Di recente si sentono tante storie, storielle e critiche verso la magistratura che ha chiuso l'ILVA di Taranto e bloccato i fondi della famiglia Riva.

Premesso che io sono contro i magistrati, trovo corretto ammettere quando ne fanno una giusta:

http://www.ilfattoquotidian o.it/2012/03/02/ilva-taranto-emissioni-inquinamento/194928/
Riaprire i battenti significa condannare 90 persone a morte ogni anno!
Non voglio discutere della moralità di uccidere 90 persone perché io sono a favore della pena di morte (per precisi soggetti). Tuttavia trovo estremamente ipocrita chi vorrebbe riaprire questa ditta parlando di ridare lavoro e di fatto ignorando che quell'impianto in funzione UCCIDE 90 persone ogni anno.

Quando io sostengo che bisognerebbe epurare la classe politica vengo tacciato di essere a favore di un regime dittatoriale violento ed ingiusto. Quando invece si parla di uccidere 90 persone sconosciute all'anno si tratta di essere persone con a cuore l'economia italiana.

Qualcuno potrebbe spiegarmi come mai ho difficoltà a comprendere tutto questo e lo considero ipocrita se così non è?