annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Mi vergogno di essere italiano

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Mi vergogno di essere italiano

    Sarebbe troppo facile per me, basandomi su quello che viene indicato dai sondaggi essere l'elettore tipico di Renzi, attaccare queste categorie di persone, casalinghe e pensionati principalmente, ma se fosse tutto qui il problema, non sarebbe così grave, come invece purtroppo è la situazione delle capacità intellettive della maggioranza del popolo italiano, dovuta principalmente dalle nostre tradizioni italiane vergognose che uccidono la mente e l'intelletto, infatti, qualora casalinghe e pensionati si trovassero senza pagnotta, forse il loro istinto di sopravvivenza potrebbe spronarli a risolvere la situazione, purtroppo invece non è così semplice.

    Sono bastati 80€ al mese, che solo ora molti che credevano di prendere stanno scoprendo che non percepiranno (e di questo godo infinitamente) per far si che l'italiano vergognoso si sia messo a pensare: "votare Renzi mi da la sensazione di votare qualcosa che già conosco, qualcosa che non è nuovo ma al contempo che da l'impressione, essendo lui una personalità "nuova" nel contesto della politica nazionale, che i vecchi problemi legati alla corruzione saranno risolti, non devo vivere l'affronto di mettermi contro l'Europa, mai sia che poi l'economia va peggio mi sentirei in colpa, magari Renzi riuscirà a farsi dare soldi dall'Europa in cambio di aria fritta e io avrò il mio stipendietto misero assicurato, potrò andare a ridere come un ebete il fine settimana con la mia ragazza da qualche parte, che bello".

    segue
    Non è mai la vita a fare schifo, sono le persone con cui si interagisce nella vita che facilmente possono essere schifose.

  • #2
    Re: Mi vergogno di essere italiano

    Questo tipo di pensiero, unito alle paure propagandate falsamente e vergognosamente dai media televisivi e da una buona parte di quelli giornalistici, che paragonavano Grillo ad Hitler e permettevano ad opportunisti di marciarci su (come ha abilmente fatto Renzi) oppure che facevano asserzioni false sulla mancanza di democrazia nel M5S sulla base del fatto che Casaleggio e Grillo decidono e comandano sul parlamentari 5S, senza capire che il loro non è un comandare ma un semplice GARANTIRE che i politici facciano quello che ha ORDINATO il popolo, oppure ancora chi ignobilmente ha criticato il caposaldo del vincolo di mandato, la cui assenza in Italia significa solo apertura alla corruzione ed al malcostume a spese degli elettori, ha fatto si che la gente italiana, paurosa, vile e codarda, ancora una volta abbia appoggiato chi è riuscito ad apparire come il moderato nuovo e sostenitore delle grandi maggioranze.

    Poco conta la delusione che questa gentaglia avrà nei prossimi mesi / anni (purtroppo), ormai il danno è fatto! Il punto è che mentre i giovani ed i più brillanti sono riusciti ad informarsi e a capire che c'è una seria compromissione dell'informazione, arginabile solo con l'uso dellla rete, compromissione che fa credere a molti il falso, la maggioranza ha preferito non scegliere la strada nuova perché, come dice il detto, chi lascia il vecchio per il nuovo sa quel che perde ma non sa quel che trova. Questo mi fa pensare che questa gentaglia non ci sta poi così male in mezzo alle inefficienze italiane ed in mezzo alla corruzione. Mi fa anche pensare che la maggioranza degli italiani non è riuscita a fare un banale passaggio logico, che nel passato sono riusciti invece a fare tutti i popoli o i gruppi che hanno deciso di dire basta a quella che percepivano come un'ingiustizia,

    segue
    Non è mai la vita a fare schifo, sono le persone con cui si interagisce nella vita che facilmente possono essere schifose.

    Commenta


    • #3
      Re: Mi vergogno di essere italiano

      ossia il capire che fare il moderato, è MALE, essere moderato è vigliaccheria, codardia, questi vergognosi ignavi, che mi fanno VERGOGNARE di essere italiano quanto loro, meritano ogni male possibile. Se gli schiavi avessero avuto la loro moderazione, oggi sarebbero ancora schiavi.

      Il grande Benjamin Franklin già nel 700 era solito dire: Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita né la libertà né la sicurezza. Non potrebbe essere più attuale.

