annuncio

Comprimi

Regolamento

I PRINCIPI

Il forum di Sanihelp.it è un punto di incontro e confronto, un forum libero, privo di ogni censura preventiva. Questo forum è una comunità di aiuto e supporto reciproco in cui ognuno contribuisce cercando di essere d'aiuto e portando il proprio punto di vista riguardo i diversi temi trattati.

Nel forum ciascuno è libero di esprimere la sua opinione, mantenendo però un atteggiamento di educato rispetto nei confronti delle idee diverse. Il forum è uno spazio civile e gradevole: gli utenti non devono essere intolleranti e aggressivi, ma propositivi e disponibili, moderando il proprio linguaggio e consentendo così di ridurre al minimo l'attività di moderazione.

Lo staff di Sanihelp.it si riserva il diritto di eliminare l'iscrizione al forum, di cancellare discussioni e messaggi senza alcun preavviso.


GLI UTENTI
Gli utenti sono suddivisi in quattro categorie.

- Amministratore:
gestisce il forum in tutte le sue parti, appartiene allo staff di sanihelp.it
- Moderatore:
è un utente che ha il compito di agevolare la vita all'interno del forum, è un punto di riferimento e un valido aiuto per tutti gli utenti.
- Sani All:
gli utenti del forum.
- Utenti Bannati:
un utente bannato può accedere al forum ma non parteciparvi. Si è bannati se non si rispetta il regolamento, il ban può essere imposto per un periodo di tempo limitato o per sempre. Nei casi più gravi può essere bannato anche l'indirizzo IP.

Utenti e reputazione
Ogni 365 giorni di permanenza sul forum si guadagnano 10 punti.
Ogni 10.000 messaggi e 1.000 punti reputazione si guadagna un punto di potenza nell'assegnazione della reputazione ad altri utenti.
Un utente per poter assegnare reputazione deve avere almeno 15 punti e aver scritto 30 messaggi.
In 24 ore si possono assegnare solo 20 punti.
Prima di poter assegnare la reputazione allo stesso utente è necessario assegnarla a 15 utenti differenti.
Reputazione e i commenti non sono anonimi

NICKNAME e FIRMA
Dato l'alto numero di utenti iscritti al forum, tutti i nomi più comuni sono già presenti.
Consigliamo di scegliere un nome particolare che contenga dei numeri e che non contenga trattini, simboli o caratteri speciali.
Per tutelare la privacy personale suggeriamo inoltre di non utilizzare nome e cognome completi all'interno del nickname.

Il nickname e la firma non devono contenere testi offensivi o provocatori, non è inoltre possibile utilizzare come nickname un nome attribuibile a una professione medica se non si è un professionista collaboratore della redazione di Sanihelp.it (es: psicologo, dottore, urologo).
Se si desidera cambiare il nickname è possibile farlo inviando un messaggio privato all'amministrazione (Evoh).

La frase è modificabile autonomamente dal pannello di controllo personale.
Nel caso in cui venga inserito un contenuto non idoneo i moderatori provvederanno ad avvisare l'utente con un messaggio personale.
Se dopo la richiesta di modifica la frase resta invariata, i moderatori sono autorizzati a cancellarla.
Se si dovessero inserire nuovamente contenuti offensivi nella frase, verrà assegnato un ban di almeno 3 giorni.


LEGGI DELLO STATO E INTERNET

Per non incorrere in spiacevoli conseguenze, ricordiamo agli utenti che su questo forum vigono tutte le leggi dello Stato italiano.
Ogni utente è responsabile dei contenuti che pubblica e tutti, utenti, moderatori e amministratori, possono rivolgersi alla Polizia per far rispettare la legge o per tutelarsi.
Tafferugli verbali, consigli e provocazioni non sono considerati reati, i reati sono cose ben più gravi che la coscienza di ciascuno riesce facilmente a identificare.
Vi ricordiamo inoltre che, come cita la locuzione latina: Verba volant, scripta manent.


REGOLE GENERALI

1. Non è permesso pubblicare:
- indirizzi email
- numeri telefonici
- il contenuto di email private e messaggi privati (MP) anche se si è in possesso dell'autorizzazione del mittente
- pubblicare messaggi pubblicitari o link

2. I moderatori hanno il compito di animare e moderare le discussioni e di controllare che nessuno violi il regolamento del forum.
I moderatori potranno ammonire, avvertire, bannare gli utenti che non rispetteranno il regolamento ed editare, spostare, chiudere e cancellare una discussione o un post.

