annuncio

Comprimi

Regolamento

I PRINCIPI

Il forum di Sanihelp.it è un punto di incontro e confronto, un forum libero, privo di ogni censura preventiva. Questo forum è una comunità di aiuto e supporto reciproco in cui ognuno contribuisce cercando di essere d'aiuto e portando il proprio punto di vista riguardo i diversi temi trattati.

Nel forum ciascuno è libero di esprimere la sua opinione, mantenendo però un atteggiamento di educato rispetto nei confronti delle idee diverse. Il forum è uno spazio civile e gradevole: gli utenti non devono essere intolleranti e aggressivi, ma propositivi e disponibili, moderando il proprio linguaggio e consentendo così di ridurre al minimo l'attività di moderazione.

Lo staff di Sanihelp.it si riserva il diritto di eliminare l'iscrizione al forum, di cancellare discussioni e messaggi senza alcun preavviso.


GLI UTENTI
Gli utenti sono suddivisi in quattro categorie.

- Amministratore:
gestisce il forum in tutte le sue parti, appartiene allo staff di sanihelp.it
- Moderatore:
è un utente che ha il compito di agevolare la vita all'interno del forum, è un punto di riferimento e un valido aiuto per tutti gli utenti.
- Sani All:
gli utenti del forum.
- Utenti Bannati:
un utente bannato può accedere al forum ma non parteciparvi. Si è bannati se non si rispetta il regolamento, il ban può essere imposto per un periodo di tempo limitato o per sempre. Nei casi più gravi può essere bannato anche l'indirizzo IP.

Utenti e reputazione
Ogni 365 giorni di permanenza sul forum si guadagnano 10 punti.
Ogni 10.000 messaggi e 1.000 punti reputazione si guadagna un punto di potenza nell'assegnazione della reputazione ad altri utenti.
Un utente per poter assegnare reputazione deve avere almeno 15 punti e aver scritto 30 messaggi.
In 24 ore si possono assegnare solo 20 punti.
Prima di poter assegnare la reputazione allo stesso utente è necessario assegnarla a 15 utenti differenti.
Reputazione e i commenti non sono anonimi

NICKNAME e FIRMA
Dato l'alto numero di utenti iscritti al forum, tutti i nomi più comuni sono già presenti.
Consigliamo di scegliere un nome particolare che contenga dei numeri e che non contenga trattini, simboli o caratteri speciali.
Per tutelare la privacy personale suggeriamo inoltre di non utilizzare nome e cognome completi all'interno del nickname.

Il nickname e la firma non devono contenere testi offensivi o provocatori, non è inoltre possibile utilizzare come nickname un nome attribuibile a una professione medica se non si è un professionista collaboratore della redazione di Sanihelp.it (es: psicologo, dottore, urologo).
Se si desidera cambiare il nickname è possibile farlo inviando un messaggio privato all'amministrazione (Evoh).

La frase è modificabile autonomamente dal pannello di controllo personale.
Nel caso in cui venga inserito un contenuto non idoneo i moderatori provvederanno ad avvisare l'utente con un messaggio personale.
Se dopo la richiesta di modifica la frase resta invariata, i moderatori sono autorizzati a cancellarla.
Se si dovessero inserire nuovamente contenuti offensivi nella frase, verrà assegnato un ban di almeno 3 giorni.


LEGGI DELLO STATO E INTERNET

Per non incorrere in spiacevoli conseguenze, ricordiamo agli utenti che su questo forum vigono tutte le leggi dello Stato italiano.
Ogni utente è responsabile dei contenuti che pubblica e tutti, utenti, moderatori e amministratori, possono rivolgersi alla Polizia per far rispettare la legge o per tutelarsi.
Tafferugli verbali, consigli e provocazioni non sono considerati reati, i reati sono cose ben più gravi che la coscienza di ciascuno riesce facilmente a identificare.
Vi ricordiamo inoltre che, come cita la locuzione latina: Verba volant, scripta manent.


REGOLE GENERALI

1. Non è permesso pubblicare:
- indirizzi email
- numeri telefonici
- il contenuto di email private e messaggi privati (MP) anche se si è in possesso dell'autorizzazione del mittente
- pubblicare messaggi pubblicitari o link

2. I moderatori hanno il compito di animare e moderare le discussioni e di controllare che nessuno violi il regolamento del forum.
I moderatori potranno ammonire, avvertire, bannare gli utenti che non rispetteranno il regolamento ed editare, spostare, chiudere e cancellare una discussione o un post.