      Questi moderati meritano ogni male possibile, non semplicemente (come presto accadrà) il pagare i beni primari molto più degli 80€ creati ad arte per vincere le elezioni, l'essere ancor più con l'acqua alla gola è troppo poco per questi ITALIANI VERGOGNOSI MODERATI, questi moderati meritano il sopruso, la carestia, la guerra e la pena, le usurpazioni della LORO classe politica che gli mostra donne carine e sensuali come modello poco importa se non sanno fare un discorso di senso compiuto in autonomia o se tale modello di donna sarà irraggiungibile per le donne che gli stanno vicino che dovranno preoccuparsi invece di non crepare di stenti, meritano che chi è brillante lasci questo paese e vada a lavorare all'estero tornando qui tra pochi anni per speculare sulle aste dei beni dei moderati vergognosi, a cui verranno espropriati o di cui non potranno più godere data la morte fisica dovuta all'inefficienze della sanità italiana, faccio un'appello a tutti quelli che si vergognano di essere in mezzo al puzzo di tanti moderati vergognosi, di agire d'ora in poi, pur nel rispetto della legge, col preciso scopo di massimizzare la cattiveria verso questi moderati parademocristiani che altro non meritano.

      segue
      Non è mai la vita a fare schifo, sono le persone con cui si interagisce nella vita che facilmente possono essere schifose.

      Commenta


      • #4
        Re: Mi vergogno di essere italiano

        Mi vergogno di essere italiano, italiano significa moderato vile, significa persona vergognosa e codarda, Grillo ha fatto il suo tentativo, pur ammirando e comprendendo la sua perseveranza per l'appoggio che sta cercando di dare alla gente giovane che gli ha dato fiducia, che probabilmente si sentirebbe tristemente abbandonata se lui mollasse, fossi in lui lascierei tutto, chiuderei il movimento e lascierei gli italiani al destino che meritano. Renzi ha detto che ha vinto la speranza sulla rabbia, FALSO, ha vinto la codardia e la paura e la mancanza di pal.le del popolo italiano.

        Non mi considero un estremista, ma se essere chiamato estremista e populista è il prezzo da pagare per essere differenziato da un moderato mi sta bene!

        VERGOGNATEVI ITALIANI POPOLO DI CORROTTI E DI CODARDI!
        Non è mai la vita a fare schifo, sono le persone con cui si interagisce nella vita che facilmente possono essere schifose.

        Commenta


        • #5
          Re: Mi vergogno di essere italiano

          Sapessi Luca. Non mi sento brillante ma abbastanza umana da comprendere quanto sia necessario per me cambiare aria. L'ignoranza e il masochismo estremo non sono vicini al mio modo di vivere.
          "Hirogaru yami no naka kawashiatte kakumei no chigiri" (cit. by Death Note)

          Commenta


          • #6
            Re: Mi vergogno di essere italiano

            Originariamente inviato da KittyZampeDiVelluto Visualizza il messaggio
            Sapessi Luca. Non mi sento brillante ma abbastanza umana da comprendere quanto sia necessario per me cambiare aria. L'ignoranza e il masochismo estremo non sono vicini al mio modo di vivere.
            Non ti preoccupare Kitty, che non sei tu il modello di donna poco brillante, ignorante e incapace di comprendere l'evidenza a cui mi riferivo.

            Aggiungo che molti dovrebbero VERGOGNARSI di non aver preso posizione. Gli italiani ormai hanno perso qualsiasi diritto alla lamentela, meritano solo sofferenza e schiavitù!
            Non è mai la vita a fare schifo, sono le persone con cui si interagisce nella vita che facilmente possono essere schifose.

            Commenta


            • #7
              Re: Mi vergogno di essere italiano

              Sull'augurare il male agli italiani, non mi trovi d'accordo. Per il resto la penso esattamente come te, e aggiungo un paio di cosette.
              Gli italiani sono abituati a votare per i grandi partiti di massa che hanno dominato la scena politica dai tempi dello scontro tra Dc e Pci all'attuale finto-scontro tra Destra e Sinistra. Una volta si dà la fiducia agli uni, poi la si dà agli altri. Il risultato però è che si preferisce dare fiducia sempre agli stessi perché, come hai giustamente fatto notare, chi lascia il vecchio per il nuovo..ecc...
              Alla maggior parte degli italiani interessa ben poco che i politici continuino a macchiarsi di reati, che si facciano leggi per salvarsi dalla giustizia; che continui a vincere il nepotismo o la raccomandazione sulla meritocrazia; che non si faccia chiarezza sulle stragi di mafia; che non si valorizzi il patrimonio culturale della nazione; che prima i poliziotti, poi gli insegnanti, poi autotrasportatori facciano sciopero perché se la passano male; che esistano dei trattati europei di cui poco si conosce l'entità; che le previsioni per il prossimo futuro potrebbero essere drastiche; che moltissimi giovani sono costretti sempre più a cercare fortuna all'estero. Alla maggior parte degli italiani queste cose non interessano.
              (segue)
              La persona che gode di una buona salute mentale riesce sempre a trovare delle risposte positive