3. Chiunque abbia un comportamento in contrasto con il regolamento del forum potrà veder cancellati i propri interventi ed essere bannato da esso, fino all'esclusione permanente nei casi più gravi. L'esclusione permanente è da intendersi estesa anche a eventuali alias.

4. Gli argomenti dei post inseriti in una discussione devono essere inerenti al tema deciso dall'autore delle discussione. I moderatori possono cancellare o spostare in un altro forum gli interventi che saranno giudicati fuori tema (OT).

5. Un utente che si ritenga ingiustamente sanzionato ha facoltà di chiedere chiarimenti via messaggio privato o email. Nel caso questo non avvenga e vengano creati post e discussioni polemiche, saranno cancellate.

6. Il moderatore NON cancella o corregge discussioni o post su richiesta.

7. Saranno bannati gli utenti promotori di pedofilia e violenza e chiunque faccia apologia di reato. Varrà bannato inoltre chi diffonde dati e informazioni strettamente personali di un'altro utente senza il suo consenso.

8. Sono da escludere gli avatar che rientrino nelle limitazioni del regolamento e con esplicite immagini pornografiche o di anatomia intima.

9. L'autore del post è pienamente responsabile per i contenuti riportati: diffamazioni o violazioni di copyright.

10. Non è possibile per gli utenti effettuare pubblicità all’interno del forum. I post contenenti messaggi pubblicitari verranno cancellati e segnalati come Spam.

11. L'autore di ogni post ha la possibilità di editarlo entro 10 minuti dall'invio. Verificate attentamente i vostri messaggi; passato il termine non sono più modificabili, questo al fine di garantire una coerenza con lo sviluppo degli argomenti.

12. Prima di aprire una discussione in un forum è bene assicurarsi che l'argomento non sia trattato in altre discussioni attualmente attive. Nel caso siano aperte discussioni doppie i moderatori possono decidere di chiuderle e indirizzare gli utenti a quelle già esistenti.

13. Il forum non è una chat, quindi gli utenti non devono intraprendere lunghi botta e risposta con un altro utente, soprattutto se si tratta di questioni personali. Per le conversazioni private devono essere usati i mp o, nel caso di chiacchiere di gruppo, l’apposita sezione “4 chiacchiere”.


COME SCRIVERE SUL FORUM

Il titolo
Il titolo della discussione contiene il tema del messaggio. Deve essere sintetico ma non generico e soprattutto deve essere scritto in italiano corretto, senza abbreviazioni, lettere ripetute o maiuscole dove non necessarie.
Sono da evitare titoli come “Richiesta d’aiuto” o “Problema”.

esempio Titolo:
Cerco ortopedico - piede rotto (giusto)
AAAAAAAAAAAAIIIIIIII IIIUUUUUUUUUUUTTo! (sbagliato)

L'autore del primo post della discussione da l'indirizzo tematico della discussione.
Più il titolo sarà pertinente più la discussione sarà letta da tutti gli utenti del forum.
I moderatori potranno a loro discrezione modificare i titoli ritenuti non idonei.

Il contenuto delle discussioni
Aprire una nuova discussione significa voler condividere con gli altri utenti un problema di salute, chiedere un consiglio o confrontarsi su di un'idea o un'argomento.
Se un utente apre un thread solo per propagandare un'idea, sarà invitato al confronto. Se dopo un primo invito il post non sarà aperto anche alle opinioni degli altri utenti, i moderatori chiuderanno la discussione.

Il contenuto dei post

Gli utenti sono invitati a non scrivere in maiuscolo dove non necessario, poiché il maiuscolo indica che si sta urlando.
All'interno dei messaggi possono essere inserite le Emoticons. Il loro impiego nei topic è affidato al buon senso degli utenti, è consigliabile tuttavia non eccedere nel loro utilizzo.
Il linguaggio all'interno dei post deve essere cortese e rispettoso delle diverse opinioni degli altri utenti.
Nel caso in cui un post contenga linguaggio non adatto alla sezione in cui è contenuto o abbia un contenuto volutamente provocatorio, (atto a far degenerare la discussione o far arrabbiare un utente) i moderatori provvederanno a modificarlo e avvertire l'utente.
Nel caso in cui l'utente persista nel mantenere un linguaggio offensivo o aggressivo dopo il primo avvertimento, riceverà un ban di almeno 3 giorni. Se questo comportamento continuasse anche allo scadere del ban, i moderatori decideranno se bannare nuovamente l'utente in maniera definitiva.
Chi schernisce pubblicamente gli utenti che chiedono aiuto o mette in dubbio la realtà dell'utente e/o della situazione descritta riceverà un'infrazione e in caso avvenga nuovamente un ban fino a 2 giorni.

