annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

politically correct

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • politically correct

    Mister Kyenge: "Ho sposato una negra" - cecile kyenge, domenico grispino, irene pivetti, carroccio, leghista, laura boldrini - Libero Quotidiano

    il marito della ministra Kyenge dice: ho sposato una negra!

    "La parola negro si può usare, basta che i toni non siano offensivi"

    un plauso al signor Kyenge, si usino senza disprezzo ed offesa i termini che ci sono, non abbiamo bisogno di inventarne di nuovi ovvero usiamoli se lo vogliamo ma evitiamo di fare i moralisti indignati ed intolleranti
    ** relax, take it easy**

  • #2
    Re: politically correct

    Credo di averlo già scritto ma repetita juvant. Mia figlia ha sposato un senegalese mussulmano, color caffè un po' troppo tostato, che si secca maledettamente quando qualcuno lo chiama "nero" o "di colore" e replica di essere "negro", punto e basta,
    Il poeta Leopold Senghor, premio Nobel per la letteratura e primo presidente del Senegal indipendente, scrisse un poema esaltando la "negritude" e non la "noiresse" (ammesso che il lessico francese comprenda tale termine).
    Ma i cretini falsi buonisti ed ipocriti pensano che chiamare lo spazzino operatore ecologico ed il cieco non vedente tolga la scopa dalle mani del primo e ridia la vista al secondo ?
    Le parole del sig. Grispino appaiono anche su "Libero" di carta, ma non ti vergogni a seguire questo fogliaccio di destra al quale io, vile servo di B, sono abbonato ?

    Commenta


    • #3
      Re: politically correct

      Originariamente inviato da collenuccio Visualizza il messaggio
      Credo di averlo già scritto ma repetita juvant. Mia figlia ha sposato un senegalese mussulmano, color caffè un po' troppo tostato, che si secca maledettamente quando qualcuno lo chiama "nero" o "di colore" e replica di essere "negro", punto e basta,
      Il poeta Leopold Senghor, premio Nobel per la letteratura e primo presidente del Senegal indipendente, scrisse un poema esaltando la "negritude" e non la "noiresse" (ammesso che il lessico francese comprenda tale termine).
      Ma i cretini falsi buonisti ed ipocriti pensano che chiamare lo spazzino operatore ecologico ed il cieco non vedente tolga la scopa dalle mani del primo e ridia la vista al secondo ?
      Le parole del sig. Grispino appaiono anche su "Libero" di carta, ma non ti vergogni a seguire questo fogliaccio di destra al quale io, vile servo di B, sono abbonato ?
      Concordo con Colle...sono cresciutto con i negri...erano puliti...nessuno era nero perché sporco di fulligini.
      Le persone che amano troppo il denaro,devono essere cacciate fuori dalla politica.Jose Mujica, presidente dell'Uruguay.

      Commenta


      • #4
        Re: politically correct

        Originariamente inviato da collenuccio Visualizza il messaggio
        .........Le parole del sig. Grispino appaiono anche su "Libero" di carta, ma non ti vergogni a seguire questo fogliaccio di destra al quale io, vile servo di B, sono abbonato ?
        no, lo trovo un ottimo giornale!
        non leggo più invece repubblica che fa alquanto pena
        piuttosto spesso sbircio il fatto
        ** relax, take it easy**

        Commenta


        • #5
          Re: politically correct

          Benissimo!
          sono anni che mi batto contro il politically correct, mi suona di ipocrisia bella e buona! Non é il termine ad avere significato, dipende dal contesto e dall'intenzione!
          Affermo sempre questa tesi supportandola con un esempio:
          qui a sudland puoi dire ad uno "quello é un cornuto!"
          oppure "quello é un figlio di pu.ttana/zoccola ()"
          ed a seconda del contesto del discorso, del modo di dirlo può significare che é uno scaltro, difficile da fregare oppure può essere la nota offesa.
          Per questo se io dico negro, ma non intendo che abbia appartenenza a razze diverse, intendo solo che ha un colore diverso dal mio e niente più! Mutatis mutandi per cameriera, domestica, spazzino, zappatore.... Persino zoccola .... O forse no? Boh!
          Quando un uomo varca la porta di una casa, si può trovare di fronte a un milione di nemici.

          Commenta


          • #6
            Re: politically correct

            quindi se uno dovesse usare il termine zoc.. per una ragazza eccessivamente licenziosa, nessuno dovrebbe aversene a male???
            dico giusto? irate:
            Le mie massime: memento ciula(e)re semper , in topa semper fidelis (cit.)