              Commenta


              • #8
                Re: Mi vergogno di essere italiano

                La maggior parte degli italiani ha una mentalità basata sull'egoismo e su ciò che di concreto si ha nel presente.
                La disoccupazione continua ad aumentare? Non importa. La maggior parte della popolazione ha comunque un lavoro (chi in regola, chi in nero). E la maggior parte di chi non ha un lavoro può permettersi comunque di farsi aiutare dai genitori
                Le pensioni continuano a restare le stesse di dieci anni fa? Non importa. L'importante è che comunque ci sono.
                Il potere d'acquisto delle famiglie continua a scendere? Non importa. Bene o male si riesce comunque a campare.
                I servizi offerti continuano a diminuire sia in termini di quantità che di qualità? Non importa. Ciò che è considerato "l'essenziale" continua comunque ad esserci.
                Finché la maggior parte degli italiani continuerà a rispondere in questo modo a quelle domande, allora niente cambierà mai. Si continuerà sempre a votare gli stessi partiti. Una volta a Destra, la volta successiva a Sinistra, quasi a tenere queste due fazioni sempre in competizione tra loro. E gli italiani hanno anche capito che queste due fazioni altro non sono che una sola.... Ma gli va bene così.
                Tradotto: finché la maggior parte degli italiani non si ritroverà con il culetto per terra, a manganellarsi di santa ragione per le strade, a saccheggiare supermercati, niente cambierà mai.
                Nel 1994 Berlusconi non vince per il fatto di essere l'uomo del cambiamento. Vince per il fatto di essere il rappresentante del grande schieramento di centro-destra.
                2014. Renzi non vince per essere una persona che ispira fiducia. Vince perché è a capo del grande schieramento di centro-sinistra.
                Ragion per cui, Renzi avrebbe vinto anche senza promettere gli 80 euro. Se Renzi, invece, si fosse messo a capo di uno schieramento alternativo a quelli di centro-dx e centro-sx, Renzi non avrebbe vinto.
                In pratica, qualunque persona si fosse messa alla guida del centro-sx avrebbe vinto le elezioni europee del 2014.
                La persona che gode di una buona salute mentale riesce sempre a trovare delle risposte positive

                Commenta


                • #9
                  Re: Mi vergogno di essere italiano

                  Be gli italiani il nuovo di facciata lo votano, Forza Italia ieri, i corrotti nonostante mani pulite e adesso il PD, i nuovi corrotti nonostante l'Europa e le porcherie annesse...
                  Votano però quello che ha "l'aria di istituzionale" come appunto PD e PDmenoL, i dati parlano chiaro! Sono stati i più anziani principalmente a perpetuare questo comportamento vergognoso da vigliacchi moderati, il che è ancora più grave, proprio le persone che avrebbero il dovere di insegnare il coraggio alle nuove generazioni sono le più vigliacche, non capisco proprio perché non dovrei godere se un popolo di vili come questo subisse il malessere che merita! A me nessuno ha fatto sconti, non vedo perché dovrei farne io a questa gentaglia!

                  Magari gli italiani fossero egoisti, l'egoismo ha uno scopo ed una funzione, chi sceglie 1€ oggi al posto di 1€ raddoppiato per 30 giorni non è egoista, è intellettivamente limitato, incapace di comprendere che viene ingannato quando è evidente! Io mi vergogno di far parte di questo popolo e non verso una lacrima qualora il suo malessere aumentasse! Se un giorno dall'estero vedessi i TG mostrare la guerra civile in Italia godrei!
                  Non è mai la vita a fare schifo, sono le persone con cui si interagisce nella vita che facilmente possono essere schifose.

                  Commenta


                  • #10
                    Re: Mi vergogno di essere italiano

                    in gran parte sono d'accordo,
                    finisco per essere in disaccordo sulle conclusioni che io trovo viziate dagli stessi difetti imputati agli italiani medi.

                    è vero che l'italiano resta attaccato come una cozza alle vecchie scelte, e ci vogliono eventi drammatici per far cambiare il voto
                    e così che la balena bianca DC è sembrata immortale.

                    Quando poi l'italiano medio decide di cambiare il proprio voto si attacca a quello e lo difende coi denti
                    rediventando incapace di cambiare di nuovo.

                    Questo essere incapace di fare scelte dinamicamente cangianti come cambiano gli scenari, è la causa dei mali italiani,
                    poiché la politica ci può marciare su a proprio vantaggio e piacere.

