annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Voto di scambio politico-mafioso

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Voto di scambio politico-mafioso

    Il Parlamento ha appena ridotto la pena per il reato di voto di scambio politico-mafioso. Da 7-12 anni di carcere si è passati a 4-10 anni.
    Ridurre una pena significa anche ridurre il periodo della prescrizione. Sarà quindi più probabile che il delinquente la scampi.
    Ricordo inoltre che per pene inferiori ai 5 anni non si finisce più in carcere: ci sono i domiciliari o i servizi sociali.
    Ricordo infine che chi riesce sempre a farla franca grazie alla prescrizione, risulterà sempre essere incensurato. L'incensurato può avere diritto alla riduzione di 1/3 della pena grazie alle attenuanti. Ciò significa che se anche ti becchi 7 anni di carcere ne dovrai scontare meno di 5, e quindi in carcere non ci finisci.
    Con i problemi che l'Italia sta vivendo, insomma, la classe politica attuale si è preoccupata di dare un premio ai politici che praticano il voto di scambio con i mafiosi.
    Gli unici ad aver votato contro questa porcata sono stati quelli del Movimento 5 stelle.
    Sarebbe possibile sapere il perché di questa riduzione della pena?
    E sarebbe inoltre possibile sapere perché questa gente continua ad essere votata?
    La persona che gode di una buona salute mentale riesce sempre a trovare delle risposte positive

  • #2
    Re: Voto di scambio politico-mafioso

    bravo carmelo ad aprire questo topic per evidenziare porcate come questa

    ricordiamocelo a fine maggio quando voteremo per le europee
    ** relax, take it easy**

    Commenta


    • #3
      Re: Voto di scambio politico-mafioso

      Grazie Georgeclooney. Hai visto che sono migliorato a fare le ciabatte?
      Il problema è anche la disinformazione (mancanza di informazione, distorsione dell'informazione, occultamento dell'informazione, menefreghismo rispetto l'informazione).
      Di questa cosa non se ne parla. Io vorrei sapere quanti sono i giovani che vanno nei locali con il bicchiere di plastica traboccante di birra, le mamme che fanno la pizza, quelli come te che vanno a giocare a bocce ( ), quelli che hanno una cascina ( ), quelli che vanno a giocare a calcetto dopo una giornata di lavoro, quelli che vanno al cinema, quelli che ecc.., che sono a conoscenza di questa notizia. Quanti conoscono questa notizia?
      Basterebbe andare in un talk-show sui dibatti politici, e inchiodare un politico che ha votato questa porcata dicendogli: "Adesso spieghi a tutti gli italiani perché avete deciso di ridurre le pene per questo reato. Avanti. Forza. Finché non lo spieghi non andiamo avanti".
      Sarei proprio curioso di sapere come andrebbe a finire.
      La persona che gode di una buona salute mentale riesce sempre a trovare delle risposte positive

      Commenta


      • #4
        Re: Voto di scambio politico-mafioso

        Bravo Carmelo! Lo dico da un pò che succede...
        Nelle intercettazioni è chiarissimo... ed il caso Cosentino è la conferma. Ho amici di Casal di Principe, forze dell'ordine non beceri bufalari camorristi, e tutti sanno che Nicolino frequentava certi amici dalle scuole... del resto se una cosca diviene così potente è per appoggi politici e viceversa se un politico diviene eccessivamente votato alle urne è per appoggi mafiosi!
        Sarà per questo che adesso decidono i premier senza manco le elezioni?
        Quando un uomo varca la porta di una casa, si può trovare di fronte a un milione di nemici.

        Commenta


        • #5
          Re: Voto di scambio politico-mafioso

          Premesso che in qualunque votazione il voto è SEMPRE di scambio in quanto si vota scegliendo chi ci promette qualcosa in cambio del nostro voto, accertare se a "pilotare" i voti sia stata la camorra o siano stati i Boys Scout, i parroci, i carabinieri o i Testimoni di Geova non è la cosa più semplice di questo mondo.
          Le "preferenze" sono state abolite proprio perchè, col gioco dei numeri, mafia, camorra ecc, non solo riuscivano a far eleggere chi volevano ma potevano identificare i votanti, premiare chi aveva votato "bene" e punire chi non l'aveva fatto.
          Stabilire una pena per un reato che non è possibile provare "senza ombra di dubbio" dà un contentino all'opinione pubblica ma è utile come massaggiare una gamba di legno. Che si stabilisca l'ergastolo o una multa di 5 Euro è la stessa cosa. Il voto è "libero e segreto" come puoi accertare se Tizio ha votato per Caio in quanto costretto o per libera scelta ?

