattutto se personaggi pubblici, nei paesi civili - laddove raramente ci sia la possibilità di venire prescritti - rinunciano alla prescrizione, perché lascerebbe nell'elettorato il dubbio che la si sia fatta franca pur essendo colpevoli. Berlusconi, che onesto non è, la prescrizione la invoca come se fosse un diritto. Lo stesso vale per l'appropriazione indebita, reato per il quale è stato un po' assolto e un po' prescritto. Questi i tre reati per cui è stato condannato, e in precedenza a volte assolto e per lo più prescritto. Messi i puntini sulle "i", per me non va bene così, perché è stato troppe volte salvato da una prescrizione ridicola all'inizio e ormai quasi criminale che non ha eguali in alcun paese al mondo salvo, forse, la Grecia.

                    Commenta


                    • #11
                      Re: Perché ogni discussione politica finisce per parlare di Berlusconi?

                      Con il che continui ad insistere sulla prescrizione come se il rinvio delle udienze non fosse stabilito dai giudici ma dalla difesa.
                      Come ti è stato spiegato non so più quante volte la prescrizione impedisce che chi ha rubato una mela nel 1946 possa essere processato nel 2014; riconosce che se non sono state trovate prove di reato in un tempo ragionevole l'imputato non possa essere tenuto sotto processo per tutta la vita.
                      La difesa chiede il rinvio per un motivo o per l'altro ma a concedere il rinvio è IL GIUDICE che, si suppone, nel pieno possesso delle sue facoltà mentali ritiene o non ritiene che la richiesta della difesa sia accettabile e accorda o rifiuta la dilazione.
                      Ma con te è una perdita di tempo parlare di diritto se non forse nell'ambito del lavoro a maglia.
                      Evidentemente per te un processo DEVE arrivare ad una condanna ed in particolare alla condanna di Berlusconi, ci siano o non ci siano prove a suo carico. In ogni altro caso, assoluzione o prescrizione, i giudici, servi del cavaliere, sbagliano.
                      Te l'ho già detto; tienti le tue convinzioni che ritengo siano in buona fede, e lascia perdere il discorso.

                      Commenta


                      • #12
                        Re: Perché ogni discussione politica finisce per parlare di Berlusconi?

                        Credo che le caratteristiche esposte da PJ siano di gran lunga sufficienti a rispondere ai quesiti posti da collenuccio,aggiungo solo che (quando va bene)in italia non c'è molto di cui parlare al di fuori di B. è un paese di una tale piattezza e noia che trovo faticoso parlare di chissà che,a me sembra solo un 'immensa casa di riposo per anziani mantenuti da giovani e pseudo giovani che un pò perchè c'è la schiavitù(non il lavoro) un pò per colpa loro con facebook e co hanno smesso di vivere,via da qui il prima possibile.

                        Commenta


                        • #13
                          Re: Perché ogni discussione politica finisce per parlare di Berlusconi?

                          Originariamente inviato da collenuccio Visualizza il messaggio
                          ...

                          Come ti è stato spiegato non so più quante volte...

                          Ma con te è una perdita di tempo parlare di diritto se non forse nell'ambito del lavoro a maglia...

                          Te l'ho già detto; tienti le tue convinzioni che ritengo siano in buona fede, e lascia perdere il discorso.
                          Grazie per sottolineare il fatto che la cosa mi è stata spiegata tante volte, lasciando intendere che sono troppo idiota per comprenderla, apprezzo la gentilezza. Non c'è altra spiegazione - perché potrebbe essere che tu alluda al fatto che faccio orecchie da mercante, ma poi chiarisci che "con te è una perdita di tempo parlare di diritto se non forse nell'ambito del lavoro a maglia" e "tienti le tue convinzioni che ritengo siano in buona fede, e lascia perdere il discorso", come a dire che tanto non capirò mai un tubo. Preferirei degli insulti diretti invece di queste insinuazioni che non sono nemmeno sottili, ma sembrano tanto quel dito dietro cui si nascondono i pavidi. Mi permetto di rispondere, visto che non è la prima volta e la pazienza di tutti ha un limite, seppure non con la stessa odiosa ambiguità di parole che proprio non mi appartiene: mi rendo conto che la vecchiaia è un'età difficile, perché, se da un lato dona saggezza, dall'altro evidentemente toglie lucidità di pensiero.

                          Commenta


                          • #14
                            Re: Perché ogni discussione politica finisce per parlare di Berlusconi?

                            Originariamente inviato da collenuccio Visualizza il messaggio
                            Con il che continui ad insistere sulla prescrizione come se il rinvio delle udienze non fosse stabilito dai giudici ma dalla difesa...

                            la prescrizione impedisce che chi ha rubato una mela nel 1946 possa essere processato nel 2014; riconosce che se non sono state trovate prove di reato in un tempo ragionevole l'imputato non possa essere tenuto sotto processo per tutta la vita.
                            La difesa chiede il rinvio per un motivo o per l'altro ma a concedere il rinvio è IL GIUDICE che, si suppone, nel pieno possesso delle sue facoltà mentali ritiene o non ritiene che la richiesta della difesa sia accettabile e accorda o rifiuta la dilazione...
                            Io non ho chiamato in causa né i giudici, né la difesa. Se vuoi parlare d'altro, introduci pure l'argomento, ma non comportarti come se stessi rispondendo a me.

                            Ci sono due modi di sveltire i processi: snellire l'iter processuale e potenziare la macchina della giustizia - cosa che garantisce un miglior funzionamento della giustizia, per questo negli altri paesi fanno così; ammazzare quanti più processi possibile in maniera che finiscano prima anche se non sono conclusi - cosa che peggiora lo stato della giustizia, perché non consente che questa faccia il suo corso e perché fa sprecare alla macchina della giustizia energie in procedimenti che non portano a nulla. Quindi è chiaro per tutti che accorciare la prescrizione è un provvedimento che ha l'unico pregio di funzionare subito e costare poco nell'immediato, ma sul lungo periodo causa più danni che benefici perché mina la giustizia e ha dei costi molto alti sul lungo periodo. Negli altri paesi (laddove esiste, in molti ordinamenti non c'è proprio) la prescrizione c'è per i reati non contestati in tempo, di solito decade quando inizia un processo - proprio perché far partire un processo per non finirlo è buttare via tempo e soldi.

                            Commenta


                            • #15
                              Re: Perché ogni discussione politica finisce per parlare di Berlusconi?

                              In ogni caso, per rispondere nel merito della questione chi tra giudice e difesa procrastina i processi, ovviamente è la difesa a farlo. Sarà anche il giudice a decidere, ma è la difesa a porre ostacoli in mezzo, che non porrebbe se la prescrizione non fosse allettante, vicina, a vole sempre più vicina perché il processato (l'imputato) cambia le regole del gioco in corso d'opera. Anche che il giudice non abbia alcuna intenzione di accettare le richieste della difesa, queste richiedono tempo, la compilazione di carte che vanno firmate da questo, da quello, e a volte perse strada facendo da qualcun altro di modo che si debba ricominciare tutto daccapo. Non è che la difesa chieda "io vorrei..." e il giudice al volo risponde "sì" o "no", e quindi dipende dal giudice se ci sono delle dilazioni. La difesa domanda "io vorrei..." e presenta una richiesta formale che va vagliata secondo l'iter spiegato prima. È chiaro che, in questo modo, la difesa si sente autorizzata e anche indotta a fare delle richieste che sa già essere irragionevoli, perché per essere respinte queste richiederanno comunque del tempo, tempo che va a sicuro scapito della conclusione del processo.

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X
                              gtag('config', 'UA-35946721-1');