Citazioni e aforismi
Se si riportano stralci di libri o articoli, citazioni o aforismi all'interno delle discussioni è sempre bene riportare l'autore.
Non è possibile aprire discussioni contenenti esclusivamente citazioni e aforismi, salvo previa autorizzazione via messaggio privato della moderazione.

Sondaggi

Gli utenti dovrebbero evitare di realizzare discussioni di sondaggio: per realizzare un sondaggio chiedere al moderatore della sezione di aprire un thread apposito. Quando si crea un sondaggio è bene motivare chiaramente i quesiti, in modo che non possano essere scambiate per pure provocazioni o scherzi.

Funzione Quote
Quotare un messaggio significa citarlo riportandone una parte. Quotare implica ripetere cose che probabilmente gli altri utenti hanno già letto, va fatto solo quando strettamente necessario. Non è necessario quotare interamente il post precedente al proprio se si intende commentarne solo una frase: è bene mantenere la frase in questione e cancellare il resto.

Come aprire una nuova sezione (forum o sub forum)
Per aprire una nuova sezione o un nuovo forum si deve proporre l'argomento all'amministratore e impegnarsi per farlo crescere.
Per proporre una sezione o un forum è necessario che ci siano almeno due utenti interessati e disposti ad animare e moderare la sezione.
Vedi: Come diventare moderatore?


I MODERATORI e L'AUTO-MODERAZIONE

La base su cui si fonda questo forum è l'auto-moderazione, ogni utente è quindi tenuto a rispettare e fare rispettare il regolamento del forum.
I moderatori sono solo un aiuto in più in caso di bisogno.

Come ci comporta con le violazione ai principi di questo forum e del regolamento?
1. si abbandona la discussione evitando di intervenire.
2. si segnala l'abuso con l'apposito strumento (triangolo con punto esclamativo)
3. la segnalazione appare nella sezione dedicata (visibile pubblicamente)
4. i moderatori leggono la segnalazione, rispondono spiegando come intendono agire e si comportano di conseguenza
5. una volta che il moderatore ha risposto non è possibile ribattere se non tramite messaggio privato.

Nel caso vi sia un utente particolarmente molesto, è possibile non visualizzare i suoi post inserendolo tra i propri utenti indesiderati.

In caso si voglia chiarire una particolare situazione con un utente o un moderatore si comunica con l’interessato tramite messaggio privato, NON attraverso discussioni pubbliche.

In caso di infrazioni al regolamento da parte dei moderatori, è possibile sollevare il problema con il moderatore stesso via messaggio privato. In caso non si giunga a una conclusione civile e si ritenga necessario segnalare il problema, è possibile contattare l'amministratore. (Evoh)
NON è possibile discutere pubblicamente delle dinamiche di moderazione del forum. Le discussioni pubbliche verranno eliminate.

ATTENZIONE:
1 - Lo strumento segnalazioni serve a porre in evidenza gravi infrazioni al regolamento
2 - Un messaggio OT non è considerabile una grave infrazione
3 - Non è concesso utilizzare le segnalazioni per provocare altri utenti, innescare polemiche o flames e infastidire intenzionalmente la moderazione.
4 - Le risposte non sono sindacabili pubblicamente. Se non si è d'accordo è possibile comunicare via mp con il moderatore che ha risposto alla segnalazione. Segnalazioni di segnalazioni o di ammonimenti non riceveranno risposta e saranno cancellate.

Non è possibile segnalare i MP. In caso di gravi attacchi personali effettuati tramite messaggio privato gli utenti possono scrivere direttamente all'amministratore del forum.

Chiunque utilizzi impropriamente lo strumento di segnalazione (come da punto 3) riceverà un primo avvertimento e, nel caso in cui dovesse continuare, potrà ricevere un ban della durata massima di 3 giorni.