3. Chiunque abbia un comportamento in contrasto con il regolamento del forum potrà veder cancellati i propri interventi ed essere bannato da esso, fino all'esclusione permanente nei casi più gravi. L'esclusione permanente è da intendersi estesa anche a eventuali alias.

4. Gli argomenti dei post inseriti in una discussione devono essere inerenti al tema deciso dall'autore delle discussione. I moderatori possono cancellare o spostare in un altro forum gli interventi che saranno giudicati fuori tema (OT).

5. Un utente che si ritenga ingiustamente sanzionato ha facoltà di chiedere chiarimenti via messaggio privato o email. Nel caso questo non avvenga e vengano creati post e discussioni polemiche, saranno cancellate.

6. Il moderatore NON cancella o corregge discussioni o post su richiesta.

7. Saranno bannati gli utenti promotori di pedofilia e violenza e chiunque faccia apologia di reato. Varrà bannato inoltre chi diffonde dati e informazioni strettamente personali di un'altro utente senza il suo consenso.

8. Sono da escludere gli avatar che rientrino nelle limitazioni del regolamento e con esplicite immagini pornografiche o di anatomia intima.

9. L'autore del post è pienamente responsabile per i contenuti riportati: diffamazioni o violazioni di copyright.

10. Non è possibile per gli utenti effettuare pubblicità all’interno del forum. I post contenenti messaggi pubblicitari verranno cancellati e segnalati come Spam.

11. L'autore di ogni post ha la possibilità di editarlo entro 10 minuti dall'invio. Verificate attentamente i vostri messaggi; passato il termine non sono più modificabili, questo al fine di garantire una coerenza con lo sviluppo degli argomenti.

12. Prima di aprire una discussione in un forum è bene assicurarsi che l'argomento non sia trattato in altre discussioni attualmente attive. Nel caso siano aperte discussioni doppie i moderatori possono decidere di chiuderle e indirizzare gli utenti a quelle già esistenti.

13. Il forum non è una chat, quindi gli utenti non devono intraprendere lunghi botta e risposta con un altro utente, soprattutto se si tratta di questioni personali. Per le conversazioni private devono essere usati i mp o, nel caso di chiacchiere di gruppo, l’apposita sezione “4 chiacchiere”.


COME SCRIVERE SUL FORUM

Il titolo
Il titolo della discussione contiene il tema del messaggio. Deve essere sintetico ma non generico e soprattutto deve essere scritto in italiano corretto, senza abbreviazioni, lettere ripetute o maiuscole dove non necessarie.
Sono da evitare titoli come “Richiesta d’aiuto” o “Problema”.

esempio Titolo:
Cerco ortopedico - piede rotto (giusto)
AAAAAAAAAAAAIIIIIIII IIIUUUUUUUUUUUTTo! (sbagliato)

L'autore del primo post della discussione da l'indirizzo tematico della discussione.
Più il titolo sarà pertinente più la discussione sarà letta da tutti gli utenti del forum.
I moderatori potranno a loro discrezione modificare i titoli ritenuti non idonei.

Il contenuto delle discussioni
Aprire una nuova discussione significa voler condividere con gli altri utenti un problema di salute, chiedere un consiglio o confrontarsi su di un'idea o un'argomento.
Se un utente apre un thread solo per propagandare un'idea, sarà invitato al confronto. Se dopo un primo invito il post non sarà aperto anche alle opinioni degli altri utenti, i moderatori chiuderanno la discussione.

Il contenuto dei post

Gli utenti sono invitati a non scrivere in maiuscolo dove non necessario, poiché il maiuscolo indica che si sta urlando.
All'interno dei messaggi possono essere inserite le Emoticons. Il loro impiego nei topic è affidato al buon senso degli utenti, è consigliabile tuttavia non eccedere nel loro utilizzo.
Il linguaggio all'interno dei post deve essere cortese e rispettoso delle diverse opinioni degli altri utenti.
Nel caso in cui un post contenga linguaggio non adatto alla sezione in cui è contenuto o abbia un contenuto volutamente provocatorio, (atto a far degenerare la discussione o far arrabbiare un utente) i moderatori provvederanno a modificarlo e avvertire l'utente.
Nel caso in cui l'utente persista nel mantenere un linguaggio offensivo o aggressivo dopo il primo avvertimento, riceverà un ban di almeno 3 giorni. Se questo comportamento continuasse anche allo scadere del ban, i moderatori decideranno se bannare nuovamente l'utente in maniera definitiva.
Chi schernisce pubblicamente gli utenti che chiedono aiuto o mette in dubbio la realtà dell'utente e/o della situazione descritta riceverà un'infrazione e in caso avvenga nuovamente un ban fino a 2 giorni.

