annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il trattato di non proliferazione nucleare.

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Il trattato di non proliferazione nucleare.

    Oggi vorrei parlarvi di un'altra vergogna a cui dobbiamo piegarci per colpa della nostra classe politica che sarebbe facile chiamare debole, ma purtroppo la realtà è ben peggiore, non sono deboli ma sono dei traditori delle persone che rappresentano, in un paese giusto meriterebbero l'impiccagione nella pubblica piazza.

    Il trattato di non proliferazione nucleare è un trattato che è stato imposto da USA e URSS nel 1968 a tutto il mondo in virtù della loro superiorità militare (tra l'altro interamente derivata da scienziati europei).

    In pratica tale trattato stabilisce che solo le nazioni che al momento della firma avevano già sviluppato armi nucleari possono continuare ad averle legalmente, le cinque potenze nucleari riconosciute sono dunque USA, URSS (ora Russia), Gran Bretagna, Francia e Cina.

    Tali stati possono commerciare materiale nucleare tra di loro e sviluppare programmi su armi nucleari ma gli è vietato vendere o fornire armamenti nucleari a stati non nucleari.

    Gli stati non nucleari che hanno aderito al trattato possono solamente occuparsi di nucleare a fini pacifici e gli è vietato comprare o iniziare programmi di ricerca su armamenti nucleari.

    In cambio i cinque stati nucleari si sarebbero dovuti impegnare a ridurre progressivamente il numero di ordigni nucleari e di fornire assistenza in ambito nucleare civile ai paesi non riconosciuti come potenze nucleari.

    Israele, Pakistan, India, Corea del Nord e Sudan (che però non ha mai comunque sviluppato armamenti) non hanno aderito al trattato o se ne sono ritirati (il trattato prevede infatti che se ne possa uscire notificandolo con 3 mesi di anticipo e dando una motivazione che spieghi il motivo per cui lo stato ritiene non sia più nel suo interesse aderire al trattato, motivazione che non è comunque soggetta a giudizio da parte di nessuno, basta dunque una qualsiasi scusa).

    segue
    Non è mai la vita a fare schifo, sono le persone con cui si interagisce nella vita che facilmente possono essere schifose.

  • #2
    Re: Il trattato di non proliferazione nucleare.

    L'Italia ha aderito al trattato solo nel 1975, dopo aver dato alla Iugoslavia una dimostrazione di forza con il lancio di prova del missile balistico Alfa, poi evoluto in un programma europeo per lanciatori di salelliti commerciali dalla Guiana francese, tuttavia abbiamo preteso una clausola, che se fosse stata creata una forza nucleare europea l'Italia avrebbe avuto il diritto di parteciparci, condizione analoghe sono state pretese dagli altri paesi europei che hanno aderito al trattato.

    Dopo tale data sono stati cancellati tutti i programmi per armamenti balistici e nucleari ed in seguito a due referendum l'Italia ha rinunciato anche al nucleare civile (saggiamente viste le precondizioni italiane).

    La cosa divertente in tutto questo è che le centrali nucleari italiane, non sono state costruite per motivi di approvvigionamento energetico ma per seguire un programma di sviluppo di armamenti nucleari assieme a Francia e Germania, programma concluso con la rattifica del trattato da parte della Francia.

    Ora veniamo alla situazione attuale. Il 95% delle testate nucleari sono in mano a Russia e USA che anche se hanno ridotto il numero di testate negli anni ne hanno comunque ancora 11000 i russi e 8500 gli americani, all'apice ne avevano 33000 gli Stati Uniti e 45000 la Russia, tutti gli altri paesi, compresi quelli che non hanno firmato il trattato non hanno più di 300 a testa, con il solo dubbio sulla Cina che nonostante ne dichiari circa 250 alcuni sostengono ne abbia 3000 nascoste.

    segue
    Non è mai la vita a fare schifo, sono le persone con cui si interagisce nella vita che facilmente possono essere schifose.

    Commenta


    • #3
      Re: Il trattato di non proliferazione nucleare.

      Ovviamente gli USA sotto la NATO stanziano bombe nucleari anche nei paesi non nucleari facenti parte della NATO, con la scusa che il suolo delle basi NATO è territorio americano Germania, Italia, Spagna.... etc. hanno delle bombe montabili sui loro aerei, i tornado italiani infatti fanno periodicamente esercitazioni con armamenti nucleari sotto la supervisione americana.