Come diventare moderatore?
Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

Il compito dei moderatori è:
- animare le discussioni
- facilitare lo scambio di opinioni tutelando la pluralità dei punti di vista
- accogliere i nuovi arrivati
- far rispettare il regolamento

I moderatori:
- rispettano il regolamento (che vale per i moderatori esattamente come per gli utenti)
- sono liberi di esprimersi nei forum seguendo le stesse linee guida degli utenti (post cordiali, non aggressivi, no flames, no attacchi personali, non mettono in dubbio identità o realtà di un utente, ecc)
- NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum (solo gli utenti possono segnalare)
- possono moderare solo le sezioni loro assegnate



PRINCIPI E LINEE GUIDA DEL MODERATORE

Il caposaldo del regolamento è l'auto-moderazione.
L'intervento dei moderatori deve essere quindi, in ordine di priorità:

- Animare: aprire discussioni, accogliere i nuovi, facilitare lo scambio di opinioni (consentendo a tutti di esprimersi) e aiutare gli utenti a districarsi fra le regole del forum e gli strumenti (fratello maggiore)
- Mantenere la rotta: il moderatore deve far si che le discussioni siano sempre on topic, è lecito chiuderle se si esce fuori tema.
- Moderare: (... e far moderare) i toni
- Mantenere la forma: è importante come si scrive, come si fa un titolo, come si imposta una domanda.

I moderatori di sezione lavorano in squadra e tutte le decisioni devono essere condivise, tutte le discussioni tecniche o inerenti la moderazioni devono avvenire via MP o nella sezione del forum privata e dedicata esclusivamente ai moderatori. Il moderatore non deve mai discuterne pubblicamente.

Il moderatore deve animare e pacificare, quindi non deve essere MAI causare volontariamente problemi e dissidi con gli altri moderatori.
Nel caso in cui un moderatore attacchi pubblicamente un altro moderatore per il suo operato, sarà sospeso per una settimana.
Nel caso in cui un moderatore violi il regolamento e/o agisca contro l'interesse del forum e della moderazione, gli altri moderatori possono segnalarlo nel forum moderatori.
Alla terza segnalazione l'amministrazione risponderà entro 5 giorni alla segnalazione e potrà agire con un richiamo formale, con un ban o con la rimozione dall'incarico.

I moderatori dato l'importante ruolo che ricoprono per la comunità del forum devono essere:
- tolleranti
- disponibili
- leali
- imparziali
- punto di riferimento per gli utenti
- da esempio

Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

I moderatori devono rispettare il regolamento e sono liberi di esprimersi nei forum, ma NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum e devono moderare solo le sezioni loro assegnate.
Solo gli utenti possono segnalare, se un moderatore riscontra violazioni nella sezione di sua competenza non segnala ma agisce.
In caso un moderatore noti situazioni particolari in una sezione di un altro moderatore, deve limitarsi a segnalarla tramite messaggio privato.

Se un moderatore dovesse mancare dal forum per più di un mese senza aver comunicato la sua assenza in precedenza, verrà rimosso dal suo incarico.

Regolamento segnalazioni e ban
La sezione dove saranno postate le segnalazioni sarà leggibile a tutti.
Solo i moderatori potranno scrivere in risposta alla segnalazioni
Alla segnalazione di un utente risponde il moderatore della sezione interessato scrivendo come intende agire e motivando proprie decisioni. (può anche decidere di non fare nulla, ma va scritto!)
Nel caso si decidesse di bannare l'utente, verrà scritto direttamente in risposta alla segnalazione e sarà visibile a tutti.
Non saranno poi concesse repliche in risposta al moderatore. Se ci saranno domande/dubbi/problemi andranno gestiti tramite i mp.

Nel caso che la decisione di bannare l’utente derivi non da una segnalazione ma da un ragionamento fatto con altri moderatori, il moderatore deve notificare il ban con un post nel forum moderatori.
Quando si banna un utente è OBBLIGATORIO segnalare la motivazione.