Citazioni e aforismi
Se si riportano stralci di libri o articoli, citazioni o aforismi all'interno delle discussioni è sempre bene riportare l'autore.
Non è possibile aprire discussioni contenenti esclusivamente citazioni e aforismi, salvo previa autorizzazione via messaggio privato della moderazione.

Sondaggi

Gli utenti dovrebbero evitare di realizzare discussioni di sondaggio: per realizzare un sondaggio chiedere al moderatore della sezione di aprire un thread apposito. Quando si crea un sondaggio è bene motivare chiaramente i quesiti, in modo che non possano essere scambiate per pure provocazioni o scherzi.

Funzione Quote
Quotare un messaggio significa citarlo riportandone una parte. Quotare implica ripetere cose che probabilmente gli altri utenti hanno già letto, va fatto solo quando strettamente necessario. Non è necessario quotare interamente il post precedente al proprio se si intende commentarne solo una frase: è bene mantenere la frase in questione e cancellare il resto.

Come aprire una nuova sezione (forum o sub forum)
Per aprire una nuova sezione o un nuovo forum si deve proporre l'argomento all'amministratore e impegnarsi per farlo crescere.
Per proporre una sezione o un forum è necessario che ci siano almeno due utenti interessati e disposti ad animare e moderare la sezione.
Vedi: Come diventare moderatore?


I MODERATORI e L'AUTO-MODERAZIONE

La base su cui si fonda questo forum è l'auto-moderazione, ogni utente è quindi tenuto a rispettare e fare rispettare il regolamento del forum.
I moderatori sono solo un aiuto in più in caso di bisogno.

Come ci comporta con le violazione ai principi di questo forum e del regolamento?
1. si abbandona la discussione evitando di intervenire.
2. si segnala l'abuso con l'apposito strumento (triangolo con punto esclamativo)
3. la segnalazione appare nella sezione dedicata (visibile pubblicamente)
4. i moderatori leggono la segnalazione, rispondono spiegando come intendono agire e si comportano di conseguenza
5. una volta che il moderatore ha risposto non è possibile ribattere se non tramite messaggio privato.

Nel caso vi sia un utente particolarmente molesto, è possibile non visualizzare i suoi post inserendolo tra i propri utenti indesiderati.

In caso si voglia chiarire una particolare situazione con un utente o un moderatore si comunica con l’interessato tramite messaggio privato, NON attraverso discussioni pubbliche.

In caso di infrazioni al regolamento da parte dei moderatori, è possibile sollevare il problema con il moderatore stesso via messaggio privato. In caso non si giunga a una conclusione civile e si ritenga necessario segnalare il problema, è possibile contattare l'amministratore. (Evoh)
NON è possibile discutere pubblicamente delle dinamiche di moderazione del forum. Le discussioni pubbliche verranno eliminate.

ATTENZIONE:
1 - Lo strumento segnalazioni serve a porre in evidenza gravi infrazioni al regolamento
2 - Un messaggio OT non è considerabile una grave infrazione
3 - Non è concesso utilizzare le segnalazioni per provocare altri utenti, innescare polemiche o flames e infastidire intenzionalmente la moderazione.
4 - Le risposte non sono sindacabili pubblicamente. Se non si è d'accordo è possibile comunicare via mp con il moderatore che ha risposto alla segnalazione. Segnalazioni di segnalazioni o di ammonimenti non riceveranno risposta e saranno cancellate.

Non è possibile segnalare i MP. In caso di gravi attacchi personali effettuati tramite messaggio privato gli utenti possono scrivere direttamente all'amministratore del forum.

Chiunque utilizzi impropriamente lo strumento di segnalazione (come da punto 3) riceverà un primo avvertimento e, nel caso in cui dovesse continuare, potrà ricevere un ban della durata massima di 3 giorni.

Come diventare moderatore?
Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

Il compito dei moderatori è:
- animare le discussioni
- facilitare lo scambio di opinioni tutelando la pluralità dei punti di vista
- accogliere i nuovi arrivati
- far rispettare il regolamento

I moderatori:
- rispettano il regolamento (che vale per i moderatori esattamente come per gli utenti)
- sono liberi di esprimersi nei forum seguendo le stesse linee guida degli utenti (post cordiali, non aggressivi, no flames, no attacchi personali, non mettono in dubbio identità o realtà di un utente, ecc)
- NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum (solo gli utenti possono segnalare)
- possono moderare solo le sezioni loro assegnate



PRINCIPI E LINEE GUIDA DEL MODERATORE

Il caposaldo del regolamento è l'auto-moderazione.
L'intervento dei moderatori deve essere quindi, in ordine di priorità:

- Animare: aprire discussioni, accogliere i nuovi, facilitare lo scambio di opinioni (consentendo a tutti di esprimersi) e aiutare gli utenti a districarsi fra le regole del forum e gli strumenti (fratello maggiore)
- Mantenere la rotta: il moderatore deve far si che le discussioni siano sempre on topic, è lecito chiuderle se si esce fuori tema.
- Moderare: (... e far moderare) i toni
- Mantenere la forma: è importante come si scrive, come si fa un titolo, come si imposta una domanda.