                    Per esempio...
                    se ci fosse più dinamicità ...alle precedenti politiche avrebbe sicuramente raggiunto la maggioranza assoluta Grillo
                    così adesso si potrebbe dire " vediamo cosa sai fare davvero!" e si potrebbe vedere chiaro se è capace di FARE
                    o sa solo urlare.
                    al che sempre sfruttando la suddetta dinamicità si otterrebbe che gli incapaci vadano davvero a casa.

                    Per me è così...
                    l'italiano medio invece "sposa" il partito del proprio voto diventando inviperito se qualcuno tocca la/o coniuge/partito
                    La vita è quello che capita.
                    Lascia che capiti!

                    Commenta


                    • #11
                      Re: Mi vergogno di essere italiano

                      Che dinamismo ci sarebbe nel votare Renzi che è il vecchio travestito da nuovo??
                      Ti dico sinceramente che se in Italia ci fossero stati altri partiti seri, come Farage in Gran Bretagna, l'avrei preferito a Grillo... Il punto è che c'era una sola forza non corrotta e tutti gli altri al servizio di corrotti poteri forti. Non è dinamismo quello che ha dimostrato il popolo italiano, semmai l'opposto! Più corruzione e vigliaccheria!
                      Non è mai la vita a fare schifo, sono le persone con cui si interagisce nella vita che facilmente possono essere schifose.

                      Commenta


                      • #12
                        Re: Mi vergogno di essere italiano

                        P.S. Aggiungo che Grillo non lo considero particolarmente intelligente, infatti avesse preso più in giro gli italiani, prendendo esempio dai suoi concorrenti, avrebbe portato a casa più voti, ha scelto la coerenza e l'onestà in un paese di psicologicamente limitati e corrotti, controsenso che ovviamente non può pagare.
                        Non me la prendo nemmeno col PD, ha fatto semplicemente i suoi interessi! Chi l'ha votato invece ha dimostrato che cosa è il popolo italiano! Sono felice che finalmente non ci sono più dubbi sulla sua vigliaccheria e corruzione. Almeno ora chi non si trova bene saprà che non sarà mai in maggioranza in mezzo al popolo dove è nato, popolo che l'ha tradito! Questo ridurrà significativamente il dispiacere nell'andranese via da questo schifo!
                        Non è mai la vita a fare schifo, sono le persone con cui si interagisce nella vita che facilmente possono essere schifose.

                        Commenta


                        • #13
                          Re: Mi vergogno di essere italiano

                          ringrazio dio di sembrare slavo,cosa che ha una doppia utilità,uno incuto timore in chi non mi conosce(per ovvi motivi),due se perfeziono il mio inglese posso fregare gli altri finchè non tiro fuori la carta d'indentità,io provo solo un grande rispetto per gli italiani di una volta che avevano gli attributi e che hanno combattuto per questo paese(e ci sono anche morti) se avessero saputo....se vado a votare è solo per rispetto verso di loro,se mi guardo intorno spero solo che questo paese abbia la sua degna fine al più presto magari con me da un'altra parte,se no è uguale tanto non ho un granchè da perdere.ritornando a grillo(lo affermai tanti post fa)ha commesso l'errore storico di tanti leader,e cioè puntare su qualità che questo "popolo" non ha e cioè capacità di reazione e coraggio.

                          Commenta


                          • #14
                            Re: Mi vergogno di essere italiano

                            quanti bei discorsi realisti e tristi, con i quali mi troverei d'accordo se non fosse che......
                            che cavolo votare !!!, io ho sempre votato perchè sono una stupid.a cretin.a e in fondo al cuore ho una cieca assurda speranza che qualcosa possa sempre cambiare
                            .....partiti di massa, nuovi piccoli partiti, Renzi, Grillo, Berlusconi, Alfano, destra, sinistra, giovani speranzosi, cariatidi attaccati al passato, contro l'Europa, pro Europa..... in tutti i casi non vedo onestà, non vedo differenze, non vedo speranze, non vedo possibilità, non vedo vere opportunità di cambiamento, solo parole, niente fatti, solo inizi ma poi nessuno prosegue ciò che inizia, per sua volontà o perchè gli viene impedito, cosa cambia, tutto resta statico
                            desidero, come tantissimi ormai, lasciarmi tutto alle spalle, ma non posso, quindi mi arrabatto come posso cercando di coltivare il mio piccolo orto pur avendo la triste consapevolezza che quel poco può finire in qualsiasi momento, e poi bho!

                            Commenta

                            Sto operando...
                            X