CANCELLAZIONE
Se si desidera cancellare la propria utenza dal forum, è sufficiente inviare un messaggio privato all'amministratore del forum (attualmente Evoh) E una a mail a [email protected] utilizzando la mail d'iscrizione al forum e indicando il proprio nick e la volontà di essere cancellati.
Visualizza altro
Visualizza di meno

I vantaggi delle femmine in ambito polico e non

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Re: I vantaggi delle femmine in ambito polico e non

    La nuova legge europea sulla violenza sessuale inverte i principi basilari del diritto: se finora i cittadini sono considerati innocenti fino alla prova della colpevolezza (presunzione di innocenza),qualora si tratti di maschi e il reato contestato sia la violenza sessuale, sono considerati colpevoli fino a prova contraria. Con la legge approvata nel marzo 2009 anche la carcerazione preventiva viene comminata preventivamente sulla semplice accusa. Quindi il maschio viene messo in galera prima di essere stato giudicato colpevole. Anche se è dimostrato che oltre 40% delle denunce sono false (e la percentuale sale ad oltre il 65% quando le denunce avvengono in un contesto di separazione). E se dopo anni di galera risulta innocente, bé… pacca sulla spalla, tante scuse e vedi di trovarti una nuova casa, un nuovo lavoro e le cifre astronomiche necessarie a pagare l'avvocato che ti ha difeso.

    Commenta


    • #32
      Re: I vantaggi delle femmine in ambito polico e non
      • Le pene previste dal Codice per l'infanticidio sono sproporzionatamente diverse se l'autore è la madre (dai 4 ai 12 anni di carcere) o il padre (a partire dai 21).
        Tuttavia, gli infanticidi e figlicidi da madre restano di fatto impuniti, infatti la totale incapacità di intendere e volere è data alle madri nell'83% dei casi e la parziale nel 17% circa. Ciò implica, come naturale conseguenza, che, nella relazione con la madre, il neonato o il bambino non sono di fatto esseri umani e soggetti di diritti. Il feto sappiamo che non lo è per legge. La madre è diventata colei che ha sempre il diritto di vita e di morte sui figli. Eppure nessuno inorridisce di fronte a questo potere assoluto di vita e di morte, che in uno stato di diritto non dovrebbe avere possibilità di cittadinanza.

      • Per conseguenza su quanto detto in precedenza, se si va a rileggere la cronaca, praticamente tutte le madri che hanno ucciso i loro figli, nel mondo occidentale, sono state assolte anche se hanno commesso delitti raccapriccianti, perfino Deanna Laney, 39 anni, che nel Texas uccise i suoi figli mediante la lapidazione, o la donna di Varese che lanciò nel 2004 i suoi due bambini in un lago ghiacciato, o Loretta Zen, che mise la figlia di otto mesi in lavatrice, o quella signora di Napoli che lanciò nel 2005 i suoi figli dalla finestra. Voglio ricordare un dato agghiacciante: in Italia ogni tre giorni una madre uccide un figlio, ma generalmente non se ne parla, perché non bisogna scalfire la fragile psiche di queste povere donne. Ma la mostruosità giuridica è che le madri assassine sono sempre assolte; «Ha ucciso il figlio per troppo amore mal direzionato» recitano le sentenze, che più che verdetti giudiziari, stanno assomigliando a trattati di psicanalisi.

      Commenta


      • #33
        Re: I vantaggi delle femmine in ambito polico e non

        La violenza antimaschile anche quando è estrema, diventa immediatamente scusabile. Lorena Bobbit, la donna che a freddo recise a coltellate il pene del consorte mentre dormiva e poi scappò in macchina lanciando l'organo dal finestrino, fu assolta! La sentenza stabilì che l'eccessiva crudeltà del gesto, che finora era sempre stata un'aggravante, in tal caso era elemento di assoluzione in quanto una simile efferatezza doveva derivare da chissà mai quali sofferenze subite. In seguito la Bobbit è diventata un personaggio richiestissimo da televisioni e rotocalchi. Vogliamo scommettere che se fosse stato un uomo a mutilare i genitali della sua donna nessuno avrebbe mai detto: “poverino, chissà come deve avere sofferto per arrivare a tanto!”?
        Questa impunità, poi, ha creato un processo perverso di emulazione. Sono già numerosi in tutto il mondo i casi di recisione dei genitali maschili da parte di donne inneggianti a Lorena Bobbit.

        Commenta


        • #34
          Re: I vantaggi delle femmine in ambito polico e non
          • Esistono numerose campagne e fondi per la prevenzione della salute femminile, che sappiamo, da statistiche certe, essere molto più solida di quella maschile. Ma per la salute maschile cosa viene fatto? Eppure la salute maschile è molto più delicata di quella femminile, come ci dicono tutte le statistiche e i dati epidemiologici.