I moderatori di sezione lavorano in squadra e tutte le decisioni devono essere condivise, tutte le discussioni tecniche o inerenti la moderazioni devono avvenire via MP o nella sezione del forum privata e dedicata esclusivamente ai moderatori. Il moderatore non deve mai discuterne pubblicamente.

Il moderatore deve animare e pacificare, quindi non deve essere MAI causare volontariamente problemi e dissidi con gli altri moderatori.
Nel caso in cui un moderatore attacchi pubblicamente un altro moderatore per il suo operato, sarà sospeso per una settimana.
Nel caso in cui un moderatore violi il regolamento e/o agisca contro l'interesse del forum e della moderazione, gli altri moderatori possono segnalarlo nel forum moderatori.
Alla terza segnalazione l'amministrazione risponderà entro 5 giorni alla segnalazione e potrà agire con un richiamo formale, con un ban o con la rimozione dall'incarico.

I moderatori dato l'importante ruolo che ricoprono per la comunità del forum devono essere:
- tolleranti
- disponibili
- leali
- imparziali
- punto di riferimento per gli utenti
- da esempio

Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

I moderatori devono rispettare il regolamento e sono liberi di esprimersi nei forum, ma NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum e devono moderare solo le sezioni loro assegnate.
Solo gli utenti possono segnalare, se un moderatore riscontra violazioni nella sezione di sua competenza non segnala ma agisce.
In caso un moderatore noti situazioni particolari in una sezione di un altro moderatore, deve limitarsi a segnalarla tramite messaggio privato.

Se un moderatore dovesse mancare dal forum per più di un mese senza aver comunicato la sua assenza in precedenza, verrà rimosso dal suo incarico.

Regolamento segnalazioni e ban
La sezione dove saranno postate le segnalazioni sarà leggibile a tutti.
Solo i moderatori potranno scrivere in risposta alla segnalazioni
Alla segnalazione di un utente risponde il moderatore della sezione interessato scrivendo come intende agire e motivando proprie decisioni. (può anche decidere di non fare nulla, ma va scritto!)
Nel caso si decidesse di bannare l'utente, verrà scritto direttamente in risposta alla segnalazione e sarà visibile a tutti.
Non saranno poi concesse repliche in risposta al moderatore. Se ci saranno domande/dubbi/problemi andranno gestiti tramite i mp.

Nel caso che la decisione di bannare l’utente derivi non da una segnalazione ma da un ragionamento fatto con altri moderatori, il moderatore deve notificare il ban con un post nel forum moderatori.
Quando si banna un utente è OBBLIGATORIO segnalare la motivazione.



CANCELLAZIONE
Se si desidera cancellare la propria utenza dal forum, è sufficiente inviare un messaggio privato all'amministratore del forum (attualmente Evoh) E una a mail a [email protected] utilizzando la mail d'iscrizione al forum e indicando il proprio nick e la volontà di essere cancellati.
Visualizza altro
Visualizza di meno

Riguardo le liberalizzazioni, liberismo/liberalismo

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Re: Riguardo le liberalizzazioni, liberismo/liberalismo

    Originariamente inviato da collenuccio Visualizza il messaggio
    L'ho detto prima io; alla terza riga del post. Non è che non si sia aggiornato; è stato tanto salassato da non avere più la liquidità necessaria.
    Però i soldi per il Mose e annessi e connessi per gli amichetti vengono sempre fuori, chissà perché

    Commenta


    • #32
      Re: Riguardo le liberalizzazioni, liberismo/liberalismo

      Originariamente inviato da amarok81 Visualizza il messaggio
      Poteva avere un senso e una giustificazione votare Forza Italia nel '94, ma dopo e' stato subito chiaro che la tanto sbandierata rivoluzione liberale era solo un bluff, ma Silvione ha continuato a prendere valanghe di voti grazie al populismo che funziona sempre, alla creazione del nemico (i comunistacci cattivi), e agli italiani che relativamente alla politica troppo spesso si trasformano in tifosi spegnendo il cervello.
      Analisi perfetta anche secondo me.poi dove te li vai ad inventare tutti questi comunisti per me è sempre rimasto un mistero in un paese nettamente di centro-destra come l'italia,il sommo riuscì perfino a definire gli arbitri comunisti in occasione di un rigore negato al milan...,poi una domanda a quelli di forza italia"ma alla luce dell'ultima sentenza le toghe sono ancora rosse?"no,perchè le ultime dichiarazioni di berlusconi mi hanno lasciato alquanto perplesso dopo tutti questi anni in cui ha cavalcato questo tormentone.