            Commenta


            • #7
              Re: politically correct

              Siamo sempre lì; dipende dal contesto e dal tono di voce. Tu puoi dire alla tua ragazza "brutta bestia,ti voglio bene" ed è un segno d'affetto ma se dici riferendoti ad un vicino di casa "quello è una brutta bestia" le parole diventano offensive.
              Se mentre svolgi il tuo dovere coniugale chiami la moglie "Pu tt anona mia" lei magari ti risponde affettuosamente "porcone mio" ma se le stesse parole vengono pronunciate durante un litigio le cose cambiano, e non di poco.

              Commenta


              • #8
                Re: politically correct

                Originariamente inviato da georgeclooney Visualizza il messaggio
                no, lo trovo un ottimo giornale!
                non leggo più invece repubblica che fa alquanto pena
                piuttosto spesso sbircio il fatto
                repubblica fa pena ma gli altri due ancora di più
                tutti beceramente faziosi, repubblica filopd, libero filoberlu e il fatto filobeppe
                va detto che almeno il fatto non prende finanziamenti pubblici
                In amore, chi cerca non trova. Capita l'incontro fortunato, non si può cercarlo. (Mathman)

                Commenta


                • #9
                  Re: politically correct

                  Originariamente inviato da Nudols Visualizza il messaggio
                  Benissimo!
                  sono anni che mi batto contro il politically correct, mi suona di ipocrisia bella e buona! Non é il termine ad avere significato, dipende dal contesto e dall'intenzione!
                  Affermo sempre questa tesi supportandola con un esempio:
                  qui a sudland puoi dire ad uno "quello é un cornuto!"
                  oppure "quello é un figlio di pu.ttana/zoccola ()"
                  ed a seconda del contesto del discorso, del modo di dirlo può significare che é uno scaltro, difficile da fregare oppure può essere la nota offesa.
                  Per questo se io dico negro, ma non intendo che abbia appartenenza a razze diverse, intendo solo che ha un colore diverso dal mio e niente più! Mutatis mutandi per cameriera, domestica, spazzino, zappatore.... Persino zoccola .... O forse no? Boh!
                  Tu si che sei un furbetto!!!!Giù con una sfilza di impropri...in nome della tua difesa,che si può dire,hehehehehe.
                  Nudols,nudols!!!!... .cmq,si conosco molte persone che lavorano come i negri...che vuol dire come le bestie...che vuol dire che lavorano di brutto.
                  Il political correct lo hanno inventati proprio coloro che di porcherie ne hanno combinati tanti in giro nel mondo...decidendolo magari con modi squisiti e parole educati...per me resta un altra maschera del nostro mondo"civile"!
                  Le persone che amano troppo il denaro,devono essere cacciate fuori dalla politica.Jose Mujica, presidente dell'Uruguay.

                  Commenta


                  • #10
                    Re: politically correct

                    Originariamente inviato da frederika Visualizza il messaggio
                    Tu si che sei un furbetto!!!!Giù con una sfilza di impropri...in nome della tua difesa,che si può dire,hehehehehe.
                    Nudols,nudols!!!!... .cmq,si conosco molte persone che lavorano come i negri...che vuol dire come le bestie...che vuol dire che lavorano di brutto.
                    No cara... non mi sentirai mai (o leggerai mai) dire parolacce direttamente come offesa verso qualcuno... puoi rileggere tutto quello che ho scritto, a questo sono molto attento. Anche nella vita personale cerco il più possibile di non usare parolacce, mai! E' uno stile che mi sono scelto ed imposto. Ovvio che capita di citare qualcosa, ma sempre non sono stato io ad usare "profanity" per primo.

                    Originariamente inviato da frederika Visualizza il messaggio
                    Il political correct lo hanno inventati proprio coloro che di porcherie ne hanno combinati tanti in giro nel mondo...decidendolo magari con modi squisiti e parole educati...per me resta un altra maschera del nostro mondo"civile"!
                    Non mi dire!
                    Quando un uomo varca la porta di una casa, si può trovare di fronte a un milione di nemici.

                    Commenta


                    • #11
                      Re: politically correct

                      In proposito, c'era un umo di colore nero, diciamo cioccolato fondente, con le trecce stile bob marley che faceva il giardiniere in una casa di amici, che lo ospitavano a mangiare a pranzo e cena con loro, uno di famiglia insomma....
                      Ebbene quando me lo presentarono, visto che il tipo era sorridente e il nome impronunciabile ho esordito dicendo "e tu chi sei Biancaneve?", e di li in poi ho iniziato a chiamarlo Biancaneve e lui stava al gioco...
                      In quel caso sono stato politically correct oppure ho offeso la piccola sedicenne mangiamele?
                      Quando un uomo varca la porta di una casa, si può trovare di fronte a un milione di nemici.

                      Commenta

                      Sto operando...
                      X