          • 20 dicembre 2006 Nasce la Carta dei diritti delle vittime di violenza sessuale, ddl messo a punto dal ministro Pollastrini con i colleghi di Giustizia e Famiglia. Gli 'atti persecutori' (molestie e minacce che condizionano la vita della vittima) diventano un reato e sono sanzionate, è vietato presentare nella pubblicità l'immagine della donna in modo discriminatorio o vessatorio, saranno sanzionate le discriminazioni sessuali, religiose o razziali. E l'immagine dell'uomo? Può essere denigrata, offesa e infamata in ogni modo. Grazie per le pari opportunità

          Commenta


          • #35
            Re: I vantaggi delle femmine in ambito polico e non

            NEL TRATTAMENTO FISCALE

            Nella Finanziaria 2007 è presente un articolo che stabilisce che soltanto il genitore affidatario ha diritto alle detrazioni per i figli minori. L’altro genitore, ovviamente, non è affatto esentato da mantenimento, anzi, il solo ritardo dell’assegno è già reato penale, ma viene scippato pure di quella misera detrazione a fronte di soldi da lui effettivamente pagati.
            E, visto che la quasi totalità dei minori è affidata alle madri, sappiamo benissimo chi viene discriminato da questa disposizione.

            Commenta


            • #36
              Re: I vantaggi delle femmine in ambito polico e non

              NEL SETTORE COMMERCIALE DEI BENI E DEI SERVIZI

              • Perfino quando si tratta di acquistare beni e servizi le donne molto spesso sono avvantaggiate sugli uomini. Per esempio l'ingresso alle discoteche è gratuito o comunque ridotto, in molti locali esistono prezzi inferiori per le donne, lo stesso dicasi per alcuni corsi e alcune palestre, perfino all'Idroscalo di Milano l'ingresso per uomini e donne ha prezzo diverso. Pensate cosa succederebbe se fossero le donne a pagare di più …

              • Le donne, è risaputo, pagano di meno le assicurazioni auto perché commettono meno incidenti e la loro guida è più sicura. Il fatto che paghino meno è vero, ma la seconda parte è un falso clamoroso. Chiunque abbia osservato molte donne guidare sa benissimo che, mediamente, guidano molto peggio dei maschi. Solo che le donne guidano molto meno, anche perché lo fanno malvolentieri e se possono si fanno scarrozzare dagli uomini. E' chiaro che se un maschio guida per 1000 ore l'anno e una femmina guida per 30 ore chi ha maggiore probabilità di fare incidenti è chi guida di più. Ma la retorica femminista si è appropriata anche del senso comune per inventarsi una fantomatica guida più sicura delle donne.

              • Interessante anche l'offerta dell'Enel energia rosa, ovvero energia elettrica a costi minori per le imprenditrici donne.

              • Esistono in numerose città italiane perfino i Taxi rosa, ovvero un servizio taxi solo per donne, servizio che è nato dopo il grande boom di servizi analoghi in Gran Bretagna e in altri paesi del Nord Europa. Vi immaginereste le denunce e le polemiche che seguirebbero se qualcuno volesse fare un Taxi azzurro?

              Commenta


              • #37
                Re: I vantaggi delle femmine in ambito polico e non

                NELL'ESERCITO

                Pare un paradosso, ma nell'Esercito Italiano, come pure tutti gli eserciti occidentali, da quando hanno consentito l'ingresso alle donne in ottemperanza alla parità tra i sessi, sono subito state stabilite delle regole e degli accorgimenti per evitare che donne e uomini fossero messi in situazioni identiche. Ovviamente a vantaggio delle donne…
                Pertanto sono stati costituite apposite strutture perché le ragazze non avessero ad essere importunate dal nonnismo; per i maschi nessuno se ne è mai occupato, e fin quando la naja era obbligatoria, i morti (in gran parte suicidi) per episodi di nonnismo furono numerosissimi.
                Quando la leva militare era obbligatoria, dal momento dell'introduzione della leva femminile su richiesta dei gruppi femministi, questa rimase obbligatoria solo e unicamente per i maschi. Le femmine dovevano avere solo l'onore, la facoltà di scelta, non certo l'onere e il sacrificio di dover dedicare un lungo periodo della propria vita alla patria. Come al solito: se una cosa è obbligatoria per uno e facoltativa per l'altro, il discriminato è il primo.