      Commenta


      • #33
        Re: Riguardo le liberalizzazioni, liberismo/liberalismo

        Originariamente inviato da PatrickJane Visualizza il messaggio
        Le leggi di mercato saranno anche le stesse, ma la fetta di popolazione che vive nell'illegalità perché tanto c'è chi, di tanto in tanto, promuove un "tana libera tutti!" è esponenzialmente aumentata dai tempi di Einaudi a oggi. Immagino anche lui sarebbe molto più cauto nelle sue posizioni in un paese con un esercito di evasori fiscali che fiacca il bilancio statale e ha come principale referente al governo il più colossale frodatore fiscale della storia italiana.
        E' aumentata esattamente nella misura in cui sono aumentate le norme restrittive. Proprio esula dal vostro punto di partenza che possano esistere leggi ingiuste, cretine e demenziali che è giocoforza violare per poter andare avanti ?
        Sul mio terreno, assolutamente fuori vista in quanto in mezzo agli alberi e dietro una siepe alta due metri e passa, volevo montare un capanno per gli attrezzi, venduto in Kit per 800.000 lire circa. Chiesto, proprio da fessi, al Comune che pratiche avrei dovuto svolgere mi furono chieste una perizia catastale ed una "relazione tecnica" sul capanno che complessivamente mi sarebbero costate un po' più del capanno. Non so se avrei potuto corrompere il geometra ma non mi è passato neanche per l'anticamera del cervello il farlo. Ho semplicemente rinunciato al capanno.
        Chi me lo avrebbe venduto non ha visto una lira, chi lo avrebbe fabbricato non ha visto una lira, l'impresa che avrebbe dovuto gettare la piattaforma in cemento non ha visto una lira, chi avrebbe fornito all'impresa ghiaia, sabbia, cemento e rete elettrosaldata non ha visto una lira,
        Perdita secca per tutti.

        Commenta


        • #34
          Re: Riguardo le liberalizzazioni, liberismo/liberalismo

          Originariamente inviato da Seba82 Visualizza il messaggio
          Però i soldi per il Mose e annessi e connessi per gli amichetti vengono sempre fuori, chissà perché
          Il Mose, come tutte le grandi opere pubbliche, è finanziato dalla fiscalità generale, gestita in modo folle dallo stato e dalle regioni .
          Fra il Mose ed il ristagno dell'economia veneta, basata sulle PMI non esiste relazione di causa ed effetto.

          Commenta


          • #35
            Re: Riguardo le liberalizzazioni, liberismo/liberalismo

            Originariamente inviato da collenuccio Visualizza il messaggio
            Il Mose, come tutte le grandi opere pubbliche, è finanziato dalla fiscalità generale, gestita in modo folle dallo stato e dalle regioni .
            Fra il Mose ed il ristagno dell'economia veneta, basata sulle PMI non esiste relazione di causa ed effetto.
            Se certe aziende sono avvantaggiate rispetto ad altre, la cosa c'entra eccome

            Commenta


            • #36
              Re: Riguardo le liberalizzazioni, liberismo/liberalismo

              Originariamente inviato da PatrickJane Visualizza il messaggio
              Direi che è abbastanza ovvio che se De Gregorio ha confessato di aver preso dei soldi da Berlusconi (3 milioni di euro) per contribuire a destabilizzare il governo Prodi, la corruzione c'è stata. .........
              rispondo al tuo O.T. con una storia

              patrick, conoscente di schettino, durante la manovra al giglio della concordia si trovava in plancia con lo stesso...
              anni dopo schettino confessa: la manovra sullo scoglio è opera di patrick

              lo schianto sugli scogli c'è stato, patrick in plancia ci stava, schettino ha confessato (per pararsi il kulo).... quale conclusione può trarre una persona faziosa che ce l'ha con patrick, che legge le fregnacce di alcuni giornalisti invece di usare la propria testa?
              che il colpevole è patrick.... patrick è il responsabile dello schianto della concordia sugli scogli!
              ma come??? dice patrick, nemmeno avete sentito la mia versione, nemmeno è partito il processo ed io sono già colpevole?
              rispose il giornalista fazioso: zitto patrick sei colpevole perchè schettino ha confessato
              ** relax, take it easy**

              Commenta


              • #37
                Re: Riguardo le liberalizzazioni, liberismo/liberalismo

                Originariamente inviato da collenuccio Visualizza il messaggio
                E' aumentata esattamente nella misura in cui sono aumentate le norme restrittive.
                Questa è una speculazione difficile da suffragare.