          Commenta


          • #6
            Re: Voto di scambio politico-mafioso

            Originariamente inviato da collenuccio Visualizza il messaggio
            . Il voto è "libero e segreto" come puoi accertare se Tizio ha votato per Caio in quanto costretto o per libera scelta ?
            Molto facile, i mafiosi hanno vari metodi per controllare, metodi che usano anche nelle sedi più piccole de partiti. Ma in ogni caso oggi i voti li vendono a pacchetto già pronto, senza controllo a posteriori.
            Quando un uomo varca la porta di una casa, si può trovare di fronte a un milione di nemici.

            Commenta


            • #7
              Re: Voto di scambio politico-mafioso

              Originariamente inviato da Nudols Visualizza il messaggio
              Molto facile, i mafiosi hanno vari metodi per controllare, metodi che usano anche nelle sedi più piccole de partiti. Ma in ogni caso oggi i voti li vendono a pacchetto già pronto, senza controllo a posteriori.
              Giustissimo, lo so bene: ma qui si sta parlando di reato e condanne. Puoi, legalmente, provare il reato (sempre che di reato si possa parlare) ? Finora ci si è basati sulle intercettazioni che prove non sono. Io mi posso vantare di disporre di trecento o di trecentomila voti (e magari è anche vero) ma non esiste nessuna possibilità legale di accertare se la mia vanteria è fondata.
              Il voto è segreto, le schede sono anonime e se i risultati corrispondono alla mia vanteria posso sempre affermare, senza possibilità di smentita, di avere azzeccato il risultato per pura fortuna.
              Come puoi istruire un processo a mio carico se non puoi provare un accidenti ?
              Anche questo ragionamento mi ha suggerito l'idea di una camera eletta a sorte fra tutti i cittadini; sarà che la fortuna è cieca ma quanto meno non può essere corrotta.

              Commenta


              • #8
                Voto di scambio politico-mafioso

                Di solito il politico "paga il conto" a colui che ha fornito il pacchetto. Quindi se a monte ci sono intercettazioni che rivelano scambi di voto e poi, dopo le elezioni, iniziano una serie di appalti, favoritismi, nei confronti del venditore da parte del politico.. È facile no? Il problema sono i cavilli le massonerie gli agganci in magistratura.... Mafia a colletti bianchi
                Quando un uomo varca la porta di una casa, si può trovare di fronte a un milione di nemici.

                Commenta


                • #9
                  Re: Voto di scambio politico-mafioso

                  Originariamente inviato da Nudols Visualizza il messaggio
                  Di solito il politico "paga il conto" a colui che ha fornito il pacchetto. Quindi se a monte ci sono intercettazioni che rivelano scambi di voto e poi, dopo le elezioni, iniziano una serie di appalti, favoritismi, nei confronti del venditore da parte del politico.. È facile no? Il problema sono i cavilli le massonerie gli agganci in magistratura.... Mafia a colletti bianchi
                  Anche in questo caso pur essendo evidente il collegamento fra l'elezione del politico e l'attività del portavoti non c'è, e non ci può essere, una prova materiale del presunto reato di voto di scambio. Dimostrabili e provabili ci saranno turbative d'asta, corruzione, concussione e quanti altri reati vuoi ma il fantomatico ed evanescente reato di voto di scambio non c'è nessun modo di provarlo.
                  Nessuno può provare che anche un solo elettore abbia votato per il politico sotto le pressioni di mafia, camorra e 'ndrangheta o per simpatia personale.
                  Se Tizio ha avuto 1000 voti favorevoli e sono 1000 voti validi non puoi in nessun modo provare che 995 vengono dalla camorra o da altre compravvendite; sono voti che l'elettore ha espresso e come tali vanno considerati.
                  Semprechè SI VOGLIA che i processi siano svolti secondo le regole della civiltà e le norme di legge.

                  Commenta


                  • #10
                    Re: Voto di scambio politico-mafioso

                    il voto di scambio e' il motivo principale per il quale io sono contrario ad una legge elettorale con preferenze, piuttosto io sono favorevole alle primarie obbligatorie on line certificate
                    ** relax, take it easy**

                    Commenta


                    • #11
                      Re: Voto di scambio politico-mafioso

                      Originariamente inviato da georgeclooney Visualizza il messaggio
                      il voto di scambio e' il motivo principale per il quale io sono contrario ad una legge elettorale con preferenze, piuttosto io sono favorevole alle primarie obbligatorie on line certificate
                      L'abbiamo visto col m5s dove a rispondere alle primarie sono, rispetto ai voti espressi, una più che esigua minoranza che poi si arroga il diritto di decidere per tutti. Lo vediamo in questi giorni col plebiscito veneto di cui si contestano i risultati.
                      La rete è un grande movimento, mai previsto neanche nella fantascienza, ma, almeno finora, sostanzialmente un gruppo di persone che la usa per tutto meno che per la politica.
                      Ribadisco che per rendere il popolo veramente sovrano bisogna ricorrere al sorteggio di chi è incaricato di valutare le proposte di legge e che difficilmente avrebbe votato per l'obbligo di tenere le luci dell'auto accese anche di giorno (non lo fanno neppure carabinieri e polizia) o tante altre leggi ugualmente inutili e cretine.