      Il vero motivo per cui nei mesi scorsi c'è stata la polemica sugli F35, aerei inefficienti e inaffidabili di produzione USA (la produzione delle ali in Italia è solo una farsa) è che l'alternativa, l'Eurofighter prodotto in Europa, non è certificato per l'impiego di armi nucleari e dunque avremmo dovuto interrompere le esercitazioni NATO con armamenti nucleari.

      La Germania, più saggiamente di noi, ha deciso di non dotarsi più di aerei certificati per il trasporto di armi nucleari, in modo che gli USA siano costretti a ritirare gli ordigni dal suolo tedesco, viste le resistenze americane quando la germania ha chiesto il ritiro della armi nucleari dal loro paese.

      A questo punto veniamo al Iran e alla Corea del nord, paesi che vengono chiamati canaglia nei nostri telegiornali, hanno veramente tutti i torti?

      Ci sono 2 potenze mondiali che fanno i comodi loro da 70 anni, hanno un peso militare incalcolabile, un solo sottomarino nucleare è capace di un volume di fuoco che supera per energia di 2 volte tutti gli ordigni esplosi durante la seconda guerra mondiale, questi paesi inoltre non permettono delle serie ispezioni dei loro impianti da parte degli ispettori internazionali e continuano a sviluppare e migliorare i loro armamenti pretendendo però che paesi come l'Iran permettano un controllo costante dei loro impianti.

      segue
      Non è mai la vita a fare schifo, sono le persone con cui si interagisce nella vita che facilmente possono essere schifose.

      Commenta


      • #4
        Re: Il trattato di non proliferazione nucleare.

        La situazione è ancora più anomala per Israele, dententore di armi nucleari che rifiuta di sottoscrivere il trattato ma non riceve quasi mai ammonimenti per questo.

        Avessimo dei politici seri, ci metteremmo d'accordo come Europa per minacciare l'uscita dal trattato se entro un anno USA e Russia e altri paesi non smantellano completamente i loro arsenali. In caso contrario dovremmo armarci in modo tale che il peso politico-militare delle decisioni internazionali smetta di essere nelle mani di due paesi.

        I pacifisti sciocchi che credono alle bugie dei politici colgano questa occasione per fare bella figura stando muti! Visto che i loro commenti oltre che superflui sarebbero anche non necessari ed inutili, gli stessi pacifisti che magari si lamentano che manca il lavoro per colpa della globalizzazione (cosa sacrosanta e giustissima) riflettano ugualmente quando il loro mondo fatato, privo di armi coi i fiorellini carini per la strada, non gli ha permesso di arrivare alla fine del mese, e già che ci siamo riflettino quando vanno a votare.

        P.S. sono cotrario al nucleare in Italia perché in mano ai nostri politici sarebbe una sciagura, ma se ci fosse un altro ordine sarebbe più che positivo per il paese. Ovviamente perché questo accada deve prima riformarsi un senso di identità nazionale che NON sia il tifo per la nazionale di calcio, ma la pretesa per se e per i propri connazionali di condizioni di vita il più agiate possibili, mettendo in secondo piano sciocchezze come i diritti umani e il rispetto per gli altri paesi. Guardate come loro trattano noi, serve la stessa moneta e la fine del buonismo che continua a distruggere il paese da 70 anni.
        Non è mai la vita a fare schifo, sono le persone con cui si interagisce nella vita che facilmente possono essere schifose.

        Commenta


        • #5
          Re: Il trattato di non proliferazione nucleare.

          In linea di massima sarei d'accordo, non fosse per le righe finali, molto pericolose.

          Commenta


          • #6
            Re: Il trattato di non proliferazione nucleare.

            Originariamente inviato da luca468 Visualizza il messaggio
            La situazione è ancora più anomala per Israele, dententore di armi nucleari che rifiuta di sottoscrivere il trattato ma non riceve quasi mai ammonimenti per questo.

            Avessimo dei politici seri, ci .....
            In generale trovo che sia corretto quello che hai scritto,
            che poi ci siano i "raccomandati" anche in questo purtroppo è cosa triste se non tragica,
            tragica poiche con un trattamento di velluto da un lato c'è stata in risposta analogo trattamento da parte opposta
            e così tra azioni di guerra, e attentati ecc ecc di fatto è stata alimentata una vera carneficina.

            Per contro è pur vero che si tratta di questioni molto delicate e che la volta che dovesse scappare di mano
            l'effetto sarebbe veramente disastroso .....

            anche se....
            forse un disastro farebbe davvero mettere un po' più a posto le cose.
            La vita è quello che capita.
            Lascia che capiti!

            Commenta


            • #7
              Re: Il trattato di non proliferazione nucleare.

              Beh, i dati che hai fornito sono di dominio pubblico da sempre ed alcune tue considerazioni le condivido pure.