                Originariamente inviato da collenuccio Visualizza il messaggio
                Proprio esula dal vostro punto di partenza che possano esistere leggi ingiuste, cretine e demenziali che è giocoforza violare per poter andare avanti ?
                Ci sono leggi più o meno buone, giuste o ingiuste non sta a noi giudicarle. L'iter corretto sarebbe quello di adoperarsi per cambiarle. Del resto, nemmeno tu le hai violate, come racconti in seguito. Dicevo, adoperarsi per cambiarle utilizzando i mezzi previsti, che sono il voto, la scelta di candidati nuovi e adeguati, le iniziative popolari. Ma ci troviamo sempre di più di fronte a una classe politica che ci sta togliendo il voto, che non ci lascia scegliere i candidati e che se ne infischia delle iniziative popolari. Non vuole cambiare le regole del gioco, le leggi. E non possiamo nemmeno dire che sono leggi che non hanno fatto loro, perché la maggior parte dei componenti della nostra classe politica è lì da trenta, quaranta, cinquanta e più anni. E ancora c'è chi sostiene che non sono questi i veri problemi dell'Italia, che le liste bloccate sono un falso problema ecc. Può anche essere vero che da un punto di vista contingente i "veri problemi" siano altri, ma solo la classe dirigente può risolverli. Bisogna cambiare quella, ma essa stessa fa di tutto per non cambiare mai.

                Commenta


                • #38
                  Re: Riguardo le liberalizzazioni, liberismo/liberalismo

                  Originariamente inviato da collenuccio Visualizza il messaggio
                  ...
                  Perdita secca per tutti.
                  Se invece avessi corrotto, avresti contribuito a far girare somme di denaro, ma non avresti contribuito a pagare le tasse. Il denaro che non hai speso lì, e che presumibilmente hai dirottato altrove dove non c'era illegalità, sarebbe andato tutto nelle tasche di persone disoneste, che non avendo interesse a rispettare le norme necessarie avrebbero prodotto un lavoro scadente perché tanto non sottoposto a nessun controllo e a nessuna concorrenza, e avresti ricevuto un danno tu oltre ad aver causato un danno alla società. Perché è questo che fa la corruzione: elimina la concorrenza, liberando di fatto chi costruisce al di fuori della legge da ogni vincolo inerente la sicurezza e da qualsiasi interesse a proporre un prodotto concorrenziale. Questo sistema produce l'illusione di un risparmio, perché invece di pagare 100 pago 70, ma ho un prodotto che vale 40 e ho sottratto al fisco parte delle sue entrate, e il fisco non si rifarà mai sul corrotto che con ogni probabilità è in combutta con qualche politico, ma su di me che di solito non evado ma ho accettato di fare il capanno in nero per risparmiare qualche soldo. I soldi che credo di aver risparmiato da una parte, alla fine li pagherò lo stesso dall'altra, e in più avrò ottenuto un prodotto scadente. È per questo che le nostre autostrade costano il triplo di quelle austriache e si sbriciolano in un terzo del tempo. E la cosa bella è che il miglior asfalto al mondo lo produciamo noi, ma lo esportiamo al 100%. Il problema è che coloro i quali pensano che le leggi siano ingiuste e vadano aggirate sono quelli che compongono la nostra classe dirigente. E le fanno loro le leggi! Solo che pensano che valgano solo per noi, mica per loro stessi. Loro godono di svariate immunità, che cercano di allargare e di sancire come diritti irrinunciabili.