                      Commenta


                      • #12
                        Re: Voto di scambio politico-mafioso

                        Gli eletti non hanno autonomia; se la pensano diversamente dai loro gruppi vengono espulsi o passano di palo in frasca.
                        A questo punto basterebbero Camera e Senato composti da una dozzina di rappresentanti, uno per gruppo, che votino col peso elettorale della loro lista di origine, Risparmierebbero al popolo sovrano ore di noia e milioni di spesa per seguire le concioni dei parlamentari, assolutamente inutili se non per soddisfare l'ego degli oratori.

                        Commenta


                        • #13
                          Re: Voto di scambio politico-mafioso

                          Originariamente inviato da collenuccio Visualizza il messaggio
                          pur essendo evidente il collegamento fra l'elezione del politico e l'attività del portavoti non c'è, e non ci può essere, una prova materiale del presunto reato di voto di scambio.
                          Caro Collenuccio, forse perché hai la coscienza macchiata in qualità di elettore di un pregiudicato che si è sempre circondato di malavitosi, e forse perché odi la macchina dello Stato, mi trovo a constatare che da quando ti "conosco" hai sempre fatto l'avvocato dei delinquenti con risultati peggiori di quelli di Ghedini....
                          Cominciamo col dire che le intercettazioni sono una prova inconfutabile per dimostrare l'intenzione di voler commettere il reato di voto di scambio. Se poi l'intenzione non andrà oltre al tentativo, di certo non si può non condannare coloro che sono rei di questo tentativo. E' un po' come colui che viene condannato per essere colpevole di tentato omicidio. Non è che se non riesci ad ammazzare qualcuno, allora non vieni condannato. Vieni condannato lo stesso per l'intenzione che hai avuto, e quindi per il tentativo fatto.
                          Veniamo adesso alle prove che tu ritieni impossibili da dimostrare. Ti sbagli. Nel seguente video, al minuto 3', Saviano spiega in modo semplicissimo una delle tecniche utilizzate per il voto di scambio: un'azione che ti permette di cogliere con le mani nel sacco gli stessi elettori complici del voto.
                          Il video dura 8 minuti. Consiglio di vederlo dall'inizio fino al minuto 4' 10''.
                          https://www.youtube.com/watch?v=3VtyiCnl_Yk
                          La persona che gode di una buona salute mentale riesce sempre a trovare delle risposte positive

                          Commenta


                          • #14
                            Re: Voto di scambio politico-mafioso

                            ci fu anche un servizio delle iene che spiegavano come funziona il voto di scambio con tanto di interviste con visi nascosti

                            se non ricordo male i tipi che le organizzano si fanno chiamare il gatto
                            ** relax, take it easy**

                            Commenta


                            • #15
                              Re: Voto di scambio politico-mafioso

                              Io non ho detto che il voto di scambio non esiste; ho detto che non lo si può provare che cioè se anche uno ti dice in faccia che ha comprato mille voti e se anche mille elettori ti confermano di averlo venduto le schede estratte dell'urna sono anonime e se non possono essere annullate per uno dei tanti motivi indicati dalle leggi, rappresentano voti "validi e puliti". da attribuire secondo la volontà dell'elettore.O no ?

                              ART.48: Il voto è personale ed uguale, libero e segreto.
                              La costituzione non ne vieta la compravendita; non ne parla proprio e, classificandolo come "personale" dichiara che l'elettore può gestirlo come meglio gli pare. O no ?
                              Achille Lauro comprava i voti distribuendo banconote tagliate a metà o una sola scarpa di un paio. Se i voti delle sezioni non raggiungevano il totale del mezzo regalo, tutti i "comprati" di quella sezione rimanevano a becco asciutto per cui si sorvegliavano a vicenda. Tutti lo sapevano ma nessuno poteva provarlo.
                              E come ho detto fin dal principio, ammesso e non concesso che comprare o vendere voti sia un reato (farà schifo ma il voto è personale per cui non essendo prevista dalla costituzione come tale, la sua vendita non è un reato) la sua natura è tale da non poter essere provata se non violando la segretezza del voto, questo sì reato.
                              Se qualche partecipante è in grado di confutare civilmente le mie asserzioni sono qui ad ascoltarlo.

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X