                Commenta


                • #38
                  Re: I vantaggi delle femmine in ambito polico e non

                  Oggi, nell'Esercito Italiano le donne hanno diritto di arruolarsi e di svolgere la carriera militare fino ai gradi supremi. Ma nella Croce Rossa militare gli uomini non possono nemmeno entrare: è riservata alle sole donne.
                  Ma cosa fanno le donne nell'Esercito? Hanno diritto di svolgere qualsiasi funzione, fino ai gradi supremi, ma sono esonerate da tutte le cose gravose che comporta la vita militare:
                  • I combattimenti in prima linea
                  • Le guardie notturne
                  • Le missioni pericolose

                  Commenta


                  • #39
                    Re: I vantaggi delle femmine in ambito polico e non

                    Per queste funzioni possono essere tranquillamente mandati soldati maschi, la cui vita ha, palesemente, un valore inferiore. Magari, comandati a distanza (per motivi di sicurezza…) da una donna che la pelle non l'ha mai rischiata veramente, grazie agli esoneri per le signore, e che non si fa scrupolo, tuttavia, di correre rischi sulla pelle dei maschi.
                    E, comunque, qualsiasi cosa fa una donna soldato è un'eroina, merita sempre a priori il massimo degli onori.

                    Commenta


                    • #40
                      Re: I vantaggi delle femmine in ambito polico e non

                      Vi ricordate il famoso caso della soldatessa Jessica Lynch? Era il 23 marzo 2003 e, durante la guerra in Iraq, lei rimase ferita a Nassiria in un incidente automobilistico (non in un eroico combattimento!) e venne fatta prigioniera dalle truppe di Saddam Hussein. Assieme a lei furono catturati e feriti numerosi soldati maschi, ma, di loro, nessun organo di informazione fornì altro che il nome. Erano maschi, ovvio.
                      Ma lei finì subito sulle prime pagine, neanche fosse caduto prigioniero il Presidente degli Stati Uniti.

                      Commenta


                      • #41
                        Re: I vantaggi delle femmine in ambito polico e non

                        Fu organizzata una rischiosissima operazione militare, mettendo a repentaglio la vita di centinaia di soldati maschi, non per conquistare un importante obbiettivo strategico, non per liberare una grande schiera di prigionieri, ma unicamente per salvare la bella soldatessa. Questo blitz, i suoi immensi rischi, e l'obiettivo militarmente modesto che si prefiggeva furono disapprovati de tutti gli strateghi del mondo. Tra l'altro nell'esercito americano in cui un settimo dei militari è di sesso femminile, questo precedente avrebbe potuto diventare strategicamente fatale. Fatto sta che il 1/4/03, l'operazione militare portò al salvataggio della soldatessa, mirabilmente curata dai medici nemici come importante merce di scambio (per trovare il sangue per le trasfusioni si rivolsero perfino ai loro stessi famigliari), i militari maschi catturati con lei erano, invece, morti, e nessuno spese per loro molte parole oltre che il laconico bollettino delle vittime.
                        Lei, invece, diventò una eroina nazionale, decorata con la medaglia della stella di bronzo, quella dei prigionieri di guerra e quella del cuore purpureo, le massime onorificenze americane.

                        Commenta


                        • #42
                          Re: I vantaggi delle femmine in ambito polico e non

                          Migliaia di maschi americani hanno avuto esperienze simili o anche di ben maggior eroismo. Ma lei era donna, caspita…

                          Commenta


                          • #43
                            Re: I vantaggi delle femmine in ambito polico e non

                            FINITO, ora leggete pure e rispondete.

                            Commenta


                            • #44
                              Re: I vantaggi delle femmine in ambito polico e non

                              Vedi che quando vuoi puoi fare un discorso polemico senza esagerare.
                              In effetti hai ragione sul fatto che ci si sta avviando, anzi ci siamo già avviati, ad una discriminazione antimaschile.
                              E' la rivincita delle donne su secoli di oppressione (ma ci sono state condottiere, regine, principesse che dell'oppressione non se ne sono mai accorte).

                              Commenta


                              • #45
                                Re: I vantaggi delle femmine in ambito polico e non

                                c'è poco da discutere tbag, è tutto scritto lì nero su bianco irate:
                                Le mie massime: memento ciula(e)re semper , in topa semper fidelis (cit.)

                                Commenta

                                Sto operando...
                                X
                                gtag('config', 'UA-35946721-1');