                  Commenta


                  • #39
                    Re: Riguardo le liberalizzazioni, liberismo/liberalismo

                    Originariamente inviato da georgeclooney Visualizza il messaggio
                    rispondo al tuo O.T. con una storia

                    patrick, conoscente di schettino, durante la manovra al giglio della concordia si trovava in plancia con lo stesso...
                    anni dopo schettino confessa: la manovra sullo scoglio è opera di patrick

                    lo schianto sugli scogli c'è stato, patrick in plancia ci stava, schettino ha confessato (per pararsi il kulo).... quale conclusione può trarre una persona faziosa che ce l'ha con patrick, che legge le fregnacce di alcuni giornalisti invece di usare la propria testa?
                    che il colpevole è patrick.... patrick è il responsabile dello schianto della concordia sugli scogli!
                    ma come??? dice patrick, nemmeno avete sentito la mia versione, nemmeno è partito il processo ed io sono già colpevole?
                    rispose il giornalista fazioso: zitto patrick sei colpevole perchè schettino ha confessato
                    George, non mi puoi saltare di palo in frasca così. O i processi attestano verità indubitabili - come sostieni tu - o non lo fanno. Quindi: o Berlusconi è innocente per quanto riguarda la concussione e analogamente corruttore di De Gregorio, stando alle sentenze, oppure non è corruttore e nemmeno innocente per concussione. O l'una, o l'altra, ma non l'una e l'altra a seconda di quando comoda, perché sono atteggiamenti incompatibili. Io ritengo che se De Gregorio ha confessato, e i giudici gli hanno creduto, la corruzione ci sia stata. Puoi, al massimo, dire che bisogna vedere se quell'episodio di corruzione costituisce o meno reato, che è un altro discorso. Al momento, per come è definita la corruzione nel codice penale italiano, sembra che con ogni probabilità si tratti di reato. Ma può sempre essere che Berlusconi riesca a far cambiare anche questa legge in suo favore in corso di processo - o, più banalmente come sembra probabile, a farsi prescrivere per l'ennesima volta.

                    Commenta


                    • #40
                      Re: Riguardo le liberalizzazioni, liberismo/liberalismo

                      Originariamente inviato da PatrickJane Visualizza il messaggio
                      George, non mi puoi saltare di palo in frasca così. O i processi attestano verità indubitabili - come sostieni tu - o non lo fanno. Quindi: o Berlusconi è innocente per quanto riguarda la concussione e analogamente corruttore di De Gregorio, stando alle sentenze, oppure non è corruttore e nemmeno innocente per concussione. O l'una, o l'altra, ma non l'una e l'altra a seconda di quando comoda, perché sono atteggiamenti incompatibili. Io ritengo che se De Gregorio ha confessato, e i giudici gli hanno creduto, la corruzione ci sia stata. Puoi, al massimo, dire che bisogna vedere se quell'episodio di corruzione costituisce o meno reato, che è un altro discorso. Al momento, per come è definita la corruzione nel codice penale italiano, sembra che con ogni probabilità si tratti di reato. Ma può sempre essere che Berlusconi riesca a far cambiare anche questa legge in suo favore in corso di processo - o, più banalmente come sembra probabile, a farsi prescrivere per l'ennesima volta.
                      ricordando che è O.T.: per favore mi puoi postare il link della sentenza dove si condanna il cav per aver corrotto de gregorio?

                      nel contempo, dato che schettino ha patteggiato quale correo, ma testimoniando che la colpa del naufragio della concordia fosse di patrick, io continuo a considerarti colpevole
                      ** relax, take it easy**

                      Commenta


                      • #41
                        Re: Riguardo le liberalizzazioni, liberismo/liberalismo

                        Originariamente inviato da PatrickJane Visualizza il messaggio
                        Se invece avessi corrotto, avresti contribuito a far girare somme di denaro, ma non avresti contribuito a pagare le tasse. Il denaro che non hai speso lì, e che presumibilmente hai dirottato altrove dove non c'era illegalità, sarebbe andato tutto nelle tasche di persone disoneste, che non avendo interesse a rispettare le norme necessarie avrebbero prodotto un lavoro scadente perché tanto non sottoposto a nessun controllo e a nessuna concorrenza, e avresti ricevuto un danno tu oltre ad aver causato un danno alla società. .
                        Tanto per cambiare non hai capito niente. Il capanno, in tavole d'abete, era in "scatola di montaggio" completo di descrizione tecnica e di istruzioni di montaggio che avrei seguito alla lettera (all'epoca ero ancora in piena forma fisica). Se avessi corrotto il funzionario comunale che mi metteva i bastoni fra le ruote opponendomi cavilli burocratici, il capanno sarebbe rimasto quello che era e tutti gli altri, pochi, lavori sarebbero stati fatti o direttamente da me o sotto il mio personale controllo per cui la tua visione apocalittica non vale un fico secco.
                        Sul capanno, sui materiali edili per la sua piattaforma e quelli elettrici ed idraulici per renderlo funzionale e funzionante lo stato avrebbe incassato l'IVA sulle mie spese vive e su quelle sostenute da chi aveva fabbricato, trasportato e venduto tutto il necessario. Caduto il progetto, caduto l'incasso.
                        Io ho fatto un esempio concreto che ha dimostrato come l'eccesso di controlli e di imposte strozza l'economia e fa calare gli introiti fiscali.
                        Se hai delle osservazioni da fare su quello che dico, e ne hai pieno diritto, almeno fa lo sforzo di capirlo.