              Un dubbio sull'Iran lo contesto fortemente in quanto non mi sembra per niente saggio domandarsi o meno se sia uno stato canaglia una nazione guidata da un uomo che pubblicamente dichiara che un'altra nazione non dovrebbe esistere o che a piu' riprese ne ha auspicato l'annientamento. Personalmente, se fossi la nazione minacciata, farei di tutto per evitare che l'Iran arrivasse a procurarsi una bomba atomica.

              xxxxxxxxxxxxx
              /cotto per come avevi scritto la frase che ho tolto, poteva essere interpretata come critica alla persona,
              /puoi criticare e negare le idee ma non la persona.
              /by dingo.

              Commenta


              • #8
                Re: Il trattato di non proliferazione nucleare.

                Originariamente inviato da cotto Visualizza il messaggio
                Beh, i dati che hai fornito sono di dominio pubblico da sempre ed alcune tue considerazioni le condivido pure.

                Un dubbio sull'Iran lo contesto fortemente in quanto non mi sembra per niente saggio domandarsi o meno se sia uno stato canaglia una nazione guidata da un uomo che pubblicamente dichiara che un'altra nazione non dovrebbe esistere o che a piu' riprese ne ha auspicato l'annientamento. Personalmente, se fossi la nazione minacciata, farei di tutto per evitare che l'Iran arrivasse a procurarsi una bomba atomica.

                xxxxxxxxxxxxx
                /cotto per come avevi scritto la frase che ho tolto, poteva essere interpretata come critica alla persona,
                /puoi criticare e negare le idee ma non la persona.
                /by dingo.
                Non ho avuto modo di leggere la frase censurata quindi ti risponderò solo per quello che leggo.

                La nazione minacciata l'atomica ce l'ha! Tra l'altro senza sottoscrivere il trattato che l'Iran ha sottoscritto e la nazione in questione pretende che l'Iran rispetti.

                Possiamo prenderci in giro quanto vogliamo ma la verità è che il trattato di non proliferazione nucleare è un'ingiustizia!

                Perché l'Italia, la Germania o il Giappone non devono avere armi nucleari mentre la Russia e gli USA si? Perché dobbiamo piegarci al volere internazionale di queste persone?

                Contesto totalmente i pacifisti falsi che vogliono il disarmo solo per alcuni! Io dico o tutti si disarmano e tutti permettono i controlli dell'AIAEA ad oltranza in modo da garantire che nessuno più si armi nuclearmente (non con i controlli farsa come fanno negli USA), oppure facciamo carta straccia del trattato e dimostriamo per una volta di avere il coraggio di fare gli interessi nazionali, iniziando a produrre un arsenale termonucleare in Italia e far valere il nostro peso nel mondo.
                Non è mai la vita a fare schifo, sono le persone con cui si interagisce nella vita che facilmente possono essere schifose.

                Commenta


                • #9
                  Re: Il trattato di non proliferazione nucleare.

                  Originariamente inviato da luca468 Visualizza il messaggio
                  facciamo carta straccia del trattato e dimostriamo per una volta di avere il coraggio di fare gli interessi nazionali, iniziando a produrre un arsenale termonucleare in Italia e far valere il nostro peso nel mondo.
                  Sono daccordo sulla falsità del trattato di non proliferazione...per ò non sarebbe utile che l'talia le avesse ..anzi.

                  Le armi nucleari, sono caratterizzate da fortissimo contraccolpo nei maroni di chi le usasse.

                  Di fatto sono armi inutilizzabili se non per autodistruggersi e quindi in realtà non valgono nulla nemmeno come minaccia.
                  (tranne purtroppo che per le nazioni estremiste già emarginate dalla comunità internazionale come per eempio
                  l'iran che se riucisse a sganciare un ordigno nucleare su israele raccoglierebbe attorno a se il sostegno del mondo arabo,
                  rischiando di scatenare una guerra mondiale)

                  viceversa, nemmeno se il messico dichiarasse guerra agli USA e attaccasse in forze, si avrebbe una reazione nucleare.
                  La vita è quello che capita.
                  Lascia che capiti!

                  Commenta


                  • #10
                    Re: Il trattato di non proliferazione nucleare.

                    Originariamente inviato da luca468 Visualizza il messaggio
                    dimostriamo per una volta di avere il coraggio di fare gli interessi nazionali, iniziando a produrre un arsenale termonucleare in Italia e far valere il nostro peso nel mondo.
                    ma please
                    Ma se l'Italia sta con le pezze al cu.lo al punto da non riuscire nemmeno a far fare il pieno alle macchine della polizia

                    Senza contare poi l'inneggiare alla produzione di armi di distruzione di massa..... ma qui le faccine non ce le metto perche' non ci trovo un gran che da ridere.

                    Commenta


                    • #11
                      Re: Il trattato di non proliferazione nucleare.

                      Originariamente inviato da luca468 Visualizza il messaggio
                      I pacifisti sciocchi che credono alle bugie dei politici colgano questa occasione per fare bella figura stando muti!
                      Allora riprovo a questo modo, visto che e' di idee che si parla (anche se questa non mi sembra un'idea ma un'insulto a chi la pensa diversamente da te).
                      E' meglio un pacifista sciocco oggi che un guerrafondaio pirla domani

                      I veri danni non sono provocati dai pacifisti sciocchi, ma dai guerrafondai esaltati e dalle corporates assetate di denaro che fanno della guerra uno dei business piu' lucrativi al mondo...... ma loro sono il frutto ed il seme stesso della globalizzazione sana e giusta.

                      Commenta


                      • #12
                        Re: Il trattato di non proliferazione nucleare.

                        Originariamente inviato da cotto Visualizza il messaggio
                        ma please
                        Ma se l'Italia sta con le pezze al cu.lo al punto da non riuscire nemmeno a far fare il pieno alle macchine della polizia

                        Senza contare poi l'inneggiare alla produzione di armi di distruzione di massa..... ma qui le faccine non ce le metto perche' non ci trovo un gran che da ridere.
                        forse manchi dall'italia davvero da troppo tempo.

                        No perchè che volendo saremmo in grado di realizzarle, ne sono convinto, abilità tecniche e scientifiche non ci mancano affatto.

                        Per il resto si può benissimo inneggiare quanto si vuole ma non ci sarà qualcuno che spinto da tale inneggiamento domattina
                        ne farà esplodere un paio.
                        La vita è quello che capita.
                        Lascia che capiti!

                        Commenta


                        • #13
                          Re: Il trattato di non proliferazione nucleare.

                          Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
                          forse manchi dall'italia davvero da troppo tempo.

                          No perchè che volendo saremmo in grado di realizzarle, ne sono convinto, abilità tecniche e scientifiche non ci mancano affatto.

                          Per il resto si può benissimo inneggiare quanto si vuole ma non ci sarà qualcuno che spinto da tale inneggiamento domattina
                          ne farà esplodere un paio.
                          Non sto parlando di capacita' tecniche, ma economiche. Vorresti dirmi che, con la gente sul lastrico, con buona parte degli italiani che fa fatica ad arrivare a fine mese, con la disoccupazione dilagante, ecc. ecc. se arrivasse un pirla di ministro a dire "spendiamo svariati milioni di Euro per fare la bomba atomica" potrebbe realmente succedere? Io non credo proprio

                          Commenta


                          • #14
                            Re: Il trattato di non proliferazione nucleare.

                            Originariamente inviato da cotto Visualizza il messaggio
                            Non sto parlando di capacita' tecniche, ma economiche. Vorresti dirmi che, con la gente sul lastrico, con buona parte degli italiani che fa fatica ad arrivare a fine mese, con la disoccupazione dilagante, ecc. ecc. se arrivasse un pirla di ministro a dire "spendiamo svariati milioni di Euro per fare la bomba atomica" potrebbe realmente succedere? Io non credo proprio
                            semmai potrebbe sembrare strano che uno che arriva in campagna elettorale dicendo "faremo bombe atomiche"
                            riceva dei voti.

                            Però in realtà se qualcuno può davvero mettersi a farla, è proprio in un momento nero che può riuscire,
                            proprio quando la gente incazzata nera, non ne può più e potrebbe convincersi che l'atomica possa dare più ricchezza e potenza.

                            Quando la gente è allo stremo può credere a cose assurde.
                            La vita è quello che capita.
                            Lascia che capiti!

                            Commenta


                            • #15
                              Re: Il trattato di non proliferazione nucleare.

                              Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
                              semmai potrebbe sembrare strano che uno che arriva in campagna elettorale dicendo "faremo bombe atomiche"
                              riceva dei voti.

                              Però in realtà se qualcuno può davvero mettersi a farla, è proprio in un momento nero che può riuscire,
                              proprio quando la gente incazzata nera, non ne può più e potrebbe convincersi che l'atomica possa dare più ricchezza e potenza.

                              Quando la gente è allo stremo può credere a cose assurde.
                              Mah, forse hai ragione. Sono via dall'Italia da troppo tempo e continuo a credere che un barlume di intelligenza ci sia nell'italiano medio

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X