                        Commenta


                        • #42
                          Re: Riguardo le liberalizzazioni, liberismo/liberalismo

                          Ehm, scusate tutti, davvero spero di non disturbarvi ma...dire che siete andati leggermente fuori rotta è decisamente un eufemismo.

                          Certo, il fatto che il tema della discussione sia stato completamente superato, può anche significare che quello che c'era da dire, alla fine è già stato detto e che, dal momento che ormai sono intervenuti tutti i frequentatori abituali di questa sezione (chi più chi meno), non c'è molto altro da aggiungere.

                          Quindi bisogna dedurre che la risposta al quesito iniziale al momento è questa: le riforme in senso liberista realizzate/tentate/fallite da parte dei vari governi di mr.b, o non ci sono mai state o nessuno degli utenti (né simpatizzanti di mr. b, né "antipatizzanti") di questa sezione ne è a conoscenza.

                          Commenta


                          • #43
                            Re: Riguardo le liberalizzazioni, liberismo/liberalismo

                            Originariamente inviato da georgeclooney Visualizza il messaggio
                            ricordando che è O.T.: per favore mi puoi postare il link della sentenza dove si condanna il cav per aver corrotto de gregorio?

                            nel contempo, dato che schettino ha patteggiato quale correo, ma testimoniando che la colpa del naufragio della concordia fosse di patrick, io continuo a considerarti colpevole
                            Ancora una volta: non ho mai scritto che fosse colpevole, ma che la corruzione è avvenuta. Ho anche specificato che, se questo costituisca o no reato, sarà oggetto del processo a carico di Berlusconi. Non ho mai parlato di colpa in questo senso, ho sempre e solo parlato degli episodi di corruzione di cui Berlusconi si è reso protagonista. Perché devi sempre ribattermi a cose che non dico?

                            Commenta


                            • #44
                              Re: Riguardo le liberalizzazioni, liberismo/liberalismo

                              Originariamente inviato da kennet Visualizza il messaggio
                              Ehm, scusate tutti, davvero spero di non disturbarvi ma...dire che siete andati leggermente fuori rotta è decisamente un eufemismo... bisogna dedurre che la risposta al quesito iniziale al momento è questa: le riforme in senso liberista realizzate/tentate/fallite da parte dei vari governi di mr.b, o non ci sono mai state o nessuno degli utenti (né simpatizzanti di mr. b, né "antipatizzanti") di questa sezione ne è a conoscenza.
                              Scusa, hai ragione. Io credo che definire Berlusconi liberista vada bene solo se si sta cercando di inventare una nuova barzelletta. Lo stesso vale per la presunta controparte. Si sono tutti prodigati a promulgare leggi che, al massimo, valessero per tutti gli altri ma non per loro, che è esattamente il contrario del liberismo.

                              Commenta


                              • #45
                                Re: Riguardo le liberalizzazioni, liberismo/liberalismo

                                Originariamente inviato da PatrickJane Visualizza il messaggio
                                Ancora una volta: non ho mai scritto che fosse colpevole, ma che la corruzione è avvenuta. Ho anche specificato che, se questo costituisca o no reato, sarà oggetto del processo a carico di Berlusconi. Non ho mai parlato di colpa in questo senso, ho sempre e solo parlato degli episodi di corruzione di cui Berlusconi si è reso protagonista. Perché devi sempre ribattermi a cose che non dico?
                                no no

                                nemmeno questo è corretto
                                1) perchè affibbi al cav un fardello senza permettergli la difesa (art. 24 della costituzione) https://www.senato.it/1025?sezione=1...ro_articolo=24

                                2) perchè una persona può anche decidere di "pagare" una mini-condanna piuttosto che invischiarsi nelle aule dei tribunali (de gregorio)
                                un pò come accade a molti contribuenti quando arriva la cartella del fisco, pagano piuttosto che ricorrere senza pensare che nel momento di pagare stanno "autoconfessando" di essere evasori ma in realtà non lo sono e continuando non funziona che se uno paga il fisco automaticamente un altro, con la stessa motivazione ma ricorrente in giudizio ne diventa evasore
                                ** relax, take it easy**

                                Commenta

                                Sto operando...
                                X